Serie B 1992-1993

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Serie B 1992-1993
Competizione Serie B
Sport Calcio
Edizione 61ª
Organizzatore Lega Nazionale Professionisti
Date dal 6 settembre 1992
al 13 giugno 1993
Luogo Bandiera dell'Italia Italia
Partecipanti 20
Formula girone unico
Risultati
Vincitore Reggiana
(1º titolo)
Altre promozioni Cremonese
Piacenza
Lecce
Retrocessioni SPAL
Bologna
Taranto
Ternana
Statistiche
Miglior marcatore Bandiera della Germania Oliver Bierhoff (20)
La Reggiana vincitrice dell'edizione
Cronologia della competizione
1991-1992 1993-1994

La Serie B 1992-1993 è stata la 61ª edizione del secondo livello del campionato italiano di calcio a girone unico, disputata tra il 6 settembre 1992 e il 13 giugno 1993 e conclusa con la vittoria della Reggiana, al suo primo titolo.

Capocannoniere del torneo è stato Oliver Bierhoff (Ascoli) con 20 reti.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

Oliver Bierhoff dell'Ascoli, miglior marcatore con 20 reti.

Ottennero la promozione la Reggiana vincitrice del campionato, che ritrovò la massima serie dopo ben sessantaquattro anni, la Cremonese al ritorno in A dopo dodici mesi, il Piacenza, che guadagnò per la prima volta il salto in massima categoria, e il Lecce, di nuovo in A dopo due anni.

I grigiorossi partirono bene, vincendo otto delle prime nove partite; gli emiliani riuscirono a seguire, distaccati di qualche punto fino all'undicesima e dodicesima giornata, nelle quali, approfittando della sconfitta dei lombardi a Lecce prima, e del 2-2 con il Venezia allo Zini poi, si portarono ad un punto dal primo posto, effettuando il sorpasso la domenica successiva. La marcia continuò, e la formazione emiliana concluse imbattuta il girone di andata a quota 31 punti. La Cremonese continuò a perdere punti, tornando alla vittoria solo alla diciottesima giornata.

Nel girone di ritorno furono i grigiorossi a mantenere maggiore regolarità, ma le due formazioni riuscirono a conservare le prime due posizioni. Diversa situazione per il Piacenza ed il Lecce, che la spuntarono solo all'ultima giornata, dopo essersi ritrovate alla penultima a pari punti con l'Ascoli e uno di vantaggio sul Padova.

Retrocedettero invece la neopromossa SPAL dopo un testa a testa con la Fidelis Andria, il Bologna, la cui risalita fu vanificata al penultimo turno dalla sconfitta interna per opera del Lecce, il Taranto e l'altra neopromossa Ternana: queste ultime tre squadre andarono tutte incontro al fallimento, e solo i felsinei poterono continuare in Serie C1; per pugliesi e umbri ci fu il declassamento nel Campionato Nazionale Dilettanti.

Squadre partecipanti[modifica | modifica wikitesto]

Club Stagione Città Stadio Stagione precedente
Ascoli dettagli Ascoli Piceno Stadio Cino e Lillo Del Duca 18º posto in Serie A, retrocesso
Bari dettagli Bari Stadio San Nicola 15º posto in Serie A, retrocesso
Bologna dettagli Bologna Stadio Renato Dall'Ara 11º posto in Serie B
Cesena dettagli Cesena Stadio Dino Manuzzi 8º posto in Serie B
Cosenza dettagli Cosenza Stadio San Vito 5º posto in Serie B
Cremonese dettagli Cremona Stadio Giovanni Zini 17º posto in Serie A
Fidelis Andria dettagli Andria Stadio Degli Ulivi 2º posto in Serie C1/B, promossa
Lecce dettagli Lecce Stadio Via del Mare 8º posto in Serie B
Lucchese dettagli Lucca Stadio Porta Elisa 8º posto in Serie B
Modena dettagli Modena Stadio Alberto Braglia 11º posto in Serie B
Monza dettagli Monza Stadio Brianteo 2º posto in Serie C1/A, promosso
Padova dettagli Padova Stadio Silvio Appiani 11º posto in Serie B
Piacenza dettagli Piacenza Stadio Galleana 11º posto in Serie B
Pisa dettagli Pisa Stadio Arena Garibaldi 6º posto in Serie B
Reggiana dettagli Reggio Emilia Stadio comunale Mirabello 7º posto in Serie B
SPAL dettagli Ferrara Stadio Paolo Mazza 1º posto in Serie C1/A, promossa
Taranto dettagli Taranto Stadio Erasmo Iacovone 16º posto in Serie B
Ternana dettagli Terni Stadio Libero Liberati 1º posto in Serie C1/B, promossa
Venezia dettagli Venezia Stadio Pierluigi Penzo 15º posto in Serie B
Verona dettagli Verona Stadio Marcantonio Bentegodi 16º posto in Serie A, retrocesso

Allenatori e primatisti[modifica | modifica wikitesto]

Squadra Allenatore Calciatore più presente Cannoniere
Ascoli Bandiera dell'Italia Massimo Cacciatori Bandiera dell'Argentina Pedro Troglio,
Bandiera dell'Italia Pietro Zaini (38)
Bandiera della Germania Oliver Bierhoff (20)
Bari[1] Bandiera del Brasile Sebastião Lazaroni (1ª-18ª)
Bandiera dell'Italia Giuseppe Materazzi (19ª-38ª)
Bandiera dell'Italia Onofrio Barone (36) Bandiera dell'Italia Igor Protti,
Bandiera dell'Italia Sandro Tovalieri (9)
Bologna[2][3][4] Bandiera dell'Italia Eugenio Bersellini (1ª-23ª)
Bandiera dell'Italia Aldo Cerantola (24ª-32ª)
Bandiera dell'Italia Romano Fogli e Bandiera dell'Italia Francesco Janich (D.T.) (33ª-38ª)
Bandiera della Svizzera Kubilay Türkyılmaz (37) Bandiera dell'Italia Giuseppe Incocciati (10)
Cesena[5] Bandiera dell'Italia Gaetano Salvemini (1ª-24ª)
Bandiera dell'Italia Azeglio Vicini (25ª-38ª)
Bandiera dell'Italia Franco Lerda (38) Bandiera dell'Italia Franco Lerda (14)
Cosenza Bandiera dell'Italia Fausto Silipo Bandiera dell'Italia Ugo Napolitano (36) Bandiera dell'Italia Luigi Marulla (8)
Cremonese Bandiera dell'Italia Luigi Simoni Bandiera dell'Italia Luigi Turci (38) Bandiera dell'Italia Andrea Tentoni (16)
Fidelis Andria[6][7] Bandiera dell'Italia Mario Russo (1ª-7ª)
Bandiera dell'Italia Stefano Boggia (8ª)
Bandiera dell'Italia Giorgio Rumignani (9ª-38ª)
Bandiera dell'Italia Roberto Ripa (36) Bandiera dell'Italia Vittorio Insanguine (6)
Lecce Bandiera dell'Italia Bruno Bolchi Bandiera dell'Italia Paolo Benedetti,
Bandiera dell'Italia Giuseppe Gatta (38)
Bandiera dell'Italia Antonio Rizzolo (9)
Lucchese[8] Bandiera dell'Italia Corrado Orrico (1ª-20ª)
Bandiera dell'Italia Franco Scoglio (21ª-38ª)
Bandiera dell'Italia Silvio Giusti (37) Bandiera dell'Italia Massimo Rastelli (9)
Modena Bandiera dell'Italia Pierluigi Frosio Bandiera dell'Italia Giuseppe Baresi (37) Bandiera dell'Italia Fabrizio Provitali (15)
Monza Bandiera dell'Italia Giovanni Trainini Bandiera dell'Italia Massimo Brambilla (36) Bandiera dell'Italia Anselmo Robbiati (10)
Padova Bandiera dell'Italia Mauro Sandreani Bandiera dell'Italia Franco Gabrieli,
Bandiera dell'Italia Giuseppe Galderisi,
Bandiera dell'Italia Angelo Di Livio,
Bandiera dell'Italia Damiano Longhi (37)
Bandiera dell'Italia Giuseppe Galderisi (12)
Piacenza Bandiera dell'Italia Luigi Cagni Bandiera dell'Italia Antonio De Vitis,
Bandiera dell'Italia Settimio Lucci,
Bandiera dell'Italia Massimo Taibi (38)
Bandiera dell'Italia Antonio De Vitis (19)
Pisa[9] Bandiera dell'Italia Vincenzo Montefusco (1ª-22ª)
Bandiera dell'Italia Mauro Viviani (23ª-38ª)
Bandiera dell'Italia Franco Rotella (36) Bandiera dell'Italia Lorenzo Scarafoni (8)
Reggiana Bandiera dell'Italia Giuseppe Marchioro Bandiera dell'Italia Dario Morello,
Bandiera dell'Italia Michele Zanutta (38)
Bandiera dell'Italia Paolo Sacchetti (9)
SPAL[6][10] Bandiera dell'Italia Gian Cesare Discepoli e Bandiera dell'Italia Giovan Battista Fabbri (D.T.) (1ª-7ª)
Bandiera dell'Italia Rino Marchesi (8ª-29ª)
Bandiera dell'Italia Gian Cesare Discepoli e Bandiera dell'Italia Giovan Battista Fabbri (D.T.) (30ª-38ª)
Bandiera dell'Italia Giuseppe Brescia (37) Bandiera dell'Italia Marco Nappi (10)
Taranto[11] Bandiera dell'Italia Giampiero Vitali (1ª-6ª)
Bandiera dell'Italia Giuseppe Caramanno (7ª-38ª)
Bandiera dell'Italia Ciro Muro (35) Bandiera dell'Italia Ciro Muro (6)
Ternana[12][13] Bandiera dell'Italia Roberto Clagluna (1ª-8ª)
Bandiera dell'Italia Franco Liguori (9ª-19ª)
Bandiera dell'Italia Roberto Clagluna (20ª-38ª)
Bandiera dell'Italia Alessandro Bertoni (35) Bandiera dell'Italia Francesco Fiori (8)
Venezia[2][14] Bandiera dell'Italia Alberto Zaccheroni (1ª-23ª)
Bandiera dell'Italia Pietro Maroso (24ª-29ª)
Bandiera dell'Italia Alberto Zaccheroni (30ª-38ª)
Bandiera dell'Italia Enio Bonaldi,
Bandiera dell'Italia Andrea Poggi (35)
Bandiera dell'Italia Enio Bonaldi (9)
Verona Bandiera dell'Italia Edoardo Reja Bandiera dell'Italia Celeste Pin,
Bandiera dell'Italia Ezio Rossi (36)
Bandiera della Svezia Robert Prytz (6)

Classifica finale[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1. Reggiana 53 38 18 17 3 41 16 +25
2. Cremonese 51 38 19 13 6 63 35 +28
3. Piacenza 48 38 17 14 7 42 26 +16
3. Lecce 48 38 15 18 5 45 38 +7
5. Padova 47 38 17 13 8 45 35 +10
6. Ascoli 46 38 16 14 8 57 35 +22
7. Cosenza 43 38 14 15 9 37 27 +10
8. Pisa 40 38 13 14 11 25 26 -1
9. Cesena 38 38 12 14 12 37 35 +2
9. Bari 38 38 14 10 14 43 44 -1
11. Venezia 36 38 11 14 13 41 41 0
12. Verona 35 38 10 15 13 30 34 -4
13. Lucchese 33 38 6 21 11 35 38 -3
13. Monza 33 38 6 21 11 24 31 -7
13. Modena 33 38 10 13 15 34 43 -9
16. Fidelis Andria 32 38 6 20 12 27 34 -7
17. SPAL 31 38 8 15 15 30 42 -12
18. Bologna 30 38 9 12 17 38 55 -17
19. Taranto 27 38 6 15 17 30 51 -21
20. Ternana 18 38 4 10 24 25 63 -38

Legenda:

      Promossa in Serie A 1993-1994.
      Retrocessa in Serie C1 1993-1994.

Regolamento:

Due punti a vittoria, uno a pareggio, zero a sconfitta.

Squadra campione[modifica | modifica wikitesto]

Lo stesso argomento in dettaglio: Associazione Calcio Reggiana 1992-1993.
Formazione tipo Giocatori (presenze)
Bandiera dell'Italia Luca Bucci (36)
Bandiera dell'Italia Giuseppe Accardi (34)
Bandiera dell'Italia Gianluca Francesconi (31)
Bandiera dell'Italia Eugenio Sgarbossa (37)
Bandiera dell'Italia Massimiliano Corrado (29)
Bandiera dell'Italia Michele Zanutta (38)
Bandiera dell'Italia Paolo Sacchetti (38)
Bandiera dell'Italia Giuseppe Scienza (37)
Bandiera dell'Italia Marco Pacione (32)
Bandiera dell'Italia Mauro Picasso (31)
Bandiera dell'Italia Dario Morello (38)
Allenatore: Bandiera dell'Italia Giuseppe Marchioro
Altri giocatori: Davide Zannoni (28), Franco De Falco (27), Gianfranco Parlato (16), Marco Monti (13), Loris Dominissini (8), Nunzio Falco (5), Andrea Sardini (3), Gianluca Cherubini (1).

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Tabellone[modifica | modifica wikitesto]

Asc Bar Bol Ces Cos Cre FAn Lec Luc Mod Mon Pad Pia Pis Reg Spa Tar Ter Ven Ver
Ascoli –––– 1-0 5-0 3-0 1-1 3-0 0-2 3-3 1-1 3-0 1-1 3-1 3-0 1-2 0-0 0-0 2-1 4-1 1-0 0-0
Bari 1-1 –––– 2-0 0-0 1-2 1-2 3-0 0-1 3-2 2-1 1-0 1-1 2-0 1-0 0-0 0-0 3-1 3-1 0-0 1-0
Bologna 0-2 2-3 –––– 1-0 1-0 2-2 1-1 2-3 1-3 2-1 1-1 0-1 0-1 1-1 0-0 1-2 3-0 1-0 0-0 1-1
Cesena 1-2 1-0 1-0 –––– 1-0 4-1 1-0 1-1 3-1 1-0 1-0 2-0 0-1 0-1 1-1 1-1 0-2 3-2 2-2 1-0
Cosenza 1-1 2-0 2-2 1-1 –––– 0-1 3-1 0-0 1-1 1-0 2-1 0-1 0-1 2-0 0-0 3-1 2-1 1-1 2-0 2-0
Cremonese 3-1 4-0 2-2 1-0 1-1 –––– 2-1 2-0 1-1 2-0 1-1 3-0 2-0 2-0 0-0 1-0 4-2 4-0 2-2 3-0
Fidelis Andria 1-1 0-0 1-1 1-1 0-0 0-0 –––– 2-3 1-1 0-1 1-1 0-0 0-0 0-1 1-0 1-0 2-0 0-0 4-0 0-0
Lecce 1-1 2-1 3-0 1-0 0-0 2-1 0-1 –––– 2-1 0-0 1-1 1-0 1-0 2-1 0-2 1-1 1-1 2-1 1-0 2-1
Lucchese 0-0 2-3 0-0 0-0 0-0 0-0 1-1 1-1 –––– 0-1 1-1 1-1 0-0 1-1 2-1 3-1 1-0 2-0 1-2 1-0
Modena 4-1 1-2 1-0 2-1 0-0 1-2 2-2 1-1 2-2 –––– 1-1 2-0 1-2 0-0 1-1 1-0 1-0 0-0 2-0 1-1
Monza 2-1 1-0 1-2 0-0 2-0 1-3 1-1 1-1 0-0 2-0 –––– 0-0 0-0 0-0 0-0 0-1 0-0 1-0 2-1 0-0
Padova 3-2 2-1 2-4 1-1 0-0 1-1 1-0 2-1 2-1 5-2 2-1 –––– 0-0 1-0 0-0 3-2 2-0 5-0 1-0 3-2
Piacenza 2-0 2-2 3-1 1-1 1-1 3-2 0-0 4-0 0-0 3-1 1-1 0-0 –––– 3-1 1-1 1-0 2-0 2-1 3-1 1-0
Pisa 0-1 1-0 0-1 1-0 0-1 0-0 0-0 0-0 1-0 0-0 0-0 1-0 1-0 –––– 0-1 0-0 1-1 2-0 3-2 1-1
Reggiana 0-0 2-1 4-0 1-0 2-0 2-1 2-0 0-0 2-1 1-0 2-0 1-1 1-0 1-1 –––– 3-0 1-0 2-1 2-0 0-0
SPAL 1-1 0-1 1-1 0-0 2-1 0-3 1-0 1-1 1-1 2-1 0-0 0-1 0-0 0-1 1-1 –––– 1-2 3-0 2-2 2-1
Taranto 1-4 0-0 3-2 0-3 0-2 1-1 2-2 1-1 1-1 0-0 1-0 1-0 0-1 0-0 2-2 2-0 –––– 1-1 1-1 0-0
Ternana 0-2 3-1 0-2 2-2 0-1 1-2 0-0 0-1 1-0 2-0 0-0 0-1 0-2 3-0 0-1 1-1 2-2 –––– 0-3 1-1
Venezia 0-1 5-2 1-0 3-1 2-0 1-1 1-0 1-1 1-1 1-1 2-0 1-1 0-0 0-1 0-1 1-0 1-0 3-0 –––– 0-0
Verona 1-0 1-1 1-0 1-1 0-2 1-0 3-0 3-3 1-0 0-1 2-0 0-0 2-1 0-2 1-0 1-2 1-0 2-0 1-1 ––––

Calendario[modifica | modifica wikitesto]

andata (1ª) 1ª giornata ritorno (20ª)
6 set. 3-0 Ascoli-Modena 1-4 24 gen.
0-0 Bologna-Venezia 0-1
4-1 Cesena-Cremonese 0-1
1-1 Fidelis Andria-Lucchese 1-1
1-0 Monza-Bari 0-1
0-0 Padova-Cosenza 1-0
4-0 Piacenza-Lecce 0-1
0-0 Reggiana-Verona 0-1
0-0 Taranto-Pisa 1-1
1-1 Ternana-SPAL 0-3
andata (2ª) 2ª giornata ritorno (21ª)
13 set. 0-0 Bari-Reggiana 1-2 31 gen.
3-1 Cosenza-Fidelis Andria 0-0
3-0 Cremonese-Padova 1-1
2-1 Lecce-Ternana 1-0
0-0 Lucchese-Bologna 3-1
1-0 Modena-Taranto 0-0
1-0 Pisa-Piacenza 1-3
1-1 SPAL-Ascoli 0-0
3-1 Venezia-Cesena 2-2
2-0 Verona-Monza 0-0


andata (3ª) 3ª giornata ritorno (22ª)
20 set. 1-0 Ascoli-Venezia 1-0 7 feb.
1-1 Cesena-Lecce 0-1
0-1 Fidelis Andria-Pisa 0-0
0-0 Lucchese-Cosenza 1-1
5-2 Padova-Modena 0-2
2-2 Piacenza-Bari 0-2
2-0 Reggiana-Monza 0-0
0-3 SPAL-Cremonese 0-1
0-0 Taranto-Verona 0-1
0-2 Ternana-Bologna 0-1
andata (4ª) 4ª giornata ritorno (23ª)
27 set. 3-1 Bari-Taranto 0-0 21 feb.
0-2 Bologna-Ascoli 0-5
1-1 Cosenza-Ternana 1-0
2-1 Cremonese-Fidelis Andria 0-0
0-2 Lecce-Reggiana 0-0
1-0 Modena-SPAL 1-2
0-0 Monza-Padova 1-2
1-0 Pisa-Cesena 1-0
0-0 Venezia-Piacenza 1-3
1-0 Verona-Lucchese 0-1


andata (5ª) 5ª giornata ritorno (24ª)
4 ott. 3-0 Ascoli-Piacenza 0-2 28 feb.
1-0 Cesena-Modena 1-2
2-0 Cremonese-Pisa 0-0
2-3 Fidelis Andria-Lecce 1-0
2-3 Lucchese-Bari 2-3
3-2 Padova-Verona 0-0
4-0 Reggiana-Bologna 0-0
2-2 SPAL-Venezia 0-1
0-2 Taranto-Cosenza 1-2
0-0 Ternana-Monza 0-1
andata (6ª) 6ª giornata ritorno (25ª)
11 ott. 3-1 Bari-Ternana 1-3 7 mar.
1-1 Bologna-Fidelis Andria 1-1
1-1 Cosenza-Cesena 0-1
1-0 Lecce-Padova 1-2
1-1 Modena-Reggiana 0-1
1-3 Monza-Cremonese 1-1
0-0 Piacenza-Lucchese 0-0
0-0 Pisa-SPAL 1-0
1-0 Venezia-Taranto 1-1
1-0 Verona-Ascoli 0-0


andata (7ª) 7ª giornata ritorno (26ª)
18 ott. 3-1 Cesena-Lucchese 0-0 14 mar.
0-0 Cosenza-Lecce 0-0
3-0 Cremonese-Verona 0-1
1-1 Fidelis Andria-Monza 1-1
2-4 Padova-Bologna 1-0
0-0 Pisa-Modena 0-0
1-0 Reggiana-Piacenza 1-1
0-1 SPAL-Bari 0-0
1-4 Taranto-Ascoli 1-2
0-3 Ternana-Venezia 0-3
andata (8ª) 8ª giornata ritorno (27ª)
25 ott. 1-2 Ascoli-Pisa 1-0 21 mar.
0-1 Bari-Lecce 1-2
1-2 Bologna-SPAL 1-1
2-0 Lucchese-Ternana 0-1
1-2 Modena-Cremonese 0-2
0-0 Monza-Cesena 0-1
0-0 Piacenza-Padova 0-0
2-2 Taranto-Reggiana 0-1
2-0 Venezia-Cosenza 0-2
3-0 Verona-Fidelis Andria 0-0


andata (9ª) 9ª giornata ritorno (28ª)
1º nov. 1-0 Cesena-Verona 1-1 4 apr.
2-1 Cosenza-Monza 0-2
3-1 Cremonese-Ascoli 0-3
0-0 Fidelis Andria-Padova 0-1
0-0 Lecce-Modena 1-1
0-1 Pisa-Bologna 1-1
2-1 Reggiana-Lucchese 1-2
0-0 SPAL-Piacenza 0-1
2-2 Ternana-Taranto 1-1
5-2 Venezia-Bari 0-0
andata (10ª) 10ª giornata ritorno (29ª)
8 nov. 0-0 Ascoli-Reggiana 0-0 10 apr.
1-0 Bologna-Cesena 0-1
0-0 Fidelis Andria-Bari 0-3
1-2 Lucchese-Venezia 1-1
0-0 Modena-Cosenza 0-1
0-1 Monza-SPAL 0-0
1-0 Padova-Pisa 0-1
2-1 Piacenza-Ternana 2-0
1-1 Taranto-Cremonese 2-4
3-3 Verona-Lecce 1-2


andata (11ª) 11ª giornata ritorno (30ª)
15 nov. 2-0 Bari-Bologna 3-2 18 apr.
2-0 Cesena-Padova 1-1
0-0 Cosenza-Reggiana 0-2
2-1 Lecce-Cremonese 0-2
2-2 Modena-Fidelis Andria 1-0
2-0 Piacenza-Taranto 1-0
1-1 Pisa-Verona 2-0
1-1 SPAL-Lucchese 1-3
0-2 Ternana-Ascoli 1-4
2-0 Venezia-Monza 1-2
andata (12ª) 12ª giornata ritorno (31ª)
22 nov. 1-0 Ascoli-Bari 1-1 25 apr.
0-1 Bologna-Piacenza 1-3
2-2 Cremonese-Venezia 1-1
1-1 Fidelis Andria-Cesena 0-1
0-1 Lucchese-Modena 2-2
0-0 Monza-Pisa 0-0
5-0 Padova-Ternana 1-0
3-0 Reggiana-SPAL 1-1
1-1 Taranto-Lecce 1-1
0-2 Verona-Cosenza 0-2


andata (13ª) 13ª giornata ritorno (32ª)
29 nov. 0-0 Bari-Cesena 0-1 2 mag.
3-0 Bologna-Taranto 2-3
2-0 Cosenza-Pisa 1-0
1-1 Lecce-Monza 1-1
0-0 Lucchese-Ascoli 1-1
1-1 Modena-Verona 1-0
3-2 Piacenza-Cremonese 0-2
1-0 SPAL-Fidelis Andria 0-1
0-1 Ternana-Reggiana 1-2
1-1 Venezia-Padova 0-1
andata (14ª) 14ª giornata ritorno (33ª)
6 dic. 3-3 Ascoli-Lecce 1-1 9 mag.
0-1 Cesena-Piacenza 1-1
1-1 Cremonese-Cosenza 1-0
0-0 Fidelis Andria-Ternana 0-0
2-0 Monza-Modena 1-1
2-1 Padova-Bari 1-1
1-0 Pisa-Lucchese 1-1
2-0 Reggiana-Venezia 1-0
2-0 Taranto-SPAL 2-1
1-0 Verona-Bologna 1-1


andata (15ª) 15ª giornata ritorno (34ª)
13 dic. 1-1 Ascoli-Cosenza 1-1 16 mag.
1-0 Bari-Verona 1-1
2-2 Bologna-Cremonese 2-2
2-1 Lecce-Pisa 0-0
1-0 Lucchese-Taranto 1-1
1-1 Piacenza-Monza 0-0
1-0 Reggiana-Cesena 1-1
0-1 SPAL-Padova 2-3
2-0 Ternana-Modena 0-0
1-0 Venezia-Fidelis Andria 0-4
andata (16ª) 16ª giornata ritorno (35ª)
20 dic. 1-1 Cesena-SPAL 0-0 23 mag.
2-0 Cosenza-Bari 2-1
1-1 Cremonese-Lucchese 0-0
2-0 Fidelis Andria-Taranto 2-2
1-0 Lecce-Venezia 1-1
1-0 Modena-Bologna 1-2
2-1 Monza-Ascoli 1-1
0-0 Padova-Reggiana 1-1
2-0 Pisa-Ternana 0-3
2-1 Verona-Piacenza 0-1


andata (17ª) 17ª giornata ritorno (36ª)
11 feb. 0-2 [15]Ascoli-Fidelis Andria 1-1 30 mag.
13 feb. 1-0 [15]Bari-Pisa 0-1
3 gen. 1-0 Bologna-Cosenza 2-2
1-1 Lucchese-Monza 0-0
3-1 Piacenza-Modena 2-1
2-1 Reggiana-Cremonese 0-0
1-1 SPAL-Lecce 1-1
1-0 Taranto-Padova 0-2
2-2 Ternana-Cesena 2-3
0-0 Venezia-Verona 1-1
andata (18ª) 18ª giornata ritorno (37ª)
10 gen. 1-2 Cesena-Ascoli 0-3 6 giu.
3-1 Cosenza-SPAL 1-2
4-0 Cremonese-Bari 2-1
0-0 Fidelis Andria-Piacenza 0-0
3-0 Lecce-Bologna 3-2
2-0 Modena-Venezia 1-1
0-0 Monza-Taranto 0-1
2-1 Padova-Lucchese 1-1
0-1 Pisa-Reggiana 1-1
2-0 Verona-Ternana 1-1


andata (19ª) 19ª giornata ritorno (38ª)
17 gen. 3-1 Ascoli-Padova 2-3 13 giu.
2-1 Bari-Modena 2-1
1-1 Bologna-Monza 2-1
1-1 Lucchese-Lecce 1-2
1-1 Piacenza-Cosenza 1-0
2-0 Reggiana-Fidelis Andria 0-1
2-1 SPAL-Verona 2-1
0-3 Taranto-Cesena 2-0
1-2 Ternana-Cremonese 0-4
0-1 Venezia-Pisa 2-3

