Serie A (Svizzera)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Serie A
Sport Football pictogram.svg Calcio
Tipo Club
Paese Svizzera Svizzera
Organizzatore ASF/SFV
Cadenza annuale
Formula tre gironi eliminatori
più girone finale
Retrocessione in Serie B
Storia
Fondazione 1898
Soppressione 1930
Numero edizioni 32
Ultimo vincitore Servette
Record vittorie Grasshoppers
Servette
Young Boys (6)

La Serie A è stata il massimo campionato svizzero di calcio tra il 1898 ed il 1930. Organizzata dall'Associazione Svizzera di Football, vide competere un numero di squadre variabile, generalmente suddivise in tre gironi geografici (Est, Centro, Ovest) e una fase finale per l'assegnazione del titolo tra le vincitrici dei gironi.

Le ultime classificate venivano, di norma, retrocesse in Serie B (in seguito rinominata Serie Promozione). Questo perché l'ammissione in Serie A non era garantita dal fattore sportivo, ma richiedeva un'esplicita approvazione da parte della federazione.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

I primi anni[modifica | modifica wikitesto]

Dopo una prima edizione non ufficiale[1], organizzata dal quotidiano La Suisse Sportive, a partire dalla stagione 1898-1899 venne organizzato regolarmente il campionato svizzero di calcio. Alla prima edizione presero parte solo nove squadre, suddivise in tre gironi geografici. La formula del torneo era ad eliminazione diretta, infatti solo con la stagione successiva (1899-1900) vennero introdotti i gironi all'italiana con partite di andata e ritorno, le cui vincitrici si qualificavano per il girone finale.

Vista del Spitalacker-Platz durante un'amichevole a tra Young Boys e Karlsruher Phönix, nel 1908

L'identica formula fu utilizzata nel campionato di Serie B. Nel 1899-1900 e nel 1900-1901, così anche come nel 1907-1908 e nel 1908-1909 i gironi furono solamente due, Est ed Ovest, a causa del numero ridotto di squadre iscritte. Per contro, nel 1905-1906 fu necessario suddividere in due sottogruppi la zona orientale e, nel 1914-1915, quella centrale. Le vincitrici disputavano poi uno spareggio per l'ammissione alle finali.

Il caso della stagione 1922-1923[modifica | modifica wikitesto]

Tuttavia, questo meccanismo era piuttosto farraginoso ed avrebbe evidenziato tutti i suoi limiti nel corso della stagione 1922-1923. Dopo l'inizio della fase finale per il titolo, al Berna fu assegnata la vittoria per 3-0 a tavolino nella partita contro il Bienna per la presenza di giocatori squalificati nelle file dei biennesi. La classifica venne così riscritta, ponendo Berna e Young Boys primi a parità di punti. Di conseguenza, le due compagini avrebbero dovuto affrontarsi in uno spareggio, il 29 aprile 1923 a Losanna, ma lo Young Boys si rifiutò di disputare l'incontro ed il Berna fu proclamato campione regionale del girone Centro. Dopo la conclusione delle finali per il titolo, vinte tra l'altro dalla stessa squadra bernese, un'ulteriore verifica portò ad assegnare al Basilea la vittoria a tavolino per 3-0 sul Berna nella partita del 4 febbraio 1923, valida per il girone, perché i bernesi avevano schierato un giocatore squalificato. Pertanto, lo Young Boys si sarebbe qualificato per la fase finale al posto del Berna.[2]. Siccome si era giunti già a settembre 1923 e non essendoci più tempo per la disputa di un'ulteriore fase finale, nessuna squadra venne proclamata campione di Svizzera per la stagione 1922-1923.

L'ultima edizione del 1929-1930[modifica | modifica wikitesto]

Nell'ultima stagione di Serie A 1929-1930, anche le seconde classificate dei tre gironi regionali furono ammesse a disputare la fase finale per il titolo, risultando composto da sei formazioni anziché le tradizionali tre. Ad aggiudicarsi il titolo di campione di Svizzera fu il Servette che chiuse il girone con quattro vittorie in altrettante partite.

Riforma e scomparsa della Serie A[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1925 i club di Serie A diedero vita alla Association Suisse de Série A (ASSA), organizzazione alla quale fu richiesto di difendere gli interessi delle società che ne facevano parte, in contrapposizione alla Zusammenschluss der unteren Serien (ZUS, letteralmente "Unione delle serie minori") fondata già nel 1921 dalle squadre di Serie B e categorie inferiori.[3]. Le due organizzazioni, grazie alla mediazione dell'allora presidente federale Otto Eicher e la proposta avanzata dal Bienna, concordarono una riforma del calcio svizzero che avrebbe portato alla luce il campionato di Prima Lega per la sola stagione 1930-1931 e la Lega Nazionale a partire dalla stagione 1931-1932.[4].

Albo d'oro[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Albo d'oro del campionato svizzero di calcio.
Stagione Girone Est Girone Centro Girone Ovest Campione svizzero
1898-1899
dettagli
Anglo-American Old Boys Basilea Montriond Lausanne Anglo-American
1899-1900
dettagli
Grasshoppers - Berna Grasshoppers
1900-1901
dettagli
Grasshoppers - Berna Grasshoppers
1901-1902
dettagli
Zurigo Young Boys Berna Zurigo
1902-1903
dettagli
Zurigo Young Boys Rosso e Nero (Strisce).png Neuchâtel Young Boys
1903-1904
dettagli
San Gallo Old Boys Basilea Servette San Gallo
1904-1905
dettagli
Grasshoppers Young Boys[5] La Chaux-de-Fonds[6] Grasshoppers
1905-1906
dettagli
Winterthur[7] Young Boys Servette Winterthur
1906-1907
dettagli
YF Zurigo[8] Basilea[9] Servette Servette
1907-1908
dettagli
Winterthur - Young Boys Winterthur
1908-1909
dettagli
Winterthur - Young Boys Young Boys
1909-1910
dettagli
Aarau Young Boys Servette Young Boys
1910-1911
dettagli
Zurigo[10] Young Boys Servette[11] Young Boys
1911-1912
dettagli
Aarau[12] Étoile-Sporting Servette Aarau
1912-1913
dettagli
Aarau Old Boys Basilea Montriond Lausanne Montriond Lausanne
1913-1914
dettagli
Aarau Young Boys Cantonal Neuchâtel Aarau
1914-1915
dettagli
Brühl[13] Girone 1: Aarau
Girone 2: Young Boys
Servette Brühl
1915-1916
dettagli
Rosso e Bianco (Quadrati).png Winterthur-Veltheim Old Boys Basilea Cantonal Neuchâtel Cantonal Neuchâtel
1916-1917
dettagli
Rosso e Bianco (Quadrati).png Winterthur-Veltheim Young Boys La Chaux-de-Fonds Rosso e Bianco (Quadrati).png Winterthur-Veltheim
1917-1918
dettagli
San Gallo Young Boys Servette Servette
1918-1919
dettagli
Rosso e Bianco (Quadrati).png Winterthur-Veltheim Étoile-Sporting Servette Étoile-Sporting
1919-1920
dettagli
Grasshoppers[14] Young Boys Servette Young Boys
1920-1921
dettagli
Grasshoppers Young Boys Servette Grasshoppers
1921-1922
dettagli
Blue Stars Zurigo Lucerna Servette Servette
1922-1923
dettagli
YF Zurigo Berna[15] Servette non assegnato[16]
1923-1924
dettagli
Zurigo[17] Nordstern Servette Zurigo
1924-1925
dettagli
YF Zurigo Berna Servette Servette
1925-1926
dettagli
Grasshoppers Young Boys Servette Servette[18]
1926-1927
dettagli
Grasshoppers Nordstern[19] Bienne Grasshoppers
1927-1928
dettagli
Grasshoppers Nordstern Étoile Carouge Grasshoppers
1928-1929
dettagli
Grasshoppers Young Boys Urania Ginevra Young Boys
1929-1930
dettagli
Grasshoppers Basilea Bienne Servette

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Erik Garin, Switzerland 1898-1930, rsssf.com. URL consultato il 27 aprile 2017.
  2. ^ (EN) Erik Garin, Switzerland 1898-1930, rsssf.com. URL consultato il 27 aprile 2017.
  3. ^ (DE) Geschichte: 1915-1924, ASF/SFV. URL consultato il 27 aprile 2017.
  4. ^ (DE) Geschichte: 1925-1934, ASF/SFV. URL consultato il 27 aprile 2017.
  5. ^ Dopo spareggio con l'Old Boys Basilea (2-1).
  6. ^ Dopo spareggio con il Montriond Losanna (2-1).
  7. ^ Dopo spareggio con lo Zurigo (5-0).
  8. ^ Dopo spareggio col Winterthur (2-1).
  9. ^ Dopo spareggio con l'Old Boys Basilea (1-1, 4-1).
  10. ^ Dopo spareggio col Winterthur (1-0).
  11. ^ Dopo spareggio col Cantonal Neuchâtel (11-1).
  12. ^ Dopo spareggio col Brühl San Gallo (2-0).
  13. ^ Dopo spareggio col San Gallo (2-1).
  14. ^ Dopo spareggio con lo Zurigo (2-1).
  15. ^ A tavolino, per rinuncia dello Young Boys a disputare lo spareggio.
  16. ^ Il torneo finale, vinto dal Berna, venne annullato.
  17. ^ Dopo spareggio con lo Young Fellows (1-1, 1-0).
  18. ^ Dopo spareggio col Grasshoppers (3-2).
  19. ^ Dopo spareggio con lo Young Boys (1-0).

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio