Silvano Fontolan

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Silvano Fontolan
Silvano Fontolan.jpg
Fontolan al Verona nella stagione 1986-1987
Nazionalità Italia Italia
Altezza 185[1] cm
Peso 80[1] kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex difensore)
Squadra Como Como berretti
Ritirato 1989 - giocatore
Carriera
Giovanili
197?-1974 Como Como[1]
Squadre di club1
1974-1978 Como Como 115 (3)
1978-1979 Inter 13 (0)
1979-1983 Como Como 133 (4)
1983-1988 Verona Verona 143 (4)
1988-1989 Ascoli Picchio Ascoli 32 (0)
Carriera da allenatore
2002-2004 Como Como Primavera
2004 Como Como Vice
2004 Como Como
2004-2005 Como Como Vice
2006-2007 Caratese Caratese
2007-2008 Seregno Seregno
2008 Corbetta Corbetta
2009 Granata.png Folgore Verano
2013- Como Como Berretti
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Silvano Fontolan (Garbagnate Milanese, 24 febbraio 1955) è un allenatore di calcio ed ex calciatore italiano, di ruolo stopper.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Anche suo fratello minore Davide, nato a undici anni esatti di distanza, il 24 febbraio 1966, è stato un calciatore.

Ha pubblicato un libro, l'Agenda annuale di allenamento, vademecum per allenatori e sportivi in genere.[2]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Fontolan (in piedi, secondo da destra) nel Como del 1975-1976

Inizia la carriera nel Como di Beniamino Cancian, che nel 1975 ritorna dopo oltre un ventennio in Serie A. Gioca otto campionati sulle rive del lago tra il 1974 ed il 1983, con una breve parentesi nerazzurra a Milano nel 1978-1979 (13 gare). A Como somma 248 gare, tra Serie A e Serie B, realizzando anche 7 gol (3 in massima serie e 4 nel secondo livello). Dei 3 gol segnati in Serie A, 2 li inflisse alla Juventus, cui però donò anche un'autorete. All'inizio degli anni ottanta fu anche capitano dei lariani.

Terminata la lunga parentesi lombarda, passa al Verona di Osvaldo Bagnoli nell'estate 1983 e con gli scaligeri vince lo scudetto nella stagione 1984-1985, l'unico finora ottenuto dai veneti. In gialloblu resta per cinque stagioni, tutte nella massima serie, sommando 145 presenze e 4 gol, e una squalifica per doping in Coppa, nel marzo 1988.[3] Nell'estate del 1988, trentatreenne, passa all'Ascoli di Ilario Castagner, che nel prosieguo della stagione cederà il posto a Bersellini, per disputare la sua ultima stagione agonistica: 32 gare giocate dall'inizio alla fine, en plein frenato da due giornate di squalifica sommate nel corso del campionato.

Con l'Ascoli ottiene la salvezza nella stagione 1988-1989. Nel giugno del 1989 si ritira a 34 anni e dopo quattordici stagioni tra i professionisti, 287 presenze e 7 reti in Serie A e 158 presenze e 4 reti in Serie B.

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Come allenatore, è stato alla guida del Seregno, nel girone B di Eccellenza, prima di essere sostituito da Roberto Scarnecchia. In seguito si è seduto sulla panchina della Caratese. Dal 21 gennaio 2009 è sulla panchina della Folgore Verano, nel girone B di Eccellenza.

Dal 29 giugno 2012 è stato richiamato come supervisore del settore giovanile del Calcio Como, sarà affiancato dal suo ex compagno di squadra Roberto Galia. Nel gennaio 2013 assume la guida della formazione berretti[4]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Serie B: 1

Como: 1979-1980

Scudetto.svg Campionato italiano: 1

Hellas Verona: 1984-1985

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Panini, p. 29
  2. ^ Silvano Fontolan, Agenda annuale di allenamento, SEA, 2005, pp. 220, ISBN 88-900787-3-1.
  3. ^ Fontolan positivo al doping Repubblica.it, 12 marzo 1988
  4. ^ Como: Fontolan verso la panchina della Berretti, tuttolegapro.com, 11 gennaio 2013.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • AA.VV., Calciatori ‒ La raccolta completa Panini 1961-2012, Vol. 5 (1988-1989), Panini, 2012.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]