Coppa Italia Serie C

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Coppa Italia Serie C
Coccarda Coppa Italia LegaPro.svg
SportFootball pictogram.svg Calcio
TipoClub
FederazioneFIGC
PaeseItalia Italia
LuogoItalia
OrganizzatoreLega Pro
TitoloDetentore della Coppa
CadenzaAnnuale
Aperturaagosto
Partecipanti60
FormulaEliminazione diretta
Sito InternetSito ufficiale
Storia
Fondazione1972
DetentorePadova
Record vittorieMonza (4)
Ultima edizioneCoppa Italia Serie C 2021-2022
Edizione in corsoCoppa Italia Serie C 2022-2023
Coppa Italia serie C.svg
Trofeo o riconoscimento

La Coppa Italia Serie C (fondata come Coppa Italia Semiprofessionisti) è una competizione calcistica italiana che si tiene sotto la giurisdizione della FIGC. Terza coppa professionistica nazionale per prestigio (dopo la Coppa Italia e la Supercoppa di Lega), è organizzata a cadenza annuale dalla Lega Italiana Calcio Professionistico. Dal 2008 al 2017 assunse la denominazione di Coppa Italia Lega Pro.

La prima edizione del torneo si svolse nel 1972. La vittoria della coppa, oltre al titolo sportivo, dal 2017 consente anche l'accesso ai play-off per la promozione in Serie B.[1]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'allora Coppa Italia Semiprofessionisti di calcio nacque con il campionato 1972-1973 e fu il secondo esperimento di una competizione dedicata a squadre di terza serie dopo la Coppa Aldo Fiorini tenutasi in un'unica edizione nel 1943. Il "settore semiprofessionistico", dopo aver sentito il parere favorevole delle società dipendenti, decise di organizzare un torneo calcistico con una formula che ricalcava in un certo modo quella della Coppa Italia. Alla prima edizione parteciparono tutte le 60 squadre di Serie C e le seconde e le terze classificate dei nove raggruppamenti di Serie D della stagione 1971-1972. Il successo andò all'Alessandria che nella finale di Roma superò l'Avellino: la partita fu sospesa al 7' del secondo tempo supplementare per invasione di campo dei sostenitori della squadra campana, sicché il giudice sportivo assegnò la vittoria ai piemontesi che al momento della sospensione erano in vantaggio per 4-2.

Il Monza, qui vittorioso nell'edizione 1974-1975, vanta il primato di successi nella Coppa (4).

Quadri di partecipanti leggermente allargati nel 1973-1974: alle 60 società di Serie C furono aggiunte le seconde, le terze e le quarte classificate nei gironi di Serie D del precedente torneo. La finale fu giocata a Lucca, tra Monza e Lecce, e fu vinta dai brianzoli con un gol segnato al 1' di gioco. Nel 1974-1975 si presentano al via ben 96 partecipanti, con il Monza che bissò il successo della stagione precedente, andando a vincere ai tiri di rigore sul terreno di gioco del Sorrento. Da quella stagione la finale di coppa si giocò sul campo di una delle due finaliste, designato per sorteggio dalla Lega Nazionale Semiprofessionisti. Nel 1975-1976 furono di scena in finale ancora i brianzoli, ma stavolta i biancorossi dovettero cedere al cospetto dei padroni di casa del Lecce.

Nel 1977 trionfò il Lecco, vincendo di stretta misura (2-1) contro la neoretrocessa Sangiovannese. La finale del 1978, giocata sul terreno di gioco di Reggio Calabria, fu interrotta per intemperanze dei tifosi locali al 23' del secondo tempo; il giudice sportivo convalidò il risultato di 2-0 in favore dell'Udinese. Nel 1979 ci fu il primo successo di una squadra della neonata Serie C2: il Siracusa ebbe la meglio sulla Biellese, portando per la prima volta il trofeo nelle isole. Nel 1980 venne introdotta la doppia finale (andata e ritorno) in casa di entrambe le pretendenti al successo finale, così come accadde anche per la Coppa Italia maggiore. La finale del 1985, a Carrara, fu interrotta al 10' del secondo tempo a causa di un guasto all'impianto elettrico; il giudice sportivo convalidò il risultato di 0-2.

Nel 1981, dopo due anni dalla riforma che portò alla nascita di Serie C1 e C2, la manifestazione assunse il nome di Coppa Italia Serie C. Nel 2008, dopo il cambio di denominazione dei due succitati campionati, c'è stata la ridenominazione anche per il trofeo dedicato dapprima alle squadre di Prima e Seconda Divisione, e poi alla serie unica Lega Pro, con il nuovo marchio di Coppa Italia Lega Pro. Tale coppa è stata per vari decenni l'unica, tra tutte quelle nazionali organizzate dalle varie leghe della Federcalcio, ad avere unicamente un valore "onorifico", non distribuendo cioè alcun beneficio sportivo[2] (eccetto un contributo economico): dall'edizione 2016-2017, la formazione vincitrice ottiene anche l'accesso alla seconda fase dei play-off per la promozione in Serie B.[1]

Dal 2017, con il contestuale cambio di denominazione del campionato di Lega Pro in Serie C, anche la coppa di categoria torna alla storica denominazione di Coppa Italia Serie C.

Il 24 luglio 2020 il presidente della Lega Pro Francesco Ghirelli annuncia la soppressione per la stagione 2020-2021 della Coppa Italia Serie C a causa del calendario di Serie C troppo affollato.[3]

Formula[modifica | modifica wikitesto]

Per la stagione 2021-22 vengono ammesse alla competizione le 60 squadre che risultano regolarmente iscritte al campionato di Serie C. La competizione si divide in varie fasi:

  • Primo turno: vi partecipano le 56 squadre che non hanno partecipato alla Coppa Italia maggiore. Si giocano 28 partite di sola andata. Le squadre vincitrici vengono ammesse al secondo turno.
  • Secondo turno: vi partecipano 32 squadre: le 28 vincitrici del primo turno e le 4 società ammesse alla Coppa Italia maggiore. Le squadre vincitrici accedono agli ottavi di finale.
  • Ottavi di finale: vi partecipano le 16 squadre vincitrici del secondo turno eliminatorio. Le vincitrici accedono ai quarti di finale.
  • Quarti di finale: vi partecipano le 8 vincitrici degli ottavi di finale. A partire da questo turno gli accoppiamenti sono determinati da un sorteggio integrale. Le vincitrici accedono alle semifinali.
  • Semifinali e finale: si giocano ad eliminazione diretta, con partite di andata e ritorno. Il sorteggio determina l'ordine dei campi, anche per la finale fra le due vincitrici delle semifinali.

Albo d'oro[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Albo d'oro della Coppa Italia Serie C.

Record[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Statistiche della Coppa Italia di Serie C.

Club col maggior numero di partecipazioni[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito tutte le squadre con almeno 35 partecipazioni alla manifestazione:

Squadra Sede Regione Numero Partecipazioni Prima Partecipazione Ultima Partecipazione Ininterrottamente da
Carrarese Carrara Toscana-Bandiera2.png Toscana 46 1974-75 In Corso 1978-79
Prato Prato Toscana-Bandiera2.png Toscana 44 1972-73 2017-18 Non Partecipante
Teramo Teramo Abruzzo Abruzzo 43 1972-73 In Corso 2012-13
Alessandria Alessandria Piemonte Piemonte 42 1972-73 In Corso 2022-23
Benevento Benevento Campania Campania 38 1972-73 2015-16 Non Partecipante
Giulianova Giulianova (TE) Abruzzo Abruzzo 38 1972-73 2011-12 Non Partecipante
Pro Patria Busto Arsizio (VA) Lombardia Lombardia 38 1974-75 In Corso 2018-19
Mantova Mantova Lombardia Lombardia 37 1973-74 In Corso 2021-22
Novara Novara Piemonte Piemonte 37 1977-78 In Corso 2022-23
Spezia La Spezia Liguria Liguria 37 1972-73 2011-12 Non Partecipante
Fano Fano (PU) Marche Marche 36 1975-76 2019-20 Non Partecipante
Juve Stabia Castellammare di Stabia (NA) Campania Campania 36 1972-73 In Corso 2021-22
Lucchese Lucca Toscana-Bandiera2.png Toscana 36 1972-73 In Corso 2021-22
Pro Vercelli Vercelli Piemonte Piemonte 36 1972-73 In Corso 2018-19
Rimini Rimini Emilia-Romagna Emilia-Romagna 36 1972-73 In Corso 2022-23
Olbia Olbia (SS) Sardegna Sardegna 35 1972-73 In Corso 2016-17
Pergolettese Crema (CR) Lombardia Lombardia 35 1973-74 In Corso 2019-20

Club attualmente partecipanti da più edizioni ininterrottamente[modifica | modifica wikitesto]

Squadra Sede Regione Numero Partecipazioni Ininterrotte Ininterrottamente da
Carrarese Carrara Toscana-Bandiera2.png Toscana 44 1978-79
Catanzaro Catanzaro Calabria Calabria 16 2006-07
Feralpisalò Salò (BS) Lombardia Lombardia 13 2009-10
Renate Renate (MB) Lombardia Lombardia 12 2010-11
AlbinoLeffe Albino e Leffe (BG) Lombardia Lombardia 10 2012-13
Pontedera Pontedera (PI) Toscana-Bandiera2.png Toscana 10 2012-13
Siena Siena Toscana-Bandiera2.png Toscana 7 2015-16
Gubbio Gubbio (PG) Umbria Umbria 6 2016-17
Monopoli Monopoli (BA) Puglia Puglia 6 2016-17
Olbia Olbia (SS) Sardegna Sardegna 6 2016-17
Piacenza Piacenza Emilia-Romagna Emilia-Romagna 6 2016-17
Viterbese Viterbo Lazio Lazio 6 2016-17
Virtus Francavilla Francavilla Fontana (BR) Puglia Puglia 6 2016-17

Numero di partecipazioni per regione[modifica | modifica wikitesto]

Regione Partecipazioni complessive Maggior partecipante Partecipazioni
Lombardia Lombardia 629 Pro Patria 38
Toscana-Bandiera2.png Toscana 550 Carrarese 46
Campania Campania 451 Benevento 38
Emilia-Romagna Emilia-Romagna 372 Rimini 36
Puglia Puglia 296 Fidelis Andria 29
Flag of Sicily.svg Sicilia 270 Siracusa 30
Veneto Veneto 265 Padova 30
Piemonte Piemonte 251 Alessandria 42
Abruzzo Abruzzo 245 Teramo 43
Lazio Lazio 207 Frosinone 27
Marche Marche 199 Fano 36
Calabria Calabria 158 Catanzaro 32
Sardegna Sardegna 112 Olbia 35
Liguria Liguria 102 Spezia 37
Umbria Umbria 97 Gubbio 27
Flag of Basilicata.svg Basilicata 70 Potenza 27
Flag of Trentino-South Tyrol.svg Trentino-Alto Adige 63 Trento 28
Flag of Friuli-Venezia Giulia.svg Friuli-Venezia Giulia 61 Triestina 28
Flag of Molise.svg Molise 22 Campobasso 18
Flag of Valle d'Aosta.svg Valle d'Aosta 5 Aosta 4

Albo d'oro per regione[modifica | modifica wikitesto]

Regione Vittorie Edizioni
Lombardia Lombardia 12
Toscana-Bandiera2.png Toscana 7
Puglia Puglia 6
Veneto Veneto 5
Campania Campania 3
Piemonte Piemonte 3
Emilia-Romagna Emilia-Romagna 2
Flag of Friuli-Venezia Giulia.svg Friuli-Venezia Giulia 2
Lazio Lazio 2
Liguria Liguria 2
Flag of Sicily.svg Sicilia 2
Calabria Calabria 1
Marche Marche 1
Sardegna Sardegna 1

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b REGOLAMENTO “COPPA ITALIA LEGA PRO” 2016/2017 (PDF), Lega Italiana Calcio Professionistico, 26 luglio 2016, p. 1.
  2. ^ Mentre la vittoria della Coppa Italia riserva la qualificazione all'Europa League, il trionfo nella Coppa di Serie D dà accesso diretto alle semifinali play-off per premi in denaro ed eventuali ripescaggi, così come il successo in Coppa Dilettanti consente la promozione diretta in Serie D.
  3. ^ Serie C: calendario affollato, salta la Coppa, liste chiuse a 22 e under fino ai '98, ilmattino.it, 24 luglio 2020.
  4. ^ Under 23 storica: conquista la Coppa Italia Serie C!, su juventus.com, 27 giugno 2020.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio