Nicola Berti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nicola Berti
Nicola Berti.jpg
Berti all'Inter nella stagione 1991-1992
Nazionalità Italia Italia
Altezza 186[1] cm
Peso 76[1] kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Centrocampista
Ritirato 2000
Carriera
Giovanili
Parma
Squadre di club1
1982-1985 Parma 28 (0)
1985-1988 Fiorentina 80 (8)
1988-1998 Inter 229 (29)
1998-1999 Tottenham 21 (3)
1999 Alavés 8 (1)
2000 Northern Spirit Northern Spirit 8 (1)
Nazionale
1985-1988
1988-1995
Italia Italia U-21
Italia Italia
15 (3)
39 (3)
Palmarès
Transparent.png Europei di calcio Under-21
Argento 1986
Coppa mondiale.svg Mondiali di calcio
Bronzo Italia 1990
Argento Stati Uniti 1994
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 31 maggio 2008

Nicola Berti (Salsomaggiore Terme, 14 aprile 1967) è un ex calciatore italiano, di ruolo centrocampista, vice-campione del Mondo con l'Italia nel 1994.

In Italia ha giocato con Parma, Fiorentina, Inter, chiudendo la carriera in Inghilterra, Spagna, Australia.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Padre di Leonardo, nato nel 2006, e Lorenzo, nato nel 2008.[2]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Berti in azione in maglia nerazzurra

Cresciuto a Parma, dopo l'esperienza ai ducali tra Serie C1 e B, è venduto nell'estate 1985 alla Fiorentina dove l'allenatore Agroppi lo fa esordire in prima squadra: segna due reti a Inter e Juventus. Il secondo anno, sotto Bersellini, segna quattro reti e una sola nell'anno di Eriksson. Nell'estate 1988 i Pontello lo vendono all'Inter. L'Inter lo acquista per 7,2 miliardi di lire[3]. Ha vinto lo scudetto coi nerazzurri nel campionato 1988-1989. Nel campionato italiano ha ricoperto il ruolo di mediano. Nel 1994 è vicecampione del Mondo. Si è distinto nella sua carriera come anti-milanista: storiche alcune sue frasi come "meglio sconfitti che milanisti".[4]

Con la maglia dell'Inter, il 23 novembre 1988 a Monaco di Baviera[5] segna una rete al Bayern, nella gara d'andata degli ottavi di Coppa UEFA[5]. In tale occasione fa tutto da solo: anticipa un avversario dando avvio ad un'azione in contropiede in solitaria, mantiene la palla al piede correndo da area a area e seminando gli avversari, per poi scavalcare il portiere tedesco Aumann e depositare nella porta opposta il raddoppio interista, suggellando la vittoria, vanificata però due settimane più tardi dalla sconfitta 1-3 subita a San Siro al ritorno.[6] In carriera è stato afflitto da infortuni che hanno limitato il rendimento.[4] Ha vinto la Coppa UEFA con l'Inter: in finale con la Roma nel 1991 provocò il rigore e segnò il raddoppio. Nel 1994 in finale col Casino Salisburgo segna in trasferta il gol-partita, nel ritorno l'Inter vincerà 1-0.

Dopo l'esperienza in nerazzurro, stanco di stare in panchina, gioca gli ultimi scampoli di carriera in Inghilterra, Spagna, Australia ritirandosi nel 2000.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Berti, assieme a Paolo Maldini, con la maglia dell'Italia ai Mondiali 1990, in marcatura su Tomáš Skuhravý.

Dopo aver militato nell'Under-21, ha esordito in Nazionale A nel 1988, ed è rimasto nel giro azzurro fino al 1995, sotto le gestioni dei CT Azeglio Vicini e Arrigo Sacchi.

Con l'Italia ha partecipato ai Mondiali 1990, scendendo in campo quattro volte, e 1994, giocando sei gare da titolare, compresa la finale persa ai rigori col Brasile, una da subentrato.

In totale ha disputato 39 incontri con gli azzurri, realizzando 3 reti.

Dopo il ritiro[modifica | modifica wikitesto]

A novembre 2014 approda al canale Agon Channel da giudice di un talent sul calcio condotto da Simona Ventura insieme a Fabio Galante e Fulvio Collovati.

Il 4 maggio 2015, insieme ad altri giocatori ritirati o ancora in attività, partecipa al "Match for Expo" di San Siro, giocando nelle fila della squadra "Pupi" di Javier Zanetti, contrapposta alla squadra "Expo" capitanata da Andrij Shevchenko.

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia presenze e reti in Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in Nazionale - Italia Italia
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
19/10/1988 Pescara Italia Italia 2 – 1 Norvegia Norvegia Amichevole -
16/11/1988 Roma Italia Italia 1 – 0 Paesi Bassi Paesi Bassi Amichevole - Entra all'81'
22/12/1988 Perugia Italia Italia 2 – 0 Scozia Scozia Amichevole 1
22/02/1989 Pisa Italia Italia 1 – 0 Danimarca Danimarca Amichevole -
25/03/1989 Vienna Austria Austria 0 – 1 Italia Italia Amichevole 1
29/03/1989 Sibiu Romania Romania 1 – 0 Italia Italia Amichevole -
22/04/1989 Verona Italia Italia 1 – 1 Uruguay Uruguay Amichevole -
26/04/1989 Taranto Italia Italia 4 – 0 Ungheria Ungheria Amichevole 1
14/10/1989 Bologna Italia Italia 0 – 1 Brasile Brasile Amichevole -
15/11/1989 Londra Inghilterra Inghilterra 0 – 0 Italia Italia Amichevole -
21/12/1989 Cagliari Italia Italia 0 – 0 Argentina Argentina Amichevole -
14/06/1990 Roma Italia Italia 1 – 0 Stati Uniti Stati Uniti Mondiali 1990 - 1º turno -
19/06/1990 Roma Italia Italia 2 – 0 Cecoslovacchia Cecoslovacchia Mondiali 1990 - 1º turno -
25/06/1990 Roma Italia Italia 2 – 0 Uruguay Uruguay Mondiali 1990 - Ottavi - Esce al 52'
07/07/1990 Bari Italia Italia 2 – 1 Inghilterra Inghilterra Mondiali 1990 - 3-4 posto - Entra al 64'
17/10/1990 Budapest Ungheria Ungheria 1 – 1 Italia Italia Qual. Euro 1992 - Entra all'86'
22/12/1990 Limassol Cipro Cipro 0 – 4 Italia Italia Qual. Euro 1992 -
12/06/1991 Malmö Italia Italia 2 – 0 dts Danimarca Danimarca Scania Cup -
16/06/1991 Stoccolma Italia Italia 1 – 1 dts
(3-2 dcr)
URSS URSS Scania Cup -
25/09/1991 Sofia Bulgaria Bulgaria 2 – 1 Italia Italia Amichevole - Entra al 46'
13/11/1991 Genova Italia Italia 1 – 1 Norvegia Norvegia Qual. Euro 1992 - Esce al 71'
21/12/1991 Foggia Italia Italia 2 – 0 Cipro Cipro Qual. Euro 1992 -
25/03/1992 Torino Italia Italia 1 – 0 Germania Germania Amichevole - Entra al 91'
27/05/1994 Parma Italia Italia 2 – 0 Finlandia Finlandia Amichevole - Esce al 45'
03/06/1994 Roma Italia Italia 1 – 0 Svizzera Svizzera Amichevole -
11/06/1994 New Haven Italia Italia 1 – 0 Costa Rica Costa Rica Amichevole - Esce al 45'
18/06/1994 New York Italia Italia 0 – 1 Irlanda Irlanda Mondiali 1994 - 1º turno - Entra all'84'
23/06/1994 New York Italia Italia 1 – 0 Norvegia Norvegia Mondiali 1994 - 1º turno -
28/06/1994 Washington Italia Italia 1 – 1 Messico Messico Mondiali 1994 - 1º turno -
05/07/1994 Boston Nigeria Nigeria 1 – 2 dts Italia Italia Mondiali 1994 - Ottavi - Esce al 46'
09/07/1994 Boston Italia Italia 2 – 1 Spagna Spagna Mondiali 1994 - Quarti - Entra al 66'
13/07/1994 New York Italia Italia 2 – 1 Bulgaria Bulgaria Mondiali 1994 - Semifinali -
17/07/1994 Los Angeles Brasile Brasile 0 – 0 dts
(3-2 dcr)
Italia Italia Mondiali 1994 - Finale -
07/09/1994 Maribor Slovenia Slovenia 1 – 1 Italia Italia Qual. Euro 1996 - Entra al 55'
21/12/1994 Pescara Italia Italia 3 – 1 Turchia Turchia Amichevole - Entra al 70'
25/03/1995 Salerno Italia Italia 4 – 1 Estonia Estonia Qual. Euro 1996 - Entra al 70'
29/03/1995 Kiev Ucraina Ucraina 0 – 2 Italia Italia Qual. Euro 1996 -
26/04/1995 Vilnius Lituania Lituania 0 – 1 Italia Italia Qual. Euro 1996 -
21/06/1995 Zurigo Italia Italia 0 – 2 Germania Germania Centenario Fed.Svizzera - Esce al 45'
Totale Presenze (62º posto) 39 Reti 3

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Berti mentre festeggia lo scudetto con l'Inter

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Parma: 1983-1984
Inter: 1988-1989
Inter: 1989
Tottenham: 1998-1999

Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]

Inter: 1990-1991, 1993-1994

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere Ordine al merito della Repubblica Italiana - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere Ordine al merito della Repubblica Italiana
— Roma, 30 settembre 1991. Di iniziativa del Presidente della Repubblica.[7]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Calciatori ‒ La raccolta completa Panini 1961-2012, Vol. 4 (1987-1988), Panini, 28 maggio 2012, p. 35.
  2. ^ Afredo Alberico, Milan-Inter secondo Berti: "Sarà uno show, ma non decisivo", in Sky.it, 29 marzo 2011. URL consultato il 28 aprile 2013.
  3. ^ Calciatori ‒ La raccolta completa Panini 1961-2012, Vol. 5 (1988-1989), Panini, 4 giugno 2012, p. 10.
  4. ^ a b Luca Curino, Nicola Cecere, Berti saluta: bye bye Inter, in La Gazzetta dello Sport, 08 gennaio 1998, p. 10.
  5. ^ a b dalla scheda dell'incontro (Bayern Monaco - Inter FC 0-2 del 23/11/1988) sul sito Inter Emotional Site [1]
  6. ^ lechampions, L'inutile galoppata di Berti, in LECHAMPIONS.it, 15 marzo 2011.
  7. ^ Cavaliere Ordine al merito della Repubblica Italiana Sig. Nicola Berti, quirinale.it. URL consultato il 4 aprile 2011.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]