Giancarlo Marocchi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Giancarlo Marocchi
Giancarlo marocchi.jpg
Marocchi in Nazionale
Nazionalità Italia Italia
Altezza 179 cm
Peso 76 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Centrocampista
Ritirato 2000 - giocatore
Carriera
Giovanili
19??-19?? Bologna
Squadre di club1
1982-1988 Bologna 171 (13)
1988-1996 Juventus 213 (15)
1996-2000 Bologna 116 (5)
Nazionale
1988-1991 Italia Italia 11 (0)
Palmarès
Coppa mondiale.svg Mondiali di calcio
Bronzo Italia 1990
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 14 dicembre 2008

Giancarlo Marocchi (Imola, 4 luglio 1965) è un dirigente sportivo, commentatore televisivo ed ex calciatore italiano, di ruolo centrocampista.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Marocchi al Bologna nel 1988, alle prese con il triestino Strappa.

Muove i suoi primi passi nel Bologna, squadra che lo preleva dalle giovanili dell'Imola, sua città di origine, e con il quale esordisce, non ancora diciassettenne, in Serie B nel campionato 1982-1983. Dopo la retrocessione dei felsinei in Serie C1 diventa titolare, riconquistando la promozione fra i cadetti e disputando altre quattro stagioni in rossoblù, emergendo al contempo come uno dei punti di forza del centrocampo petroniano.[1]

Nel 1987-1988 è tra i trascinatori della squadra verso una promozione in Serie A che mancava alla società bolognese da sei anni. In seguito passa alla Juventus per 4,5 miliardi di lire,[2] club nel quale diventa subito titolare senza saltare alcuna partita del campionato 1988-1989.

Marocchi (in piedi, primo da sinistra) nella Juventus del 1989-1990

Nella sua seconda stagione a Torino, 1989-1990, conquista i suoi primi trofei grazie al double continentale composto da Coppa Italia e Coppa UEFA; a tali successi seguono un'altra Coppa UEFA nell'edizione 1992-1993, il double nazionale formato dallo scudetto – assente in casa bianconera da nove anni – e da una seconda Coppa Italia nell'annata 1994-1995, e, nell'ultima sua stagione in maglia juventina, la Champions League 1995-1996 (non prendendo tuttavia parte alla vittoriosa finale di Roma contro gli olandesi dell'Ajax).[1]

Tornato al Bologna nell'estate del 1996, disputa altri quattro campionati in maglia rossoblù, raggiungendo con la squadra emiliana la semifinale di Coppa UEFA 1998-1999; qui, nella sfida di ritorno al Dall'Ara contro i francesi dell'O. Marsiglia, riceve un'espulsione rimediando quattro turni di squalifica.[3][4] Con i felsinei chiude definitivamente la carriera nel 2000, all'età di trentacinque anni.

In diciotto stagioni da professionista ha disputato 500 partite in campionato con 33 reti; 287 con il Bologna (18 reti) e 213 con la Juventus (con 15 reti). Le presenze in Serie A sono 329 (213 con la Juventus e 116 con il Bologna) con 20 reti.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Il 22 dicembre 1988 è convocato in Nazionale dal commissario tecnico Azeglio Vicini, esordendo subito da titolare nella gara vinta per 2-0 contro la Scozia.

Marocchi (secondo da destra) assieme a De Agostini, Tacconi e Schillaci nel ritiro degli azzurri, durante il campionato del mondo 1990.

Disputa, tra il 1988 e il 1991, 11 partite in azzurro, ed è tra i convocati per il campionato del mondo 1990 organizzato in Italia; tuttavia, non scende in campo nel corso della manifestazione, chiuso da Giannini, Berti e dal più esperto Ancelotti – con questo ultimo il quale aveva riconquistato la maglia azzurra grazie alle convincenti prove fornite nel Milan, soprattutto in campo internazionale.

Marocchi esce definitivamente dal giro azzurro dopo che a Vicini subentra Arrigo Sacchi. La sua ultima partita in Nazionale risale al 13 febbraio 1991, a Terni, contro il Belgio (0-0).

Dopo il ritiro[modifica | modifica wikitesto]

Terminata l'attività agonistica, in un primo tempo abbandona il mondo del calcio per poi comunque tornarvi all'interno del Bologna dove ha rivestito più ruoli: osservatore, team manager, direttore generale e, dal 2006 fino a maggio del 2010[5], responsabile tecnico del settore giovanile.

È commentatore tecnico per Sky Sport.

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

1982-83 Bologna               B     8     -
1983-84 Bologna              C1    25     1
1984-85 Bologna               B    35     6
1985-86 Bologna               B    32     -
1986-87 Bologna               B    34     1
1987-88 Bologna               B    37     5
1988-89 Juventus              A    34     1
1989-90 Juventus              A    32     5
1990-91 Juventus              A    31     3
1991-92 Juventus              A    31     1
1992-93 Juventus              A    23     1
1993-94 Juventus              A    28     2
1994-95 Juventus              A    26     2
1995-96 Juventus              A     8     -
1996-97 Bologna               A    33     4
1997-98 Bologna               A    31     1
1998-99 Bologna               A    29     -
1999-00 Bologna               A

Cronologia presenze e reti in Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in Nazionale - Italia Italia
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
22/12/1988 Perugia Italia Italia 2 – 0 Scozia Scozia Amichevole -
29/03/1989 Sibiu Romania Romania 1 – 0 Italia Italia Amichevole - Entra al 51'
22/04/1989 Verona Italia Italia 1 – 1 Uruguay Uruguay Amichevole -
20/09/1989 Cesena Italia Italia 4 – 0 Bulgaria Bulgaria Amichevole - Esce al 68'
11/11/1989 Vicenza Italia Italia 1 – 0 Algeria Algeria Amichevole -
21/02/1990 Rotterdam Paesi Bassi Paesi Bassi 0 – 0 Italia Italia Amichevole -
31/03/1990 Basilea Svizzera Svizzera 0 – 1 Italia Italia Amichevole -
26/09/1990 Palermo Italia Italia 1 – 0 Paesi Bassi Paesi Bassi Amichevole -
17/10/1990 Budapest Ungheria Ungheria 1 – 1 Italia Italia Qual. Euro 1992 -
22/12/1990 Limassol Cipro Cipro 0 – 4 Italia Italia Qual. Euro 1992 -
13/02/1991 Terni Italia Italia 0 – 0 Belgio Belgio Amichevole -
Totale Presenze 11 Reti 0

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Bologna: 1987-1988
Juventus: 1989-1990, 1994-1995
Juventus: 1994-1995
Juventus: 1995

Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]

Juventus: 1989-1990, 1992-1993
Juventus: 1995-1996
Bologna: 1998

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere Ordine al merito della Repubblica Italiana - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere Ordine al merito della Repubblica Italiana
— Roma, 30 settembre 1991. Di iniziativa del Presidente della Repubblica.[6]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Il pallone racconta: Giancarlo MAROCCHI
  2. ^ Panini, p. 10
  3. ^ Bologna, prima la beffa e poi la rissa archiviostorico.corriere.it
  4. ^ Bologna-Marsiglia. Per la rissa squalificati 5 giocatori La stangata dell'Uefa ricerca.gelocal.it
  5. ^ Rassegna stampa - Bologna - TUTTO MERCATO WEB
  6. ^ Cavaliere Ordine al merito della Repubblica Italiana Sig. Giancarlo Marocchi, quirinale.it. URL consultato il 6 aprile 2011.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Calciatori ‒ La raccolta completa Panini 1961-2012, Vol. 5 (1988-1989), Panini, 2012.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]