Foot Ball Club Torino 1926-1927

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: Torino Football Club.

Foot Ball Club Torino
Torino26-27.jpg
Stagione 1926-1927
AllenatoreUngheria Imre Schoffer
PresidenteItalia Enrico Marone Cinzano
Divisione NazionaleCampione d'Italia (titolo revocato)[1]
Coppa ItaliaQuinto turno[2]
Maggiori presenzeCampionato: Martin II (28)
Totale: Baloncieri, Libonatti, Martin II (29)
Miglior marcatoreCampionato: Libonatti (21)
Totale: Libonatti (28)

Questa pagina raccoglie i dati riguardanti il Foot Ball Club Torino nelle competizioni ufficiali della stagione 1926-1927.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

Il Torino inaugura in questa stagione lo Stadio Filadelfia, che sostituisce il Motovelodromo di Corso Casale, dove pure l'anno prima aveva ottenuto solo vittorie.

Il club si presenta ai nastri di partenza della stagione 1926-1927 con ambizioni di titolo. La squadra, già seconda nel proprio girone l'anno prima, viene rinforzata con il portiere Bosia e soprattutto con l'ala Gino Rossetti. Proprio quest'ultimo, giunto in maniera rocambolesca dallo Spezia, si unisce in attacco a Baloncieri e Libonatti, in quello che i tifosi definiranno Trio delle Meraviglie: i tre segneranno 56 gol in campionato su 69 totali della squadra.

Il Torino chiude così al primo posto il proprio girone e si qualifica per la fase finale, dove non interrompe la propria marcia vincente: la squadra granata si laurea per la prima volta campione d'Italia con un turno di anticipo.

Nel novembre 1927 il titolo sarà però revocato dalla FIGC. Il Torino viene accusato di avere corrotto il terzino della Juventus Luigi Allemandi, perché questi agevolasse i granata nel secondo derby del girone finale. Le cronache riportano che però Allemandi fu tra i migliori in campo: da qui la decisione di non versare la seconda rata al giocatore juventino, evento che porterà poi alla luce il reato nell'autunno 1927.

Il caso Allemandi, come fu poi definito, non apparve mai comunque del tutto chiaro: anche per tale motivo il presidente federale, Leandro Arpinati, non assegnò il titolo alla seconda classificata, il Bologna, ma decise di lasciarlo vacante. Ad oggi esiste una richiesta del Torino perché gli venga reso questo scudetto conquistato sul campo, inoltrata nel 2017 alla Federcalcio dal presidente granata Urbano Cairo.[3]

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

N. Ruolo Giocatore
Italia C Giuseppe Aliberti
Italia C Paolo Amadesi
Italia D Carlo Ambrosa
Ungheria D Mihály Balacics
Italia C Adolfo Baloncieri
Italia A Arturo Bertolero [4][5]
Italia P Vincenzo Bosia
Italia A Serafino Carrera
Italia C Enrico Colombari
Italia A Francesco Franzoni
Italia C Antonio Janni
Italia A Julio Libonatti
Italia D Piero Martin I
N. Ruolo Giocatore
Italia D Cesare Martin II
Italia C Dario Martin III
Italia P Pallavicino
Italia C Rinaldo Pretti
Italia A Michele Rolle II
Italia C Gino Rossetti II
Italia P Vincenzo Savini
Italia C Mario Sperone
Italia D Giuseppe Spiotta
Italia C Vittorio Staccione I
Italia P Eugenio Staccione II
Italia D Giacomo Tomasini

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Divisione Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Divisione Nazionale 1926-1927.

Girone B[modifica | modifica wikitesto]

Gare di andata[modifica | modifica wikitesto]
Livorno
3 ottobre 1926
1ª giornata
Livorno 2 – 1 Torino Campo di Villa Chayes
Arbitro Dani (Genova)

Cremona
10 ottobre 1926
2ª giornata
Cremonese 0 – 1 Torino Stadio Giovanni Zini
Arbitro Casetta (Milano)

Torino
17 ottobre 1926
3ª giornata
Torino 4 – 0 Fortitudo Pro Roma Stadio Filadelfia (15 000 spett.)
Arbitro Trezzi (Milano)

Torino
24 ottobre 1926
4ª giornata
Torino 2 – 2 Milan Stadio Filadelfia
Arbitro Garbieri (Genova)

Bologna
7 novembre 1926
5ª giornata
Bologna 1 – 1 Torino Stadio Sterlino
Arbitro Barlassina (Novara)

Torino
14 novembre 1926
6ª giornata
Torino 3 – 1 Padova Stadio Filadelfia
Arbitro Sguerso (Savona)

Torino
12 dicembre 1926[6]
7ª giornata
Torino 3 – 1 Andrea Doria Stadio Filadelfia
Arbitro Scarpi (Dolo)

Alessandria
28 novembre 1926
8ª giornata
Alessandria 1 – 3 Torino Stadio Il Pollaio
Arbitro Bellandi (Milano)

Torino
5 dicembre 1926
9ª giornata
Torino 6 – 1 Sampierdarenese Stadio Filadelfia
Arbitro Pierallini (Modena)

Gare di ritorno[modifica | modifica wikitesto]
Torino
19 dicembre 1926
10ª giornata
Torino 8 – 0 Livorno Stadio Filadelfia
Arbitro Pinasco (Sestri Ponente)

Torino
26 dicembre 1926
11ª giornata
Torino 8 – 1 Cremonese Stadio Filadelfia
Arbitro Sani (Ferrara)

Roma
2 gennaio 1927
12ª giornata
Fortitudo Pro Roma 4 – 2 Torino Campo Madonna del Riposo
Arbitro Giorgi (Milano)

Milano
9 gennaio 1927
13ª giornata
Milan 3 – 1 Torino Stadio San Siro
Arbitro Malagodi (Ferrara)

Torino
16 gennaio 1927
14ª giornata
Torino 2 – 1 Bologna Stadio Filadelfia
Arbitro Dani (Genova)

Padova
13 febbraio 1927
15ª giornata
Padova 0 – 1 Torino Stadio Silvio Appiani
Arbitro Caironi (Milano)

Genova
6 marzo 1927
16ª giornata
Andrea Doria 1 – 2 Torino Stadio Marassi
Arbitro A.Gama (Milano)

Torino
13 marzo 1927
17ª giornata
Torino 3 – 2 Alessandria Stadio Filadelfia
Arbitro Barlassina (Novara)

Sampierdarena
20 marzo 1927
18ª giornata
Sampierdarenese 4 – 1 Torino Stadio di Villa Scassi
Arbitro Carraro (Padova)

Girone finale[modifica | modifica wikitesto]

Gare di andata[modifica | modifica wikitesto]
Torino
1º maggio 1927[7]
1ª giornata
Torino 2 – 1 Inter Stadio Filadelfia
Arbitro Sguerso (Savona)

Torino
3 aprile 1927
2ª giornata
Juventus 1 – 0 Torino Stadio di Corso Marsiglia
Arbitro A.Gama (Milano)

Torino
10 aprile 1927
3ª giornata
Torino 3 – 1 Genoa Stadio Filadelfia
Arbitro Turbiani (Ferrara)

Milano
8 maggio 1927
4ª giornata
Milan 2 – 3 Torino Stadio San Siro
Arbitro Germani (Padova)

Torino
3 luglio 1927[8][9]
5ª giornata
Torino 1 – 0 Bologna Stadio Filadelfia
Arbitro Dani (Genova)

Gare di ritorno[modifica | modifica wikitesto]
Milano
22 maggio 1927
6ª giornata
Inter 1 – 2 Torino Arena Civica
Arbitro Dani (Genova)

Torino
5 giugno 1927
7ª giornata
Torino 2 – 1 Juventus Stadio Filadelfia
Arbitro A.Gama (Milano)

Genova
12 giugno 1927
8ª giornata
Genoa 3 – 1 Torino Stadio Marassi
Arbitro Caironi (Milano)

Torino
19 giugno 1927
9ª giornata
Torino 3 – 0 Milan Stadio Filadelfia
Arbitro Garbieri (Genova)

Bologna
10 luglio 1927
10ª giornata
Bologna 5 – 0 Torino Stadio Littoriale
Arbitro Ferro (Milano)

Coppa Italia[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Coppa Italia 1926-1927.

Terzo turno[modifica | modifica wikitesto]

Torino
6 gennaio 1927
Gara unica
Torino 9 – 0 Piacenza Stadio Filadelfia
Arbitro Beretta (Novi Ligure)

Quarto turno[modifica | modifica wikitesto]

Torino
27 febbraio 1927
Gara unica
Torino 11 – 0 Pro Palazzolo Stadio Filadelfia
Arbitro Giordano (Asti)

Quinto turno[modifica | modifica wikitesto]

Sestri Ponente
Gara unica[10]
Sestrese  –  Torino

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche di squadra[modifica | modifica wikitesto]

Competizione Punti In casa In trasferta Totale DR
G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs
Scudetto.svg Divisione Nazionale - 14 13 1 0 50 12 14 6 1 7 19 28 28 19 2 7 69 40 +29
Coccarda Coppa Italia.svg Coppa Italia - 2 2 0 0 20 0 0 0 0 0 0 0 2 2 0 0 20 0 +20
Totale - 16 15 1 0 70 12 14 6 1 7 19 28 30 21 2 7 89 40 +49

Statistiche dei giocatori[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore Divisione Nazionale Coppa Italia Totale
Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni
Aliberti, G. G. Aliberti 40??0000400+0+
Amadesi, P. P. Amadesi 31??10??41??
Ambrosa, Ambrosa 000010??100+0+
Balacics, M. M. Balacics 204??20??224??
Baloncieri, A. A. Baloncieri 2717??24??2921??
Bertolero, Bertolero 10??0000100+0+
Bosia, V. V. Bosia 21-21??1-0??22-21??
Carrera, S. S. Carrera 213??11??224??
Colombari, E. E. Colombari 171??10??181??
Franzoni, F. F. Franzoni 211??00002110+0+
Janni, A. A. Janni 260??10??270??
Libonatti, J. J. Libonatti 2721??27??2928??
Martin I, P. P. Martin I 10??0000100+0+
Martin II, C. C. Martin II 280??10??290??
Martin III, D. D. Martin III 90??0000900+0+
Pallavicini, Pallavicini 1-2??00001-20+0+
Pretti, R. R. Pretti 102??21??123??
Rolle II, Rolle II 10??0000100+0+
Rossetti II, G. G. Rossetti II 2619??27??2826??
Savini, V. V. Savini 4-8??1-0??5-8??
Sperone, M. M. Sperone 220??10??230??
Spiotta, G. G. Spiotta 10??0000100+0+
Staccione I, V. V. Staccione I 110??10??120??
Staccione II, E. E. Staccione II 2-9??0-0002-90+0+
Tommasini, Tommasini 40??20??60??

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ A seguito delle decisioni del Direttorio Federale in merito ai fatti riguardanti il caso Allemandi, lo scudetto vinto dal Torino nel campionato 1926-1927 fu revocato e, almeno finora, non più assegnato.
  2. ^ Torneo non terminato.
  3. ^ Torino, scudetto del ’27: la Figc risponde
  4. ^ Passò al Napoli a stagione in corso, come da libro di Marco de Nanni, Storia del Savona F.B.C. 1907-2007, Marco Sabatelli Editore, pagina 142
  5. ^ Vanta con diverse squadre 2 presenze in Serie A e 7 in Serie B con una rete segnata
  6. ^ Partita inizialmente in programma il 21 novembre.
  7. ^ Recupero della partita prevista per il 27 marzo e sospesa per impraticabilità di campo.
  8. ^ Ripetizione della partita originariamente disputata il 15 maggio e vinta 1-0 dal Torino.
  9. ^ Lo scudetto revocato del 1927: campionato falsato? Sì, ma da Arpinati
  10. ^ Partita non disputata; manifestazione annullata per mancanza di date libere nel calendario.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]