Serie B 1990-1991

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Serie B 1990-1991
Competizione Serie B
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione 59ª
Organizzatore Lega Nazionale Professionisti
Date dal 9 settembre 1990
al 16 giugno 1991
Luogo Italia Italia
Partecipanti 20
Formula Girone all'italiana
Risultati
Vincitore Foggia
(1º titolo)
Promozioni Foggia
Verona
Cremonese
Ascoli
Retrocessioni Salernitana
Reggina
Triestina
Barletta
Statistiche
Miglior marcatore Italia Francesco Baiano
Argentina Abel Balbo
Brasile Walter Casagrande
(22 ex aequo)
Foggia Calcio 1990-1991.jpg
Il Foggia vincitore del torneo
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 1989-1990 1991-1992 Right arrow.svg

Il Campionato di Serie B 1990-91 fu il cinquantanovesimo campionato di Serie B disputato in Italia.

Avvenimenti[modifica | modifica wikitesto]

Il campionato vide l'affermazione del Foggia, che dopo essere uscito da uno dei momenti peggiori della sua storia, guidato dal boemo Zdeněk Zeman ritorna in Serie A dopo tredici anni, aiutato dal trio di attaccanti formato da Baiano, Rambaudi e Signori, capaci di realizzare insieme 48 delle 67 reti totali. Alle spalle dei rossoneri si piazzò il Verona, che nonostante difficoltà finanziarie e societarie (protagoniste nei successivi anni del club scaligero) centrò subito la promozione, facendo ritorno in massima serie assieme alla Cremonese (miglior difesa, ma penultimo attacco insieme al Taranto) e all'Ascoli.

Baiano, Signori e Rambaudi, il tridente d'attacco dei satanelli portati alla ribalta da Zeman.

Diverse squadre alle loro spalle sperarono fino all'ultimo, ma chi più di tutte ebbe il diritto di mangiarsi le mani per un'occasione buttata fu l'Udinese, penalizzata di cinque punti, che le sarebbero stati sufficienti per ottenere il salto di categoria. Recriminazioni anche per il Padova che dopo un avvio incerto, alla vigilia dell'ultima giornata occupava la quarta posizione della graduatoria, in coabitazione con l'Ascoli: fu fatale ai biancoscudati la sconfitta di Lucca e il contemporaneo pareggio dei marchigiani a Reggio Emilia, che lì portò terminare la stagione a una sola lunghezza dalla massima serie.

Il Messina dopo un ottimo girone d'andata chiuso al secondo posto[1], in cui fu da solo in testa alla classifica per quattro giornate consecutive[2][3][4][5], nel girone di ritorno ebbe un crollo, riuscendo a salvarsi solo all'ultima giornata.

Sul fondo la prima a retrocedere fu il Barletta, nonostante facesse parte della rosa l'ex giallorosso Chierico, dopo le salvezze ottenute negli anni precedenti. Poco sopra terminarono Reggina e Triestina, cadute anch'esse in C1. La quarta retrocessa uscì da un gruppo in cui furono coinvolte numerose formazioni: si registrarono nove squadre in due punti, di cui cinque a quota 36. Cosenza e Salernitana furono costrette allo spareggio, mentre le altre tre compagini si salvarono in virtù della classifica avulsa; i campani riuscirono all'ultima giornata a evitare la retrocessione diretta, battendo 2-0 proprio i silani. Lo spareggio disputatosi a Pescara sancì la retrocessione dei granata, che caddero di misura per un gol siglato da Marulla nei supplementari, e costretti ad abbandonare la serie cadetta dopo un solo anno di permanenza.

Squadre partecipanti[modifica | modifica wikitesto]

