Coppa Italia 1981-1982

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Coppa Italia 1981-1982 (disambigua).
Coppa Italia 1981-1982
Competizione Coppa Italia
Sport Calcio
Edizione 35ª
Organizzatore Lega Nazionale Professionisti
Date dal 23 agosto 1981
al 20 maggio 1982
Luogo Bandiera dell'Italia Italia
Partecipanti 36
Risultati
Vincitore Inter
(3º titolo)
Secondo Torino
Semi-finalisti Catanzaro
Sampdoria
Statistiche
Miglior marcatore Bandiera dell'Italia Alessandro Altobelli (9)
Il capitano interista Bini con il trofeo
Cronologia della competizione
1980-1981 1982-1983

La Coppa Italia 1981-1982 fu la 35ª edizione della manifestazione calcistica. Iniziò il 23 agosto 1981 e si concluse il 20 maggio 1982.

Fu vinta dall'Inter, in finale contro il Torino. Per i piemontesi si trattò della terza sconfitta consecutiva nell'atto conclusivo della manifestazione.

Ubicazione delle squadre partecipanti alla Coppa Italia 1981-1982.
Fase di ingresso: Primo turno Quarti di finale.

Primo turno[modifica | modifica wikitesto]

Girone 1[modifica | modifica wikitesto]

Squadra P.ti G V N P GF GS DR
1. Torino 6 4 3 0 1 6 1 +5
2. Juventus 5 4 2 1 1 7 4 +3
3. Perugia 5 4 1 3 0 3 2 +1
4. Rimini 3 4 1 1 2 3 5 -2
5. Cavese 1 4 0 1 3 0 7 -7
Perugia
23 agosto 1981, ore 21:00 CEST
1ª giornata
Perugia1 – 0
referto
TorinoStadio Renato Curi
Arbitro:  Ballerini (La Spezia)

Rimini
23 agosto 1981, ore 21:00 CEST
1ª giornata
Rimini1 – 3
referto
JuventusStadio Romeo Neri
Arbitro:  Longhi (Roma)

Benevento
26 agosto 1981, ore 17:30 CEST
2ª giornata
Cavese0 – 2
referto
JuventusStadio Santa Colomba [1]
Arbitro:  Mattei (Macerata)

Torino
26 agosto 1981, ore 20:30 CEST
2ª giornata
Torino2 – 0
referto
RiminiStadio Comunale
Arbitro:  Magni (Bergamo)

Torino
30 agosto 1981, ore 20:30 CEST
3ª giornata
Juventus2 – 2
referto
PerugiaStadio Comunale
Arbitro:  D'Elia (Salerno)

Rimini
30 agosto 1981, ore 17:00 CEST
3ª giornata
Rimini2 – 0
referto
CaveseStadio Romeo Neri
Arbitro:  Giaffreda (Roma)

Perugia
2 settembre 1981, ore 21:00 CEST
4ª giornata
Perugia0 – 0
referto
RiminiStadio Renato Curi
Arbitro:  Lombardo (Marsala)

Torino
2 settembre 1981, ore 20:30 CEST
4ª giornata
Torino3 – 0
referto
CaveseStadio Comunale
Arbitro:  Lanese (Messina)

Frosinone
6 settembre 1981, ore 20:30 CEST
5ª giornata
Cavese0 – 0
referto
PerugiaStadio Matusa [2] v
Arbitro:  Patrussi (Ravenna)

Torino
6 settembre 1981, ore 20.30 CEST
5ª giornata
Juventus0 – 1
referto
TorinoStadio Comunale
Arbitro:  Bergamo (Livorno)

Girone 2[modifica | modifica wikitesto]

Squadra P.ti G V N P GF GS DR
1. Catanzaro 6 4 2 2 0 7 1 +6
2. Palermo 5 4 1 3 0 3 2 +1
3. Pistoiese 4 4 1 2 1 3 3 0
4. Cesena 3 4 1 1 2 3 5 -2
5. Catania 2 4 1 0 3 2 7 -5
Cesena
23 agosto 1981, ore 21:00 CEST
1ª giornata
Cesena1 – 0
referto
CataniaStadio La Fiorita
Arbitro:  Altobelli (Roma)

Pistoia
23 agosto 1981, ore 21:00 CEST
1ª giornata
Pistoiese1 – 1
referto
PalermoStadio Comunale
Arbitro:  Pezzella (Frattamaggiore)

Catania
26 agosto 1981, ore 17:00 CEST
2ª giornata
Catania0 – 4
referto
CatanzaroStadio Cibali
Arbitro:  Angelelli (Terni)

Pistoia
26 agosto 1981, ore 21:00 CEST
2ª giornata
Pistoiese1 – 0
referto
CesenaStadio Comunale
Arbitro:  Parussini (Udine)

Catania
30 agosto 1981, ore 17:00 CEST
3ª giornata
Catania2 – 1
referto
PistoieseStadio Cibali
Arbitro:  Tonolini (Milano)

Palermo
30 agosto 1981, ore 17:00 CEST
3ª giornata
Palermo0 – 0
referto
CatanzaroStadio La Favorita
Arbitro:  Paparesta (Bari)

Catanzaro
2 settembre 1981, ore 16:30 CEST
4ª giornata
Catanzaro0 – 0
referto
PistoieseStadio Comunale
Arbitro:  Ciulli (Roma)

Cesena
2 settembre 1981, ore 21:00 CEST
4ª giornata
Cesena1 – 1
referto
PalermoStadio La Fiorita
Arbitro:  Pairetto (Torino)

Catanzaro
6 settembre 1981, ore 17:00 CEST
5ª giornata
Catanzaro3 – 1
referto
CesenaStadio Comunale
Arbitro:  D'Elia (Salerno)

Palermo
6 settembre 1981, ore 17:00 CEST
5ª giornata
Palermo1 – 0
referto
CataniaStadio La Favorita
Arbitro:  Facchin (Udine)

Girone 3[modifica | modifica wikitesto]

Squadra P.ti G V N P GF GS DR
1. Inter 6 4 2 2 0 9 3 +6
2. Verona 6 4 3 0 1 7 3 +4
3. Milan 5 4 2 1 1 8 4 +4
4. SPAL 2 4 0 2 2 2 5 -3
5. Pescara 1 4 0 1 3 0 11 -11
Pescara
23 agosto 1981, ore 19:00 CEST
1ª giornata
Pescara0 – 4
referto
InterStadio Adriatico
Arbitro:  Barbaresco (Cormons)

Mantova
23 agosto 1981, ore 21:00 CEST
1ª giornata
Verona2 – 0
referto
MilanStadio Danilo Martelli [3]
Arbitro:  Redini (Pisa)

Milano
26 agosto 1981, ore 21:00 CEST
2ª giornata
Inter2 – 0
referto
VeronaStadio Giuseppe Meazza
Arbitro:  Prati (Parma)

Pescara
26 agosto 1981, ore 21:00 CEST
2ª giornata
Pescara0 – 0
referto
SPALStadio Adriatico
Arbitro:  Esposito (Torre del Greco)

Milano
30 agosto 1981, ore 20:45 CEST
3ª giornata
Milan5 – 0
referto
PescaraStadio Giuseppe Meazza
Arbitro:  Lops (Torino)

Ferrara
30 agosto 1981, ore 20:30 CEST
3ª giornata
SPAL1 – 1
referto
InterStadio Comunale
Arbitro:  Bergamo (Livorno)

Milano
2 settembre 1981, ore 20:45 CEST
4ª giornata
Milan1 – 0
referto
SPALStadio Giuseppe Meazza
Arbitro:  Altobelli (Roma)

Mantova
2 settembre 1981, ore 21:00 CEST
4ª giornata
Verona2 – 0
referto
PescaraStadio Danilo Martelli [3]
Arbitro:  Benedetti (Roma)

Milano
6 settembre 1981, ore 20:30 CEST
5ª giornata
Inter2 – 2
referto
MilanStadio Giuseppe Meazza
Arbitro:  Agnolin (Bassano del Grappa)

Ferrara
6 settembre 1981, ore 20:30 CEST
5ª giornata
SPAL1 – 3
referto
VeronaStadio Comunale
Arbitro:  Tani (Livorno)

Girone 4[modifica | modifica wikitesto]

Squadra P.ti G V N P GF GS DR
1. Sampdoria 5 4 2 1 1 5 2 +3
2. Cagliari 5 4 1 3 0 3 2 +1
3. Lecce 4 4 0 4 0 4 4 0
4. Como 3 4 0 3 1 3 4 -1
5. Sambenedettese 3 4 0 3 1 2 5 -3
Cagliari
23 agosto 1981, ore 20:30 CEST
1ª giornata
Cagliari1 – 1
referto
LecceStadio Sant'Elia
Arbitro:  Tubertini (Bologna)

Genova
23 agosto 1981, ore 20:45 CEST
1ª giornata
Sampdoria1 – 0
referto
ComoStadio Luigi Ferraris
Arbitro:  Menicucci (Firenze)

Como
26 agosto 1981, ore 20:45 CEST
2ª giornata
Como1 – 1
referto
SambenedetteseStadio Giuseppe Sinigaglia
Arbitro:  Lombardo (Marsala)

Lecce
26 agosto 1981, ore 17:00 CEST
2ª giornata
Lecce0 – 0
referto
SampdoriaStadio Via del Mare
Arbitro:  Pairetto (Torino)

Lecce
30 agosto 1981, ore 17:00 CEST
3ª giornata
Lecce2 – 2
referto
ComoStadio Via del Mare
Arbitro:  Patrussi (Ravenna)

San Benedetto del Tronto
30 agosto 1981, ore 17:00 CEST
3ª giornata
Sambenedettese0 – 0
referto
CagliariStadio Fratelli Ballarin
Arbitro:  Tani (Livorno)

Cagliari
2 settembre 1981, ore 20:30 CEST
4ª giornata
Cagliari2 – 1
referto
SampdoriaStadio Sant'Elia
Arbitro:  Longhi (Roma)

San Benedetto del Tronto
2 settembre 1981, ore 20:45 CEST
4ª giornata
Sambenedettese1 – 1
referto
LecceStadio Fratelli Ballarin
Arbitro:  Parussini (Udine)

Como
6 settembre 1981, ore 20:30 CEST
5ª giornata
Como0 – 0
referto
CagliariStadio Giuseppe Sinigaglia
Arbitro:  Redini (Pisa)

Genova
6 settembre 1981, ore 20:30 CEST
5ª giornata
Sampdoria3 – 0
referto
SambenedetteseStadio Luigi Ferraris
Arbitro:  Bianciardi (Siena)

Girone 5[modifica | modifica wikitesto]

Squadra P.ti G V N P GF GS DR
1. Napoli 6 4 2 2 0 3 0 +3
2. Bari 4 4 0 4 0 3 3 0
3. Avellino 4 4 0 4 0 1 1 0
4. Ascoli 4 4 1 2 1 5 6 -1
5. Cremonese 2 4 0 2 2 0 2 -2
Bari
23 agosto 1981, ore 17:30 CEST
1ª giornata
Bari0 – 0
referto
NapoliStadio della Vittoria
Arbitro:  Ciulli (Roma)

Cremona
23 agosto 1981, ore 20:30 CEST
1ª giornata
Cremonese0 – 0
referto
AvellinoStadio Giovanni Zini
Arbitro:  Lops (Torino)

Ascoli Piceno
26 agosto 1981, ore 21:00 CEST
2ª giornata
Ascoli1 – 1
referto
AvellinoStadio Cino e Lillo Del Duca
Arbitro:  Lanese (Messina)

Bari
26 agosto 1981, ore 17:30 CEST
2ª giornata
Bari0 – 0
referto
CremoneseStadio della Vittoria
Arbitro:  Leni (Perugia)

Ascoli Piceno
30 agosto 1981, ore 18:00 CEST
3ª giornata
Ascoli3 – 3
referto
BariStadio Cino e Lillo Del Duca
Arbitro:  Facchin (Udine)

Napoli
30 agosto 1981, ore 20:45 CEST
3ª giornata
Napoli1 – 0
referto
CremoneseStadio San Paolo
Arbitro:  Bianciardi (Siena)

Avellino
2 settembre 1981, ore 16:30 CEST
4ª giornata
Avellino0 – 0
referto
NapoliStadio Partenio
Arbitro:  Barbaresco (Cormons)

Cremona
2 settembre 1981, ore 20:30 CEST
4ª giornata
Cremonese0 – 1
referto
AscoliStadio Giovanni Zini
Arbitro:  Ballerini (La Spezia)

Avellino
6 settembre 1981, ore 17:00 CEST
5ª giornata
Avellino0 – 0
referto
BariStadio Partenio
Arbitro:  Pieri (Genova)

Napoli
6 settembre 1981, ore 17:00 CEST
5ª giornata
Napoli2 – 0
referto
AscoliStadio San Paolo
Arbitro:  Menegali (Roma)

Girone 6[modifica | modifica wikitesto]

Squadra P.ti G V N P GF GS DR
1. Fiorentina 6 4 3 0 1 7 1 +6
2. Genoa 6 4 2 2 0 2 0 +2
3. Varese 5 4 2 1 1 5 5 0
4. Brescia 2 4 1 0 3 4 6 -2
5. Foggia 1 4 0 1 3 2 8 -6
Brescia
23 agosto 1981, ore 20:45 CEST
1ª giornata
Brescia0 – 1
referto
FiorentinaStadio Mario Rigamonti
Arbitro:  Agnolin (Bassano del Grappa)

Varese
23 agosto 1981, ore 17:00 CEST
1ª giornata
Varese0 – 0
referto
GenoaStadio Franco Ossola
Arbitro:  Milan (Treviso)

Brescia
26 agosto 1981, ore 20:30 CEST
2ª giornata
Brescia2 – 1
referto
FoggiaStadio Mario Rigamonti
Arbitro:  Falzier (Treviso)

Genova
26 agosto 1981, ore 20:45 CEST
2ª giornata
Genoa1 – 0
referto
FiorentinaStadio Luigi Ferraris
Arbitro:  Menegali (Roma)

Benevento
30 agosto 1981, ore 17:30 CEST
3ª giornata
Foggia1 – 2
referto
VareseStadio Santa Colomba [4]
Arbitro:  Polacco (Conegliano)

Genova
30 agosto 1981, ore 18:00 CEST
3ª giornata
Genoa1 – 0
referto
BresciaStadio Luigi Ferraris
Arbitro:  Vitali (Bologna)

Firenze
2 settembre 1981, ore 20:45 CEST
4ª giornata
Fiorentina2 – 0
referto
VareseStadio Comunale
Arbitro:  Angelelli (Terni)

Benevento
2 settembre 1981, ore 17:30 CEST
4ª giornata
Foggia0 – 0
referto
GenoaStadio Santa Colomba [5]
Arbitro:  Prati (Parma)

Firenze
6 settembre 1981, ore 20:30 CEST
5ª giornata
Fiorentina4 – 0
referto
FoggiaStadio Comunale
Arbitro:  Lo Bello (Siracusa)

Varese
6 settembre 1981, ore 17:00 CEST
5ª giornata
Varese3 – 2
referto
BresciaStadio Franco Ossola
Arbitro:  Pirandola (Lecce)

Girone 7[modifica | modifica wikitesto]

Squadra P.ti G V N P GF GS DR
1. Reggiana 6 4 2 2 0 6 2 +4
2. Udinese 6 4 2 2 0 4 2 +2
3. Bologna 4 4 1 2 1 4 4 0
4. Pisa 3 4 1 1 2 3 4 -1
5. Lazio 1 4 0 1 3 2 7 -5
Roma
23 agosto 1981, ore 20:45 CEST
1ª giornata
Lazio1 – 1
referto
BolognaStadio Flaminio
Arbitro:  Lo Bello (Siracusa)

Pisa
23 agosto 1981, ore 21:00 CEST
1ª giornata
Pisa1 – 1
referto
UdineseStadio Arena Garibaldi
Arbitro:  Tonolini (Milano)

Roma
26 agosto 1981, ore 20:45 CEST
2ª giornata
Lazio0 – 2
(tav.) [6]
referto
ReggianaStadio Flaminio
Arbitro:  Pirandola (Lecce)

Udine
26 agosto 1981, ore 17:30 CEST
2ª giornata
Udinese1 – 0
referto
BolognaStadio Friuli
Arbitro:  Pieri (Genova)

Reggio Emilia
30 agosto 1981, ore 20:45 CEST
3ª giornata
Reggiana2 – 0
referto
PisaStadio Mirabello
Arbitro:  Milan (Treviso)

Udine
30 agosto 1981, ore 17:30 CEST
3ª giornata
Udinese2 – 1
referto
LazioStadio Friuli
Arbitro:  Redini (Pisa)

Bologna
2 settembre 1981, ore 21:00 CEST
4ª giornata
Bologna1 – 0
referto
PisaStadio Comunale
Arbitro:  Magni (Bergamo)

Reggio Emilia
2 settembre 1981, ore 20:45 CEST
4ª giornata
Reggiana0 – 0
referto
UdineseStadio Mirabello
Arbitro:  Mattei (Macerata)

Bologna
6 settembre 1981, ore 20:30 CEST
5ª giornata
Bologna2 – 2
referto
ReggianaStadio Comunale
Arbitro:  Paparesta (Bari)

Pisa
6 settembre 1981, ore 17:00 CEST
5ª giornata
Pisa2 – 0
referto
LazioStadio Arena Garibaldi
Arbitro:  Vitali (Bologna)

Fase finale[modifica | modifica wikitesto]

La Roma, in quanto detentrice del trofeo, è ammessa di diritto alla fase finale.


Quarti di finale[modifica | modifica wikitesto]

Squadra 1 Totale Squadra 2 Andata Ritorno
Catanzaro 2 - 2 Napoli 0 - 1 2 - 1
Torino 1 - 1 Fiorentina 0 - 0 1 - 1
Roma 4 - 4 Inter 4 - 1 0 - 3
Reggiana 1 - 1 Sampdoria 1 - 0 0 - 1 (3-5 dcr)

Tabellini[modifica | modifica wikitesto]

Catanzaro
15 novembre 1981, ore 14:30 CET
Quarti di finale - Andata
Catanzaro0 – 1
referto
NapoliStadio Comunale
Arbitro:  Lanese (Messina)

Napoli
23 dicembre 1981, ore 14:30 CET
Quarti di finale - Ritorno
Napoli1 – 2
referto
CatanzaroStadio San Paolo
Arbitro:  Altobelli (Roma)

Torino
18 novembre 1981, ore 20:30 CET
Quarti di finale - Andata
Torino0 – 0
referto
FiorentinaStadio Comunale
Arbitro:  Paparesta (Bari)

Firenze
8 dicembre 1981, ore 14:30 CET
Quarti di finale - Ritorno
Fiorentina1 – 1
referto
TorinoStadio Comunale
Arbitro:  Angelelli (Terni)

Roma
8 dicembre 1981, ore 14:30 CET
Quarti di finale - Andata
Roma4 – 1
referto
InterStadio Olimpico
Arbitro:  Lo Bello (Siracusa)

Milano
23 dicembre 1981, ore 20:15 CET
Quarti di finale - Ritorno
Inter3 – 0
referto
RomaStadio Giuseppe Meazza
Arbitro:  Menicucci (Firenze)

Reggio Emilia
23 dicembre 1981, ore 14:00 CET
Quarti di finale - Andata
Reggiana1 – 0
referto
SampdoriaStadio Mirabello
Arbitro:  Redini (Pisa)

Genova
13 gennaio 1982, ore 14:30 CET
Quarti di finale - Ritorno
Sampdoria1 – 0
(d.t.s.)
referto
ReggianaStadio Luigi Ferraris
Arbitro:  Lanese (Messina)

Semifinali[modifica | modifica wikitesto]

Squadra 1 Totale Squadra 2 Andata Ritorno
Sampdoria 2 - 2 Torino 2 - 1 0 - 1
Inter 4 - 4 Catanzaro 2 - 1 2 - 3 (dts)

Tabellini[modifica | modifica wikitesto]

Genova
17 febbraio 1982, ore 15:00 CET
Semifinali - Andata
Sampdoria2 – 1
referto
TorinoStadio Luigi Ferraris
Arbitro:  Benedetti (Roma)

Torino
31 marzo 1982, ore 20:30 CEST
Semifinali - Ritorno
Torino1 – 0
referto
SampdoriaStadio Comunale
Arbitro:  Bergamo (Livorno)

Milano
10 marzo 1982, ore 20:45 CET
Semifinali - Andata
Inter2 – 1
referto
CatanzaroStadio Giuseppe Meazza
Arbitro:  Longhi (Roma)

Catanzaro
10 aprile 1982, ore 15:00 CEST
Semifinali - Ritorno
Catanzaro3 – 2
(d.t.s.)
referto
InterStadio Comunale
Arbitro:  Redini (Pisa)

Finale[modifica | modifica wikitesto]

Squadra 1 Totale Squadra 2 Andata Ritorno
Inter 2 - 1 Torino 1 - 0 1 - 1

Andata[modifica | modifica wikitesto]

Milano
5 maggio 1982, ore 20:45 CEST [7]
Inter1 – 0
referto
TorinoStadio Giuseppe Meazza
Arbitro:  Bergamo (Livorno)

Ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Torino
20 maggio 1982, ore 20:30 CEST [8]
Torino1 – 1
referto
InterStadio Comunale
Arbitro:  Redini (Pisa)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Partita giocata in campo neutro a Benevento per l'indisponibilità dello Stadio Comunale di Cava dei Tirreni, causa lavori di ampliamento in seguito alla promozione in Serie B della società campana.
  2. ^ Partita giocata in campo neutro a Frosinone per l'indisponibilità dello Stadio Comunale di Cava dei Tirreni, causa lavori di ampliamento in seguito alla promozione in Serie B della società campana.
  3. ^ a b Partita giocata in campo neutro per indisponibilità dello stadio casalingo.
  4. ^ Partita giocata in campo neutro a Benevento per la prima delle due giornate di squalifica inflitte dal giudice sportivo allo Stadio Pino Zaccheria di Foggia, per i lanci di oggetti e le intemperanze dei tifosi pugliesi durante ed al termine dell'incontro di Serie B Foggia-Cesena del 14 giugno 1981. cfr. Foggia (2 turni), in La Stampa, 18 giugno 1981, p. 20.
  5. ^ Partita giocata in campo neutro a Benevento per la seconda delle due giornate di squalifica inflitte dal giudice sportivo allo Stadio Pino Zaccheria di Foggia
  6. ^ Partita assegnata 0-2 (sul campo terminata 1-1) a favore della Reggiana dal giudice sportivo, a causa del lancio di un oggetto contundente che al 39' colpì al volto il calciatore della Reggiana Volpi, costringendolo ad essere sostituito. cfr. Lazio, partita persa e campo squalificato, in La Stampa, 3 settembre 1981, p. 15.
  7. ^ cfr. L'Inter passa, il Torino spera nel ritorno, in La Stampa, 6 maggio 1982, p. 20.
  8. ^ cfr. L'Inter (pari col Torino) vince la Coppa Italia, in La Stampa, 21 maggio 1982, p. 28.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Arrigo Beltrami (a cura di), Almanacco illustrato del calcio 1983, Modena, Edizioni Panini, 1982, pp. 268-277.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio