Juventus Football Club 1992-1993

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

1leftarrow blue.svgVoce principale: Juventus Football Club.

Juventus Football Club
Juventus Football Club 1992-1993.jpg
Stagione 1992-1993
Allenatore Italia Giovanni Trapattoni
All. in seconda Italia Sergio Brio
Presidente Italia Vittorio Caissotti di Chiusano
Serie A 4º posto (in Coppa UEFA)
Coppa Italia Semifinale
Coppa UEFA Vincitrice
Maggiori presenze Campionato: D. Baggio, Vialli (32)[1]
Miglior marcatore Campionato: R. Baggio (21)[1]
Stadio Delle Alpi
Abbonati 37 406[2]
Media spettatori 45 868[3]¹
¹ considera le partite giocate in casa in campionato.

Questa voce raccoglie le informazioni riguardanti la Juventus Football Club nelle competizioni ufficiali della stagione 1992-1993.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

L'Avvocavo Gianni Agnelli in visita alla squadra, a colloquio con il capitano Roberto Baggio e il nuovo arrivato Moreno Torricelli, questo ultimo ritrovatosi catapultato in pochi mesi dai dilettanti alla massima serie.

La squadra, guidata dal confermato Trapattoni, si presentò ai nastri di partenza della stagione con un corposo rinnovamento della rosa. Il ricambio riguardò soprattutto il centrocampo, con l'inserimento di elementi quali il giovane Dino Baggio, al definitivo esordio in bianconero dopo l'anno in prestito all'Inter — e presto appellato come Baggio2 per non confonderlo con il suo nuovo capitano, il ben più famoso Divin Codino —, e i nazionali stranieri David Platt e Andreas Möller, e l'attacco con il promettente Fabrizio Ravanelli,[4] fattosi notare nelle serie minori, assieme a uno dei «colpi» di mercato della stagione (che tuttavia andrà incontro a un iniziale biennio in chiaroscuro sotto la Mole), Gianluca Vialli,[5] strappato per trenta miliardi di lire[6] alla Sampdoria e al suo «gemello» Mancini.

In difesa arrivarono invece in prospettiva il diciassettenne Luigi Sartor, prelevato dalle giovanili del Padova per un miliardo — all'epoca cifra-record per un giocatore minorenne[7] — e aggregato al vivaio bianconero, e nell'immediato l'ancora sconosciuto Moreno Torricelli, protagonista di una vera e propria «favola» a sfondo calcistico: falegname brianzolo e giocatore dilettante a tempo perso nella Caratese, nel 1992 impressionò il Trap durante un'amichevole primaverile[8] guadagnandosi un ingaggio in bianconero per la stagione seguente,[9] compiendo in pochi mesi un balzo dall'Interregionale alla Serie A che non lo destabilizzò, imponendosi immediatamente nell'undici titolare.

Il neoacquisto Gianluca Vialli solleva il trofeo della Coppa UEFA, la terza nella storia bianconera.

In campionato la Juventus, complice un cammino altalenante, non riuscì mai a inserirsi nella lotta per lo scudetto, che già dalle prime giornate sembrò indirizzarsi verso le casacche del Milan di Capello; nonostante le 21 reti di Roberto Baggio, superato in classifica marcatori dal solo Signori della Lazio, i bianconeri chiusero quel torneo al quarto posto, dietro ai rossoneri campioni, all'Inter e a una rampante "provinciale" quale il Parma.

Ben più esaltante si rivelò la campagna europea in Coppa UEFA, conclusasi con la terza e fin qui ultima affermazione bianconera nella manifestazione — primo club a raggiungere tale traguardo —: dopo aver superato in sequenza i ciprioti dell'Anorthosis, gli ellenici del Panathīnaïkos, i cechi del Sigma Olomouc, i lusitani del Benfica e i transalpini del Paris Saint-Germain, i piemontesi ebbero la meglio all'atto conclusivo dei tedeschi del Borussia Dortmund sconfiggendoli con un parziale aggregato di 6-1 (3-1 al Westfalenstadion,[10] e 3-0 al Delle Alpi[11]), tuttora la vittoria con il maggior scarto in una finale di Coppa UEFA giocata in partita doppia. La partecipazione alla Coppa Italia si fermò invece in maniera bruciante a un passo dalla finale dopo l'eliminazione subita in semifinale a opera degli storici rivali, i concittadini del Torino, premiati dal doppio confronto, dopo due pareggi, unicamente per la regola dei gol in trasferta.[12]

Maglie e sponsor[modifica | modifica wikitesto]

Il fornitore tecnico per la stagione 1992-1993 fu Kappa, mentre come sponsor ufficiale debuttò Danone.

Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Trasferta

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

N. Ruolo Giocatore
Italia P Angelo Peruzzi
Italia P Michelangelo Rampulla
Italia P Christian Trombini
Italia D Moreno Torricelli
Germania D Jürgen Kohler
Italia D Massimo Carrera
Italia D Marco Antonio De Marchi
Brasile D Júlio César
Italia D Alessandro Dal Canto
Italia D Luigi Sartor
Italia D Massimiliano Giacobbo
Italia D Nicola Ragagnin
Italia D Daniel Terrera
N. Ruolo Giocatore
Italia C Dino Baggio
Italia C Antonio Conte
Germania C Andreas Möller
Italia C Roberto Galia
Italia C Giancarlo Marocchi
Inghilterra C David Platt
Italia C Alessandro Ferronato
Italia A Gianluca Vialli
Italia A Paolo Di Canio
Italia A Fabrizio Ravanelli
Italia A Pierluigi Casiraghi
Italia A Roberto Baggio (capitano)
Italia A Bruno Trocini

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Serie A[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Serie A 1992-1993.

Girone di andata[modifica | modifica wikitesto]

Cagliari
6 settembre 1992
1ª giornata
Cagliari 0 – 0
referto
Juventus Stadio Sant'Elia

Torino
13 settembre 1992
2ª giornata
Juventus 4 – 1
referto
Atalanta Stadio delle Alpi

Genova
20 settembre 1992
3ª giornata
Genoa 2 – 2
referto
Juventus Stadio Luigi Ferraris

Torino
27 settembre 1992
4ª giornata
Juventus 1 – 1
referto
Roma Stadio delle Alpi

Napoli
4 ottobre 1992
5ª giornata
Napoli 2 – 3
referto
Juventus Stadio San Paolo

Torino
18 ottobre 1992
6ª giornata
Juventus 0 – 0
referto
Brescia Stadio delle Alpi

Milano
25 ottobre 1992
7ª giornata
Inter 3 – 1
referto
Juventus Stadio Giuseppe Meazza

Torino
1º novembre 1992
8ª giornata
Juventus 5 – 1
referto
Ancona Stadio delle Alpi

Torino
8 novembre 1992
9ª giornata
Juventus 5 – 1
referto
Udinese Stadio delle Alpi

Torino
22 novembre 1992
10ª giornata
Torino 1 – 2
referto
Juventus Stadio delle Alpi

Torino
29 novembre 1992
11ª giornata
Juventus 0 – 1
referto
Milan Stadio delle Alpi

Firenze
6 dicembre 1992
12ª giornata
Fiorentina 2 – 0
referto
Juventus Stadio Comunale

Foggia
13 dicembre 1992
13ª giornata
Foggia 2 – 1
referto
Juventus Stadio Pino Zaccheria

Torino
3 gennaio 1993
14ª giornata
Juventus 2 – 2
referto
Parma Stadio delle Alpi

Genova
10 gennaio 1993
15ª giornata
Sampdoria 1 – 1
referto
Juventus Stadio Luigi Ferraris

Torino
17 gennaio 1993
16ª giornata
Juventus 2 – 1
referto
Pescara Stadio delle Alpi

Roma
24 gennaio 1993
17ª giornata
Lazio 1 – 1
referto
Juventus Stadio Olimpico

Girone di ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Torino
31 gennaio 1993
18ª giornata
Juventus 2 – 1
referto
Cagliari Stadio delle Alpi

Bergamo
7 febbraio 1993
19ª giornata
Atalanta 2 – 1
referto
Juventus Stadio Comunale

Torino
14 febbraio 1993
20ª giornata
Juventus 1 – 0
referto
Genoa Stadio delle Alpi

Roma
28 febbraio 1993
21ª giornata
Roma 2 – 1
referto
Juventus Stadio Olimpico

Torino
7 marzo 1993
22ª giornata
Juventus 4 – 3
referto
Napoli Stadio delle Alpi

Brescia
14 marzo 1993
23ª giornata
Brescia 2 – 0
referto
Juventus Stadio Mario Rigamonti

Torino
21 marzo 1993
24ª giornata
Juventus 0 – 2
referto
Inter Stadio delle Alpi

Ancona
28 marzo 1993
25ª giornata
Ancona 0 – 1
referto
Juventus Stadio Del Conero

Udine
4 aprile 1993
26ª giornata
Udinese 0 – 0
referto
Juventus Stadio Friuli

Torino
10 aprile 1993
27ª giornata
Juventus 2 – 1
referto
Torino Stadio delle Alpi

Milano
18 aprile 1993
28ª giornata
Milan 1 – 3
referto
Juventus Stadio Giuseppe Meazza

Torino
25 aprile 1993
29ª giornata
Juventus 3 – 0
referto
Fiorentina Stadio delle Alpi

Torino
9 maggio 1993
30ª giornata
Juventus 4 – 2
referto
Foggia Stadio delle Alpi

Parma
16 maggio 1993
31ª giornata
Parma 2 – 1
referto
Juventus Stadio Ennio Tardini

Torino
23 maggio 1993
32ª giornata
Juventus 1 – 1
referto
Sampdoria Stadio delle Alpi

Pescara
30 maggio 1993
33ª giornata
Pescara 5 – 1
referto
Juventus Stadio Adriatico

Torino
6 giugno 1993
34ª giornata
Juventus 4 – 1
referto
Lazio Stadio delle Alpi

Coppa Italia[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Coppa Italia 1992-1993.
Torino
26 agosto 1992
Secondo turno - Andata
Juventus 4 – 0 Fidelis Andria Stadio delle Alpi

Bari
2 settembre 1992
Secondo turno - Ritorno
Fidelis Andria 1 – 1 Juventus Stadio San Nicola

Torino
7 ottobre 1992
Ottavi di finale - Andata
Juventus 1 – 0 Genoa Stadio delle Alpi

Genova
28 ottobre 1992
Ottavi di finale - Ritorno
Genoa 3 – 4 Juventus Stadio Luigi Ferraris

Torino
27 gennaio 1993
Quarti di finale - Andata
Juventus 2 – 1 Parma Stadio delle Alpi

Parma
10 febbraio 1993
Quarti di finale - Ritorno
Parma 1 – 1 Juventus Stadio Ennio Tardini

Torino
10 marzo 1993
Semifinale - Andata
Torino 1 – 1 Juventus Stadio delle Alpi

Torino
31 marzo 1993
Semifinale - Ritorno
Juventus 2 – 2 Torino Stadio delle Alpi

Coppa UEFA[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Coppa UEFA 1992-1993.
Torino
16 settembre 1992
Trentaduesimi di finale - Andata
Juventus 6 – 1 Anorthosis Stadio delle Alpi

Famagosta
29 settembre 1992
Trentaduesimi di finale - Ritorno
Anorthosis 0 – 4 Juventus Stadio Antonis Papadopoulos

Atene
20 ottobre 1992
Sedicesimi di finale - Andata
Panathīnaïkos 0 – 1 Juventus Olympiakó Stádio Spyros Louis

Torino
4 novembre 1992
Sedicesimi di finale - Ritorno
Juventus 0 – 0 Panathīnaïkos Stadio delle Alpi

Olomouc
25 novembre 1992
Ottavi di finale - Andata
Sigma Olomouc 1 – 2 Juventus Andrův stadion

Torino
10 dicembre 1992
Ottavi di finale - Ritorno
Juventus 5 – 0 Sigma Olomouc Stadio delle Alpi

Lisbona
4 marzo 1993
Quarti di finale - Andata
Benfica 2 – 1 Juventus Estádio da Luz

Torino
17 marzo 1993
Quarti di finale - Ritorno
Juventus 3 – 0 Benfica Stadio delle Alpi

Torino
6 aprile 1993
Semifinale - Andata
Juventus 2 – 1 Paris Saint-Germain Stadio delle Alpi

Parigi
22 aprile 1993
Semifinale - Ritorno
Paris Saint-Germain 0 – 1 Juventus Parco dei Principi

Dortmund
5 maggio 1993
Finale - Andata
Borussia Dortmund 1 – 3 Juventus Westfalenstadion
Arbitro Ungheria Sándor Puhl

Torino
19 maggio 1993
Finale - Ritorno
Juventus 3 – 0 Borussia Dortmund Stadio delle Alpi (circa 68 000 spett.)
Arbitro Paesi Bassi John Blankenstein

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

[13]

Statistiche di squadra[modifica | modifica wikitesto]

Competizione Punti In casa In trasferta Totale DR
G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs
Scudetto.svg Serie A 39 17 11 4 2 40 19 17 4 5 8 19 28 34 15 9 10 59 47 +12
Coccarda Coppa Italia.svg Coppa Italia 4 3 1 0 9 3 4 1 3 0 7 6 8 4 4 0 16 9 +7
Coppa UEFA 6 5 1 0 19 2 6 5 0 1 12 4 12 10 1 1 31 6 +25
Totale 27 19 6 2 68 24 27 10 8 9 38 38 54 29 14 11 106 62 +44

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Panini, 2005, Presenze e reti, p. 9
  2. ^ Spettatori ed Incassi dal 1962-63 al 2000-01 (PDF), stadiapostcards.com.
  3. ^ (EN) Attendance Statistics of Serie A - 1986-87 to 1997-98, stadiapostcards.com.
  4. ^ Juventus, la corsa allo scudetto continua, in la Repubblica, 12 giugno 1992.
  5. ^ Roberto Perrone, "Sì, ho venduto Vialli alla Juve", in Corriere della Sera, 23 maggio 1992, p. 38. (archiviato dall'url originale il 4 febbraio 2014).
  6. ^ Panini, 2012, p. 10
  7. ^ Quando diceva: «No, alla Juventus mai», tribunatreviso.gelocal.it, 21 dicembre 2011.
  8. ^ Matteo Baccellini, Torricelli: "In panchina con la grinta da falegname", gazzetta.it, 30 marzo 2009.
  9. ^ Fabio Vergnano, Si chiama Torricelli la Cenerentola del calcio, in La Stampa, 12 agosto 1992, p. 25.
  10. ^ Marco Ansaldo, Juve, l'Europa ti sorride, in La Stampa, 6 maggio 1993, p. 31.
  11. ^ Bruno Bernardi, Cin Cin Juve, in La Stampa, 20 maggio 1993, p. 27.
  12. ^ Bruno Bernardi, Il Toro carica, rimonta e va in finale, in La Stampa, 1º aprile 1993, p. 31.
  13. ^ Stagione 1992/93, myjuve.it.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • AA.VV., Calciatori 1993-94, edizione speciale per "La Gazzetta dello Sport", Modena, Franco Cosimo Panini Editore, 2005.
  • AA.VV., Calciatori ‒ La raccolta completa Panini 1961-2012, Vol. 9 (1992-1993), Modena, Panini, 2012.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]