Club Stagione Città Stadio Stagione precedente
Ancona dettagli Ancona Stadio Dorico 5º posto in Serie B
Ascoli dettagli Ascoli Piceno Stadio Cino e Lillo Del Duca 18º posto in Serie A
Avellino dettagli Avellino Stadio Partenio 12º posto in Serie B
Barletta dettagli Barletta Stadio Comunale 15º posto in Serie B
Brescia dettagli Brescia Stadio Mario Rigamonti 10º posto in Serie B
Cosenza dettagli Cosenza Stadio San Vito 14º posto in Serie B
Cremonese dettagli Cremona Stadio Giovanni Zini 17º posto in Serie A
Foggia dettagli Foggia Stadio Pino Zaccheria 8º posto in Serie B
Lucchese dettagli Lucca Stadio Porta Elisa 2º posto in Serie C1/A
Messina dettagli Messina Stadio Giovanni Celeste 16º posto in Serie B
Modena dettagli Modena Stadio Alberto Braglia 1º posto in Serie C1/A
Padova dettagli Padova Stadio Silvio Appiani 10º posto in Serie B
Pescara dettagli Pescara Stadio Adriatico 8º posto in Serie B
Reggiana dettagli Reggio Emilia Stadio comunale Mirabello 7º posto in Serie B
Reggina dettagli Reggio Calabria Stadio Oreste Granillo 6º posto in Serie B
Salernitana dettagli Salerno Stadio Arechi 2º posto in Serie C1/B
Taranto dettagli Taranto Stadio Erasmo Iacovone 1º posto in Serie C1/B
Triestina dettagli Trieste Stadio Giuseppe Grezar 12º posto in Serie B
Udinese dettagli Udine Stadio Friuli 15º posto in Serie A
Verona dettagli Verona Stadio Marcantonio Bentegodi 16º posto in Serie A

Allenatori[modifica | modifica wikitesto]

Allenatori e primatisti[modifica | modifica wikitesto]

Squadra Allenatore Calciatore più presente Cannoniere
Ancona Italia Vincenzo Guerini Italia Alessandro Nista (38) Italia Sandro Tovalieri (13)
Ascoli Italia Nedo Sonetti Italia Fabrizio Lorieri (38) Brasile Walter Casagrande (22)
Avellino Italia Francesco Oddo Italia Lorenzo Battaglia (36) Italia Gianfranco Cinello (6)
Barletta[6] Italia Salvatore Esposito (1ª-25ª)
Italia Roberto Clagluna (26ª-38ª)
Italia Franco Gabrieli,
Italia Andrea Pistella (36)
Italia Andrea Pistella (9)
Brescia[7] Italia Bruno Mazzia (1ª-3ª)
Italia Bruno Bolchi (4ª-38ª)
Italia Daniele Carnasciali,
Italia Salvatore Giunta (35)
Italia Maurizio Ganz (10)
Cosenza[8] Italia Gianni Di Marzio (1ª-8ª)
Italia Edoardo Reja (9ª-38ª e spareggio)
Italia Angelo Aimo,
Italia Luigi De Rosa,
Italia Antonio Vettore (34)
Italia Luigi Marulla (6)
Cremonese[9] Italia Tarcisio Burgnich (1ª-8ª)
Italia Gustavo Giagnoni (9ª-38ª)
Italia Michelangelo Rampulla (38) Argentina Gustavo Dezotti (11)
Foggia Cecoslovacchia Italia Zdeněk Zeman Italia Roberto Rambaudi (36) Italia Francesco Baiano (22)
Lucchese Italia Corrado Orrico Italia Roberto Paci (37) Italia Roberto Paci (13)
Messina[10] Italia Giuseppe Materazzi (1ª-33ª)
Italia Antonio Colomban e Italia Pietro Ruisi (34ª-38ª)
Italia Beniamino Abate (37) Italia Igor Protti (9)
Modena Italia Renzo Ulivieri Italia Massimo Pellegrini (35) Italia Massimo Pellegrini (9)
Padova[11] Italia Mario Colautti Italia Carmine Nunziata (37) Italia Giuseppe Galderisi (14)
Pescara[12] Italia Carlo Mazzone (1ª-12ª)
Italia Giovanni Galeone (13ª-38ª)
Italia Stefano Ferretti,
Italia Alessandro Mannini (38)
Italia Edi Bivi (8)
Reggiana Italia Giuseppe Marchioro Italia Nico Facciolo (38) Italia Fabrizio Ravanelli (16)
Reggina[13][14] Italia Aldo Cerantola (1ª-15ª)
Italia Francesco Graziani (16ª-29ª)
Italia Aldo Cerantola (30ª-38ª)
Italia Mauro Rosin (37) Italia Fulvio Simonini (9)
Salernitana Italia Giancarlo Ansaloni Italia Massimo Battara,
Italia Marco Pecoraro Scanio (38)
Italia Daniele Pasa (12)
Taranto Italia Walter Nicoletti Italia Luca Evangelisti (37) Italia Davide Zannoni (6)
Triestina[15] Italia Massimo Giacomini (1ª-15ª)
Italia Fernando Veneranda (16ª-38ª)
Italia Bruno Conca (34) Italia Lorenzo Scarafoni (10)
Udinese[16][17] Italia Rino Marchesi (1ª-8ª)
Italia Pietro Fontana (9ª-10ª)
Italia Adriano Buffoni (11ª-38ª)
Italia Giuliano Giuliani (38) Argentina Abel Balbo (22)
Verona Italia Eugenio Fascetti Italia Attilio Gregori,
Italia Davide Pellegrini (38)
Italia Davide Pellegrini (11)

Classifica finale[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1uparrow green.svg 1. Foggia[18] 51 38 21 9 8 67 36 +31
1uparrow green.svg 2. Verona 45 38 15 15 8 42 29 +13
1uparrow green.svg 3. Cremonese 43 38 12 19 7 28 21 +7
1uparrow green.svg 4. Ascoli 42 38 13 16 9 48 34 +14
5. Padova 41 38 13 15 10 41 36 +5
6. Lucchese 40 38 10 20 8 29 30 -1
7. Reggiana 39 38 12 15 11 52 45 +7
8. Udinese (-5) 38 38 13 17 8 53 43 +10
9. Brescia 37 38 9 19 10 29 32 -3
9. Ancona 37 38 11 15 12 38 43 -5
9. Taranto 37 38 10 17 11 28 33 -5
9. Messina 37 38 9 19 10 34 45 -11
13. Modena[19] 36 38 10 16 12 35 35 0
14. Pescara[19] 36 38 9 18 11 36 32 +4
15. Avellino[19] 36 38 11 14 13 27 36 -9
16. Cosenza[19] 36 38 11 14 13 38 50 -12
1downarrow red.svg 17. Salernitana[19][20] 36 38 7 22 9 29 38 -9
1downarrow red.svg 18. Reggina 30 38 7 16 15 29 37 -8
1downarrow red.svg 18. Triestina 30 38 7 16 15 33 43 -10
1downarrow red.svg 20. Barletta 28 38 8 12 18 29 47 -18

Legenda:

      Promossa in Serie A 1991-1992.
      Retrocessa in Serie C1 1991-1992.

Regolamento:

Due punti a vittoria, uno a pareggio, zero a sconfitta.

Note:

L'Udinese ha scontato 5 punti di penalizzazione per illecito sportivo.

Squadra campione[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Foggia Calcio 1990-1991.
Formazione tipo Giocatori (presenze)
Italia Francesco Mancini (36)
Italia Paolo List (35)
Italia Maurizio Codispoti (35)
Italia Antonio Manicone (35)
Italia Pasquale Padalino (25)
Italia Tommaso Napoli (31)
Italia Roberto Rambaudi (37)
Italia Alessandro Porro (36)
Italia Francesco Baiano (36)
Italia Onofrio Barone (36)
Italia Giuseppe Signori (34)
Altri giocatori: Giovanni Bucaro (28), Mauro Picasso (21), Mario Massimo Caruso (15), Gualtiero Grandini (19), Stefano Casale (7), Santo Ardizzone (6), Giuseppe Lo Polito (3), Emilio Zangara (3).

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Tabellone[modifica | modifica wikitesto]

ANC ASC AVE BAR BRE COS CRE FOG LUC MES MOD PAD PES REG REG SAL TAR TRI UDI VER
Ancona 2-0 0-1 1-0 1-1 3-3 0-2 1-0 2-2 1-1 3-1 1-1 3-2 1-1 0-0 3-0 1-0 2-0 0-2 1-1
Ascoli 1-1 2-0 2-0 4-1 2-0 0-0 5-2 2-0 5-1 3-0 1-2 0-0 2-0 0-0 0-0 2-1 1-0 2-1 1-1
Avellino 1-0 1-1 3-1 1-0 0-0 1-0 1-2 1-1 2-0 1-0 2-1 0-0 1-2 1-1 0-0 1-3 0-0 2-0 1-0
Barletta 1-0 0-0 3-0 1-1 0-2 0-1 1-0 2-0 4-0 0-1 1-1 0-0 0-0 2-1 0-0 1-0 1-0 0-1 1-5
Brescia 2-0 2-1 1-0 2-0 1-1 0-0 0-0 2-1 1-0 0-0 0-0 1-1 1-2 0-0 1-2 0-0 1-0 3-0 1-1
Cosenza 2-1 1-1 0-0 1-1 0-0 1-0 1-1 1-0 1-0 2-0 2-0 1-1 2-1 0-0 1-0 2-0 1-2 3-1 0-0
Cremonese 1-0 1-0 0-0 2-2 1-0 2-1 2-0 1-0 0-0 2-0 1-1 1-1 1-1 3-2 2-1 0-0 0-0 0-1 1-1
Foggia 2-0 2-1 5-0 2-0 1-0 5-0 1-0 3-0 2-3 1-0 1-1 3-3 2-1 1-1 4-0 1-0 5-1 2-2 1-0
Lucchese 1-1 0-0 1-2 0-0 0-0 1-0 1-1 2-0 0-0 1-1 2-1 0-0 1-1 2-2 1-0 1-1 2-1 1-0 1-0
Messina 1-1 1-1 1-1 3-0 0-0 2-2 0-0 0-2 0-0 0-0 2-0 1-0 1-0 2-0 1-1 0-0 1-0 2-2 3-1
Modena 0-0 1-2 3-1 1-0 1-1 2-0 0-0 1-3 0-1 1-1 2-0 0-0 0-2 0-0 3-0 2-0 3-0 1-1 2-2
Padova 1-2 1-0 1-0 4-3 0-1 3-0 0-1 0-0 0-0 5-1 1-1 1-0 3-1 3-1 1-1 0-0 1-0 2-1 0-0
Pescara 1-2 0-0 0-0 3-0 2-0 2-0 1-0 2-0 0-0 0-1 0-2 2-2 2-0 1-0 1-1 1-3 2-0 2-2 0-1
Reggiana 1-2 3-3 0-0 2-1 1-1 7-4 0-0 1-2 2-2 4-1 1-0 2-0 1-1 2-0 0-0 1-1 1-0 1-1 4-0
Reggina 1-1 0-0 2-0 2-0 3-0 0-0 1-1 2-4 1-1 1-0 0-1 0-1 2-0 1-0 1-1 0-0 1-2 2-1 0-1
Salernitana 1-0 2-1 1-1 2-2 2-0 2-0 0-0 1-1 0-0 0-0 1-1 0-0 0-3 1-1 2-0 0-0 2-1 1-1 2-2
Taranto 1-1 2-2 1-0 1-1 1-0 2-1 1-0 0-2 0-1 0-0 2-2 0-1 0-0 1-0 1-0 1-1 1-0 1-1 1-0
Triestina 5-0 0-0 2-1 2-0 1-1 2-2 0-0 0-2 0-0 1-1 1-1 2-0 1-1 2-3 0-0 2-1 1-1 1-1 1-1
Udinese 0-0 1-0 0-0 1-0 2-2 4-0 1-1 1-1 2-1 3-3 1-1 2-2 2-1 3-1 2-1 2-0 4-0 1-1 2-0
Verona 2-0 4-0 1-0 0-0 1-1 1-0 2-0 2-1 0-1 3-0 1-0 0-0 1-0 1-1 1-0 0-0 2-1 1-1 2-0

Calendario[modifica | modifica wikitesto]

Andata (1ª) 1ª giornata Ritorno (20ª)
9 set. 1-0 Ancona-Barletta 0-1 27 gen.
3-0 Ascoli-Modena 2-1
1-0 Avellino-Brescia 0-1
5-0 Foggia-Cosenza 1-1
1-0 Lucchese-Udinese 1-2
1-0 Reggina-Reggiana 0-2
0-0 Salernitana-Padova 1-1
0-0 Taranto-Pescara 3-1
0-0 Triestina-Cremonese 0-0
3-0 Verona-Messina 1-3
Andata (2ª) 2ª giornata Ritorno (21ª)
16 set. 0-0 Barletta-Ascoli 0-2 3 feb.
1-2 Brescia-Salernitana 0-2
0-0 Cosenza-Verona 0-1
0-0 Cremonese-Taranto 0-1
1-0 Messina-Triestina 1-1
1-3 Modena-Foggia 0-1
1-2 Padova-Ancona 1-1
1-0 Pescara-Reggina 0-2
2-2 Reggiana-Lucchese 1-1
0-0 Udinese-Avellino 0-2


Andata (3ª) 3ª giornata Ritorno (22ª)
23 set. 2-2 Ancona-Lucchese 1-1 10 feb.
2-0 Ascoli-Cosenza 1-1
3-1 Avellino-Barletta 0-3
1-0 Foggia-Brescia 0-0
1-1 Modena-Messina 0-0
1-1 Reggina-Cremonese 2-3
1-1 Salernitana-Udinese 0-2
1-0 Taranto-Reggiana 1-1
2-0 Triestina-Padova 0-1
1-0 Verona-Pescara 1-0
Andata (4ª) 4ª giornata Ritorno (23ª)
30 set. 1-0 Barletta-Triestina 0-2 17 feb.
2-1 Brescia-Ascoli 1-4
2-0 Cosenza-Modena 0-2
2-0 Cremonese-Foggia 0-1
1-2 Lucchese-Avellino 1-1
2-0 Messina-Reggina 0-1
0-0 Padova-Taranto 1-0
1-1 Pescara-Salernitana 3-0
4-0 Reggiana-Verona 1-1
0-0 Udinese-Ancona 2-0


Andata (5ª) 5ª giornata Ritorno (24ª)
7 ott. 1-1 Ancona-Reggiana 2-1 3 mar.
0-0 Avellino-Salernitana 1-1
0-1 Cremonese-Udinese 1-1
2-3 Foggia-Messina 2-0
2-0 Modena-Padova 1-1
0-0 Pescara-Lucchese 0-0
3-0 Reggina-Brescia 0-0
2-1 Taranto-Cosenza 0-2
0-0 Triestina-Ascoli 0-1
0-0 Verona-Barletta 5-1
Andata (6ª) 6ª giornata Ritorno (25ª)
14 ott. 0-0 Ascoli-Reggina 0-0 10 mar.
1-0 Barletta-Foggia 0-2
2-0 Brescia-Ancona 1-1
1-1 Cosenza-Pescara 0-2
1-1 Lucchese-Taranto 1-0
1-1 Messina-Avellino 0-2
0-0 Padova-Verona 0-0
1-1 Reggiana-Udinese 1-3
0-0 Salernitana-Cremonese 1-2
1-1 Triestina-Modena 0-3


Andata (7ª) 7ª giornata Ritorno (26ª)
21 ott. 2-0 Ancona-Triestina 0-5 17 mar.
1-0 Avellino-Modena 1-3
0-0 Brescia-Padova 1-0
0-0 Cremonese-Messina 0-0
1-0 Foggia-Verona 1-2
1-0 Lucchese-Cosenza 0-1
0-0 Pescara-Ascoli 0-0
2-1 Reggiana-Barletta 0-0
1-1 Reggina-Salernitana 0-2
4-0 Udinese-Taranto 1-1
Andata (8ª) 8ª giornata Ritorno (27ª)
28 ott. 2-1 Ascoli-Udinese 0-1 24 mar.
0-0 Barletta-Pescara 0-3
0-0 Cosenza-Reggina 0-0
0-0 Messina-Brescia 0-1
0-2 Modena-Reggiana 0-1
0-0 Padova-Foggia 1-1
1-0 Salernitana-Ancona 0-3
1-0 Taranto-Avellino 3-1
0-0 Triestina-Lucchese 1-2
2-0 Verona-Cremonese 1-1


Andata (9ª) 9ª giornata Ritorno (28ª)
4 nov. 1-1 Ancona-Verona 0-2 30 mar.
0-0 Avellino-Triestina 1-2
0-1 Barletta-Modena 0-1
1-1 Brescia-Cosenza 0-0
1-0 Cremonese-Ascoli 0-0
1-0 Lucchese-Salernitana 0-0
0-1 Pescara-Messina 0-1
2-0 Reggiana-Padova 1-3
0-0 Reggina-Taranto 0-1
1-1 Udinese-Foggia 2-2
Andata (10ª) 10ª giornata Ritorno (29ª)
11 nov. 3-1 Cosenza-Udinese 0-4 7 apr.
5-0 Foggia-Avellino 2-1
1-0 Messina-Reggiana 1-4
0-1 Modena-Lucchese 1-1
1-0 Padova-Ascoli 2-1
1-0 Pescara-Cremonese 1-1
2-2 Salernitana-Barletta 0-0
1-1 Taranto-Ancona 0-1
0-0 Triestina-Reggina 2-1
1-1 Verona-Brescia 1-1


Andata (11ª) 11ª giornata Ritorno (30ª)
18 nov. 3-1 Ancona-Modena 0-0 21 apr.
2-0 Ascoli-Avellino 1-1
1-0 Barletta-Taranto 1-1
1-0 Brescia-Triestina 1-1
1-1 Lucchese-Cremonese 0-1
3-0 Padova-Cosenza 0-2
1-2 Reggiana-Foggia 1-2
0-1 Reggina-Verona 0-1
0-0 Salernitana-Messina 1-1
2-1 Udinese-Pescara 2-2
Andata (12ª) 12ª giornata Ritorno (31ª)
25 nov. 1-2 Avellino-Reggiana 0-0 28 apr.
1-2 Cosenza-Triestina 2-2
2-2 Cremonese-Barletta 1-0
3-0 Foggia-Lucchese 0-2
2-0 Messina-Padova 1-5
1-1 Modena-Brescia 0-0
1-2 Pescara-Ancona 2-3
1-1 Taranto-Salernitana 0-0
2-1 Udinese-Reggina 1-2
4-0 Verona-Ascoli 1-1


Andata (13ª) 13ª giornata Ritorno (32ª)
2 dic. 0-2 Ancona-Cremonese 0-1 5 mag.
5-2 Ascoli-Foggia 1-2
0-1 Barletta-Udinese 0-1
0-0 Brescia-Taranto 0-1
1-0 Cosenza-Messina 2-2
1-0 Padova-Avellino 1-2
1-1 Reggiana-Pescara 0-2
1-1 Reggina-Lucchese 2-2
1-1 Salernitana-Modena 0-3
1-1 Triestina-Verona 1-1
Andata (14ª) 14ª giornata Ritorno (33ª)
9 dic. 0-0 Ancona-Reggina 1-1 12 mag.
0-0 Avellino-Cosenza 0-0
1-1 Cremonese-Reggiana 0-0
4-0 Foggia-Salernitana 1-1
22 dic.[21] 0-0 Lucchese-Barletta 0-2
9 dic. 1-1 Messina-Ascoli 1-5
2-0 Pescara-Brescia 1-1
1-0 Taranto-Triestina 1-1
2-2 Udinese-Padova 1-2
1-0 Verona-Modena 2-2


Andata (15ª) 15ª giornata Ritorno (34ª)
16 dic. 1-1 Ascoli-Ancona 0-2 19 mag.
1-0 Avellino-Verona 0-1
2-1 Barletta-Reggina 0-2
3-0 Brescia-Udinese 2-2
1-0 Cosenza-Cremonese 1-2
0-0 Messina-Lucchese 0-0
2-0 Modena-Taranto 2-2
1-0 Padova-Pescara 2-2
0-0 Reggiana-Salernitana 1-1
0-2 Triestina-Foggia 1-5
Andata (16ª) 16ª giornata Ritorno (35ª)
30 dic. 0-1 Ancona-Avellino 0-1 26 mag.
4-0 Barletta-Messina 0-3
1-0 Cremonese-Brescia 0-0
0-0 Lucchese-Ascoli 0-2
0-2 Pescara-Modena 0-0
7-4 Reggiana-Cosenza 1-2
0-1 Reggina-Padova 1-3
2-1 Salernitana-Triestina 1-2
0-2 Taranto-Foggia 0-1
2-0 Udinese-Verona 0-2


Andata (17ª) 17ª giornata Ritorno (36ª)
6 gen. 0-0 Ascoli-Salernitana 1-2 2 giu.
0-0 Avellino-Pescara 0-0
1-2 Brescia-Reggiana 1-1
1-1 Cosenza-Barletta 2-0 a tav.[22]
2-0 Foggia-Ancona 0-1 2 giu.
0-0 Messina-Taranto 0-0
0-0 Modena-Reggina 1-0
0-1 Padova-Cremonese 1-1
1-1 Triestina-Udinese 1-1
0-1 Verona-Lucchese 0-1
Andata (18ª) 18ª giornata Ritorno (37ª)
13 gen. 3-3 Ancona-Cosenza 1-2 9 giu.
1-1 Barletta-Padova 3-4
2-0 Cremonese-Modena 0-0
0-0 Lucchese-Brescia 1-2
2-0 Pescara-Foggia 3-3
1-0 Reggiana-Triestina 3-2
2-0 Reggina-Avellino 1-1
2-2 Salernitana-Verona 0-0
2-2 Taranto-Ascoli 1-2
3-3 Udinese-Messina 2-2


Andata (19ª) 19ª giornata Ritorno (38ª)
20 gen. 2-0 Ascoli-Reggiana 3-3 16 giu.
1-0 Avellino-Cremonese 0-0
2-0 Brescia-Barletta 1-1
1-0 Cosenza-Salernitana 0-2
1-1 Foggia-Reggina 4-2
1-1 Messina-Ancona 1-1
1-1 Modena-Udinese 1-1
0-0 Padova-Lucchese 1-2
1-1 Triestina-Pescara 0-2
2-1 Verona-Taranto 0-1

Spareggi[modifica | modifica wikitesto]

Spareggio retrocessione[modifica | modifica wikitesto]

Lo spareggio retrocessione si è reso necessario per l'arrivo a pari punti di cinque squadre: Modena, Pescara, Avellino, Cosenza e Salernitana. La classifica avulsa decretò la salvezza di Modena, Pescara e Avellino. Si disputò così lo spareggio tra Cosenza e Salernitana in gara unica, il 26 giugno 1991 a Pescara.

Risultati Luogo e data
Cosenza 1-0 (d.t.s.) Salernitana Pescara, 26 giugno 1991

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Individuali[modifica | modifica wikitesto]

Classifica marcatori[modifica | modifica wikitesto]

Gol Giocatore Squadra
22 Italia Francesco Baiano Foggia
22 Argentina Abel Balbo Udinese
22 Brasile Walter Casagrande Ascoli
16 Italia Fabrizio Ravanelli Reggiana
15 Italia Luigi Marulla Cosenza
15 Italia Roberto Rambaudi Foggia
13 Italia Sandro Tovalieri Ancona
11 Italia Giuseppe Signori Foggia
10 Italia Maurizio Ganz Brescia
10 Italia Lorenzo Scarafoni Triestina

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ http://calcio-seriea.net/risultati/1990/5227/
  2. ^ http://calcio-seriea.net/risultati/1990/5218/
  3. ^ http://calcio-seriea.net/risultati/1990/5219/
  4. ^ http://calcio-seriea.net/risultati/1990/5220/
  5. ^ http://calcio-seriea.net/risultati/1990/5221/
  6. ^ Clagluna, repubblica.it, 13 marzo 1991.
  7. ^ Il Brescia esonera Mazzia, Bolchi è il nuovo tecnico, repubblica.it, 25 settembre 1990.
  8. ^ Reja prende il Cosenza, Agroppi verso Udine, repubblica.it, 2 novembre 1990.
  9. ^ Giagnoni, anno zero, repubblica.it, 20 febbraio 1991.
  10. ^ Per salvarsi il Messina esonera Materazzi, repubblica.it, 15 maggio 1991.
  11. ^ Padova a fondo, Mazzia a casa, corriere.it, 19 aprile 1992 (archiviato dall'url originale il 20 marzo 2014).
  12. ^ Galeone torna a Pescara: “Vi allenerò per affetto”, repubblica.it, 28 novembre 1990.
  13. ^ Graziani nuovo tecnico della Reggina, repubblica.it, 21 dicembre 1990.
  14. ^ Graziani esonerato a Reggio, ritorna Cerantola, repubblica.it, 9 aprile 1991.
  15. ^ Esonerato Giacomini, Triestina a Veneranda, repubblica.it, 18 dicembre 1990.
  16. ^ Incredibile a Udine, esonerato Marchesi, repubblica.it, 31 ottobre 1990.
  17. ^ Calcio, Buffoni tecnico dell’Udinese, La Stampa, 17 novembre 1990, p. 23.
  18. ^ Qualificato per la Coppa Mitropa 1992.
  19. ^ a b c d e Modena, Pescara, Avellino, Cosenza e Salernitana terminarono a pari punti il campionato. Per determinare le squadre salve e relegare le altre due allo spareggio salvezza si applicò la classifica avulsa, che decretò la salvezza del Modena, Pescara e Avellino e il conseguente spareggio salvezza tra Cosenza e Salernitana.
  20. ^ Retrocessa in quanto perdente dello spareggio salvezza.
  21. ^ Partita programmata per il 9 dicembre, iniziata e sospesa al 23' per impraticabilità del terreno di gioco sul risultato di 2-0.
  22. ^ Partita disputata il 2 giugno e sospesa al 47' sul punteggio di 1-1 per lancio di oggetti in campo; risultato di 0-2 a tavolino.