Coppa Italia 1926-1927

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Coppa Italia 1926-1927
Competizione Coppa Italia
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione
Organizzatore FIGC
Date dall'11 novembre 1926
al 29 giugno 1927
Luogo Italia Italia
Partecipanti 120
Statistiche
Incontri disputati 79
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 1922 1936 Right arrow.svg

L'edizione 1926-1927 della Coppa Italia fu la seconda della sua storia. Questa, tuttavia, venne interrotta ai sedicesimi di finale per mancanza di date disponibili per le partite.

Squadre partecipanti[modifica | modifica wikitesto]

La partecipazione alla coppa era libera ed aperta a chiunque volesse pagare la tassa d'iscrizione. Il turno d'ingresso veniva determinato dal sorteggio.

Divisione Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

18 club

Prima Divisione[modifica | modifica wikitesto]

27 club

Seconda Divisione[modifica | modifica wikitesto]

26 club

Terza Divisione[modifica | modifica wikitesto]

42 club

Piemonte

Lombardia

Liguria

Veneto

  • non conosciuta Carraresi Padova
  • non conosciuta Italia Padova
  • non conosciuta Libertas Venezia
  • Bisection vertical White HEX-FF0000.svg Oderzo

Venezia Giulia

Emilia

Toscana

Marche

  • non conosciuta Italia Ancona

Sardegna

Calendario[modifica | modifica wikitesto]

Primo turno[modifica | modifica wikitesto]

Le prime 30 squadre che si affrontarono in questa edizione vennero divise in tre gruppi disomogenei: il gruppo A, composto da 10 squadre del nord-ovest; il gruppo B, composto da 12 squadre del nord-est; il gruppo C, composto da 8 squadre del centro e del sud. Le partite del primo turno furono disputate l'11 novembre 1926.

Gruppo A[modifica | modifica wikitesto]

Squadra 1 Risultato Squadra 2
11 novembre 1926
Acqui 1 - 4 Casale
Inter 14 - 0 Acciaierie e Ferriere Novi
Cremonese 2 - 1 Crema
Lancia Torino 0 - 2[1] Spes Genova
Fiorente Genova 2 - 2[2] Genovese
8 dicembre 1926
Genovese 2 - 0 (dts) Fiorente Genova

Gruppo B[modifica | modifica wikitesto]

Squadra 1 Risultato Squadra 2
11 novembre 1926
Treviso 3 - 0 Venezia
Carraresi Padova 0 - 5 Forti e Liberi
Bologna 5 - 1 Casalecchio
Piacenza 4 - 1 Panaro Modena
Hellas Verona 7 - 2 Libertas Venezia
Fiumana 5 - 0[3] Fiume
8 dicembre 1926
Fiumana 1 - 0 (dts) Fiume

Gruppo C[modifica | modifica wikitesto]

Squadra 1 Risultato Squadra 2
11 novembre 1926
Italia Ancona 2 - 0[1] Viareggio
Savoia n.d.[4] Ideale Bari
US Bagnolese 10 - 1 Cagliari
Pistoiese 1 - 0 Fortitudo Pro Roma

Secondo turno[modifica | modifica wikitesto]

In questa fase entrarono in gioco altre 50 squadre.

Squadra 1 Risultato Squadra 2
8 dicembre 1926
Italia Padova 3 - 4 Monza
12 dicembre 1926
Hellas Verona 1 - 1 (dts) Biellese
6 gennaio 1927
Vado n.d.[4] Fiumana
Genovese 3 - 1 Vogherese
Reggiana 6 - 3 Corniglianese
Andrea Doria 4 - 2 Dolo
Milan 7 - 1 Rivarolese
Cento 0 - 15 Juventus
Valenzana 0 - 7 Inter
Vola Genova 3 - 0 Dop. Ferroviario Trieste
Canottieri Lecco 6 - 0 Entella
US Milanese 9 - 2 Abbiategrasso
Vigevanesi 2 - 0 Trevigliese
Pro Vercelli 3 - 0 Sampierdarenese
Spezia 2 - 3 (dts) Casale
Speranza Savona 0 - 2 Modena
Varese 0 - 2[1] Castelbolognese
Hellas Verona 5 - 0 Biellese
Sestese 4 - 1 Brescia
Forti e Liberi 2 - 0[1] Tigullio
Fanfulla 1 - 3 Gallaratese
Mantova 1 - 3 Genoa
Saronno 3 - 1 Spes Genova
Torino 9 - 0 Piacenza
Sestrese 4 - 2 Officine Meccaniche
Alessandria 17 - 2 AC Bologna
Edera Trieste 2 - 1 Savona
Legnano 0 - 1 Bologna
Oderzo 1 - 2 Carpi
Pro Palazzolo 4 - 2 Petrarca Padova
Padova 5 - 2 Derthona
Grion Pola 0 - 3 Novara
Monfalconese C.N.T. 0 - 2[1] Stelvio Olona

Terzo turno[modifica | modifica wikitesto]

In questo turno entrarono in gioco le ultime 29 squadre oltre al Liberty Bari che, assieme alla Sestese per sorteggio, furono ammesse direttamente ai sedicesimi di finale.

Squadra 1 Risultato Squadra 2
30 gennaio 1927
Faenza 3 - 1 US Bagnolese
20 febbraio 1927
Pistoiese 8 - 0 US Romana
Forti e Liberi 1 - 2 Andrea Doria
27 febbraio 1927
Parma 0 - 2 Juventus
Baracca Lugo 11 - 0 Italia Ancona
Pro Patria 1 - 0 Casale
Cremonese 2 - 0[1] Udinese
Vola Genova 2 - 0 [1] Zara
Triestina 3 - 1 Gallaratese
Saronno 2 - 0 Enrico Toti Livorno
Novara 2 - 3 SPAL
Reggiana 9 - 1 Stelvio Olona
Ponziana 1 - 1 (dts) Monza
Pro Vercelli 7 - 2 Modena
Sestrese 2 - 0[1] FBC Roma
Padova 4 - 0 Castelbolognese
Vigevanesi 4 - 1 Alba Audace
Hellas Verona 2 - 0[1] Juventus Massa
Carpi 4 - 0 US Milanese
Genoa 4 - 2 Inter
Torino 11 - 0 Pro Palazzolo
Imolese 1 - 3 Treviso
3 aprile 1927
Carrarese 4 - 0 Russi
Sestri Levante 1 - 0 Terni
17 aprile 1927
Edera Trieste 2 - 0 Arona
22 maggio 1927
Castelfranco 0 - 1 Genovese
26 maggio 1927
G.E.A. Firenze 0 - 2 [1] Milan
data non definita
Canottieri Lecco n.d. Scafatese
Vicenza n.d. Anconitana
Alessandria n.d. Bologna

Sedicesimi di finale[modifica | modifica wikitesto]

Squadra 1 Risultato Squadra 2
3 aprile 1927
Baracca Lugo 1 - 0 Vola Genova
10 aprile 1927
Pro Vercelli 3 - 2 Andrea Doria
26 maggio 1927
Carpi 4 - 1 Carrarese
29 giugno 1927
Pro Patria 1 - 1 (dts) Genoa
data non definita
Pro Patria n.d. Genoa
Pistoiese n.d. Triestina
Saronno n.d. Treviso
Sestrese n.d. Torino
Reggiana n.d. Sestese
Liberty Bari n.d. Hellas Verona
Padova n.d. Genovese
Milan n.d. Juventus
Sestri Levante n.d. Cremonese
SPAL n.d. vincente Canottieri Lecco/Scafatese
Edera Trieste n.d. vincente Alessandria/Bologna
Faenza n.d. vincente Vicenza/Anconitana
vincente Ponziana/Monza n.d. Vigevanesi

Ottavi di finale[modifica | modifica wikitesto]

Le uniche squadre qualificate agli ottavi di finale, che non vennero disputati, furono Baracca Lugo, Pro Vercelli e Carpi.

Quarti di finale, semifinali e finale[modifica | modifica wikitesto]

Non disputati.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g h i j Passa il turno per forfait degli avversari.
  2. ^ Partita annullata e ripetuta a causa dell'errore tecnico dell'arbitro.
  3. ^ La partita fu annullata a causa del mancato arrivo dell'arbitro designato e sul campo non c'era un altro arbitro per sostituirlo.
  4. ^ a b Partita non disputata per forfait di entrambe le squadre.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Corriere dello Sport di Bologna, consultato presso la Biblioteca universitaria di Bologna che ha pubblicato tutti i comunicati ufficiali del Direttorio Federale di Bologna.
  • Marco D'Avanzo e Gabriele Falbo, Almanacco della Coppa Italia - Dalle origini al 1990 squadre, risultati e marcatori, Milano, febbraio 1991.
  • Almanacco Illustrato del Calcio - La storia 1898-2004, Modena, Panini, settembre 2005.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) RSSSF, su rsssf.com.