Associazione Calcio Torino 1975-1976

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

1leftarrow blue.svgVoce principale: Torino Football Club.

Associazione Calcio Torino
Associazione Calcio Torino 1975-1976.jpg
I granata di nuovo scudettati dopo ventisette anni
Stagione 1975-1976
AllenatoreItalia Luigi Radice
PresidenteItalia Orfeo Pianelli
Serie ACampione d'Italia (in Coppa dei Campioni)
Coppa ItaliaPrimo turno
Maggiori presenzeCampionato: Pulici, P. Sala, Salvadori (30)
Totale: Pulici (34)
Miglior marcatoreCampionato: Pulici (21)
Totale: Pulici (23)
Maggior numero di spettatori64 733 vs Cesena (16 maggio 1976)
Minor numero di spettatori11 599 vs Novara (14 settembre 1975)
Media spettatori39 145¹
¹ considera le partite giocate in casa in campionato.

Questa voce raccoglie le informazioni riguardanti l'Associazione Calcio Torino nelle competizioni ufficiali della stagione 1975-1976.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

Francesco Graziani e Paolino Pulici, i "gemelli del gol" granata, festeggiano la vittoria dello scudetto.

Nel 1976 il Torino tornò campione d'Italia, ventisette anni dopo la tragedia di Superga. La squadra granata, affidata a Luigi Radice, uscì alla distanza dopo un inizio difficoltoso: approfittando di un rallentamento della Juventus, che al giro di boa aveva tre punti di vantaggio sui cugini, il Torino agguantò la vetta vincendo anche la stracittadina di ritorno. La vittoria del tricolore giunse all'ultima giornata, con un pareggio in casa con il Cesena che permise ai granata di chiudere il campionato con 45 punti contro i 43 dei rivali. Paolino Pulici, con 21 reti, fu capocannoniere della Serie A per la seconda volta.

Società[modifica | modifica wikitesto]

  • Presidente:
  • Segretario:
    • Giuseppe Bonetto
  • Medico sociale:
    • Cesare Cattaneo

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

N. Ruolo Giocatore
Italia P Luciano Castellini
Italia P Romano Cazzaniga
Italia P Mauro Pelosin
Italia D Vittorio Caporale
Italia D Fabrizio Gorin
Italia D Marino Lombardo
Italia D Roberto Mozzini
Italia D Giuseppe Pallavicini
Italia D Roberto Salvadori
Italia D Nello Santin
N. Ruolo Giocatore
Italia C Roberto Bacchin
Italia C Eraldo Pecci
Italia C Giovanni Roccotelli
Italia C Claudio Sala (capitano)
Italia C Patrizio Sala
Italia C Renato Zaccarelli
Italia A Marzio Bertocchi
Italia A Salvatore Garritano
Italia A Francesco Graziani
Italia A Paolino Pulici

Calciomercato[modifica | modifica wikitesto]

Sessione estiva[modifica | modifica wikitesto]

Acquisti
R. Nome da Modalità
P Romano Cazzaniga Taranto definitivo
P Claudio Garella Juniorcasale fine prestito
D Paolo Beruatto Ivrea fine prestito
D Vittorio Caporale Bologna definitivo (100.000.000 £)
D Fabrizio Gorin L.R. Vicenza definitivo (340.000.000 £)
C Roberto Bacchin Rimini definitivo
C Eraldo Pecci Bologna definitivo (700.000.000 £)
C Patrizio Sala Monza definitivo (230.000.000 £)
A Salvatore Garritano Ternana definitivo (700.000.000 £)
Cessioni
R. Nome a Modalità
P Claudio Garella Novara prestito
P Giuliano Manfredi Modena definitivo
P Antonio Pigino Sambenedettese definitivo
P Franco Sattolo fine carriera
D Paolo Beruatto Monza definitivo
D Vito Callioni L.R. Vicenza definitivo
D Angelo Cereser Bologna definitivo
C Aldo Agroppi Perugia definitivo
C Giorgio Ferrini fine carriera
C Emiliano Mascetti Verona definitivo
A Pierantonio Bortot Cremonese definitivo
A Giovanni Quadri Pistoiese prestito
A Ferdinando Rossi Avellino definitivo

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Serie A[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Serie A 1975-1976.

Girone di andata[modifica | modifica wikitesto]

Bologna
5 ottobre 1975, ore 15:00 UTC+1
1ª giornata
Bologna 1 – 0 Torino Stadio Comunale (31.002 spett.)
Arbitro Italia Menegali (Roma)

Torino
12 ottobre 1975, ore 15:00 UTC+1
2ª giornata
Torino 3 – 0 Perugia Stadio Comunale (20.201 spett.)
Arbitro Italia Gussoni (Tradate)

Ascoli Piceno
19 ottobre 1975, ore 15:00 UTC+1
3ª giornata
Ascoli 1 – 1 Torino Stadio Cino e Lillo Del Duca (18.627 spett.)
Arbitro Italia Menicucci (Firenze)

Torino
2 novembre 1975, ore 14:30 UTC+1
4ª giornata
Torino 2 – 1 Inter Stadio Comunale (40.776 spett.)
Arbitro Italia Michelotti (Parma)

Genova
9 novembre 1975, ore 14:30 UTC+1
5ª giornata
Sampdoria 0 – 0 Torino Stadio Luigi Ferraris (29.152 spett.)
Arbitro Italia Schena (Foggia)

Torino
16 novembre 1975, ore 14:30 UTC+1
6ª giornata
Torino 3 – 1 Napoli Stadio Comunale (44.335 spett.)
Arbitro Italia Serafino (Roma)

Roma
30 novembre 1975, ore 14:30 UTC+1
7ª giornata
Roma 1 – 1 Torino Stadio Olimpico (53.079 spett.)
Arbitro Italia Agnolin (Bassano del Grappa)

Torino
7 dicembre 1975, ore 14:30 UTC+1
8ª giornata
Torino 2 – 0 Juventus Stadio Comunale (52.747 spett.)
Arbitro Italia Michelotti (Parma)

Milano
14 dicembre 1975, ore 14:30 UTC+1
9ª giornata
Milan 1 – 2 Torino Stadio San Siro (37.409 spett.)
Arbitro Italia Ciacci (Firenze)

Torino
21 dicembre 1975, ore 14:30 UTC+1
10ª giornata
Torino 1 – 0 Como Stadio Comunale (29.924 spett.)
Arbitro Italia Barbaresco (Cormons)

Firenze
4 gennaio 1976, ore 14:30 UTC+1
11ª giornata
Fiorentina 0 – 1 Torino Stadio Comunale (38.787 spett.)
Arbitro Italia Lattanzi (Roma)

Torino
11 gennaio 1976, ore 14:30 UTC+1
12ª giornata
Torino 2 – 1 Lazio Stadio Comunale (39.703 spett.)
Arbitro Italia Reggiani (Bologna)

Cagliari
18 gennaio 1976, ore 14:30 UTC+1
13ª giornata
Cagliari 0 – 0 Torino Stadio Sant'Elia (28.252 spett.)
Arbitro Italia Menicucci (Firenze)

Torino
25 gennaio 1976, ore 14:30 UTC+1
14ª giornata
Torino 4 – 2 Verona Stadio Comunale (30.283 spett.)
Arbitro Italia Lenardon (Siena)

Cesena
1º febbraio 1976, ore 15:00 UTC+1
15ª giornata
Cesena 1 – 1 Torino Stadio La Fiorita (18.810 spett.)
Arbitro Italia Menegali (Roma)

Girone di ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Torino
8 febbraio 1976, ore 15:00 UTC+1
16ª giornata
Torino 3 – 1 Bologna Stadio Comunale (34.622 spett.)
Arbitro Italia Agnolin (Bassano del Grappa)

Perugia
15 febbraio 1976, ore 15:00 UTC+1
17ª giornata
Perugia 2 – 1 Torino Stadio Comunale di Pian di Massiano (25.371 spett.)
Arbitro Italia Michelotti (Parma)

Torino
22 febbraio 1976, ore 15:00 UTC+1
18ª giornata
Torino 3 – 1 Ascoli Stadio Comunale (29.935 spett.)
Arbitro Italia Gialluisi (Barletta)

Milano
29 febbraio 1976, ore 15:00 UTC+1
19ª giornata
Inter 1 – 0 Torino Stadio San Siro (67.154 spett.)
Arbitro Italia Ciacci (Firenze)

Torino
7 marzo 1976, ore 15:30 UTC+1
20ª giornata
Torino 2 – 0 Sampdoria Stadio Comunale (26.490 spett.)
Arbitro Italia Menegali (Roma)

Napoli
14 marzo 1976, ore 15:30 UTC+1
21ª giornata
Napoli 0 – 0 Torino Stadio San Paolo (73.889 spett.)
Arbitro Italia Casarin (Milano)

Torino
21 marzo 1976, ore 15:30 UTC+1
22ª giornata
Torino 1 – 0 Roma Stadio Comunale (30.292 spett.)
Arbitro Italia Bergamo (Livorno)

Torino
28 marzo 1976, ore 15:30 UTC+2
23ª giornata[1]
Juventus 0 – 2 Torino Stadio Comunale (66.762 spett.)
Arbitro Italia Menicucci (Firenze)

Torino
4 aprile 1976, ore 15:30 UTC+2
24ª giornata
Torino 2 – 1 Milan Stadio Comunale (49.330 spett.)
Arbitro Italia Menegali (Roma)

Como
11 aprile 1976, ore 15:30 UTC+2
25ª giornata
Como 0 – 1 Torino Stadio Giuseppe Sinigaglia (21.061 spett.)
Arbitro Italia Agnolin (Bassano del Grappa)

Torino
18 aprile 1976, ore 15:30 UTC+2
26ª giornata
Torino 4 – 3 Fiorentina Stadio Comunale (46.528 spett.)
Arbitro Italia Panzino (Catanzaro)

Roma
25 aprile 1976, ore 15:30 UTC+2
27ª giornata
Lazio 1 – 1 Torino Stadio Olimpico (42.594 spett.)
Arbitro Italia Michelotti (Parma)

Torino
2 maggio 1976, ore 16:00 UTC+2
28ª giornata
Torino 5 – 1 Cagliari Stadio Comunale (47.582 spett.)
Arbitro Italia Lazzaroni (Milano)

Verona
9 maggio 1976, ore 16:00 UTC+2
29ª giornata
Verona 0 – 0 Torino Stadio Marcantonio Bentegodi (42.659 spett.)
Arbitro Italia Gussoni (Tradate)

Torino
16 maggio 1976, ore 16:00 UTC+2
30ª giornata
Torino 1 – 1 Cesena Stadio Comunale (64.733 spett.)
Arbitro Italia Casarin (Milano)

Coppa Italia[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Coppa Italia 1975-1976.

Girone eliminatorio[modifica | modifica wikitesto]

Verona
27 agosto 1975, ore 17:00 UTC+2
1ª giornata
Verona 2 – 0 Torino Stadio Marcantonio Bentegodi
Arbitro Italia Reggiani (Bologna)

Torino
1º settembre 1975, ore 20:30 UTC+2
2ª giornata
Torino 1 – 0 Cagliari Stadio Comunale (17.000 spett.)
Arbitro Italia Vannucchi (Bologna)

Torino
14 settembre 1975, ore 16:30 UTC+2
4ª giornata
Torino 2 – 0 Novara Stadio Comunale (11.599 spett.)
Arbitro Italia Bergamo (Livorno)

Catania
21 settembre 1975, ore 17:00 UTC+2
5ª giornata
Catania 1 – 4 Torino Stadio Cibali
Arbitro Italia Casarin (Milano)

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche di squadra[modifica | modifica wikitesto]

Competizione Punti In casa In trasferta Totale DR
G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs
Scudetto.svg Serie A 45 15 14 1 0 38 13 15 4 8 3 11 9 30 18 9 3 49 22 +27
Coccarda Coppa Italia.svg Coppa Italia - 2 2 0 0 3 0 2 1 0 1 4 3 4 3 0 1 7 3 +4
Totale . 17 16 1 0 41 13 17 5 8 4 15 12 34 21 9 4 56 23 +33

Statistiche dei giocatori[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore Serie A Coppa Italia Totale
Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni
Bacchin, R. R. Bacchin 10??0000100+0+
Caporale, V. V. Caporale 280??00002800+0+
Castellini, L. L. Castellini 29-21??4-3??33-24??
Cazzaniga, R. R. Cazzaniga 3-1??0-0003-10+0+
Garritano, S. S. Garritano 51??20??71??
Gorin, F. F. Gorin 121??30??151??
Graziani, F. F. Graziani 2915??40??3315??
Lombardo, M. M. Lombardo 30??31??61??
Mozzini, R. R. Mozzini 290??41??331??
Pallavicini, G. G. Pallavicini 40??20??60??
Pecci, E. E. Pecci 292??41??333??
Pulici, P. P. Pulici 3021??42??3423??
Sala, C. C. Sala 291??41??332??
Sala, P. P. Sala 300??20??320??
Salvadori, R. R. Salvadori 300??30??330??
Santin, N. N. Santin 250??41??291??
Zaccarelli, R. R. Zaccarelli 284??40??324??

Giovanili[modifica | modifica wikitesto]

Piazzamenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Risultato assegnato a tavolino per decisione del Giudice Sportivo, causata dal ferimento di Luciano Castellini per lo scoppio di un petardo lanciato dalla tifoseria bianconera. La partita venne ugualmente conclusa con il punteggio di 1-2 per il Torino.