Marco Giandebiaggi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Marco Giandebiaggi
Marco Giandebiaggi.jpg
Giandebiaggi alla Cremonese nel 1991
Nazionalità Italia Italia
Altezza 174 cm
Peso 70 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex centrocampista)
Ritirato 2007 - giocatore
Carriera
Giovanili
600px chequered HEX-FFDE15 White.svg Audace Parma
Squadre di club1
1986-1987 Parma 1 (0)
1987-1988 Pro Patria 23 (6)
1988-1990 Parma 41 (1)
1990-1997 Cremonese 222 (15)
1997-2000 Verona 53 (2)
2000-2002 Cosenza 33 (3)
2003 Sassuolo 8 (0)
2003-2005 Suzzara 45 (13)
2005-2007 Colorno 30 (11)
Carriera da allenatore
2007-2011ParmaGiovan. Reg.
2011-2012ColornoJunior. Reg.
2013-2016non conosciuta Piccardo & Savorè
2016- 600px Bianco e Nero (Strisce).svg San Secondo
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Marco Giandebiaggi (Parma, 1º febbraio 1969) è un allenatore di calcio ed ex calciatore italiano. Giocava nel ruolo di centrocampista. Ha militato principalmente nella Cremonese degli anni d'oro, quando i grigiorossi facevano la spola tra la Serie B e la Serie A.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Cresce nell'Audace Parma insieme a Giovanni Bia e Alessandro Melli. Successivamente passa al Parma nel 1985, per poi essere mandato a fare esperienza alla Pro Patria in Serie C2 nella stagione 1987-88, dove gioca un ottimo campionato nonostante la retrocessione della squadra, realizzando 6 reti in 23 presenze. L'anno successivo torna al Parma, che lo fa giocare tra i cadetti. Nella formazione gialloblù realizza un gol con 21 presenze, conquistando a maggio del 1990 una storica promozione in Serie A – la prima per gli emiliani dall'istituzione del girone unico.

Giandebiaggi al Parma nel 1989-1990, assieme a Melli

Nella stagione 1990-91 lo ingaggia la Cremonese, con la quale ottiene subito una nuova promozione in massima serie. Con i grigiorossi esordisce in Serie A il 1º settembre 1991 in Genoa-Cremonese (2-0). Rimane in totale per sette stagioni con la squadra lombarda, di cui quattro giocate in massima categoria; sono gli anni magici della Cremonese allenata da Luigi Simoni.

Nell'annata 1997-98 si trasferisce in cadetteria nel Verona, dove raggiunge una terza promozione in A nella stagione 1998-99. Con gli scaligeri gioca anche il successivo campionato di Serie A, in cui totalizza 13 presenze. Segue l'esperienza calabrese, ingaggiato a ottobre del 2000 dal Cosenza di Bortolo Mutti, con cui sfiora un'altra promozione, mancata nel rush finale della stagione. Con la squadra rossoblù conquista nel 2002 una difficile salvezza in B, guidato dall'allenatore Luigi De Rosa. Successivamente si trasferisce in C2 al Sassuolo. Passa poi nei dilettanti nel Suzzara, in Eccellenza, dove rimane due anni, e altrettanti ne gioca nel Colorno, in Promozione, dove chiude la carriera agonistica.

Conta 139 presenze in Serie A con 6 gol realizzati.

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver lavorato nel settore giovanile del Parma, ha allenato la formazione juniores del Colorno per poi divenire, dal 18 gennaio 2013, il tecnico della Piccardo & Savorè, squadra parmense di Terza Categoria. Con Giandebiaggi alla guida, i gialloneri ottengono nello spazio di un biennio una doppia promozione in Prima Categoria.

Dal 2016 lascia la Piccardo & Savorè per passare ad allenare il San Secondo, squadra che milita nel campionato di promozione.

Oltre ad allenare gioca nella squadra amatoriale dell'Audace Parma, società dove aveva iniziato l'attività agonistica.[1]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Verona: 1998-1999

Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]

Cremonese: 1992-1993

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]