Serie A 1947-1948

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Serie A 1947-1948
Competizione Serie A
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione 46ª (16ª di Serie A)
Organizzatore Lega Nazionale
Date dal 14 settembre 1947
al 4 luglio 1948
Luogo Italia Italia
Partecipanti 21
Formula girone unico
Risultati
Vincitore Torino
(5º titolo)
Retrocessioni Salernitana
Alessandria
Vicenza
Napoli
Statistiche
Miglior marcatore Italia Giampiero Boniperti (27)
Incontri disputati 420
Gol segnati 1 200 (2,86 per incontro)
Torino47-48.jpg
Il Grande Torino campione d'Italia
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 1946-1947 1948-1949 Right arrow.svg

La Serie A 1947-1948 fu il massimo livello della 46ª edizione del campionato italiano di calcio, la 16ª disputata con la formula del girone unico.

Avvenimenti[modifica | modifica wikitesto]

Antefatti[modifica | modifica wikitesto]

La formazione della Triestina, ripescata e seconda a fine torneo.

Con il ripescaggio della Triestina, dovuto a motivi patriottici, prese il via quello che rimane ancora oggi il campionato più lungo e affollato della storia: ventuno squadre al via, con quaranta gare da giocare e due turni di riposo a testa.[1] Il torneo iniziò il 14 settembre 1947 e si protrasse fino ai primi giorni del luglio successivo. In questa stagione il calcio assunse le dimensioni di un fenomeno economico imponente per vari aspetti che gravitavano attorno ad esso, con il verticale incremento delle entrate del concorso di pronostici ideato dalla SISAL e poi ridenominato Totocalcio.[1][2]

Aspetti economici

Oltre ad imporre un massimo di 16 giocatori nelle rose delle squadre, le norme economiche, stabilite dalla Commissione paritetica Società Calciatori, deliberarono quanto di seguito riportato.

  • Stipendio (titolari): minimo 30.000 lire; massimo 50.000 lire (solo per i giocatori di eccezionale valore tecnico ed in particolari condizioni di disagio).[3]
  • Stipendo (non titolari): minimo 7.500 lire; massimo 15.000 lire; premio di 5.000 lire per ogni presenza in prima squadra.
  • Premi partita: massimo 10.000 lire per ogni punto e per 12 giocatori; per i restanti 4 componenti la rosa dai 2.000 ai 5.000 lire; in 3 sole occasioni le società potevano stabilire un premio extra, dal valore massimo di 15.000 lire, previo preavviso alla FIGC.
  • Premio di riconferma: minimo 200.000 lire annui; massimo 500.000 lire. Tale premio poteva essere versato in tre rate (inizio campionato, fine girone d'andata, fine campionato).
  • Premi speciali: ai giocatori con anzianità di Serie A di 3, 4, 5 anni ed oltre rispettivamente spettava un premio annuo dal valore massimo di 100.000, 200.000, 300.000 lire.
  • Premi di classifica: per il primo posto 300.000 lire annui massimi; per le restanti posizioni 100.000 lire annui massimi.[4]

In fase di mercato il Torino restò ad osservare.[5] La Juventus, che liberò i due cecoslovacchi Vycpálek e Korostelev, predispose il ritorno di Rava e promosse titolare il diciannovenne Boniperti.[6] Più massicci furono gli interventi del Napoli, che ingaggiò il romanista giallo-rosso Krieziu e un gruppo di uruguaiani selezionati dall'allenatore Sansone,[7] e della Triestina, ripresentatasi al via con un gruppo di calciatori navigati (Trevisan, Tosolini, Ispiro) e un allenatore pressoché esordiente, l'ex giocatore Rocco, al timone.[8] Il Bologna acquistò l'attaccante ungherese Mike, mentre il Milan prelevò alcuni elementi in provincia (Degano, Gratton), così come l'Inter (Arezzi, Fiorini), che Meazza tentava di convertire al sistema.

Il campionato[modifica | modifica wikitesto]

Fatta eccezione per un passo falso a Bari, il Torino partì bene, e si portò in vetta alla sesta giornata. Da novembre a gennaio i granata avanzarono di pari passo con il Milan di Carapellese e Puricelli. Il 25 gennaio i rossoneri vinsero lo scontro diretto per 3-2 e due settimane dopo chiusero in vetta il girone d'andata con due punti di vantaggio sul Torino e ben sei sul trio formato da Inter, Juventus e Triestina, che trovò in un'attenta fase difensiva (il «mezzo sistema», che prevedeva l'ulteriore arretramento di un centrocampista)[9] la chiave per scalare posizioni in campionato.[8]

Romeo Menti, ala destra del Torino pluricampione.

Il Milan mancò dello scatto decisivo per lo scudetto e il Torino ne approfittò nel girone di ritorno. Il 21 marzo i lombardi, privi di Carapellese allontanato per motivi disciplinari[10] persero a Bologna; poi, il 17 aprile, caddero anche a Bergamo, contro l'Atalanta in buona condizione, dopodiché calarono, pareggiando in casa contro la Roma non brillante e lasciandosi sconfiggere, anche in casa, dalla neopromossa Lucchese. Il Torino agganciò, superò e allungò con un ritmo serrato; alla trentacinquesima giornata collezionò dieci punti di vantaggio sul Milan. I rossoneri, infine, si lasciarono raggiungere dalla Triestina e dalla Juventus di Boniperti, capocannoniere con 27 reti.[2] I granata invece fecero il 30 maggio una notevole impresa, rimontando da 0-3 a 4-3 la Lazio e ottenendo, grazie a ancora una sconfitta del Milan, la vittoria matematica dello scudetto con cinque giornate d'anticipo. Alla fine della quarantaduesima e ultima giornata, giocata in piena estate, il vantaggio su Juve, Triestina e Milan fu di sedici punti.[1]

Il Grande Torino si confermò così la squadra più forte in assoluto. Nel corso del lungo torneo schierò appena 15 giocatori; deteneva la difesa migliore del torneo e, soprattutto, un attacco prolifico capace di segnare 125 reti (25 di Gabetto e 23 di Mazzola) in quaranta partite.[5] In questa stagione piazzarono anche la vittoria più larga della Serie A a girone unico, battendo per 10-0 l'Alessandria.

Il diciannovenne Giampiero Boniperti della Juventus, capocannoniere con 27 gol.

Il Napoli invece si mise in pesante crisi. Si staccò sul fondo e finì il girone d'andata con cinque punti di ritardo sulle quintultime. Malgrado un tentativo di rimonta, terminò la sua travagliata stagione con la retrocessione, venendo condannato anche all'ultimo posto per un tentativo di corruzione nella partita contro il Bologna.[7] La seconda retrocessione della storia partenopea non fu accettata serenamente dalla società, che si rivolse alle assemblee estive per recuperare a tavolino la categoria, insistendo per la messa a disposizione di un ventunesimo posto per la successiva stagione della massima serie.[11] A questa proposta la Lega Nazionale e i suoi organi di giustizia sportiva reagirono duramente, intrecciando una disputa legale che si concluse solamente con l'intervento della FIGC e la minaccia di una radiazione dai quadri per la società azzurra.[12]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Caso Napoli.

Rischiò il declassamento anche la declinante Roma che, al penultimo turno, ottenne la vittoria necessaria per la salvezza nello scontro diretto contro la Salernitana, il cui gioco estremamente passivo (ritenuto «ostruzionistico» dai critici),[13] imposto dall'allenatore Viani,[14] era apparso efficace per tutto il girone d'andata. Oltre al Napoli e la Salernitana, caddero infine tra i cadetti anche il Vicenza ultimo sul campo, e l'Alessandria condannata da un negativo girone di ritorno.[15] Si salvò la Lucchese, così come più che buono fu il campionato della Pro Patria, alla prima apparizione in massima serie in quattordici anni.

Squadre[modifica | modifica wikitesto]

Profili[modifica | modifica wikitesto]

Club partecipanti Città Stadio Stagione 1946-1947
Soccer Jersey Grey.png Alessandria dettagli Alessandria Stadio Giuseppe Moccagatta 14ª in Serie A
Soccer Jersey Azure-Black (stripes).png Atalanta dettagli Bergamo Stadio Comunale 8ª in Serie A
Soccer Jersey White-Red (borders).png Bari dettagli Bari Stadio della Vittoria
Stadio della Liberazione, Napoli (solo 15ª)
7º in Serie A
Soccer Jersey Red-Blue (quarters).png Bologna dettagli Bologna Stadio Comunale 5ª in Serie A
Jersey violet.svg Fiorentina dettagli Firenze Stadio Comunale
Stadio del Rastrello, Siena (solo 1ª)
17ª in Serie A
Soccer Jersey Red-Blue (half).png Genoa dettagli Genova Stadio Luigi Ferraris
Stadio Comunale, Bergamo (solo 40ª)[16]
10º in Serie A
Soccer Jersey Azure-Black (stripes).png Inter dettagli Milano Stadio San Siro
Arena Civica (solo 13ª)[17]
10ª in Serie A
Soccer Jersey White-Black (stripes).png Juventus dettagli Torino Stadio Comunale 2ª in Serie A
Soccer Jersey Sky-White (borders).png Lazio dettagli Roma Stadio Nazionale 10ª in Serie A
Jersey granate.svg Livorno dettagli Livorno Stadio Comunale
Stadio Alberto Picco, La Spezia (solo 7ª)[senza fonte]
Stadio Comunale, Firenze (solo 9ª e 12ª)
15º in Serie A
Soccer Jersey Red-Black (stripes).png Lucchese Libertas dettagli Lucca Stadio Porta Elisa 1ª nel girone B di Serie B, promossa
Soccer Jersey Red-Black (stripes).png Milan dettagli Milano Stadio San Siro 4º in Serie A
Soccer Jersey Yellow-Blue (borders).png Modena dettagli Modena Stadio Comunale 3º in Serie A
Soccer Jersey Azure.png Napoli dettagli Napoli Stadio della Liberazione
Campo Rampigna, Pescara (solo 7ª)
Stadio Comunale, L'Aquila (solo 18ª)[18]
8º in Serie A
Soccer Jersey Blue-White (horizontal stripes).png Pro Patria dettagli Busto Arsizio Stadio Comunale 1ª nel girone A di Serie B, promossa
Soccer Jersey Roma Red-Yellow (borders).png Roma dettagli Roma Stadio Nazionale 15ª in Serie A
Soccer Jersey Maroon.png Salernitana dettagli Salerno Stadio Comunale 1ª nel girone C di Serie B, promossa
Soccer Jersey Sampdoria Blue (horizontal stripe).png Sampdoria dettagli Genova Stadio Luigi Ferraris
Stadio Comunale, Firenze (solo 11ª)[19]
10ª in Serie A
Soccer Jersey Maroon.png Torino dettagli Torino Stadio Filadelfia Campione d'Italia
Soccer Jersey Red-White (borders).png Triestina dettagli Trieste Stadio Comunale 20ª in Serie A
Soccer Jersey Red-White (stripes).png Vicenza dettagli Vicenza Stadio del Littorio 5º in Serie A

Allenatori e primatisti[modifica | modifica wikitesto]

