Davide Fontolan

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Davide Fontolan
Davide Fontolan Inter 1991.jpg
Fontolan nel 1991
Nazionalità Italia Italia
Altezza 182 cm
Peso 76 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Centrocampista
Ritirato 2001
Carriera
Giovanili
19??-1982 Legnano
Squadre di club1
1982-1986 Legnano 67 (8)
1986-1987 Parma 31 (6)
1987-1988 Udinese 25 (5)
1988-1990 Genoa 67 (15)
1990-1996 Inter 127 (11)
1996-2000 Bologna 82 (7)
2000-2001 Cagliari 9 (2)
Carriera da allenatore
2015-2016 Lainatese Esordienti 2016-
Lainatese Giovanissimi
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Davide Fontolan (Garbagnate Milanese, 24 febbraio 1966) è un ex calciatore italiano, di ruolo centrocampista.

Ha un figlio. Anche suo fratello maggiore Silvano è stato un calciatore professionista.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Inizia la carriera come attaccante per poi venire impiegato come centrocampista, prevalentemente sulla fascia sinistra. Nell'Inter ricoprirà anche il ruolo di terzino in alcune occasioni tra cui la finale di Coppa UEFA contro il Salisburgo.[1]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Crebbe nel Legnano, e ha giocato con Parma, Udinese, Genoa, Inter (che lo acquista per 10,5 miliardi),[2] Bologna, per poi chiudere la carriera nel Cagliari. Proprio successivamente all'acquisto da parte dell'Inter, nell'estate del 1990, durante un amichevole estiva contro il Viareggio, subisce un infortunio, rottura del crociato anteriore, che lo costringerà a stare lontano dai campi di gioco per l'intera stagione.[3] Un curioso episodio della sua carriera avviene nella stagione 1989/1990 quando militava tra le file del Genoa. Nella partita Atalanta-Genoa, dopo episodi di nervosismo del giocatore, viene espulso per "scorrettezze" nei confronti del suo compagno di squadra Ruotolo, il quale lo aveva criticato per un pallone perso. Tra i gol più rilevanti della sua carriera si possono ricordare, in ordine temporale, il gol dell'1-0 nel derby della Lanterna Genoa-Sampdoria stagione 89/90; il gol in sforbiciata dell'0-1 in Fiorentina-Inter stagione 91/92; il gol di testa in Coppa UEFA nella semifinale di andata Cagliari-Inter stagione 93/94 e infine il gol del vantaggio 0-1 nel derby della Madonnina Milan-Inter stagione 94/95.

Venne convocato nella Nazionale italiana da Arrigo Sacchi per lo stage di preparazione ai Mondiali 1994, ma non per la fase finale della competizione.

A termine della carriera dichiara, in un'intervista, il suo allontanamento dal mondo del calcio professionistico "falso e ipocrita".

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Legnano: 1982-1983
Genoa: 1988-1989

Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]

Inter: 1990-1991, 1993-1994
Bologna: 1998

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Davide Fontolan, 7 marzo 2008. URL consultato il 17 febbraio 2017.
  2. ^ Calciatori ‒ La raccolta completa Panini 1961-2012, Vol. 7 (1990-1991), Panini, 18 giugno 2012, p. 10.
  3. ^ MILANO AD HANDICAP, ricerca.repubblica.it, 21 agosto 1990. URL consultato il 17 febbraio 2017.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Massimo Perrone (a cura di), Il libro del calcio italiano 1999/2000, Roma, Il Corriere dello Sport, 1999, p. 58.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]