Serie B 1976-1977

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Serie B 1976-1977
Competizione Serie B
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione 45ª
Organizzatore Lega Nazionale Professionisti
Date dal 26 settembre 1976
al 3 luglio 1977
Luogo Italia Italia
Partecipanti 20
Risultati
Vincitore L.R. Vicenza
(2º titolo)
Promozioni L.R. Vicenza
Atalanta
Pescara
Retrocessioni SPAL
Catania
Novara
Statistiche
Miglior marcatore Italia Paolo Rossi (21)
Società Sportiva Lanerossi Vicenza 1976-77.jpg
Il L.R. Vicenza vincitore del torneo
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 1975-1976 1977-1978 Right arrow.svg

Il Campionato di Serie B 1976-77 fu il quarantacinquesimo campionato di Serie B disputato in Italia.

Avvenimenti[modifica | modifica wikitesto]

Nella stagione che vede l'esordio assoluto fra i cadetti del Rimini ed il ritorno del Lecce (che nel precampionato elimina i campioni d'Italia del Torino dalla Coppa Italia) dopo quasi 30 anni di assenza, favorite ai nastri di partenza[1] appaiono l'Atalanta del giovane Pietro Fanna (classe 1958, ma già nella rosa della Nazionale Under-21) e il Cagliari, retrocesso in cadetteria a soli sei anni dallo scudetto del 1970, e che presenta in rosa Gigi Riva, che tuttavia non riuscirà a recuperare dall'infortunio subito nel febbraio 1976 in un contrasto col milanista Aldo Bet e sarà costretto al ritiro senza scendere mai in campo.

Le prime giornate del campionato vedono invece l'esplosione del giovane Paolo Rossi del L.R. Vicenza, promettente ala di scuola Juventus proveniente dal Como, che, reinventato centravanti dall'allenatore Giovan Battista Fabbri, nelle prime dieci giornate mette a segno 11 reti, comprese due triplette a Catania e Ternana[2], portando i biancorossi in testa alla classifica. Sulla scia dei veneti si pongono il Como, il Cagliari e il neopromosso Monza, mentre resta leggermente indietro l'Atalanta (6 punti dal Vicenza alla quattordicesima giornata)[3]. Alla diciassettesima tuttavia in testa si ricompatta un gruppo di quattro squadre[4], costituito oltre che da Lanerossi, Como e Monza, anche dal Pescara che totalizza sei vittorie consecutive, fra le quali spiccano un 3-0 al Cagliari e il successo di misura al Menti sul Vicenza[2]. Il quartetto procede compatto per alcune giornate, mantenendo le inseguitrici a distanza di sicurezza.

L'Atalanta seconda classificata e promossa in massima serie.

Alla venticinquesima giornata, disputata il 10 marzo 1977, avviene un episodio che risulterà decisivo per il campionato: in occasione dell'incontro fra Cagliari e Lecce, al rientro negli spogliatoi dopo la fine del primo tempo, il calciatore salentino Ruggero Cannito viene colpito dagli spalti del Sant'Elia da un'arancia, e viene portato sanguinante all'ospedale. Il fatto comporta la sconfitta a tavolino ai sardi, che avevano vinto l'incontro sul campo[2], e che, sconfitti anche la giornata successiva a Bergamo restano attardati di sei punti dalla zona promozione[5]. Nel frattempo la Ternana, in massima serie solo due stagioni prima ma finita in fondo alla graduatoria, si rilancia con un successo in extremis sul Novara, con cui condivideva l'ultima piazza[6].

Nelle giornate seguenti si assiste alla rimonta dell'Atalanta, che alla ventottesima aggancia al terzo posto Como e Pescara, allungando nelle giornate successive mentre tre sconfitte consecutive affondano il Modena al penultimo posto. Al cedimento improvviso del Como corrisponde un ritorno del Cagliari.

Alla trentaquattresima il Lanerossi, che paga un finale di stagione di Paolo Rossi con una sola rete su rigore nelle ultime 12 giornate)[2], abbandona il primo posto seguito della sconfitta con il Pescara e il successo del Monza sull'Ascoli lancia i brianzoli da soli al comando, ma la situazione resta fluida e a due giornate dal termine vede Lanerossi e Monza a 47, seguite da Atalanta, Pescara e Cagliari a 46, mentre in coda pare compromessa la situazione di Modena, Ternana e Novara.

Il Pescara, terzo in classifica e, per la prima volta nella sua storia, promosso in Serie A.

Alla penultima giornata i pareggi a reti bianche negli scontri diretti fra Monza e Cagliari, e Pescara e Atalanta, permettono al Lanerossi, vittorioso sulla Sambenedettese con una rete nel finale di Franco Cerilli, di allungare sulle rivali, col Monza al secondo posto, mentre in coda risulta decisiva la rete di Denis Mendoza con cui la Ternana supera in trasferta un Catania in caduta libera (2 punti nelle ultime 7 partite), ma a 90 minuti dal termine nessuna promozione e nessuna retrocessione sono ancora state decretate[5].

L'ultima giornata vede un ribaltamento della situazione sia in vetta che in coda: la sconfitta del Monza col Modena, ed il contemporaneo successo di Atalanta, Cagliari e Pescara preclude ai brianzoli la promozione e manda allo spareggio le altre tre formazioni, mentre il Lanerossi ottiene il punto della promozione diretta a Como (successivamente ai veneti verrà assegnato il successo a tavolino). In fondo alla classifica, oltre al Novara già retrocesso, finiscono SPAL e Catania, superate da Brescia, Ternana e Modena.

Gli spareggi per la promozione si aprono col pareggio a reti bianche fra Cagliari e Pescara, seguito dal successo per 2-1 dell'Atalanta sul Cagliari. Nell'ultima sfida, svoltasi il 3 luglio 1977 allo Stadio Renato Dall'Ara di Bologna, con l'Atalanta già promossa, il Pescara ottiene il pareggio che le vale la sua prima promozione in Serie A[2], mentre resta in cadetteria il Cagliari, che senza la sconfitta a tavolino col Lecce avrebbe centrato la promozione senza passare dagli spareggi.

Squadre partecipanti[modifica | modifica wikitesto]

Profili[modifica | modifica wikitesto]

Club Rosa Città Stadio Stagione 1975-76
Ascoli dettagli Ascoli Piceno Stadio Cino e Lillo Del Duca 14º in Serie A, retrocede
Atalanta dettagli Bergamo Stadio Comunale 9ª in Serie B
Avellino dettagli Avellino Stadio Comunale 9° in Serie B
Brescia dettagli Brescia Stadio Mario Rigamonti 5° in Serie B
Cagliari dettagli Cagliari Stadio Sant'Elia 16º in Serie A, retrocede
Catania dettagli Catania Stadio Cibali 16° in Serie B
Como dettagli Como Stadio Giuseppe Sinigaglia 15º in Serie A, retrocede
Lecce dettagli Lecce Stadio Via del Mare 1° in Serie C, girone C, promosso
L.R. Vicenza dettagli Vicenza Stadio Romeo Menti 16° in Serie B
Modena dettagli Modena Stadio Alberto Braglia 8° in Serie B
Monza dettagli Monza Stadio Gino Alfonso Sada 1° in Serie C, girone A, promosso
Novara dettagli Novara Stadio Comunale 6° in Serie B
Palermo dettagli Palermo Stadio La Favorita 9° in Serie B
Pescara dettagli Pescara Stadio Adriatico 9° in Serie B
Rimini dettagli Rimini Stadio Romeo Neri 1° in Serie C, girone B, promosso
Sambenedettese dettagli San Benedetto del Tronto Stadio Fratelli Ballarin 9° in Serie B
SPAL dettagli Ferrara Stadio Comunale 7ª in Serie B
Taranto dettagli Taranto Stadio Salinella 9° in Serie B
Ternana dettagli Terni Stadio Libero Liberati 15° in Serie B
Varese dettagli Varese Stadio Franco Ossola 4° in Serie B

Allenatori e primatisti[modifica | modifica wikitesto]

Squadra Allenatore[7] Calciatore più presente Cannoniere
Ascoli Italia Enzo Riccomini (1ª-13ª)
Italia Giovanni Mialich (14ª-21ª)
Italia Enzo Riccomini (22ª-38ª)
Italia Silvano Villa (37) Italia Silvano Villa (15)
Atalanta Italia Battista Rota Italia Gabriele Andena,
Italia Ezio Bertuzzo,
Italia Roberto Tavola (38)
Italia Ezio Bertuzzo (12)
Avellino Italia Corrado Viciani Italia Stefano Trevisanello (38) Italia Antonio Capone (9)
Brescia Italia Antonio Angelillo (1ª-20ª)
Italia Mauro Bicicli (21ª-38ª)
Italia Luigi Cagni (36) Italia Alessandro Altobelli (13)
Cagliari Italia Lauro Toneatto Italia Mario Brugnera,
Italia Roberto Quagliozzi,
Italia Mario Valeri (36)
Italia Pietro Paolo Virdis (18)
Catania Italia Carmelo Di Bella & Italia Luigi Valsecchi Italia Domenico Labrocca (37) Italia Bortolo Mutti (8)
Como Italia Osvaldo Bagnoli Italia Giorgio Garbarini (36) Italia Antonio Bonaldi (12)
L.R. Vicenza Italia Giovan Battista Fabbri Italia Ernesto Galli,
Italia Giuseppe Lelj (38)
Italia Paolo Rossi (21)
Lecce Italia Mimmo Renna Italia Gaetano Montenegro,
Italia Aldo Nardin (37)
Italia Gaetano Montenegro (13)
Modena Italia Beniamino Cancian (1ª-12ª)
Italia Umberto Pinardi (13ª-38ª)
Italia Roberto Bellinazzi (37) Italia Roberto Bellinazzi (11)
Monza Italia Alfredo Magni Italia Giuliano Terraneo (38) Italia Ugo Tosetto (15)
Novara Italia Lamberto Giorgis (1ª-26ª)
Italia Vittorino Calloni (27ª-38ª)
Italia Sergio Ferrari (36) Italia Sergio Vriz (8)
Palermo Italia Antonio De Bellis (1ª-29ª)
Italia Giuseppe Grassotti (30ª)
Italia Fernando Veneranda (31ª-38ª)
Italia Francesco Brignani,
Italia Aldo Cerantola (38)
Italia Sergio Magistrelli (7)
Pescara Italia Giancarlo Cadè Italia Roberto Galbiati,
Italia Gianfranco Motta,
Italia Massimo Piloni (38)
Italia Bruno Nobili,
Italia Andrea Prunecchi (9)
Rimini Italia Cesare Meucci (1ª-7ª)
Argentina Helenio Herrera & Italia Giorgio Perversi (8ª-13ª)
Italia Angelo Becchetti (14ª-38ª)
Italia Walter Berlini (35) Italia Giuseppe Fagni (6)
Sambenedettese Italia Eugenio Fantini (1ª-11ª)
Italia Nicola Tribuiani (12ª-38ª)
Italia Carlo Odorizzi (36) Italia Francesco Chimenti (12)
SPAL Italia Guido Capello (1ª-10ª)
Italia Giovanni Ballico (11ª-13ª)
Italia Ottavio Bugatti (14ª-20ª)
Spagna Luis Suárez (21ª-38ª)
Italia Roberto Prini (38) Italia Angelo Paina (9)
Taranto Italia Gianni Seghedoni Italia Adriano Capra,
Italia Giorgio Nardello,
Italia Ivan Romanzini (36)
Italia Erasmo Iacovone (8)
Ternana Italia Edmondo Fabbri (1ª-11ª)
Italia Cesare Maldini (12ª-24ª)
Italia Omero Andreani (25ª-38ª)
Italia Bruno Zanolla (34)
Italia Franco Pezzato (7)
Varese Italia Pietro Maroso Italia Poerio Mascella (38) Italia Ernestino Ramella (8)

Classifica finale[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1uparrow green.svg 1. L.R. Vicenza 51 38 18 15 5 47 29 +18
1uparrow green.svg 2. Atalanta[8] 49 38 19 11 8 44 26 +18
1uparrow green.svg 3. Pescara[8] 49 38 17 15 6 48 29 +19
4. Cagliari 49 38 17 15 6 45 32 +13
5. Monza 48 38 17 14 7 46 27 +19
6. Como 41 38 12 17 9 35 27 +8
7. Lecce 39 38 13 13 12 33 32 +1
8. Varese 38 38 12 14 12 41 37 +4
9. Taranto 37 38 12 13 13 32 31 +1
9. Ascoli 37 38 12 13 13 41 43 -2
9. Sambenedettese 37 38 9 19 10 27 31 -4
12. Rimini 33 38 9 15 14 25 27 -2
12. Palermo 33 38 8 17 13 29 41 -12
14. Modena 32 38 10 12 16 28 35 -7
14. Avellino 32 38 10 12 16 27 37 -10
14. Brescia 32 38 9 14 15 35 46 -11
14. Ternana 32 38 11 10 17 32 45 -13
1downarrow red.svg 18. SPAL 31 38 6 19 13 29 37 -8
1downarrow red.svg 18. Catania 31 38 6 19 13 26 44 -18
1downarrow red.svg 20. Novara 29 38 7 15 16 34 48 -14

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Tabellone[modifica | modifica wikitesto]

ASC ATA AVE BRE CAG CAT COM L.R LEC MOD MON NOV PAL PES RIM SPA SAM TAR TER VAR
Ascoli 0-0 3-1 2-1 1-1 4-2 1-1 2-1 1-0 1-0 2-0 1-0 2-0 0-0 0-0 2-2 1-0 0-0 2-0 1-0
Atalanta 2-0 1-0 2-0 2-0 3-1 1-0 2-1 3-1 1-0 1-0 4-1 1-0 2-1 2-0 1-0 0-0 2-0 2-0 2-4
Avellino 2-0 1-0 2-1 0-0 1-0 0-0 2-0 0-0 1-1 2-1 2-1 0-0 3-0 0-2 1-1 0-0 1-0 0-1 2-1
Brescia 0-0 1-2 1-1 1-2 4-1 2-2 2-3 1-0 1-0 1-1 0-2 2-0 2-1 3-0 0-0 0-0 1-0 1-1 1-4
Cagliari 3-2 3-2 2-0 4-1 1-1 0-0 1-1 0-2 2-0 1-1 1-0 1-0 2-1 1-0 0-0 1-0 2-1 3-0 3-2
Catania 1-1 1-1 1-0 1-1 1-2 2-1 0-1 0-0 1-0 0-0 3-2 1-1 0-0 0-0 0-0 0-0 1-0 0-1 2-0
Como 4-0 0-0 1-0 1-1 0-0 2-0 0-2 1-0 2-0 1-1 1-1 2-3 0-0 1-0 0-0 2-0 2-0 2-1 3-0
L.R. Vicenza 1-1 1-0 2-2 1-0 1-0 3-0 2-0 0-0 2-1 3-2 1-1 1-0 0-1 1-0 3-1 2-1 0-0 0-0 2-0
Lecce 2-1 2-0 1-1 2-0 0-0 0-0 0-0 1-1 1-0 0-0 2-1 2-2 0-1 1-1 4-1 1-0 1-0 1-0 3-2
Modena 1-0 0-1 1-0 0-0 0-0 4-2 3-0 1-1 0-0 2-1 2-1 0-0 1-0 1-0 1-0 2-2 1-1 1-1 1-0
Monza 3-2 1-1 2-0 2-0 0-0 3-0 0-0 1-1 1-0 1-0 2-0 2-0 1-0 1-0 1-0 4-0 2-1 2-0 2-1
Novara 0-0 1-0 2-1 0-0 0-0 2-1 0-1 1-2 2-1 1-1 0-0 1-1 3-3 0-0 1-0 2-1 1-1 1-2 1-1
Palermo 2-1 1-0 1-0 2-2 1-1 0-0 0-3 0-1 1-2 2-0 1-0 2-2 0-0 2-2 1-0 0-0 0-0 1-1 0-0
Pescara 2-1 0-0 3-1 2-2 3-0 0-0 0-0 2-1 2-0 2-0 2-2 1-0 3-1 1-0 3-1 1-1 1-1 3-1 1-0
Rimini 0-0 0-0 3-0 2-0 1-2 0-0 3-1 0-0 0-1 1-0 1-1 2-1 0-0 1-2 1-0 0-1 2-0 0-0 1-0
SPAL 2-1 1-1 1-0 0-1 1-1 1-1 1-1 1-1 0-0 1-1 0-1 1-1 1-1 2-4 1-1 2-0 1-0 4-0 0-0
Sambenedettese 1-1 0-0 0-0 1-0 1-1 0-0 2-0 0-0 4-1 1-0 1-1 1-0 2-1 0-0 1-1 1-1 2-1 2-0 0-0
Taranto 2-1 1-1 2-0 0-0 2-1 1-1 1-0 0-0 2-1 1-0 0-0 3-0 3-1 0-2 1-0 1-0 2-0 3-1 1-1
Ternana 3-2 3-1 1-0 0-1 1-2 1-1 0-0 2-3 2-0 1-0 1-2 0-0 2-0 0-0 0-0 0-1 2-0 1-0 1-2
Varese 3-1 0-0 0-0 2-0 2-1 3-0 0-0 1-1 1-0 2-2 2-1 3-1 0-1 0-0 1-0 0-0 1-1 0-0 2-1

Calendario[modifica | modifica wikitesto]

Andata (1ª) 1ª giornata Ritorno (20ª)
26 set. 1-1 Ascoli-Como 0-4 13 feb.
2-0 Avellino-L.R. Vicenza 2-2
0-0 Brescia-Sambenedettese 0-1
0-0 Cagliari-SPAL 1-1
0-0 Catania-Lecce 0-0
1-0 Modena-Rimini 0-1
2-0 Monza-Novara 0-0
1-1 Taranto-Atalanta 0-2
2-0 Ternana-Palermo 1-1
0-0 Varese-Pescara 0-1
Andata (2ª) 2ª giornata Ritorno (21ª)
3 ott. 1-0 Atalanta-Monza 1-1 20 feb.
2-1 Como-Ternana 0-0
2-0 L.R. Vicenza-Varese 1-1
1-1 Lecce-Avellino 0-0
1-1 Novara-Modena 1-2
0-0 Palermo-Taranto 1-3
0-0 Pescara-Catania 0-0
0-0 Rimini-Ascoli 0-0
0-1 SPAL-Brescia 0-0
1-1 Sambenedettese-Cagliari 0-1


Andata (3ª) 3ª giornata Ritorno (22ª)
10 ott. 1-0 Ascoli-Lecce 1-2 27 feb.
0-0 Avellino-Palermo 0-1
2-3 Brescia-L.R. Vicenza 0-1
1-0 Cagliari-Novara 0-0
0-0 Catania-Rimini 0-0
1-0 Modena-SPAL 1-1
1-0 Monza-Pescara 2-2
2-0 Taranto-Sambenedettese 1-2
3-1 Ternana-Atalanta 0-2
0-0 Varese-Como 0-3
Andata (4ª) 4ª giornata Ritorno (23ª)
17 ott. 2-4 Atalanta-Varese 0-0 6 mar.
2-0 Como-Taranto 0-1
3-0 L.R. Vicenza-Catania 1-0
2-0 Lecce-Brescia 0-1
2-1 Novara-Avellino 1-2
2-0 Palermo-Modena 0-0
2-1 Pescara-Ascoli 0-0
1-2 Rimini-Cagliari 0-1
4-0 SPAL-Ternana 1-0
1-1 Sambenedettese-Monza 0-4


Andata (5ª) 5ª giornata Ritorno (24ª)
24 ott. 1-0 Ascoli-Novara 0-0 13 mar.
3-0 Avellino-Pescara 1-3
1-2 Brescia-Atalanta 0-2
1-1 Cagliari-L.R. Vicenza 0-1
2-1 Catania-Como 0-2
0-0 Modena-Lecce 0-1
1-0 Monza-Rimini 1-1
1-0 Taranto-SPAL 0-1
2-0 Ternana-Sambenedettese 0-2
0-1 Varese-Palermo 0-0
Andata (6ª) 6ª giornata Ritorno (25ª)
31 ott. 1-0 Atalanta-Avellino 0-1 20 mar.
1-1 Como-Brescia 2-2
1-1 L.R. Vicenza-Ascoli 1-2
0-0 Lecce-Cagliari 2-0
1-1 Novara-Taranto 0-3
0-0 Palermo-Catania 1-1
2-0 Pescara-Modena 0-1
0-0 Rimini-Ternana 0-0
0-1 SPAL-Monza 0-1
0-0 Sambenedettese-Varese 1-1


Andata (7ª) 7ª giornata Ritorno (26ª)
7 nov. 2-0 Ascoli-Palermo 1-2 27 mar.
1-1 Avellino-SPAL 0-1
2-1 Brescia-Pescara 2-2
3-2 Cagliari-Atalanta 0-2
0-0 Catania-Sambenedettese 0-0
1-1 Modena-L.R. Vicenza 1-2
0-0 Monza-Como 1-1
2-1 Taranto-Lecce 0-1
0-0 Ternana-Novara 2-1
1-0 Varese-Rimini 0-1
Andata (8ª) 8ª giornata Ritorno (27ª)
14 nov. 1-0 Atalanta-Modena 1-0 3 apr.
1-0 Como-Avellino 0-0
3-2 L.R. Vicenza-Monza 1-1
1-0 Lecce-Ternana 0-2
2-1 Novara-Catania 2-3
1-1 Palermo-Cagliari 0-1
1-1 Pescara-Taranto 2-0
2-0 Rimini-Brescia 0-3
0-0 SPAL-Varese 0-0
1-1 Sambenedettese-Ascoli 0-1


Andata (9ª) 9ª giornata Ritorno (28ª)
21 nov. 2-2 Ascoli-SPAL 1-2 11 apr.
0-2 Avellino-Rimini 0-3
2-0 Brescia-Palermo 2-2
0-0 Cagliari-Como 0-0
1-1 Catania-Atalanta 1-3
2-2 Modena-Sambenedettese 0-1
1-0 Monza-Lecce 0-0
3-1 Pescara-Ternana 0-0
0-0 Taranto-L.R. Vicenza 0-0
3-1 Varese-Novara 1-1
Andata (10ª) 10ª giornata Ritorno (29ª)
28 nov. 2-0 Atalanta-Ascoli 0-0 17 apr.
0-0 Avellino-Cagliari 0-2
0-2 Brescia-Novara 0-0
2-0 Como-Modena 0-3
3-2 Lecce-Varese 0-1
1-0 Palermo-Monza 0-2
2-0 Rimini-Taranto 0-1
1-1 SPAL-Catania 0-0
0-0 Sambenedettese-Pescara 1-1
2-3 Ternana-L.R. Vicenza 0-0


Andata (11ª) 11ª giornata Ritorno (30ª)
5 dic. 2-1 Ascoli-Brescia 0-0 24 apr.
1-1 Cagliari-Catania 2-1
0-0 Como-Pescara 0-0
1-0 L.R. Vicenza-Palermo 1-0
1-0 Novara-Atalanta 1-4
0-1 Rimini-Lecce 1-1
2-0 SPAL-Sambenedettese 1-1
1-0 Taranto-Modena 1-1
1-2 Ternana-Monza 0-2
0-0 Varese-Avellino 1-2
Andata (12ª) 12ª giornata Ritorno (31ª)
12 dic. 1-0 Atalanta-Como 0-0 1 mag.
1-2 Brescia-Cagliari 1-4
1-0 Catania-Taranto 1-1
1-0 L.R. Vicenza-Rimini 0-0
4-1 Lecce-SPAL 0-0
1-1 Modena-Ternana 0-1
2-0 Monza-Avellino 1-2
1-0 Pescara-Novara 3-3
2-1 Sambenedettese-Palermo 0-0
3-1 Varese-Ascoli 0-1


Andata (13ª) 13ª giornata Ritorno (32ª)
19 dic. 2-0 Avellino-Ascoli 1-3 8 mag.
2-0 Cagliari-Modena 0-0
2-0 Catania-Varese 0-3
1-0 Como-Lecce 0-0
1-2 Novara-L.R. Vicenza 1-1
1-0 Palermo-SPAL 1-1
1-2 Rimini-Pescara 0-1
0-0 Sambenedettese-Atalanta 0-0
0-0 Taranto-Monza 1-2
0-1 Ternana-Brescia 1-1
Andata (14ª) 14ª giornata Ritorno (33ª)
2 gen. 4-2 Ascoli-Catania 1-1 15 mag.
0-0 Avellino-Sambenedettese 0-0
1-1 Lecce-L.R. Vicenza 0-0
0-0 Modena-Brescia 0-1
2-1 Monza-Varese 1-2
0-0 Novara-Rimini 1-2
1-0 Palermo-Atalanta 0-1
3-0 Pescara-Cagliari 1-2
1-1 SPAL-Como 0-0
1-0 Ternana-Taranto 1-3


Andata (15ª) 15ª giornata Ritorno (34ª)
9 gen. 2-0 Ascoli-Monza 2-3 22 mag.
1-0 Atalanta-SPAL 1-1
1-0 Brescia-Taranto 0-0
3-0 Cagliari-Ternana 2-1
1-0 Catania-Avellino 0-1
2-0 Como-Sambenedettese 0-2
0-1 L.R. Vicenza-Pescara 1-2
2-1 Lecce-Novara 1-2
0-0 Rimini-Palermo 2-2
2-2 Varese-Modena 0-1
Andata (16ª) 16ª giornata Ritorno (35ª)
16 gen. 2-1 Atalanta-L.R. Vicenza 0-1 29 mag.
1-1 Brescia-Avellino 1-2
1-0 Modena-Ascoli 0-1
3-0 Monza-Catania 0-0
0-3 Palermo-Como 3-2
2-0 Pescara-Lecce 1-0
1-1 SPAL-Rimini 0-1
1-0 Sambenedettese-Novara 1-2
2-1 Taranto-Cagliari 1-2
1-2 Ternana-Varese 1-2


Andata (17ª) 17ª giornata Ritorno (36ª)
23 gen. 2-0 Ascoli-Ternana 2-3 5 giu.
1-0 Avellino-Taranto 0-2
1-0 Catania-Modena 2-4
3-1 L.R. Vicenza-SPAL 1-1
2-0 Lecce-Atalanta 1-3
2-0 Monza-Brescia 1-1
0-1 Novara-Como 1-1
3-1 Pescara-Palermo 0-0
0-1 Rimini-Sambenedettese 1-1
2-1 Varese-Cagliari 2-3
Andata (18ª) 18ª giornata Ritorno (37ª)
30 gen. 2-1 Atalanta-Pescara 0-0 12 giu.
1-4 Brescia-Varese 0-2
1-1 Cagliari-Monza 0-0
1-0 Como-Rimini 1-3
1-0 Modena-Avellino 1-1
1-2 Palermo-Lecce 2-2
1-1 SPAL-Novara 0-1
0-0 Sambenedettese-L.R. Vicenza 1-2
2-1 Taranto-Ascoli 0-0
1-1 Ternana-Catania 1-0


Andata (19ª) 19ª giornata Ritorno (38ª)
6 feb. 1-1 Ascoli-Cagliari 2-3 19 giu.
0-1 Avellino-Ternana 0-1
1-1 Catania-Brescia 1-4
2-0 L.R. Vicenza-Como 2-0
1-0 Lecce-Sambenedettese 1-4
1-0 Monza-Modena 1-2
1-1 Novara-Palermo 2-2
3-1 Pescara-SPAL 4-2
0-0 Rimini-Atalanta 0-2
0-0 Varese-Taranto 1-1

Spareggi[modifica | modifica wikitesto]

Terni
25 giugno 1977, ore 16:00 CEST
Pescara 0 – 0 Cagliari Libero Liberati
Arbitro Menicucci (Firenze)

Genova
29 giugno 1977, ore 16:00 CEST
Atalanta 2 – 1 Cagliari Luigi Ferraris
Arbitro Bergamo (Livorno)

Bologna
3 luglio 1977, ore 16:00 CEST
Atalanta 0 – 0 Pescara Renato Dall'Ara
Arbitro Gonella (Torino)

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifica marcatori[modifica | modifica wikitesto]

Gol Giocatore Squadra
21 Italia Paolo Rossi L.R. Vicenza
18 Italia Pietro Paolo Virdis Cagliari
15 Italia Ugo Tosetto Monza
15 Italia Silvano Villa Ascoli
13 Italia Alessandro Altobelli Brescia
13 Italia Ezio Bertuzzo Atalanta
12 Italia Francesco Chimenti Sambenedettese
12 Italia Antonio Bonaldi Como

Verdetti finali[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Via (in ritardo) per la Serie B archiviolastampa.it
  2. ^ a b c d e Serie B - 1976-1977 xoomer.virgilio.it
  3. ^ Classifica Parziale Stagione 1976-1977 - Giornata: 14 wikicalcioitalia.info
  4. ^ Classifica Parziale Stagione 1976-1977 - Giornata: 17
  5. ^ a b Classifica Parziale Stagione 1976-1977 - Giornata: 26
  6. ^ Il Novara (contestato) va verso la C archiviolastampa.it
  7. ^ Calciatori Panini, pag. 20
  8. ^ a b Promosse dopo triangolare di spareggio: a Terni, 26 giugno, Cagliari-Pescara 0-0; a Genova, 29 giugno, Atalanta-Cagliari 2-1; a Bologna, 3 luglio, Atalanta-Pescara 0-0.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]