Coppa Italia 1996-1997

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Coppa Italia 1996-1997 (disambigua).
Coppa Italia 1996-1997
Competizione Coppa Italia
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione 50ª
Organizzatore Lega Calcio
Date dal 24 agosto 1996
al 29 maggio 1997
Luogo Italia Italia
Partecipanti 48
Risultati
Vincitore Vicenza
(1º titolo)
Secondo Napoli
Semi-finalisti Inter
Bologna
Statistiche
Miglior marcatore Italia Riccardo Maspero (5)
Incontri disputati 54
Giovedì 29 maggio 1997 i festeggiamenti del Vicenza per la conquista della Coppa Italia 1996-1997.png
I festeggiamenti dei biancorossi
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 1995-1996 1997-1998 Right arrow.svg

La Coppa Italia 1996-1997 è stata la 50ª edizione della manifestazione calcistica. È iniziata il 24 agosto 1996 e si è conclusa il 29 maggio 1997.

La coppa fu vinta per la prima volta dal Vicenza, che perse la finale di andata contro il Napoli per 1-0, ma ribaltò il risultato in quella di ritorno aggiudicandosi il trofeo nei tempi supplementari (3-0).

Formula[modifica | modifica wikitesto]

L'edizione prevedeva gare a eliminazione diretta per i primi tre turni, mentre quarti di finale, semifinali e finale vennero disputati su sfide di andata e ritorno.

Per il secondo e terzo turno — in coincidenza con l'entrata in tabellone delle big — fu introdotta la regola della ripetizione, sul calco della FA Cup: in caso di parità al 90' la partita veniva rigiocata, con la formazione dal ranking migliore che andava a godere del fattore campo; in caso di ulteriore pareggio anche nel replay, stavolta la sfida proseguiva con tempi supplementari ed eventuali tiri di rigore.[1] La regola non incontrò i favori e venne cancellata fin dall'edizione seguente.

Squadre[modifica | modifica wikitesto]

Ubicazione delle squadre partecipanti alla Coppa Italia 1996-1997.
Fase di ingresso: Red pog.svg primo turno; Green pog.svg secondo turno.

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Fase a eliminazione diretta[modifica | modifica wikitesto]

Primo turno[modifica | modifica wikitesto]

Squadra 1 Risultato Squadra 2
Empoli 1 - 0 Reggina
SPAL 2 - 1 Atalanta
Lecce 0 - 2[2] Genoa
Brescia 0 - 2[2] Lucchese
Como 2 - 2 (6-7 dcr) Cremonese
Castel di Sangro 0 - 2 Cesena
Gualdo 0 - 2 (dts) Torino
Pistoiese 0 - 3 Cosenza
Avellino 2 - 1 (dts) Venezia
Ascoli 1 - 2 Bari
Ancona 1 - 2 Pescara
Monza 1 - 0 Padova
Chievo 1 - 0 Salernitana
Ravenna 3 - 1 Palermo
Nocerina 0 - 0 (4-3 dcr) Piacenza
Fidelis Andria 3 - 0 Foggia
Empoli
24 agosto 1996, ore 20:30
Empoli1 – 0RegginaStadio Carlo Castellani
Arbitro:  Pin (Conegliano)

Ferrara
23 agosto 1996, ore 20:30
SPAL2 – 1AtalantaStadio Paolo Mazza
Arbitro:  Borriello (Mantova)

Lecce
24 agosto 1996, ore 20:30
Lecce0 – 2
a tavolino[3]
GenoaStadio Via del Mare
Arbitro:  Tombolini (Ancona)

Ospitaletto
24 agosto 1996, ore 18:00
Brescia0 – 2
a tavolino[4]
LuccheseStadio Comunale[5]
Arbitro:  Ercolino (Cassino)

Como
24 agosto 1996, ore 20:30
Como2 – 2
(d.t.s.)
CremoneseStadio Giuseppe Sinigaglia
Arbitro:  Dagnello (Trieste)

Chieti
24 agosto 1996, ore 20:30
Castel di Sangro0 – 2CesenaStadio Guido Angelini[5]
Arbitro:  Branzoni (Pavia)

Gualdo Tadino
24 agosto 1996, ore 20:30
Gualdo0 – 2
(d.t.s.)
TorinoStadio Carlo Angelo Luzi (2 410 spett.)
Arbitro:  Rodomonti (Teramo)

Pistoia
24 agosto 1996, ore 20:30
Pistoiese0 – 3CosenzaStadio Comunale
Arbitro:  Preschern (Mestre)

Avellino
24 agosto 1996, ore 20:30
Avellino2 – 1
(d.t.s.)
VeneziaStadio Partenio
Arbitro:  Rossi (Ciampino)

Ascoli Piceno
24 agosto 1996, ore 20:30
Ascoli1 – 2BariStadio Cino e Lillo Del Duca
Arbitro:  Bettin (Padova)

Ancona
24 agosto 1996, ore 20:30
Ancona1 – 2PescaraStadio Del Conero
Arbitro:  Bonfrisco (Monza)

Monza
24 agosto 1996, ore 20:30
Monza1 – 0PadovaStadio Brianteo
Arbitro:  Piretti (Ravenna)

Chievo
24 agosto 1996, ore 20:30
Chievo1 – 0SalernitanaStadio Marcantonio Bentegodi
Arbitro:  Sirotti (Forlì)

Ravenna
24 agosto 1996, ore 20:30
Ravenna3 – 1PalermoStadio Bruno Benelli
Arbitro:  Gambino (Barletta)

Nocera Inferiore
24 agosto 1996, ore 17:30
Nocerina0 – 0
(d.t.s.)
PiacenzaStadio San Francesco d'Assisi
Arbitro:  Nucini (Bergamo)

Barletta
24 agosto 1996, ore 20:30
Fidelis Andria3 – 0FoggiaStadio Comunale[5]
Arbitro:  Serena (Bassano del Grappa)

Secondo turno[modifica | modifica wikitesto]

Squadra 1 Risultato Squadra 2
Empoli 1 - 1 Milan
SPAL 2 - 4 Reggiana
Genoa 2 - 2 Sampdoria
Lucchese 1 - 2 L.R. Vicenza
Cremonese 2 - 1 Udinese
Cesena 3 - 1 Roma
Bologna 2 - 1 Torino
Cosenza 1 - 3 Fiorentina
Avellino 0 - 1 Lazio
Bari 1 - 1 Verona
Pescara 3 - 1 Parma
Monza 0 - 1 Napoli
Chievo 2 - 3 Cagliari
Ravenna 0 - 1 Inter
Nocerina 0 - 0 Perugia
Fidelis Andria 0 - 2 Juventus
Empoli
28 agosto 1996, ore 20:30
Empoli1 – 1MilanStadio Carlo Castellani
Arbitro:  Bazzoli (Merano)

Ferrara
28 agosto 1996, ore 20:30
SPAL2 – 4ReggianaStadio Paolo Mazza
Arbitro:  De Santis (Tivoli)

Genova
18 settembre[6] 1996, ore 20:45
Genoa2 – 2SampdoriaStadio Luigi Ferraris
Arbitro:  Trentalange (Torino)

Lucca
28 agosto 1996, ore 20:30
Lucchese1 – 2VicenzaStadio Porta Elisa
Arbitro:  Bolognino (Milano)

Cremona
28 agosto 1996, ore 20:30
Cremonese2 – 1UdineseStadio Giovanni Zini
Arbitro:  Pairetto (Nichelino)

Cesena
28 agosto 1996, ore 20:30
Cesena3 – 1RomaStadio Dino Manuzzi
Arbitro:  Cesari (Genova)

Bologna
28 agosto 1996, ore 20:30
Bologna2 – 1TorinoStadio Renato Dall'Ara
Arbitro:  Boggi (Salerno)

Cosenza
28 agosto 1996, ore 20:30
Cosenza1 – 3FiorentinaStadio San Vito
Arbitro:  Trentalange (Torino)

Avellino
28 agosto 1996, ore 20:30
Avellino0 – 1LazioStadio Partenio
Arbitro:  Ceccarini (Livorno)

Bari
28 agosto 1996, ore 20:30
Bari1 – 1VeronaStadio San Nicola
Arbitro:  Messina (Bergamo)

Pescara
28 agosto 1996, ore 20:30
Pescara3 – 1ParmaStadio Adriatico
Arbitro:  Collina (Viareggio)

Monza
28 agosto 1996, ore 20:30
Monza0 – 1NapoliStadio Brianteo
Arbitro:  Treossi (Forlì)

Verona
28 agosto 1996, ore 20:30
Chievo2 – 3CagliariStadio Marcantonio Bentegodi
Arbitro:  Farina (Novi Ligure)

Ravenna
28 agosto 1996, ore 20:30
Ravenna0 – 1InterStadio Bruno Benelli
Arbitro:  Braschi (Prato)

Nocera Inferiore
4 settembre[7] 1996, ore 17:00
Nocerina0 – 0PerugiaStadio San Francesco d'Assisi
Arbitro:  Racalbuto (Gallarate)

Barletta
28 agosto 1996, ore 20:30
Fidelis Andria0 – 2
[8]
JuventusStadio Comunale[5]
Arbitro:  Nicchi (Arezzo)

Ripetizione[modifica | modifica wikitesto]
Squadra 1 Risultato Squadra 2
Milan 2 - 0 Empoli
Sampdoria 0 - 2 Genoa
Verona 3 - 0 Bari
Perugia 1 - 2 Nocerina
Milano
1 settembre 1996, ore 16:00
Milan2 – 0EmpoliStadio Giuseppe Meazza
Arbitro:  Bettin (Padova)

Genova
2 ottobre 1996, ore 20:30
Sampdoria0 – 2GenoaStadio Luigi Ferraris
Arbitro:  Pairetto (Nichelino)

Verona
1 settembre 1996, ore 20:30
Verona3 – 0BariStadio Marcantonio Bentegodi
Arbitro:  Bolognino (Milano)

Perugia
2 ottobre 1996, ore 20:30
Perugia1 – 2NocerinaStadio Renato Curi
Arbitro:  Tombolini (Ancona)

Terzo turno[modifica | modifica wikitesto]

Squadra 1 Risultato Squadra 2
Reggiana 0 - 2 Milan
Genoa 1 - 1 Vicenza
Cesena 1 - 2 Cremonese
Bologna 3 - 1 Fiorentina
Verona 1 - 2 Lazio
Pescara 0 - 1 Napoli
Cagliari 2 - 2 Inter
Nocerina 0 - 0 Juventus
Cremona
23 ottobre 1996, ore 20:30
Reggiana0 – 2
[9]
MilanGiovanni Zini[5] (4 158 spett.)
Arbitro:  Braschi (Prato)

Genova
23 ottobre 1996, ore 20:30
Genoa1 – 1VicenzaStadio Luigi Ferraris (15 800 spett.)
Arbitro:  Messina (Bergamo)

Cesena
23 ottobre 1996, ore 20:30
Cesena1 – 2CremoneseStadio Dino Manuzzi (5 231 spett.)
Arbitro:  Stafoggia (Pesaro)

Bologna
23 ottobre 1996, ore 20:30
Bologna3 – 1FiorentinaStadio Renato Dall'Ara (14 000 spett.)
Arbitro:  Pairetto (Nichelino)

Verona
23 ottobre 1996, ore 20:30
Verona1 – 2LazioStadio Marcantonio Bentegodi (9 136 spett.)
Arbitro:  Collina (Viareggio)

Pescara
23 ottobre 1996, ore 20:30
Pescara0 – 1NapoliStadio Adriatico (14 419 spett.)
Arbitro:  Treossi (Forlì)

Cagliari
24 ottobre 1996, ore 20:45
Cagliari2 – 2InterStadio Sant'Elia (18 123 spett.)
Arbitro:  Boggi (Salerno)

Avellino
23 ottobre 1996, ore 20:30
Nocerina0 – 0
[10]
JuventusStadio Partenio[5]
Arbitro:  Bettin (Padova)

Ripetizione[modifica | modifica wikitesto]
Squadra 1 Risultato Squadra 2
Juventus 2 - 1 Nocerina
Inter 2 - 1 Cagliari
Vicenza 1 - 0 Genoa
Torino
6 novembre 1996, ore 16:00
Juventus2 – 1NocerinaStadio Delle Alpi (6 445 spett.)
Arbitro:  Bonfrisco (Monza)

Milano
6 novembre 1996, ore 20:30
Inter2 – 1CagliariStadio Giuseppe Meazza (16 180 spett.)
Arbitro:  Farina (Novi Ligure)

Vicenza
6 novembre 1996, ore 20:30
Vicenza1 – 0GenoaStadio Romeo Menti (16 840 spett.)
Arbitro:  Pellegrino (Barcellona Pozzo di Gotto)

Fase finale[modifica | modifica wikitesto]

Quarti di finale[modifica | modifica wikitesto]

Squadra 1 Totale Squadra 2 Andata Ritorno
Milan 1 - 1 Vicenza 1 - 1 0 - 0
Cremonese 2 - 5 Bologna 1 - 3 1 - 2
Juventus 1 - 4 Inter 0 - 3 1 - 1
Napoli 2 - 1 Lazio 1 - 0 1 - 1
Andata[modifica | modifica wikitesto]
Milano
12 novembre 1996, ore 20:45
Milan1 – 1VicenzaStadio Giuseppe Meazza (7 242 spett.)
Arbitro:  Boggi (Salerno)

Cremona
13 novembre 1996, ore 14:30
Cremonese1 – 3BolognaStadio Giovanni Zini (3 312 spett.)
Arbitro:  Bazzoli (Merano)

Torino
13 novembre 1996, ore 20:30
Juventus0 – 3InterStadio Delle Alpi (18 566 spett.)
Arbitro:  Cesari (Genova)

Napoli
14 novembre 1996, ore 20:45
Napoli1 – 0LazioStadio San Paolo (30 352 spett.)
Arbitro:  Trentalange (Torino)

Ritorno[modifica | modifica wikitesto]
Vicenza
27 novembre 1996, ore 20:30
Vicenza0 – 0MilanStadio Romeo Menti (20 077 spett.)
Arbitro:  Ceccarini (Livorno)

Bologna
26 novembre 1996, ore 20:45
Bologna2 – 1CremoneseStadio Renato Dall'Ara
Arbitro:  Rodomonti (Teramo)

Milano
18 dicembre 1996, ore 20:45
Inter1 – 1JuventusStadio Giuseppe Meazza (15 319 spett.)
Arbitro:  Nicchi (Arezzo)

Roma
27 novembre 1996, ore 20:30
Lazio1 – 1NapoliStadio Olimpico
Arbitro:  Collina (Viareggio)

Semifinali[modifica | modifica wikitesto]

Squadra 1 Totale Squadra 2 Andata Ritorno
Inter 2 - 2 Napoli 1 - 1 1 - 1 (3-5 dcr)
Vicenza 2 - 1 Bologna 1 - 0 1 - 1
Andata[modifica | modifica wikitesto]
Milano
29 gennaio 1997, ore 20:45
Inter1 – 1NapoliStadio Giuseppe Meazza (13 753 spett.)
Arbitro:  Treossi (Forlì)

Vicenza
6 febbraio 1997, ore 20:45
Vicenza1 – 0BolognaStadio Romeo Menti
Arbitro:  Pairetto (Nichelino)

Ritorno[modifica | modifica wikitesto]
Napoli
26 febbraio 1997, ore 20:45
Napoli1 – 1
(d.t.s.)
referto
InterStadio San Paolo (69 919 spett.)
Arbitro:  Pairetto (Nichelino)

Bologna
25 febbraio 1997, ore 20:45
Bologna1 – 1VicenzaStadio Renato Dall'Ara (17 053 spett.)
Arbitro:  Boggi (Salerno)

Finale[modifica | modifica wikitesto]

Squadra 1 Totale Squadra 2 Andata Ritorno
Napoli 1 - 3 Vicenza 1 - 0 0 - 3
Andata[modifica | modifica wikitesto]
Napoli
8 maggio 1997, ore 20:45
Napoli1 – 0VicenzaStadio San Paolo (65 932 spett.)
Arbitro:  Ceccarini (Livorno)

Ritorno[modifica | modifica wikitesto]
Vicenza
29 maggio 1997, ore 20:45
Vicenza3 – 0
(d.t.s.)
NapoliStadio Romeo Menti (19 144 spett.)
Arbitro:  Braschi (Prato)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Calcio news, in la Repubblica, 25 aprile 1996, p. 45.
  2. ^ a b A tavolino per delibera del giudice sportivo.
  3. ^ Incontro terminato sul campo 3-0 per il Lecce e poi dato vinto 2-0 a tavolino al Genoa, su delibera del giudice sportivo, per irregolarità del tesserato leccese Jonathan Bachini che doveva scontare una giornata di squalifica, in seguito alla gara di Coppa Italia Serie C tra Empoli e Juventus Stabia del 15 marzo 1996, quando il giocatore militava nella società stabiese.
  4. ^ Incontro sospeso all'83', sul punteggio di 1-1, per un guasto all'impianto elettrico e successivamente annullato per delibera del giudice sportivo che ha assegnato la vittoria 0-2 a tavolino per la Lucchese.
  5. ^ a b c d e f Campo neutro.
  6. ^ Partita inizialmente in calendario per il 27 agosto, rinviata in attesa del verdetto della Commissione Disciplinare sul ricorso (poi respinto) presentato dal Lecce per la sconfitta a tavolino contro il Genoa decretata dal giudice sportivo.
  7. ^ Partita inizialmente in calendario per il 28 agosto, rinviata in attesa dell'omologazione da parte del giudice sportivo della vittoria della Nocerina: il Piacenza, infatti, aveva presentato ricorso (poi ritirato) per la posizione del tesserato Marco De Simone che risultava nell'elenco dei giocatori con residui di squalifica emesso dalla Lega, ma che aveva già scontato il provvedimento nella Coppa Italia Serie C 1995-1996.
  8. ^ Giocata a Barletta per l'indisponibilità dello stadio Comunale di Andria.
  9. ^ Giocata a Cremona per l'inagibilità dello stadio Giglio di Reggio Emilia.
  10. ^ Giocata ad Avellino anziché allo stadio San Francesco d'Assisi di Nocera Inferiore per la maggiore capienza dell'impianto.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Arrigo Beltrami (a cura di), Almanacco illustrato del calcio 1998, Modena, Edizioni Panini, 1997, pp. 308-313.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio