Giuseppe Baresi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Giuseppe Baresi
Giuseppe Baresi - FC Internazionale.jpg
Beppe Baresi con l'Inter nella seconda metà degli anni '80
Nazionalità Italia Italia
Altezza 177 cm
Peso 74 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex difensore, centrocampista)
Termine carriera 1994 - giocatore
2014 - allenatore
Carriera
Giovanili
1970-1976Blu e Bianco.png San Michele Travagliato
Squadre di club1
1976-1992Inter392 (10)
1992-1994Modena73 (0)
Nazionale
1977Italia Italia U-20? (?)
1977-1980Italia Italia U-218 (1)
1979-1980Italia Italia olimpica6 (0)
1979-1986Italia Italia18 (0)
Carriera da allenatore
1997-1998InterAllievi
2008-2010InterVice
2010InterAssistente
2010-2013InterVice
2013-2014InterAssistente
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Giuseppe Baresi, noto anche con il diminutivo Beppe (Travagliato, 7 febbraio 1958), è un ex allenatore di calcio e calciatore italiano, di ruolo difensore o centrocampista.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

È fratello maggiore di Franco, ex difensore del Milan e della nazionale italiana. È inoltre padre di Regina, ex calciatrice dell'Inter femminile, e di Simone.[1]

Nel 2016 è stato opinionista a Diretta stadio su 7 Gold.[2]

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore duttile, poteva ricoprire le posizioni di difensore centrale,[3] terzino[4][5] e mediano, con una predilezione per quest'ultimo ruolo.[6]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Baresi assieme al fratello Franco nel corso di un derby della Madonnina della stagione 1979-80.

Baresi fu portato all'Inter, in giovane età, da Guido Settembrino insieme al fratello Franco (che, scartato, si accasò al Milan).[7] Con la maglia interista, di cui fu capitano[1] e ottimo «gregario»,[8] ha esordito in Serie A nel 1977 e giocato 392 gare, realizzando 10 gol. Inoltre ha disputato 73 gare nelle coppe europee, con un gol segnato, e 94 gare in Coppa Italia, con 2 reti realizzate. Con l'Inter ha vinto due campionati italiani, due Coppe Italia, una Coppa UEFA e una Supercoppa italiana.

Ha lasciato i nerazzurri nel 1992 per passare al Modena in Serie B, dove si è ritirato nel 1994, a 36 anni.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Ha esordito nella nazionale maggiore il 26 settembre 1979, in una partita contro la Svezia,[9] e in azzurro ha disputato l'Europeo 1980, il Mundialito 1980 e il Mondiale 1986. In quest'ultimo torneo, nell'ottavo di finale perso per 2-0 contro la Francia, Enzo Bearzot gli affidò la marcatura di Michel Platini: pur senza demeritare, Baresi non riuscì ad arginare il fantasista francese, che guidò i Bleus alla vittoria.[10][11] L'eliminazione dal Mondiale coincise col suo congedo dalla maglia azzurra.

Conta anche 8 presenze con una rete in Under-21 e 6 presenze nella nazionale olimpica.[9]

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Baresi nel 2009 come collaboratore tecnico dell'Inter.

Dopo l'esperienza sulla panchina della formazione Allievi dell'Inter,[12] è stato responsabile del settore giovanile del club nerazzurro dal 2001 al 2008,[12][13] ottenendo due campionati Primavera, due Coppe Italia Primavera e due Tornei di Viareggio.

Il 2 giugno 2008 diventa vice-allenatore della prima squadra, affiancando José Mourinho.[14] Nella prima stagione vince il campionato italiano e la Supercoppa italiana, mentre nella stagione successiva conquista il campionato, la Coppa Italia e la UEFA Champions League.

Con l'arrivo di Rafael Benítez e di Mauricio Pellegrino, rispettivamente come allenatore e vice-allenatore dell'Inter, Baresi diventa assistente tecnico dello spagnolo.[12] Successivamente all'esonero di Benítez e all'ingaggio di Leonardo nel dicembre 2010, Baresi torna ad essere vice-allenatore.[15] Resta vice-allenatore anche con Gian Piero Gasperini, Claudio Ranieri e Andrea Stramaccioni.[16]

Nell'estate 2013, con l'arrivo di Walter Mazzarri in panchina, torna al ruolo di assistente tecnico.[17] A novembre 2014, con l'esonero di Mazzarri e l'arrivo di Roberto Mancini sulla panchina nerazzurra, Baresi è escluso dallo staff tecnico. Un mese dopo gli viene affidato il ruolo di scout e il compito di seguire le varie Academy nerazzurre nel mondo.[18]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
1976-1977 Italia Inter A 0 0 CI 2 0 CU 0 0 - - - 2 0
1977-1978 A 28 0 CI 8 0 CU 2 0 - - - 38 0
1978-1979 A 29 3 CI 2 0 CdC 4 0 - - - 35 3
1979-1980 A 30 1 CI 6 1 CU 3 1 - - - 39 3
1980-1981 A 26 0 CI 4 0 CC 5 0 TC 0 0 35 0
1981-1982 A 28 1 CI 9 1 CU 4 0 - - - 41 2
1982-1983 A 27 0 CI 10 0 CdC 5 0 - - - 42 0
1983-1984 A 29 0 CI 2 0 CU 6 0 - - - 37 0
1984-1985 A 30 1 CI 11 0 CU 10 0 - - - 51 1
1985-1986 A 29 1 CI 7 0 CU 10 0 TE 0 0 46 1
1986-1987 A 29 1 CI 6 0 CU 8 0 - - - 43 1
1987-1988 A 29 1 CI 11 0 CU 6 0 - - - 46 1
1988-1989 A 32 0 CI 8 0 CU 5 0 - - - 45 0
1989-1990 A 17 1 CI 3 0 CC 0 0 SI 1 0 21 1
1990-1991 A 23 0 CI 2 0 CU 5 0 - - - 30 0
1991-1992 A 6 0 CI 2 0 CU 0 0 - - - 8 0
Totale Inter 392 10 93 2 73 1 1 0 559 13
1992-1993 Italia Modena B 37 0 CI 3 0 - - - - - - 40 0
1993-1994 B 36 0 CI 0 0 - - - - - - 36 0
Totale Modena 73 0 3 0 - - - - 76 0
Totale carriera 465 10 96 2 73 1 1 0 635 13

Cronologia presenze e reti in nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Italia
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
26-9-1979 Firenze Italia Italia 1 – 0 Svezia Svezia Amichevole - Ingresso al 46’ 46’
15-6-1980 Torino Italia Italia 1 – 0 Inghilterra Inghilterra Euro 1980 - 1º turno - Ingresso al 88’ 88’
18-6-1980 Roma Italia Italia 0 – 0 Belgio Belgio Euro 1980 - 1º turno - Ingresso al 35’ 35’
21-6-1980 Napoli Cecoslovacchia Cecoslovacchia 1 – 1 dts
(9 – 8 dtr)
Italia Italia Euro 1980 - Finale 3º posto - [19]
24-9-1980 Genova Italia Italia 3 – 1 Portogallo Portogallo Amichevole - Ingresso al 46’ 46’
11-10-1980 Lussemburgo Lussemburgo Lussemburgo 0 – 2 Italia Italia Qual. Mondiali 1982 -
6-1-1981 Montevideo Paesi Bassi Paesi Bassi 1 – 1 Italia Italia Mundialito -
25-2-1981 Roma Italia Italia 0 – 3 Europa Europa Amichevole - Ingresso al 42’ 42’
19-4-1981 Udine Italia Italia 0 – 0 Germania Est Germania Est Amichevole - Ingresso al 80’ 80’
2-6-1985 Città del Messico Messico Messico 1 – 1 Italia Italia Amichevole -
6-6-1985 Città del Messico Italia Italia 2 – 1 Inghilterra Inghilterra Amichevole -
25-9-1985 Lecce Italia Italia 1 – 2 Norvegia Norvegia Amichevole - Ingresso al 46’ 46’
16-11-1985 Chorzów Polonia Polonia 1 – 0 Italia Italia Amichevole -
5-2-1986 Avellino Italia Italia 1 – 2 Germania Ovest Germania Ovest Amichevole -
11-5-1986 Napoli Italia Italia 2 – 0 Cina Cina Amichevole - Ingresso al 75’ 75’
5-6-1986 Puebla Italia Italia 1 – 1 Argentina Argentina Mondiali 1986 - 1º turno - Ingresso al 87’ 87’
10-6-1986 Puebla Italia Italia 3 – 2 Corea del Sud Corea del Sud Mondiali 1986 - 1º turno - Ingresso al 68’ 68’
17-6-1986 Città del Messico Francia Francia 2 – 0 Italia Italia Mondiali 1986 - Ottavi di finale - Uscita al 46’ 46’
Totale Presenze 18 Reti 0

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Baresi alza al cielo la prima Supercoppa italiana della storia interista vinta nel 1989.

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]
Inter: 1977-1978, 1981-1982
Inter: 1979-1980, 1988-1989
Inter: 1989
Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]
Inter: 1990-1991

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

1992

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Quell’Inter al femminile targata Baresi, su goal.com, 10 settembre 2009.
  2. ^ [Che fine ha fatto?] Giuseppe "Beppe" Baresi, su calciogazzetta.it. URL consultato il 10 marzo 2018 (archiviato dall'url originale l'11 marzo 2018).
  3. ^ Transfermarkt.
  4. ^ Gianni Mura, Castagner, Baresi e una sera europea, in la Repubblica, 23 marzo 1985, p. 31.
  5. ^ Bergomi, libero per forza, in la Repubblica, 25 marzo 1990, p. 22.
  6. ^ Riccardo Signori, Beppe Baresi: "Cinquant'anni da mediano", su ilgiornale.it, 7 febbraio 2008.
  7. ^ Franco BARESI (II), su magliarossonera.it.
  8. ^ Gianni Mura, Com'è bello fare il portatore d'acqua, in la Repubblica, 26 agosto 1989, p. 3.
  9. ^ a b Convocazioni e presenze in Nazionale di Giuseppe Baresi, su FIGC.it, FIGC.
  10. ^ Gianni Mura, "L'ultimo tributo allo svincolo", in la Repubblica, 31 luglio 1986, p. 16.
  11. ^ Enrico Currò, Zidane, perché a me?, in la Repubblica, 1º luglio 1998, p. 48.
  12. ^ a b c Andrea Nocini, L'altro Baresi, su pianeta-calcio.it, 23 giugno 2011. URL consultato il 20 agosto 2012 (archiviato dall'url originale il 29 novembre 2014).
  13. ^ Allievi, Calcaterra: "Fiducia e orgoglio", su inter.it, 30 giugno 2004.
  14. ^ Nuovo allenatore: Josè Mourinho all'Inter, su inter.it, 2 giugno 2008. URL consultato il 2 giugno 2008 (archiviato dall'url originale il 5 giugno 2008).
  15. ^ Staff tecnico 2010/11, su inter.it. URL consultato il 21 luglio 2010 (archiviato dall'url originale il 20 luglio 2010).
  16. ^ Staff tecnico 2011/12, su inter.it. URL consultato il 22 settembre 2011 (archiviato dall'url originale il 24 settembre 2011).
  17. ^ Beppe Baresi svela la nuova Inter. "Non la immagino senza Moratti", su affaritaliani.it, 15 luglio 2013.
  18. ^ Riccardo Fusato, Cds conferma FCIN1908: a Baresi proposto il ruolo di scouting. Per l'Inter Femminile..., su fcinter1908.it, 12 dicembre 2014. URL consultato il 17 dicembre 2014 (archiviato dall'url originale il 17 dicembre 2014).
  19. ^ 4º posto

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]