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Squadre[modifica | modifica wikitesto]

Capoliste solitarie[modifica | modifica wikitesto]

————————————————————————————————————————————————————————————————————————————
CremoneseReggiana
10ª11ª12ª13ª14ª15ª16ª17ª18ª19ª20ª21ª22ª23ª24ª25ª26ª27ª28ª29ª30ª31ª32ª33ª34ª35ª36ª37ª38ª

Individuali[modifica | modifica wikitesto]

Classifica marcatori[modifica | modifica wikitesto]

Gol Rigori Giocatore Squadra
20 1 Bandiera della Germania Oliver Bierhoff Ascoli
19 6 Bandiera dell'Italia Antonio De Vitis Piacenza
16 Bandiera dell'Italia Andrea Tentoni Cremonese
15 4 Bandiera dell'Italia Fabrizio Provitali Modena
14 2 Bandiera dell'Italia Franco Lerda Cesena
14 6 Bandiera dell'Italia Roberto Paci Lucchese
12 2 Bandiera dell'Argentina Gustavo Dezotti Cremonese
12 4 Bandiera dell'Italia Giuseppe Galderisi Padova
10 Bandiera dell'Italia Dario Hübner Cesena
10 4 Bandiera dell'Italia Giuseppe Incocciati Bologna
10 1 Bandiera dell'Italia Marco Nappi SPAL
10 1 Bandiera dell'Italia Anselmo Robbiati Monza

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Materazzi, per sognare ancora la A, su ricerca.repubblica.it, repubblica.it, 12 gennaio 1993.
  2. ^ a b Deciso a Foggia il futuro del Bologna: Cerantola va al posto di Bersellini, Incocciati e Pazzagli rischiano molto, su archiviostorico.corriere.it, corriere.it, 23 febbraio 1993.
  3. ^ Deciso a Foggia il futuro del Bologna: Cerantola va al posto di Bersellini, Incocciati e Pazzagli rischiano molto, su archiviostorico.corriere.it, corriere.it, 23 febbraio 1993 (archiviato dall'url originale il 23 novembre 2015).
  4. ^ Cacciato Cerantola, il Bologna a Fogli e Janich, su archiviostorico.corriere.it, corriere.it, 4 maggio 1993.
  5. ^ Il Cesena rispolvera Vicini, su archiviostorico.corriere.it, corriere.it, 2 marzo 1993 (archiviato dall'url originale il 23 novembre 2015).
  6. ^ a b Spal e Andria, svolta: via GB Fabbri e Russo, su ricerca.repubblica.it, repubblica.it, 20 ottobre 1992.
  7. ^ L'Andria a Rumignani. Codispoti all'Atalanta, su archiviostorico.corriere.it, corriere.it, 27 ottobre 1992 (archiviato dall'url originale il 5 novembre 2015).
  8. ^ ”E' vero, sono un fallito”, su ricerca.repubblica.it, repubblica.it, 27 gennaio 1993.
  9. ^ Pisa senza allenatore: si è dimesso Montefusco, su archiviostorico.corriere.it, corriere.it, 18 febbraio 1993 (archiviato dall'url originale il 18 novembre 2015).
  10. ^ Spal, esonerato Marchesi, richiamto G.B. Fabbri, su ricerca.repubblica.it, repubblica.it, 13 aprile 1993.
  11. ^ Caramanno al Taranto, su ricerca.repubblica.it, repubblica.it, 23 dicembre 1992.
  12. ^ Liguori nuovo tecnico della Ternana, su archiviostorico.corriere.it, corriere.it, 28 ottobre 1992 (archiviato dall'url originale il 5 novembre 2015).
  13. ^ Alla Ternana calcio buffo, su ricerca.repubblica.it, repubblica.it, 20 gennaio 1993.
  14. ^ In B Zaccheroni torna a Venezia, su ricerca.repubblica.it, repubblica.it, 14 aprile 1993.
  15. ^ a b Programmata per il 3 gennaio ma rinviata per neve.
  Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio