Carmine Nunziata

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Carmine Nunziata
Carmine Nunziata.jpg
Carmine Nunziata con la maglia del Padova (1990)
Nazionalità Italia Italia
Altezza 167 cm
Peso 63 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex centrocampista)
Squadra Italia Italia U-18
Ritirato 2003 - giocatore
Carriera
Giovanili
Inter
Squadre di club1
1985-1986 Inter 0 (0)
1986-1987 Virescit Boccaleone 18 (0)
1987-1989 Pavia 43 (0)
1989-1990 Foggia 36 (0)
1990-1996 Padova 197 (1)
1996-1998 Torino 64 (0)
1998-2000 Brescia 40 (0)
2000-2001 Montichiari 12 (0)
2001 Alzano Virescit 16 (0)
2001-2002 Seregno 21 (0)
2002-2003 Pievigina 21 (0)
Carriera da allenatore
2003-2006 Arzachena
2006-2007 Alghero
2007-2008 Salò
2008-2009 Arzachena
2009 Seregno
2010-2011 Milan Berretti
2012-2013 Italia Italia U-21 Assistente
2013-2017 Italia Italia U-21 Vice
2017-2019Italia Italia U-17
2019Italia Italia U-19
2019-Italia Italia U-18
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 16 aprile 2014

Carmine Nunziata (San Gennaro Vesuviano, 22 luglio 1967) è un ex calciatore e allenatore di calcio italiano, di ruolo centrocampista, CT della nazionale Under-18 italiana.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Centrocampista centrale cresciuto nell'Inter, esordisce in prima squadra nella Coppa Italia 1985-1986 giocando due partite entrambe contro la Roma.

Nei primi anni di carriera gira per la Lombardia tra la Virescit e Pavia in Serie C, prima di trasferirsi a Foggia in Serie B ove da titolare inamovibile accende l'interesse del Padova che lo fa tesserare nell'estate 1990.

Nunziata (accosciato, terzo da sinistra) nel Foggia del 1989-1990

Sarà una grande avventura in terra padovana, alla cui promozione in Serie A contribuirà nella stagione 1993-1994.

Dopo le prime stagioni in Serie A, avrà altre importanti esperienze al Torino (due stagioni) ed al Brescia (altri due anni).

A fine carriera, gioca con il Montichiari e l'Alzano Virescit (un ritorno "storico") prima della chiusura della carriera al Seregno tra i dilettanti nella stagione 2001-2002.

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Intrapresa l'attività di allenatore, ha guidato l'Alghero, il Salò e l'Arzachena. Nel 2009 allena il Seregno ma il 25 settembre viene esonerato.[1]

Nella stagione 2010-2011 ha allenato la formazione Berretti del Milan.[2] Nel 2012 diventa assistente tecnico della Nazionale Under-21 italiana di Devis Mangia.

Il 2 luglio 2013 con l'arrivo di Luigi Di Biagio come allenatore della Nazionale italiana Under 21, diventa vice-allenatore.[3] Nel 2017 passa all’Under 17.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]