Coppa Italia 2009-2010

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Coppa Italia 2009-2010
Tim Cup 2009/10
Competizione Coppa Italia
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione 63ª
Organizzatore Lega Nazionale Professionisti
Date 2 agosto 2009 - 5 maggio 2010
Luogo Italia Italia
Partecipanti 78
Risultati
Vincitore Inter
(6º titolo)
Secondo Roma
Semi-finalisti Fiorentina
Udinese
Statistiche
Miglior marcatore Francia Alain Baclet (4)
Romania Adrian Mutu (4)
Marocco Rachid Arma (4)
Incontri disputati 79
Gol segnati 210 (2,66 per incontro)
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 2008-2009 2010-2011 Right arrow.svg

La Coppa Italia 2009-2010 è stata la 63ª edizione della manifestazione. Iniziò il 2 agosto 2009 e si concluse il 5 maggio 2010 con la finale, per il terzo anno consecutivo allo Stadio Olimpico di Roma, vinta dall'Inter per 1-0 nei confronti della Roma. Il club capitolino, a differenza delle due edizioni precedenti vinte dalla stessa Roma e dalla Lazio, non riuscì a sfruttare il vantaggio del fattore campo. Si trattò complessivamente dell'ottava edizione consecutiva con una formazione romana in finale.

Per la quinta volta in sei anni la finale fu tra Roma ed Inter. Inoltre, visto che nella precedente edizione le due squadre si erano comunque affrontate nei quarti di finale (a Milano), si trattò del sesto anno consecutivo in cui giallorossi e nerazzurri si sfidarono nella coppa nazionale.

Dal momento che entrambe le finaliste della coppa si erano qualificate per la UEFA Champions League 2010-2011, questa edizione della Coppa Italia non qualificò alcuna squadra per la UEFA Europa League 2010-2011 (il posto in palio venne attribuito alla squadra giunta settima in Serie A, la Juventus).

Formula[modifica | modifica wikitesto]

La formula della manifestazione è la stessa introdotta nella precedente edizione. Vi sono dunque complessivamente 78 squadre partecipanti.

Partecipano tutte le 42 società della Lega Nazionale Professionisti (le 20 di Serie A e le 22 di Serie B). Ad esse si aggiungono 27 società selezionate dalla Lega Pro e 9 selezionate dal Comitato Interregionale della Lega Nazionale Dilettanti.

Per quanto riguarda la Lega Pro, essa ha selezionato 25 squadre di Prima Divisione e 2 di Seconda Divisione. Quelle di Prima Divisione sono il Rimini, unica retrocessa dalla Serie B (Avellino, Pisa e Treviso sono state radiate), le 17 migliori non promosse della Prima Divisione nella stagione 2008-09, le 6 neopromosse dalla Seconda Divisione, più l'Alessandria, finalista sconfitto dei playoff del Girone A della Seconda Divisione ma ripescato in Prima Divisione. Le uniche 2 società di Seconda Divisione selezionate direttamente dalla Lega Pro sono il Gela Calcio E il Prato La Lega Nazionale Dilettanti ha selezionato 9 società meglio piazzate nei rispettivi gironi della stagione 2008-2009 ma non promosse in Seconda Divisione. Tuttavia quattro di esse sono state successivamente ripescate, aumentando a 6 il numero di partecipanti di Seconda Divisione e riducendo a 5 quello delle partecipanti della Serie D.

La competizione è interamente ad eliminazione diretta. Con eccezione delle semifinali, tutti i turni si svolgono in gara unica, con eventuali tempi supplementari e calci di rigore. Le semifinali sono invece disputate con gare di andata e ritorno, col meccanismo delle coppe europee. Il sorteggio del tabellone è stato effettuato giovedì 16 luglio 2009 presso la sede della Lega Calcio a Milano[1].

Squadre partecipanti[modifica | modifica wikitesto]

Lega Calcio[modifica | modifica wikitesto]

Le 20 squadre di Serie A[modifica | modifica wikitesto]

Le 22 squadre di Serie B[modifica | modifica wikitesto]

Lega Pro[modifica | modifica wikitesto]

Le 25 squadre di Prima Divisione[modifica | modifica wikitesto]

Le 6 squadre di Seconda Divisione[modifica | modifica wikitesto]

Lega Nazionale Dilettanti[modifica | modifica wikitesto]

Le 5 squadre di Serie D[modifica | modifica wikitesto]

Calendario[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Coppa Italia 2009-2010 (turni preliminari).

Primo turno[modifica | modifica wikitesto]

Si è disputato domenica 2, lunedì 3 e mercoledì 5 agosto 2009, con la partecipazione dei soli club non appartenenti alla Lega Calcio (25 di Prima Divisione, 6 di Seconda Divisione e 5 di Serie D). Giocano in casa le 18 squadre di Prima Divisione che erano in Serie B o in Prima Divisione nella stagione precedente, mentre giocano in trasferta le 7 neopromosse o ripescate in Prima Divisione, le 6 squadre di Seconda Divisione e le 5 squadre di Serie D. L'unica eccezione è costituita dall'incontro tra lo Spezia ed il Verona, disputato in casa dei liguri per l'indisponibilità del Bentegodi di Verona. Inoltre la gara Ternana - Renate si è disputata a Pavullo nel Frignano, mentre Real Marcianise - Alessandria ha avuto luogo a Caserta.

Squadra #1 Risultato Squadra #2
Arezzo 2 - 0 Castellarano
Benevento 3 - 1 Prato
Cavese 2 - 2 (3-4 dcr) Varese
Cremonese 2 - 0 Chioggia Sottomarina
Foggia 3 - 1 Viterbese
Lumezzane 3 - 0 Fano
Novara 1 - 0 Pescina VG
Pergocrema 0 - 1 Figline
Perugia 1 - 0 Nocerina
Pro Patria 4 - 0 Gela
Ravenna 3 - 2 Giulianova
Real Marcianise 0 - 2 Alessandria
Reggiana 4 - 0 Sansepolcro
Rimini 1 - 2 (dts) Vico Equense
SPAL 2 - 1 Como
Spezia 0 - 1 (dts) Verona
Taranto 1 - 3 Cosenza
Ternana 3 - 2 Renate

Secondo turno[modifica | modifica wikitesto]

Si è disputato sabato 8, domenica 9 e lunedì 10 agosto 2009 con in lizza 40 squadre: i 22 club di Serie B e le 18 vincenti del primo turno (17 club di Prima Divisione ed uno di Seconda Divisione). Hanno giocato in casa tutte le squadre di Serie B con eccezione delle due società neopromosse dalla Prima Divisione attraverso i playoff (che hanno giocato in trasferta gli unici scontri diretti tra squadre cadette). Si sono registrate due eccezioni, quelle di AlbinoLeffe e Gallipoli che, vista l'indisponibilità dei rispettivi campi, hanno giocato fuori casa contro squadre di Prima Divisione (rispettivamente SPAL e Lumezzane). Inoltre Torino - Figline si è disputata ad Ivrea, mentre Modena - Novara si è giocata a Sassuolo.

Fase di gioco di Salernitana-Benevento
Squadra #1 Risultato Squadra #2
Ancona 1 - 0 Perugia
Ascoli 3 - 1 Crotone
Brescia 1 - 0 Ravenna
Cesena 2 - 2 (5-4 dcr) Ternana
Cittadella 2 - 0 Padova
Empoli 2 - 0 Reggiana
Frosinone 1 - 1 (5-4 dcr) Varese
Grosseto 3 - 2 Cosenza
Lecce 4 - 0 Vico Equense
Lumezzane 6 - 0 Gallipoli
Mantova 3 - 1 Pro Patria
Modena 2 - 2 (4-6 dcr) Novara
Piacenza 1 - 3 Verona
Reggina 3 - 0 Arezzo
Salernitana 1 - 0 Benevento
Sassuolo 2 - 0 Alessandria
SPAL 3 - 1 (dts) Albinoleffe
Torino 1 - 0 Figline
Triestina 1 - 0 (dts) Foggia
Vicenza 1 - 2 Cremonese

Terzo turno[modifica | modifica wikitesto]

Si è disputato venerdì 14, sabato 15 e domenica 16 agosto, con eccezione dell'incontro Siena - Grosseto, rinviato a giovedì 12 novembre 2009 per la concomitanza con il Palio dell'Assunta. In lizza 32 squadre: 12 club di Serie A che non prendono parte alle coppe europee e le 20 vincenti del secondo turno (15 formazioni di Serie B e 5 di Prima Divisione). Le 12 formazioni della massima serie hanno giocato in casa contro altrettante vincenti del secondo turno, con due eccezioni per le indisponibilità dei campi di Atalanta e Cagliari (che hanno giocato in trasferta rispettivamente contro Cesena e Triestina), mentre l'incontro Bologna - Frosinone si è disputato a Ravenna. Le rimanenti 8 squadre di serie inferiore si sono affrontate tra loro: due squadre di Serie B hanno giocato in casa contro altrettante formazioni di Prima Divisione, mentre nei due scontri diretti fra squadre cadette il fattore campo è stato predeterminato dal sorteggio.

Squadra #1 Risultato Squadra #2
Ancona 2 - 3 Lumezzane
Bari 1 - 1 (4-5 dcr) Empoli
Bologna 0 - 0 (6-7 dcr) Frosinone
Brescia 0 - 1 Reggina
Catania 1 - 0 Cremonese
Cesena 0 - 1 Atalanta
Chievo 3 - 0 Mantova
Cittadella 2 - 1 (dts) Ascoli
Livorno 2 - 0 Torino
Napoli 3 - 0 Salernitana
Palermo 4 - 2 SPAL
Parma 1 - 2 Novara
Sampdoria 6 - 2 Lecce
Sassuolo 2 - 0 Verona
Siena 2 - 0 Grosseto
Triestina 1 - 0 Cagliari

Quarto turno[modifica | modifica wikitesto]

L'ultimo turno preliminare si è disputato tra mercoledì 25, giovedì 26 novembre, martedì 1º e mercoledì 2 dicembre 2009, vedendo in lizza le 16 vincenti del terzo turno (8 squadre di Serie A, 6 di Serie B e 2 di Prima Divisione). Le squadre di Serie A hanno giocato di diritto in casa contro quelle di categoria inferiore, ma nel caso dell'unico scontro diretto tra società del massimo campionato, così come nell'unica sfida fra formazioni di Serie B, il fattore campo è stato predeterminato dal sorteggio.

Squadra #1 Risultato Squadra #2
Atalanta 0 - 1 Lumezzane
Catania 2 - 0 Empoli
Chievo 2 - 0 Frosinone
Napoli 1 - 0 Cittadella
Palermo 4 - 1 Reggina
Sampdoria 1 - 2 Livorno
Siena 0 - 2 Novara
Triestina 1 - 0 Sassuolo

Ottavi di finale[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Coppa Italia 2009-2010 (fase finale).

Entrano in lizza gli ultimi 8 club di Serie A: i 7 partecipanti alle coppe europee, fra i quali la Lazio detentrice della Coppa Italia, più la migliore classificata della Serie A 2008-09 esclusa dalle competizioni internazionali, ovvero l'Udinese. Queste otto squadre hanno giocato di diritto in casa contro le 8 vincenti del quarto turno (fra le quali erano ancora in lizza una squadra di Serie B e addirittura due di Prima Divisione). Gli incontri degli ottavi si sono disputati fra mercoledì 16 dicembre 2009, martedì 12, mercoledì 13 e giovedì 14 gennaio 2010.

Squadra #1 Risultato Squadra #2
Fiorentina 3 - 2 Chievo
Genoa 1 - 2 Catania
Inter 1 - 0 Livorno
Juventus 3 - 0 Napoli
Lazio 2 - 0 Palermo
Milan 2 - 1 Novara
Roma 3 - 1 Triestina
Udinese 2 - 0 Lumezzane

Quarti di finale[modifica | modifica wikitesto]

Si sono disputati fra mercoledì 20, martedì 26, mercoledì 27 e giovedì 28 gennaio 2010. Il fattore campo è stato determinato per sorteggio, tranne nel caso del Catania che ha giocato in trasferta in quanto unica squadra non testa di serie rimasta in lizza[2].

Squadra #1 Risultato Squadra #2
Fiorentina 3 - 2 Lazio
Inter 2 - 1 Juventus
Milan 0 - 1 Udinese
Roma 1 - 0 Catania

Semifinali[modifica | modifica wikitesto]

Anche in questa edizione le quattro vincenti dei quarti di finale si sono affrontate con gare di andata e ritorno. Le partite di andata si sono disputate mercoledì 3 e giovedì 4 febbraio, mentre gli incontri di ritorno (inizialmente previsti per la settimana successiva ma posticipati per consentire la disputa di alcuni recuperi ed anticipi del massimo campionato) hanno avuto luogo tra martedì 13 e mercoledì 21 aprile 2010.

Squadra 1   Totale   Squadra 2   Andata     Ritorno  
Inter 2 - 0 Fiorentina 1 - 0 1 - 0
Roma 2 - 1 Udinese 2 - 0 0 - 1

Finale[modifica | modifica wikitesto]

La finale si è svolta mercoledì 5 maggio 2010 in gara unica, per il terzo anno consecutivo allo Stadio Olimpico di Roma. Inter e Roma si sono affrontate in finale per la quinta volta nelle ultime 6 edizioni e comunque per la sesta stagione consecutiva nella competizione (la stagione precedente si erano affrontate nei quarti di finale). La Roma ha raggiunto la sedicesima finale (record assoluto), l'Inter la dodicesima.

Squadra #1 Risultato Squadra #2
Inter 1 - 0 Roma
Roma
5 maggio 2010, ore 20:45 CEST
Inter 1 – 0
referto
Roma Stadio Olimpico (60.000 spett.)
Arbitro Italia Nicola Rizzoli

Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Inter
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Roma

Formazioni[modifica | modifica wikitesto]

Inter (4-3-1-2)
POR 12 Brasile Júlio César
TD 13 Brasile Maicon
DC 2 Colombia Iván Córdoba Uscita al 38’ 38’
DC 23 Italia Marco Materazzi Ammonizione al 34’ 34’
TS 26 Romania Cristian Chivu Ammonizione al 45+1’ 45+1’
MED 19 Argentina Esteban Cambiasso
CEN 4 Argentina Javier Zanetti (C)
CEN 8 Italia Thiago Motta
TRQ 10 Paesi Bassi Wesley Sneijder Uscita al 4’ 4’
ATT 9 Camerun Samuel Eto'o
ATT 22 Argentina Diego Milito
A disposizione:
POR 1 Italia Francesco Toldo
CEN 5 Serbia Dejan Stanković
CEN 11 Ghana Sulley Muntari Ingresso al 90+2’ 90+2’
CEN 17 Kenya McDonald Mariga
DIF 25 Argentina Walter Samuel Ingresso al 38’ 38’ Ammonizione al 52’ 52’
ATT 27 Macedonia Goran Pandev
ATT 45 Italia Mario Balotelli Ingresso al 4’ 4’ Ammonizione al 86’ 86’ Uscita al 90+2’ 90+2’
Allenatore:
Portogallo José Mourinho
Roma (4-3-1-2)
POR 27 Brasile Júlio Sérgio
TD 29 Argentina Nicolás Burdisso Uscita al 46’ 46’ Ammonizione al 14’ 14’
DC 4 Brasile Juan
DC 5 Francia Philippe Mexès Ammonizione al 44’ 44’
TS 17 Norvegia John Arne Riise
CLD 11 Brasile Rodrigo Taddei
TRQ 20 Italia Simone Perrotta Ammonizione al 37’ 37’
CEN 7 Cile David Pizarro Uscita al 46’ 46’
CEN 16 Italia Daniele De Rossi (C)
CLS 9 Montenegro Mirko Vučinić
ATT 30 Italia Luca Toni Uscita al 63’ 63’
A disposizione
POR 1 Romania Bogdan Lobonț
ATT 10 Italia Francesco Totti Ingresso al 46’ 46’ Ammonizione al 63’ 63’ Red card.svg 87’
DIF 13 Italia Marco Motta Ingresso al 46’ 46’
ATT 19 Brasile Julio Baptista
DIF 22 Italia Max Tonetto
CEN 33 Italia Matteo Brighi
FW 94 Francia Jérémy Ménez Ingresso al 63’ 63’
Allenatore:
Italia Claudio Ranieri

Tabellone (dagli ottavi)[modifica | modifica wikitesto]

  Ottavi di finale Quarti di finale Semifinali Finale
                                 
 Inter 1  
 Livorno 0  
   Inter 2  
   Juventus 1  
 Juventus 3
 Napoli 0  
   Inter 1 1 2  
   Fiorentina 0 0 0  
 Fiorentina 3  
 Chievo 2  
   Fiorentina 3
   Lazio 2  
 Lazio 2
 Palermo 0  
   Inter 1
   Roma 0
 Roma 3  
 Triestina 1  
   Roma 1
   Catania 0  
 Genoa 1
 Catania 2  
   Roma 2 0 2
   Udinese 0 1 1  
 Milan 2  
 Novara 1  
   Milan 0
   Udinese 1  
 Udinese 2
 Lumezzane 0  

Squadra vincitrice[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Football Club Internazionale Milano 2009-2010.
600px Nero e Azzurro (Strisce)2.png
Football Club Internazionale Milano
6º titolo

Classifica marcatori[modifica | modifica wikitesto]

Gol Rigori Giocatore Squadra
4 0 Francia Alain Pierre Baclet Lecce
4 0 Romania Adrian Mutu Fiorentina
4 1 Marocco Rachid Arma SPAL
3 0 Italia Simone Bentivoglio Chievo
3 0 Italia Romano Tozzi Borsoi Ternana
3 0 Argentina Pablo Andrés González Novara
3 0 Italia Fabio Lauria Lumezzane
3 1 Italia Francesco Ripa Pro Patria
3 2 Italia Fabrizio Miccoli Palermo
3 3 Italia Francesco Lodi Empoli (2), Udinese (1)


Note[modifica | modifica wikitesto]

Diego Milito, autore del gol vittoria nella finale vinta dall'Inter
  1. ^ Comunicato Ufficiale Lega Calcio nº 4 (PDF), lega-calcio.it, 15 luglio 2009.
  2. ^ Lega Serie A (PDF), legaseriea.it.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]