Italo Rossi (calciatore)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Italo Rossi
Nazionalità Italia Italia
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex ala)
Ritirato 1938 - giocatore
1949 - allenatore
Carriera
Squadre di club1
1917-1929 Legnano 206 (51)
1929-1934 Pro Patria 135 (45)
1934-1935 Russi ? (?)
1935-1937 Reggiana 11 (4)
1937-1938 Savona 2 (0)
Carriera da allenatore
1935-1937 Reggiana
1937-1938 Savona
1938-1939 Arezzo
1939-1940 Manfredonia
1941-1942 Siracusa
1945-1946 Arezzo
1947 Arezzo
1947-1948 Piacenza
1948-1949 Sanremese
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Italo Rossi (Milano, 5 maggio 1898 – ...) è stato un allenatore di calcio e calciatore italiano, di ruolo ala.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Calciatore[modifica | modifica wikitesto]

Ha iniziato come ala[1], venendo successivamente impiegato in tutti i ruoli dell'attacco[1]. Sul finire di carriera ha arretrato il suo raggio d'azione, ricoprendo anche il ruolo di centromediano[1].

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Esordì con il Legnano nel 1917 nei tornei di guerra, giocò il campionato di Prima Categoria 1919-1920, e in maglia lilla rimase fino al 1929, mettendo a segno un massimo di 11 reti nel campionato di Divisione Nazionale 1928-1929. In seguito si trasferì alla Pro Patria, con cui giocò per quattro stagioni in Serie A; esordì nella massima serie a girone unico il 6 ottobre 1929, nella vittoria interna contro la Cremonese (4-2), mettendo a segno 14 reti (record personale) nella sua prima stagione in maglia bustocca. Tra queste spiccano le cinque reti siglate nella vittoria casalinga del 19 gennaio 1930 contro la Roma per 6-1[2], sotto la guida di Augusto Rangone[3].

Nelle stagioni successive il bottino di reti diminuisce, anche a causa del cambio di ruolo[1], e al termine della stagione 1933-1934 passa al Russi, in terza serie[4][5]. Nella stagione successiva approda alla Reggiana, dove ricopre il doppio ruolo di allenatore e giocatore fino al 1937[6][7]. Si ritira nel 1938, dopo una comparsata nel Savona[8].

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Dopo l'esperienza di Reggio Emilia e Savona, allenò l'Arezzo, il Manfredonia[9], il Siracusa[10][11] e, dopo la guerra, nuovamente l'Arezzo. Nella stagione 1947-1948 fu sulla panchina del Piacenza[12], con cui non evitò la retrocessione in Serie C, e l'anno dopo guidò la Sanremese al quarto posto nel campionato di Serie C[13].


Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d Profilo su Enciclopediadelcalcio.it
  2. ^ Italy 1929-1930 rsssf.com
  3. ^ 1930, il signor Rossi, primo plurimarcatore corrieredellosport.it
  4. ^ Elenco dei giocatori italiani autorizzati a cambiare società nella prossima stagione, da «Il Littoriale», 7 agosto 1934, pp. 4-5
  5. ^ Elenco dei giocatori italiani autorizzati a cambiare società nella stagione 1935-36, da «Il Littoriale», 6 agosto 1935, pp. 4-5
  6. ^ Statistiche da giocatore su Lastoriadellareggiana.it
  7. ^ Statistiche da allenatore su Lastoriadellareggiana.it
  8. ^ Elenco dei giocatori italiani autorizzati a cambiare società nell'anno 1938-1939, Il Littoriale, 6 agosto 1938, pag.5
  9. ^ Agendina del calcio Barlassina 1939-1940, pag.111
  10. ^ Agendina del calcio Barlassina 1941-1942, pag.131
  11. ^ G. Caia, A. Caia, Fontanelli, Messina, Scatà, p. 10
  12. ^ Rosa 1947-1948 storiapiacenza1919.it
  13. ^ Statistiche su ussanremesecalcio.wordpress.com

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Giancarlo Caia; Angelo Caia; Carlo Fontanelli; Alessio Messina; Paolo Scatà, Almanacco azzurro, Empoli, GEO Edizioni, 2011, p. 318.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • Dario Marchetti (a cura di), Italo Rossi, su Enciclopediadelcalcio.it, 2011.