Emiliano Mascetti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Emiliano Mascetti
Emiliano Mascetti - AC Hellas Verona 1978-79.jpg
Mascetti al Verona nel 1978
Nazionalità Italia Italia
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Centrocampista
Ritirato 1980
Carriera
Giovanili
19??-19??Como
Squadre di club1
1961-1965Como71 (20)
1965-1967Pisa57 (6)
1967-1973Verona159 (18)
1973-1975Torino50 (2)
1975-1980Verona116 (19)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Emiliano Mascetti (Como, 11 marzo 1943) è un ex calciatore e dirigente sportivo italiano.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Calcisticamente nato nel Como, viene ceduto successivamente al Pisa per costruire poi una carriera di undici anni nel Verona, con cui ottiene la promozione in massima serie nella stagione 1967-68 e con cui, nel corso di undici stagioni, stabilisce il record di presenze in Serie A (232) della società scaligera;[1] per oltre tre decenni ha inoltre detenuto anche il primato di reti in massima categoria dei gialloblù, superato solo nel 2015 da Luca Toni.[2]

La lunga esperienza veneta fu intervallata da due annate nel Torino (dal 1973 al 1975, e nella fase finale della Coppa Italia 1977-78), prima di concludere la carriera agonistica nella stagione 1979-80, all'età di trentasette anni, appunto nel Verona nel frattempo retrocesso in Serie B. In carriera ha collezionato 282 presenze e 37 reti in Serie A, e 108 presenze e 8 reti in Serie B.

Dirigente[modifica | modifica wikitesto]

Una volta appesi gli scarpini al chiodo, seguono nove anni da direttore sportivo nello stesso Verona con lo storico traguardo tricolore nella stagione 1984-85, prima della proposta del presidente romanista Dino Viola. Con i giallorossi lavora per otto campionati, dal 1988 al 1996, vincendo una Coppa Italia e portando la compagine capitolina in finale di Coppa UEFA. Dal 1996 al 2002 ricopre il ruolo di direttore sportivo all'Atalanta, mentre in seguito collabora con la Sampdoria.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ I SEI ANNI CONSECUTIVI IN A, IL CASO CLERICI, LA FINE DEGLI ANNI SETTANTA, su hellasverona.it (archiviato dall'url originale il 18 ottobre 2004).
  2. ^ Luca Toni, sei il più grande di tutti!, su hellasverona.it, 26 aprile 2015.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]