Squadra Allenatore Calciatore più presente[20] Cannoniere[20]
Alessandria Ungheria Lajos Nems Kovács Italia Aristide Coscia (38) Italia Carlo Stradella (14)
Atalanta Italia Ivo Fiorentini Italia Sergio Manente,
Italia Giacomo Mari (40)
Italia Mario Astorri (9)
Bari[21] Ungheria András Kuttik (1ª-18ª)
Ungheria Ferenc Plemich (19ª-42ª)
Italia Ivo Isetto (40) Italia Mario Tontodonati (10)
Bologna Ungheria Gyula Lelovics Italia Luigi Spadoni (35) Italia Mario Gritti (10)
Fiorentina Italia Luigi Ferrero Italia Zeffiro Furiassi (40) Italia Alberto Galassi (15)
Genoa[22] Inghilterra William Garbutt (1ª-21ª)
Italia Federico Allasio (22ª-42ª)
Italia Silvio Formentin (40) Italia Riccardo Dalla Torre (18)
Inter[23][24] Italia Giuseppe Meazza (1ª-26ª)
Italia Carlo Carcano (27ª-34ª)
Galles David John Astley (35ª-42ª)
Italia Osvaldo Fattori (39) Italia Bruno Quaresima (16)
Juventus[25] Italia Argentina Renato Cesarini (1ª-28ª)
Italia Argentina Renato Cesarini e Scozia William Chalmers (29ª-32ª)
Scozia William Chalmers (33ª-42ª)
Italia Giampiero Boniperti (40) Italia Giampiero Boniperti (27)
Lazio[26] Austria Tony Cargnelli (1ª-21ª)
Italia Orlando Tognotti (22ª-42ª)
Italia Romolo Alzani (38) Italia Romano Penzo (17)
Livorno Italia Mario Magnozzi Italia Aredio Gimona,
Italia Gino Merlo (39)
Italia Guido Tieghi (14)
Lucchese L.[27][28] Ungheria Árpád Hajós (1ª-7ª)
Italia Giulio Cappelli (8ª-28ª)
Austria Tony Cargnelli (29ª-42ª)
Italia Gianmarco Mezzadri (37) Italia Ugo Conti (19)
Milan[29] Italia Giuseppe Bigogno Italia Carlo Annovazzi (40) Uruguay Italia Héctor Puricelli (17)
Modena Italia Alfredo Mazzoni Italia Renato Braglia,
Italia Enzo Menegotti (40)
Italia Francesco Pernigo (18)
Napoli[30][31] Uruguay Italia Raffaele Sansone (1ª-7ª)
Italia Giovanni Vecchina (8ª-18ª)
Italia Arnaldo Sentimenti (19ª-42ª)
Italia Ferdinando Pastore (38) Italia Dante Di Benedetti (13)
Pro Patria Italia Aldo Biffi Italia Antonio Fossati (40) Italia Angelo Turconi (18)
Roma[32][33] Ungheria Imre Senkey (1ª-26ª)
Italia Luigi Brunella (27ª-42ª)
Italia Fosco Risorti (39) Italia Amedeo Amadei (19)
Salernitana Italia Giuseppe Viani Italia Elio Onorato (39) Italia Renzo Merlin (10)
Sampdoria Italia Adolfo Baloncieri Italia Adriano Bassetto (39) Italia Adriano Bassetto (21)
Torino Italia Mario Sperone Italia Valerio Bacigalupo (40) Italia Valentino Mazzola (25)
Triestina Italia Nereo Rocco Italia Ivano Blason,
Italia Enrico Radio,
Italia Antonio Sessa,
Italia Guerrino Striuli (40)
Italia Mario Begni (11)
Vicenza[34][35][36] Italia Giovanni Vecchina (1ª-3ª)
Italia Pietro Spinato (4ª-9ª)
Ungheria Elemér Berkessy (10ª-25ª)
Italia Giovanni Vecchina (27ª-42ª)
Italia Guerrino Carraro (40) Italia Giovanni Sperotto (8)

Classifica finale[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
Scudetto.svg 1. Torino 65 40 29 7 4 125 33 +92
2. Milan 49 40 21 7 12 76 48 +28
2. Juventus 49 40 19 11 10 74 48 +26
2. Triestina 49 40 17 15 8 51 42 +9
5. Atalanta 44 40 16 12 12 48 41 +7
5. Modena 44 40 16 12 12 45 40 +5
7. Fiorentina 41 40 18 5 17 49 55 −6
8. Bologna 40 40 14 12 14 51 52 −1
8. Pro Patria 40 40 17 6 17 65 66 −1
10. Lazio 39 40 13 13 14 54 55 −1
11. Bari 38 40 14 10 16 38 60 −22
12. Genoa 37 40 15 7 18 68 65 +3
12. Inter 37 40 16 5 19 67 60 +7
14. Livorno 36 40 11 14 15 45 62 −17
14. Lucchese 36 40 12 12 16 46 82 −36
14. Sampdoria 36 40 13 10 17 68 63 +5
17. Roma 35 40 13 9 18 54 70 −16
1downarrow red.svg 18. Salernitana 34 40 13 8 19 46 63 −17
1downarrow red.svg 19. Alessandria 31 40 11 9 20 49 75 −26
1downarrow red.svg 20. Vicenza 26 40 10 6 24 31 75 −44
1downarrow red.svg 21. Napoli (34) 40 12 10 18 50 46 +4

Legenda:

         Campione d'Italia 1947-1948.
         Retrocesse in Serie B 1948-1949.

Note:

Due punti a vittoria, uno a pareggio, zero a sconfitta.
Era in vigore il pari merito ed in caso di parità venivano effettuati spareggi, quando necessari; la stampa del periodo usava, inoltre, un ordinamento grafico secondo il quoziente reti (gol fatti÷gol subiti).
Il Napoli fu declassato all'ultimo posto per un tentativo di corruzione.
Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Associazione Calcio Torino 1947-1948.
Formazione tipo[37] Giocatori (presenze)[38]
Italia Valerio Bacigalupo (40)
Italia Aldo Ballarin (39)
Italia Mario Rigamonti (39)
Italia Sauro Tomà (24)
Italia Giuseppe Grezar (33)
Italia Eusebio Castigliano (29)
Italia Ezio Loik (33)
Italia Valentino Mazzola (37)
Italia Franco Ossola (17)
Italia Romeo Menti (38)
Italia Guglielmo Gabetto (36)
Altri giocatori: Virgilio Maroso (17), Danilo Martelli (27), Pietro Ferraris (16), Josef Fabian (15).

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Tabellone[modifica | modifica wikitesto]

  Ale Ata Bar Bol Fio Gen Int Juv Laz Liv Luc Mil Mod Nap PPa Rom Sal Sam Tor Tri Vic
Alessandria –––– 0-1 1-0 0-2 1-0 0-0 1-0 1-3 2-2 1-0 4-2 2-2 0-0 2-2 2-5 4-0 3-0 1-1 2-2 1-1 4-0
Atalanta 0-0 –––– 3-1 1-0 1-0 2-1 1-1 0-0 5-0 3-1 5-0 1-0 2-1 2-1 2-2 1-1 0-0 2-0 1-0 3-1 2-0
Bari 1-0 3-0 –––– 1-1 1-0 0-2 2-1 2-1 2-1 3-0 1-0 1-0 1-1 2-1 1-3 2-1 0-0 0-2 1-0 0-0 1-0
Bologna 3-2 3-1 0-0 –––– 1-0 4-2 1-0 1-1 0-0 4-1 2-2 1-0 3-3 0-1 2-2 2-2 4-0 1-0 1-0 0-0 2-1
Fiorentina 2-1 2-0 2-0 1-1 –––– 4-0 1-0 2-4 4-1 1-1 2-0 2-1 4-2 1-0 1-0 1-0 1-0 4-3 1-2 2-1 1-2
Genoa 3-0 1-1 2-2 7-2 1-2 –––– 2-1 2-3 3-1 0-0 1-1 3-1 2-0 3-2 4-1 2-4 3-1 2-1 1-2 2-1 4-0
Inter 6-0 0-3 4-1 2-1 4-1 1-0 –––– 4-2 1-1 1-0 6-0 0-2 1-1 1-0 4-0 3-2 2-1 2-4 0-1 1-1 2-0
Juventus 6-1 1-0 6-0 0-1 3-0 2-1 2-0 –––– 1-1 6-1 1-1 2-1 0-1 1-3 0-4 3-0 2-0 4-1 1-1 0-1 6-0
Lazio 1-0 1-1 3-3 2-1 5-0 3-0 1-0 0-0 –––– 4-1 1-0 1-2 1-0 0-0 1-0 0-1 3-1 3-3 0-0 3-1 2-1
Livorno 1-0 2-0 1-1 2-0 2-2 1-1 3-2 0-0 0-0 –––– 2-0 1-1 1-1 1-0 2-2 2-1 3-0 1-1 1-3 2-1 2-0
Lucchese L. 2-1 1-1 1-0 1-0 1-0 0-3 1-1 2-2 2-1 2-2 –––– 0-0 2-0 2-1 2-0 2-2 1-0 2-1 2-2 1-1 1-1
Milan 1-3 1-0 8-1 2-1 2-1 2-0 3-2 5-0 5-2 2-0 1-2 –––– 2-1 3-0 4-2 2-2 2-0 1-0 3-2 1-1 3-2
Modena 1-0 2-0 2-0 1-1 1-1 3-2 2-0 0-1 2-0 3-0 3-0 1-0 –––– 1-0 1-0 3-0 1-0 1-1 0-3 0-0 2-0
Napoli 1-2 1-1 1-0 1-1 3-0 3-0 3-0 0-0 0-0 3-0 5-0 0-2 5-1 –––– 1-0 1-2 0-0 3-1 0-0 1-0 1-1
Pro Patria 3-2 2-0 2-0 1-0 1-0 3-2 2-0 2-3 1-1 2-0 5-1 2-3 0-1 3-1 –––– 2-2 1-0 1-0 0-2 3-1 2-0
Roma 4-1 4-1 0-0 0-2 0-1 3-0 2-3 2-3 0-2 1-0 4-2 1-4 0-0 1-0 1-1 –––– 1-0 2-0 1-7 1-3 2-0
Salernitana 1-0 0-0 1-0 2-0 2-0 4-1 1-0 0-0 2-0 2-4 5-2 4-3 1-0 3-3 5-0 0-1 –––– 2-1 1-4 2-2 1-0
Sampdoria 4-0 1-0 0-1 2-0 0-0 1-1 1-4 5-2 2-1 1-1 4-1 0-0 0-0 2-1 5-3 2-1 6-3 –––– 0-1 2-2 6-1
Torino 10-0 4-0 5-1 5-1 5-0 2-1 5-0 1-1 4-3 5-2 6-0 2-1 5-2 4-0 4-1 4-1 7-1 3-2 –––– 6-0 2-0
Triestina 2-1 1-1 1-1 1-0 1-0 1-0 4-3 1-0 2-1 1-1 4-1 2-0 1-0 1-0 4-1 2-0 0-0 2-0 0-0 –––– 1-0
Vicenza 0-3 1-0 3-1 2-1 1-2 0-3 1-4 0-1 2-1 1-0 1-3 0-0 0-0 2-1 1-0 1-1 2-0 3-2 0-4 1-1 ––––

Calendario[modifica | modifica wikitesto]

Andata (1ª) Prima giornata Ritorno (22ª)
14 set.  1-3 Alessandria-Juventus 1-6 15 feb. 
3-1 Atalanta-Bari 0-3
2-2 Bologna-Pro Patria 0-1
1-0 Fiorentina-Roma 1-0
1-1 Inter-Modena 0-2
1-2 Lazio-Milan 2-5
2-0 Livorno-Vicenza 0-1
0-3 Lucchese-Genoa 1-1
2-2 Sampdoria-Triestina 0-2
4-0 Torino-Napoli 0-0
Riposa: Salernitana


Andata (2ª) Seconda giornata Ritorno (23ª)
21 set.  4-0 Alessandria-Vicenza 3-0 11 mar. 
1-1 Atalanta-Inter 3-0 22 feb. 
1-0 Bari-Torino 1-5
3-2 Genoa-Napoli 0-3
4-1 Juventus-Sampdoria 2-5
1-0 Lucchese-Bologna 2-2 4 mar. 
4-2 Milan-Pro Patria 3-2 22 feb. 
1-1 Modena-Fiorentina 2-4
1-0 Roma-Livorno 1-2
2-0 Salernitana-Lazio 1-3
Riposa: Triestina


Andata (3ª) Terza giornata Ritorno (24ª)
28 set.  2-1 Bari-Roma 0-0 29 feb. 
3-1 Bologna-Atalanta 0-1
2-1 Fiorentina-Milan 1-2
2-3 Genoa-Juventus 1-2
6-0 Inter-Alessandria 0-1
1-0 Lazio-Modena 0-2
2-1 Livorno-Triestina 1-1
1-0 Pro Patria-Sampdoria 3-5
6-0 Torino-Lucchese 2-2
2-0 Vicenza-Salernitana 0-1
Riposa: Napoli


Andata (4ª) Quarta giornata Ritorno (25ª)
5 ott.  0-2 Alessandria-Bologna 2-3 7 mar. 
1-0 Juventus-Atalanta 0-0
2-0 Milan-Genoa 1-3
3-0 Modena-Livorno 1-1
0-0 Napoli-Lazio 0-0
1-0 Pro Patria-Fiorentina 0-1
1-7 Roma-Torino 1-4
1-4 Sampdoria-Inter 4-2
0-0 Triestina-Salernitana 2-2
3-1 Vicenza-Bari 0-1
Riposa: Lucchese


Andata (5ª) Quinta giornata Ritorno (26ª)
12 ott.  2-1 Atalanta-Modena 0-2 14 mar. 
2-2 Bologna-Roma 2-0
1-0 Fiorentina-Napoli 0-3
3-0 Genoa-Alessandria 0-0
4-2 Inter-Juventus 0-2
1-0 Lazio-Pro Patria 1-1
1-1 Livorno-Milan 0-2
5-2 Salernitana-Lucchese 0-1
2-0 Torino-Vicenza 4-0
1-1 Triestina-Bari 0-0
Riposa: Sampdoria


Andata (6ª) Sesta giornata Ritorno (27ª)
19 ott.  1-0 Alessandria-Livorno 0-1 21 mar. 
0-0 Bari-Salernitana 0-1
0-1 Juventus-Triestina 0-1
1-0 Lazio-Inter 1-1
1-0 Lucchese-Fiorentina 0-2
2-1 Milan-Bologna 0-1
3-2 Modena-Genoa 0-2
1-1 Napoli-Vicenza 1-2
0-2 Pro Patria-Torino 1-4
1-0 Sampdoria-Atalanta 0-2
Riposa: Roma
Andata (7ª) Settima giornata Ritorno (28ª)
26 ott.  1-0 Bologna-Sampdoria 0-2 28 mar. 
1-0 Fiorentina-Salernitana 0-2
3-1 Genoa-Lazio 0-3
6-0 Inter-Lucchese 1-1
2-2 Livorno-Pro Patria 0-2
1-2 Napoli-Alessandria 2-2
4-1 Roma-Atalanta 1-1
1-1 Torino-Juventus 1-1
2-0 Triestina-Milan 1-1
0-0 Vicenza-Modena 0-2
Riposa: Bari


Andata (8ª) Ottava giornata Ritorno (29ª)
2 nov.  0-0 Atalanta-Alessandria 1-0 11 apr. 
1-1 Bari-Modena 0-2
1-0 Bologna-Torino 1-5
1-1 Fiorentina-Livorno 2-2
1-1 Juventus-Lazio 0-0
1-1 Lucchese-Triestina 1-4
3-2 Milan-Inter 2-0
1-1 Roma-Pro Patria 2-2
3-3 Salernitana-Napoli 0-0
6-1 Sampdoria-Vicenza 2-3
Riposa: Genoa
Andata (9ª) Nona giornata Ritorno (30ª)
16 nov.  4-2 Alessandria-Lucchese 1-2 17 apr. 
1-0 Bari-Fiorentina 0-2
2-1 Genoa-Sampdoria 1-1 22 apr. 
0-1 Lazio-Roma 2-0 21 apr. 
3-2 Livorno-Inter 0-1 15 apr. 
1-0 Milan-Atalanta 0-1 17 apr. 
0-0 Napoli-Juventus 3-1 21 apr. 
3-1 Pro Patria-Triestina 1-4 17 apr. 
7-1 Torino-Salernitana 4-1
2-1 Vicenza-Bologna 1-2
Riposa: Modena


Andata (10ª) Decima giornata Ritorno (31ª)
23 nov.  0-0 Atalanta-Salernitana 0-0 25 apr. 
1-1 Fiorentina-Bologna 0-1
1-0 Inter-Genoa 1-2
6-1 Juventus-Livorno 0-0
1-0 Lucchese-Bari 0-1
1-0 Modena-Alessandria 0-0
1-0 Napoli-Pro Patria 1-3
1-4 Roma-Milan 2-2
0-1 Sampdoria-Torino 2-3
2-1 Triestina-Lazio 1-3
Riposa: Vicenza
Andata (11ª) Undicesima giornata Ritorno (32ª)
30 nov.  2-2 Alessandria-Torino 0-10 2 mag. 
4-1 Bologna-Livorno 0-2
4-1 Inter-Bari 1-2
1-1 Lazio-Atalanta 0-5
0-0 Lucchese-Milan 2-1
3-2 Pro Patria-Genoa 1-4
1-0 Salernitana-Modena 0-1
2-1 Sampdoria-Napoli 1-3
1-0 Triestina-Fiorentina 1-2
1-1 Vicenza-Roma 0-2
Riposa: Juventus


Andata (12ª) Dodicesima giornata Ritorno (33ª)
14 dic.  5-0 Atalanta-Lucchese 1-1 6 mag. 
7 dic.  1-0 Bari-Alessandria 0-1
0-0 Bologna-Triestina 0-1
4-0 Genoa-Vicenza 3-0
0-0 Livorno-Lazio 1-4
5-0 Milan-Juventus 1-2
5-1 Napoli-Modena 0-1
1-0 Pro Patria-Salernitana 0-5
2-0 Roma-Sampdoria 1-2
5-0 Torino-Inter 1-0
Riposa: Fiorentina
Andata (13ª) Tredicesima giornata Ritorno (34ª)
21 dic.  1-0 Atalanta-Torino 0-4 9 mag. 
2-1 Fiorentina-Alessandria 0-1
0-0 Genoa-Livorno 1-1
4-0 Inter-Pro Patria 0-2
1-1 Juventus-Lucchese 2-2
3-3 Lazio-Bari 1-2
1-1 Modena-Bologna 3-3
1-2 Napoli-Roma 0-1
2-1 Salernitana-Sampdoria 3-6
1-0 Triestina-Vicenza 1-1
Riposa: Milan


Andata (14ª) Quattordicesima giornata Ritorno (35ª)
28 dic.  3-0 Alessandria-Salernitana 0-1 23 mag. 
0-2 [39] Bari-Genoa 2-2
0-0 Bologna-Lazio 1-2
1-0 Livorno-Napoli 0-3
2-0 Lucchese-Pro Patria 1-5
2-1 Milan-Modena 0-1
2-3 Roma-Juventus 0-3
0-0 Sampdoria-Fiorentina 3-4
6-0 Torino-Triestina 0-0
1-4 Vicenza-Inter 0-2
Riposa: Atalanta
Andata (15ª) Quindicesima giornata Ritorno (36ª)
1º gen.  4-0 Alessandria-Roma 1-4 27 mag. 
2-1 Atalanta-Napoli 1-1
1-3 Bari-Pro Patria 0-2
2-1 Inter-Bologna 0-1
1-0 Lazio-Lucchese 1-2
0-0 Modena-Triestina 0-1
9 nov.  4-1 [40] Salernitana-Genoa 1-3
1º gen.  0-0 Sampdoria-Milan 0-1
5-0 Torino-Fiorentina 2-1
0-1 Vicenza-Juventus 0-6
Riposa: Livorno


Andata (16ª) Sedicesima giornata Ritorno (37ª)
4 gen.  2-0 Atalanta-Vicenza 0-1 30 mag. 
1-0 Fiorentina-Inter 1-4
2-4 Genoa-Roma 0-3
0-1 Juventus-Modena 1-0
0-0 Lazio-Torino 3-4
2-1 Lucchese-Sampdoria 1-4
8-1 Milan-Bari 0-1
6 gen.  3-2 Pro Patria-Alessandria 5-2
4 gen.  2-4 Salernitana-Livorno 0-3
1-0 Triestina-Napoli 0-1
Riposa: Bologna
Andata (17ª) Diciassettesima giornata Ritorno (38ª)
11 gen.  1-1 Alessandria-Triestina 1-2 6 giu. 
0-2 Bari-Sampdoria 1-0
1-1 Genoa-Atalanta 1-2
3-0 Juventus-Fiorentina 4-2
1-3 Livorno-Torino 2-5
2-0 Milan-Salernitana 3-4
3-0 Modena-Lucchese 0-2
1-1 Napoli-Bologna 1-0
2-3 Roma-Inter 2-3
2-1 Vicenza-Lazio 1-2
Riposa: Pro Patria


Andata (18ª) Diciottesima giornata Ritorno (39ª)
18 gen.  1-1 Bari-Bologna 0-0 13 giu. 
2-0 Fiorentina-Atalanta 0-1
1-0 Lazio-Alessandria 2-2
1-1 Lucchese-Vicenza 3-1
1-0 Modena-Pro Patria 1-0
0-2 Napoli-Milan 0-3
0-0 Salernitana-Juventus 0-2
1-1 Sampdoria-Livorno 1-1
2-1 Torino-Genoa 2-1
2-0 Triestina-Roma 3-1
Riposa: Inter
Andata (19ª) Diciannovesima giornata Ritorno (40ª)
25 gen.  3-1 Atalanta-Livorno 0-2 20 giu. 
4-0 Bologna-Salernitana 0-2
4-1 Fiorentina-Lazio 0-5
6-0 Juventus-Bari 1-2
3-2 Milan-Torino 1-2
3-0 Napoli-Inter 0-1
2-0 Pro Patria-Vicenza 0-1
4-2 Roma-Lucchese 2-2
0-0 Sampdoria-Modena 1-1
1-0 Triestina-Genoa 1-2
Riposa: Alessandria


Andata (20ª) Ventesima giornata Ritorno (41ª)
4 apr.  1-1 Alessandria-Sampdoria 0-4 27 giu. 
1º feb.  2-2 Atalanta-Pro Patria 0-2
1-2 Genoa-Fiorentina 0-4
1-1 Inter-Triestina 3-4
0-1 Juventus-Bologna 1-1
1-1 Livorno-Bari 0-3
2-1 Lucchese-Napoli 0-5
0-3 Modena-Torino 2-5
0-1 Salernitana-Roma 0-1
0-0 Vicenza-Milan 2-3
Riposa: Lazio
Andata (21ª) Ventunesima giornata Ritorno (42ª)
8 feb.  2-2 Alessandria-Milan 3-1 4 lug. 
2-1 Bari-Napoli 0-1
4-2 Bologna-Genoa 2-7
1-2 Fiorentina-Vicenza 2-1
2-1 Inter-Salernitana 0-1
2-0 Livorno-Lucchese 2-2
2-3 Pro Patria-Juventus 4-0
0-0 Roma-Modena 0-3
2-1 Sampdoria-Lazio 3-3
1-1 Triestina-Atalanta 1-3
Riposa: Torino

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifica in divenire[modifica | modifica wikitesto]

[41] 10ª 11ª 12ª 13ª 14ª 15ª 16ª 17ª 18ª 19ª 20ª 21ª 22ª 23ª 24ª 25ª 26ª 27ª 28ª 29ª 30ª 31ª 32ª 33ª 34ª 35ª 36ª 37ª 38ª 39ª 40ª 41ª 42ª
 
Alessandria 0 2 2 2 2 4 6 7 9 9 10 10 10 12 14 14 15 15 15 16 17 17 19 21 21 22 22 23 23 23 24 24 26 28 28 28 28 28 29 29 29 31
Atalanta 2 3 3 3 5 5 5 6 6 7 8 10 12 12 14 16 17 17 19 20 21 21 23 25 26 26 28 29 31 33 34 36 37 37 37 38 38 40 42 42 42 44
Bari 0 2 4 4 5 6 6 7 9 9 9 11 12 12 12 12 12 13 13 14 16 18 18 19 21 22 22 22 22 22 24 26 26 28 29 29 31 33 34 36 38 38
Bologna 1 1 3 5 6 6 8 10 10 11 13 14 15 16 16 16 17 18 20 22 24 24 25 25 27 29 31 31 31 33 35 35 35 36 36 38 38 38 39 39 40 40
Pro Patria 1 1 3 5 5 5 6 7 9 9 11 13 13 13 15 17 17 17 19 20 20 22 22 22 22 23 23 25 26 26 28 28 28 30 32 34 36 36 36 36 38 38
Fiorentina 2 3 5 5 7 7 9 10 10 11 11 11 13 14 14 16 16 18 20 22 22 24 26 26 28 28 30 30 31 33 33 35 35 35 37 37 37 37 37 37 39 39
Genoa 2 4 4 4 6 6 8 8 10 10 10 12 13 15 15 15 16 16 16 16 16 17 17 17 19 20 22 22 22 23 25 27 29 30 31 33 33 33 33 35 35 37
Inter 1 2 4 6 8 8 10 10 10 12 14 14 16 18 20 20 22 22 22 23 25 25 25 25 25 25 26 27 27 29 29 29 29 29 31 31 33 35 35 37 37 37
Juventus 2 4 6 8 8 8 9 10 11 13 13 13 14 16 18 18 20 21 23 23 25 27 27 29 30 32 32 33 34 34 35 35 37 38 40 42 44 46 48 48 49 49
Lazio 0 0 2 3 5 7 7 8 8 8 9 10 11 12 14 15 15 17 17 17 17 17 19 19 20 21 22 24 25 27 29 29 31 31 33 33 33 35 36 38 38 39
Livorno 2 2 4 4 5 5 6 7 9 9 9 10 11 13 13 15 15 16 16 17 19 19 21 22 23 23 25 25 26 26 27 29 29 30 30 30 32 32 33 35 35 36
Milan 2 4 4 6 7 9 9 11 13 15 16 18 18 20 21 23 25 27 29 30 31 33 35 37 37 39 39 40 42 42 43 43 43 43 43 45 45 45 47 47 49 49
Modena 1 2 2 4 4 6 7 8 8 10 10 10 11 11 12 14 16 18 19 19 20 22 22 24 25 27 27 29 31 31 32 34 36 37 39 39 39 39 41 42 42 44
Napoli 0 0 0 1 1 2 2 3 4 6 6 8 8 8 8 8 9 9 11 11 11 12 14 14 15 17 17 18 19 21 21 23 23 23 25 26 28 30 30 30 32 34
Roma 0 2 2 2 3 3 5 6 8 8 9 11 13 13 13 15 15 15 17 19 20 20 20 21 21 21 21 22 23 23 24 26 26 28 28 30 32 32 32 33 35 35
Sampdoria 1 1 1 1 1 3 3 5 5 5 7 7 7 8 9 9 11 12 13 14 16 16 18 20 22 22 22 24 24 25 25 25 27 29 29 29 31 31 32 33 35 36
Torino 2 2 4 6 8 10 11 11 13 15 16 18 18 20 22 23 25 27 27 29 29 30 32 33 35 37 39 40 42 44 46 48 50 52 53 55 57 59 61 63 65 65
Triestina 1 1 1 2 3 5 7 8 8 10 12 13 15 15 16 18 19 21 23 24 25 27 27 28 29 30 32 33 35 37 37 37 39 40 41 43 43 45 47 47 49 49
Salernitana 0 2 2 3 5 6 6 7 7 8 10 10 12 12 14 14 14 15 15 15 15 15 15 17 18 18 20 22 23 23 24 24 26 26 28 28 28 30 30 32 32 34
Vicenza 0 0 2 4 4 5 6 6 8 8 9 9 9 9 9 9 11 12 12 13 15 17 17 17 17 17 19 19 21 21 21 21 21 22 22 22 24 24 24 26 26 26
Lucchese 0 2 2 2 2 4 4 5 5 7 8 8 9 11 11 13 13 14 14 16 16 17 18 19 19 21 21 22 22 24 24 26 27 28 28 30 30 32 34 35 35 36

Classifiche di rendimento[modifica | modifica wikitesto]

Rendimento andata-ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Andata Ritorno
Milan 31 Torino 36
Torino 29 Juventus 24
Inter 25 Modena 24
Juventus 25 Triestina 24
Triestina 25 Atalanta 23
Bologna 24 Napoli 23
Fiorentina 22 Bari 22
Atalanta 21 Lazio 22
Modena 20 Genoa 21
Pro Patria 20 Lucchese 20
Roma 20 Pro Patria 20
Livorno 19 Sampdoria 20
Alessandria 17 Fiorentina 19
Lazio 17 Salernitana 19
Bari 16 Milan 18
Genoa 16 Livorno 17
Lucchese 16 Bologna 16
Sampdoria 16 Roma 15
Salernitana 15 Alessandria 14
Vicenza 15 Inter 12
Napoli 11 Vicenza 11

Rendimento casa-trasferta[modifica | modifica wikitesto]

In casa In trasferta
Torino 39 Torino 26
Triestina 35 Juventus 22
Atalanta 34 Milan 15
Milan 34 Roma 14
Fiorentina 32 Triestina 14
Modena 32 Modena 12
Bari 30 Atalanta 10
Bologna 30 Bologna 10
Lazio 30 Pro Patria 10
Pro Patria 30 Fiorentina 9
Salernitana 30 Genoa 9
Inter 29 Lazio 9
Livorno 29 Bari 8
Lucchese 29 Inter 8
Genoa 28 Sampdoria 8
Sampdoria 28 Alessandria 7
Juventus 27 Livorno 7
Napoli 27 Lucchese 7
Alessandria 24 Napoli 7
Vicenza 22 Salernitana 4
Roma 21 Vicenza 4

Primati stagionali[modifica | modifica wikitesto]

Record

  • Maggior numero di vittorie: Torino (29)
  • Minor numero di sconfitte: Torino (4)
  • Miglior attacco: Torino (125 reti fatte)
  • Miglior difesa: Torino (33 reti subite)
  • Miglior differenza reti: Torino (+92)
  • Maggior numero di pareggi: Triestina (15)
  • Minor numero di vittorie: Vicenza (10)
  • Maggior numero di sconfitte: Vicenza (24)
  • Peggiore attacco: Vicenza (31 reti fatte)
  • Peggior difesa: Lucchese (82 reti subite)
  • Peggior differenza reti: Vicenza (−44)
  • Partita con più reti: Torino-Alessandria 10-0 (32ª giornata)

Capolista solitarie

  • dalla 3ª alla 4ª giornata: Juventus
  • dalla 6ª alla 7ª giornata: Torino
  • 15ª giornata: Torino
  • dalla 19ª alla 26ª giornata: Milan
  • dalla 30ª alla 42ª giornata: Torino

Classifica marcatori[modifica | modifica wikitesto]

Nel corso del campionato furono segnati complessivamente 1.200 gol (di cui 54 su calcio di rigore, 40 su autorete e 2 assegnati per giudizio sportivo) da 226 diversi giocatori, per una media di 2,86 gol a partita. La gara per la quale il risultato fu deciso a tavolino fu Bari-Genoa.[41] Di seguito, la classifica dei marcatori.[41]

Gol Rigori Giocatore Squadra
27 Italia Giampiero Boniperti Juventus
25 Italia Valentino Mazzola Torino
23 Italia Guglielmo Gabetto Torino
21 Italia Adriano Bassetto Sampdoria
19 1 Italia Amedeo Amadei Roma
19 2 Italia Ugo Conti Lucchese Libertas
18 4 Italia Francesco Pernigo Modena
18 2 Italia Angelo Turconi Pro Patria
18 1 Italia Riccardo Dalla Torre Genoa
17 Italia Romano Penzo Lazio
17 UruguayItalia Héctor Puricelli Milan

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Chiesa, p. 118
  2. ^ a b Melegari, 2004, p. 231
  3. ^ Come riferimento si consideri che 50.000 lire dell'epoca corrispondono a 927 euro di oggi. Rivalutazione ISTAT. Dall'insieme delle norme riportate, si evince il carattere fortemente meritocratico del "non-dilettantismo" dell'epoca rispetto al "professionismo" dei giorni d'oggi. Se la paga-base dei calciatori, seppur sicuramente gratificante, non si scostava da quella dei quadri aziendali, a fare la differenza erano i premi di rendimento. Un grande campione del Torino poteva mettere insieme 50.000 lire mensili di paga più 665.000 lire di premi partita più 500.000 lire di premio di riconferma più 300.000 lire di premio di anzianità più 300.000 di premio scudetto, per un totale annuo di 2.365.000 lire, pari a poco meno di 50.000 euro odierni.
  4. ^ La verità sugli accordi economici fra calciatori e società di A e B, in Corriere dello Sport, 13 settembre 1947, p. 3. URL consultato il 14 marzo 2012.
  5. ^ a b Chiesa, pp. 118-119
  6. ^ Chiesa, pp. 124-125
  7. ^ a b Chiesa, p. 120-121
  8. ^ a b Chiesa, p. 119-120
  9. ^ Caliceti, p. 59
  10. ^ Chiesa, p. 123-124
  11. ^ Giuseppe Melillo. Questione Napoli e «ventunesima» oggi in discussione al consiglio federale», da «Il Corriere dello Sport, 30 agosto 1948, n. 201/1948, pp. 1-2
  12. ^ Giuseppe Melillo. Il Consiglio Federale decide i numeri pari», da «Il Corriere dello Sport, 31 agosto 1948, n. 202/1948, pp. 1-2
  13. ^ Salerno sente profumo di serie A mezzo secolo dopo il "Vianema", Corriere della Sera, 16 dicembre 1997. (archiviato dall'url originale il ).
  14. ^ Mario Valitutti. Viani. Il capomastro delle pedate, in Marco Sappino (a cura di). Dizionario del calcio italiano, Vol. II, pp. 874-877
  15. ^ Il Vicenza firmò la sua etrocessione con tre giornate d'anticipo, le altre società con una.
  16. ^ Classifica e risultati, in Stampa sera, 20 giugno 1948, p. 1. URL consultato il 27 novembre 2015.
  17. ^ Inter-Pro Patria si svolgerà all'Arena, in Il Corriere dello Sport, n. 309, 17 dicembre 1947, p. 1.
  18. ^ Classifica e risultati, in Stampa sera, 19 gennaio 1948, p. 4. URL consultato il 27 novembre 2015.
  19. ^ Enciclopediadelcalcio.it
  20. ^ a b Melegari, 2002, p. 435
  21. ^ Plemich allenatore del Bari, in Il Corriere dello Sport, n. 18, 21 gennaio 1948, p. 2.
  22. ^ Garbutt lascia il Genova, in Il Corriere dello Sport, n. 38, 13 febbraio 1948, p. 2.
  23. ^ Ultime sulle squadre in campo, in Il Corriere dello Sport, n. 69, 20 marzo 1948, p. 3.
  24. ^ Allenamenti, in Il Corriere dello Sport, n. 118, 21 maggio 1948, p. 2.
  25. ^ Chalmers assume le funzioni di allenatore alla Juventus, in Il Corriere dello Sport, n. 81, 8 aprile 1948, p. 2.
  26. ^ Nel ricordo della sconfitta di Bari il Torino affronta il Napoli che gioca l'ultima carta, in Il Corriere dello Sport, n. 39, 14 febbraio 1948, p. 1.
  27. ^ Gli allenamenti, in Il Corriere dello Sport, n. 271, 31 ottobre 1947, p. 2.
  28. ^ Cargnelli alla Lucchese, in Il Corriere dello Sport, n. 81, 8 aprile 1948, p. 2.
  29. ^ Storia della stagione su magliarossonera.it
  30. ^ Vecchina allenatore del Napoli, in Il Corriere dello Sport, n. 268, 27 ottobre 1947, p. 3.
  31. ^ Sentimenti II sostituisce come allenatore provvisorio Vecchina nel Napoli, in Il Corriere dello Sport, n. 18, 21 gennaio 1948, p. 2.
  32. ^ Storia della stagione su asrtalenti.altervista.it
  33. ^ Meber, Roma:Brunella sostituirà Senkey, in Il Corriere dello Sport, n. 65, 16 marzo 1948, p. 1.
  34. ^ Berkessy al Vicenza in qualità di allenatore, in Il Corriere dello Sport, n. 286, 19 novembre 1947, p. 2.
  35. ^ Berkessy lascia il Vicenza, in Il Corriere dello Sport, n. 61, 11 marzo 1948, p. 1.
  36. ^ Vecchina è tornato ad allenare il Vicenza, in Il Corriere dello Sport, n. 68, 19 marzo 1948, p. 2.
  37. ^ Chiesa, p. 138
  38. ^ Melegari, 2004, p. 113
  39. ^ A tavolino per delibera del Lega Nazionale. Partita sospesa all'86' per invasione di campo sul punteggio di 0-1. Enciclopediadelcalcio.it
  40. ^ Enciclopediadelcalcio.it
  41. ^ a b c Campionato 1947-48 su rsssf.com

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Carlo F. Chiesa. Il grande romanzo dello scudetto. Ottava puntata: L'ultimo volo degli invincibili, da Calcio 2000, settembre 2002, pp. 116-132.
  • Fabrizio Melegari (a cura di). Almanacco illustrato del calcio - La storia 1898-2004. Modena, Panini, 2004.
  • Fabrizio Melegari (a cura di). Almanacco illustrato del calcio 2003, Modena, Panini, 2002.
  • Carlo Caliceti. Lo Stato dell'Unione, da Calcio 2000, gennaio 2003, p. 56-51.
  • Il Corriere dello Sport, annata 1948.