Serie B 2000-2001

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Serie B 2000-2001 (disambigua).
Serie B 2000-2001
Serie B TIM 2000-2001
Competizione Serie B
Sport Calcio
Edizione 69ª
Organizzatore Lega Calcio
Date dal 3 settembre 2000
al 10 giugno 2001
Luogo Bandiera dell'Italia Italia
Partecipanti 20
Formula girone unico
Risultati
Vincitore Torino
(3º titolo)
Altre promozioni Piacenza
Chievo
Venezia
Retrocessioni Treviso
Monza
Ravenna
Pescara
Statistiche
Miglior marcatore Bandiera dell'Italia Nicola Caccia (23)
Il Torino vincitore dell'edizione
Cronologia della competizione
1999-2000 2001-2002

La Serie B 2000-2001 è stata la 69ª edizione del secondo livello del campionato italiano di calcio a girone unico, disputata tra il 3 settembre 2000 e il 10 giugno 2001 e conclusa con la vittoria del Torino, al suo terzo titolo.

Capocannoniere del torneo è stato Nicola Caccia (Genoa) con 23 reti.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

La partenza non positiva delle grandi vede emergere inizialmente in vetta delle sorprese: il 1º ottobre 2000 il neopromosso Siena e, successivamente, il Cosenza che guidò la classifica fino al 3 dicembre, giorno dell'exploit del Chievo di Luigi Delneri; i veneti, che già avevano battuto il Torino il 12 novembre relegandolo in zona-retrocessione, vinsero in Calabria e guadagnarono il comando, arrivando a chiudere in vetta il girone di andata. A inseguire, nel giro di pochi punti, Piacenza, Ternana, Venezia, Cosenza, Cagliari e il ritrovato Torino, alla cui guida c'era dalla 9ª giornata Giancarlo Camolese, tutte racchiuse nell'arco di pochi punti. A metà classifica la spenta Sampdoria, in ritardo Genoa ed Empoli.

Il Chievo, squadra di un piccolo borgo veronese, raggiunse per la prima volta la Serie A.

Il girone di ritorno iniziò sotto il segno della marcia della banda Delneri: i gialloblù rimasero in vetta fino al 1º aprile, quando cedettero il primato a un Venezia in crescita. La rincorsa del Torino (40 punti in 17 giornate) permise ai granata di recuperare il deficit iniziale, mentre accennò a un tentativo di recupero la Sampdoria che, pur aggiudicandosi quasi tutti gli scontri diretti (2-0 al Torino, 4-1 al Venezia), non riuscì a inserirsi in modo concreto così come aveva saputo fare un determinato Piacenza. I cali di rendimento di Cosenza, Ternana e Ancona oltreché la crisi del Cagliari permisero la fuga del quartetto di testa e le scalate della matricola Crotone e di un ritrovato Empoli. Furono il Piacenza e il Torino ad agguantare per primi la promozione con due giornate di anticipo; la settimana successiva festeggiarono il Chievo, per la prima volta in Serie A, e il Venezia. L'undici di Camolese vinse il campionato coronando una rimonta impressionante che lì portò dal quart'ultimo al primo posto finale.

Fu meno vivace la lotta per evitare la retrocessione: le squadre neopromosse (tra queste figurava anche la matricola Cittadella) si salvarono con diverse giornate di anticipo; invece, caddero presto in Serie C1 un deludente Pescara ancorato sul fondo sin dalle giornate iniziali, che raggranellò appena 22 punti tornando in terza serie a distanza di diciotto anni e chiudendo, di fatto, un capitolo della storia del club, dopo aver cambiato invano ben quattro tecnici nell'arco della stagione, un Ravenna in crisi finanziaria e destinato al fallimento, che lasciava il palcoscenico della Serie B dopo un lustro, ai quali poi fecero compagnia Monza e Treviso, che salutarono i cadetti dopo quattro anni a testa.

Squadre partecipanti[modifica | modifica wikitesto]

Club Stagione Città Stadio Stagione precedente
Ancona dettagli Ancona Stadio Del Conero 2º posto in Serie C1/B, promosso dopo i play-off
Cagliari dettagli Cagliari Stadio Sant'Elia 17º posto in Serie A, retrocesso
Chievo dettagli Verona Chievo Stadio Marcantonio Bentegodi 13º posto in Serie B
Cittadella dettagli Cittadella (PD) Stadio Euganeo (Padova) 3º posto in Serie C1/A, promosso dopo i play-off
Cosenza dettagli Cosenza Stadio San Vito 11º posto in Serie B
Crotone dettagli Crotone Stadio Ezio Scida 1º posto in Serie C1/B, promosso
Empoli dettagli Empoli (FI) Stadio Carlo Castellani 8º posto in Serie B
Genoa dettagli Genova Stadio Luigi Ferraris 6º posto in Serie B
Monza dettagli Monza (MI) Stadio Brianteo 13º posto in Serie B
Pescara dettagli Pescara Stadio Adriatico 13º posto in Serie B
Piacenza dettagli Piacenza Stadio Leonardo Garilli 18º posto in Serie A, retrocesso
Pistoiese dettagli Pistoia Stadio Marcello Melani 16º posto in Serie B
Ravenna dettagli Ravenna Stadio Bruno Benelli 11º posto in Serie B
Salernitana dettagli Salerno Stadio Arechi 7º posto in Serie B
Sampdoria dettagli Genova Stadio Luigi Ferraris 5º posto in Serie B
Siena dettagli Siena Stadio Artemio Franchi - Montepaschi Arena 1º posto in Serie C1/A, promosso
Ternana dettagli Terni Stadio Libero Liberati 10º posto in Serie B
Torino dettagli Torino Stadio delle Alpi 15º posto in Serie A, retrocesso
Treviso dettagli Treviso Stadio Omobono Tenni 8º posto in Serie B
Venezia dettagli Venezia Stadio Pierluigi Penzo 16º posto in Serie A, retrocesso

Allenatori e primatisti[modifica | modifica wikitesto]

Squadra Allenatore Calciatore più presente Cannoniere
Ancona Bandiera dell'Italia Fabio Brini Bandiera dell'Italia Marco Storari (36) Bandiera dell'Italia Pietro Parente (15)
Cagliari[1] Bandiera dell'Italia Gianfranco Bellotto (1ª-24ª)
Bandiera dell'Italia Giuseppe Materazzi (25ª-38ª)
Bandiera dell'Italia Alessio Scarpi (35) Bandiera dell'Honduras David Suazo (12)
Chievo Bandiera dell'Italia Luigi Delneri Bandiera dell'Italia Eugenio Corini,
Bandiera dell'Italia Bernardo Corradi,
Bandiera della Costa d'Avorio Bandiera dell'Italia Christian Manfredini,
Bandiera dell'Italia Sergio Marcon (36)
Bandiera dell'Italia Bernardo Corradi (12)
Cittadella Bandiera dell'Italia Ezio Glerean Bandiera dell'Italia Luca Capecchi (37) Bandiera dell'Italia Alessandro Sturba (8)
Cosenza Bandiera dell'Italia Bortolo Mutti Bandiera dell'Italia Armando Pantanelli (31) Bandiera dell'Italia Gianluca Savoldi,
Bandiera dell'Italia Riccardo Zampagna (10)
Crotone[2] Bandiera dell'Italia Antonello Cuccureddu (1ª-4ª)
Bandiera dell'Italia Giuseppe Papadopulo (5ª-38ª)
Bandiera dell'Italia Andrea Deflorio,
Bandiera dell'Italia Domenico Giampà,
Bandiera dell'Italia Sandro Porchia (37)
Bandiera dell'Italia Andrea Deflorio (16)
Empoli Bandiera dell'Italia Silvio Baldini Bandiera dell'Italia Gianluca Berti (37) Bandiera dell'Italia Massimo Maccarone (16)
Genoa[3][4][5][6][7] Bandiera dell'Italia Bruno Bolchi (1ª-5ª)
Bandiera dell'Italia Guido Carboni (6ª-10ª)
Bandiera dell'Italia Alfredo Magni e Bandiera dell'Italia Guido Carboni (11ª-20ª)
Bandiera dell'Italia Bruno Bolchi (21ª-22ª)
Bandiera dell'Italia Claudio Onofri (23ª-24ª)
Bandiera dell'Italia Franco Scoglio (25ª-38ª)
Bandiera dell'Italia Fabrizio Lorieri (38) Bandiera dell'Italia Marco Carparelli,
Bandiera dell'Italia Cosimo Francioso (12)
Monza[8] Bandiera dell'Italia Roberto Antonelli (1ª-19ª)
Bandiera dell'Italia Gaetano Salvemini (20ª-38ª)
Bandiera dell'Italia Oscar Damiani (32) Bandiera dell'Italia Massimo Ganci (7)
Pescara[9][10][11] Bandiera dell'Italia Delio Rossi (1ª-9ª)
Bandiera dell'Italia Giovanni Galeone (10ª-18ª)
Bandiera dell'Italia Tarcisio Burgnich (19ª-23ª)
Bandiera dell'Italia Delio Rossi (24ª-38ª)
Bandiera dell'Italia Daniele Gregori (35) Bandiera dell'Italia Ottavio Palladini (5)
Piacenza Bandiera dell'Italia Walter Novellino Bandiera dell'Italia Flavio Roma (38) Bandiera dell'Italia Nicola Caccia (23)
Pistoiese[12][13] Bandiera dell'Italia Giuseppe Pillon (1ª-17ª)
Bandiera dell'Italia Domenico Caso (18ª-27ª)
Bandiera dell'Italia Walter Nicoletti (28ª-38ª)
Bandiera dell'Italia David Dei (37) Bandiera dell'Italia Francesco Baiano (12)
Ravenna[14][15][16] Bandiera dell'Italia Sergio Santarini (1ª-10ª)
Bandiera dell'Italia Pier Luigi Angeloni (11ª)
Bandiera dell'Italia Giorgio Rumignani (12ª-25ª)
Bandiera dell'Italia Stefano Di Chiara (26ª-38ª)
Bandiera della Bulgaria Krasimir Čomakov,
Bandiera dell'Italia Davide Tentoni (31)
Bandiera dell'Italia Sebastiano Vecchiola (6)
Salernitana[17][18] Bandiera dell'Italia Francesco Oddo (1ª-12ª)
Bandiera dell'Italia Nedo Sonetti (13ª)
Bandiera dell'Italia Francesco Oddo (14ª-15ª)
Bandiera dell'Italia Nedo Sonetti (16ª-28ª)
Bandiera dell'Italia Francesco Oddo (29ª-38ª)
Bandiera dell'Italia Salvatore Soviero (37) Bandiera dell'Italia David Di Michele (14)
Sampdoria Bandiera dell'Italia Luigi Cagni Bandiera dell'Italia Matteo Sereni (38) Bandiera dell'Italia Francesco Flachi (17)
Siena Bandiera dell'Italia Antonio Sala Bandiera dell'Italia Antonio Arcadio,
Bandiera dell'Italia Stefano Argilli,
Bandiera dell'Italia Gill Voria (37)
Bandiera dell'Italia Simone Tiribocchi (8)
Ternana Bandiera dell'Italia Andrea Agostinelli Bandiera dell'Italia Roberto Ripa (36) Bandiera dell'Italia Corrado Grabbi (20)
Torino[19] Bandiera dell'Italia Luigi Simoni (1ª-8ª)
Bandiera dell'Italia Giancarlo Camolese (9ª-38ª)
Bandiera dell'Italia Luca Bucci (35) Bandiera dell'Italia Marco Ferrante,
Bandiera dell'Italia Stefan Schwoch (8)
Treviso[20] Bandiera dell'Italia Elio Gustinetti (1ª-21ª)
Bandiera dell'Italia Mauro Sandreani (22ª-38ª)
Bandiera dell'Italia Tommaso Rocchi (37) Bandiera dell'Italia Tommaso Rocchi (8)
Venezia Bandiera dell'Italia Cesare Prandelli Bandiera dell'Italia Antonio Marasco (37) Bandiera dell'Italia Arturo Di Napoli (16)

Classifica finale[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1. Torino 73 38 22 7 9 48 33 +15
2. Piacenza 70 38 20 10 8 48 26 +22
3. Chievo 70 38 19 13 6 54 34 +20
4. Venezia 69 38 19 12 7 62 43 +19
5. Empoli 64 38 18 10 10 52 43 +9
6. Sampdoria 64 38 16 16 6 60 38 +22
7. Ternana 62 38 16 14 8 59 38 +21
8. Cosenza 60 38 17 9 12 49 46 +3
9. Crotone 53 38 15 8 15 47 53 -6
10. Ancona 51 38 14 9 15 56 58 -2
11. Cagliari 50 38 12 14 12 53 45 +8
12. Genoa 47 38 10 17 11 44 39 +5
13. Siena 47 38 10 17 11 38 43 -5
14. Cittadella 45 38 10 15 13 40 52 -12
15. Salernitana 43 38 11 10 17 37 42 -5
16. Pistoiese 41 38 10 11 17 46 51 -5
17. Treviso 36 38 8 12 18 40 56 -16
18. Monza 31 38 9 4 25 41 77 -36
19. Ravenna 25 38 4 13 21 33 64 -31
20. Pescara 22 38 3 13 22 30 56 -26

Legenda:

      Promosso in Serie A 2001-2002.
      Retrocesso in Serie C1 2001-2002.

Regolamento:

Tre punti a vittoria, uno a pareggio, zero a sconfitta.

Squadra campione[modifica | modifica wikitesto]

Lo stesso argomento in dettaglio: Torino Calcio 2000-2001.
Formazione tipo Giocatori (presenze)
Bandiera dell'Italia Luca Bucci (35)
Bandiera dell'Italia Fabio Galante (27)
Bandiera dell'Italia Stefano Fattori (23)
Bandiera dell'Italia Daniele Delli Carri (30)
Bandiera dell'Italia Antonino Asta (31)
Bandiera dell'Italia Diego De Ascentis (31)
Bandiera dell'Italia Massimo Brambilla (23)
Bandiera dell'Italia Paolo Castellini (23)
Bandiera dell'Italia Riccardo Maspero (29)
Bandiera dell'Italia Stefan Schwoch (31)
Bandiera dell'Italia Corrado Colombo (22)
Allenatore: Bandiera dell'Italia Luigi Simoni (1ª-8ª) - Bandiera dell'Italia Giancarlo Camolese (9ª-38ª)
Altri giocatori: Mirko Cudini (23), Pinga (22), Fabio Tricarico (22), Franco Semioli (16), Marco Ferrante (15), Edoardo Artistico (13), Mauro Bonomi (13), Davide Mandelli (13), Giorgio Venturin (13), Nicola Mora (11), Emanuele Calaiò (9), Luigi Garzya (8), Djibril Diawara (7), Gustavo Méndez (7), Vincenzo Sommese (5), Krunoslav Jurčić (4), Sixto Peralta (4), Luca Pastine (3), Alessio Scarchilli (3), Giovanni Lopez (2), Luigi Panarelli (2), Daniele Martinelli (1), Alessandro Nista (1).

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Tabellone[modifica | modifica wikitesto]

Anc Cag Chi Cit Cos Cro Emp Gen Mon Pes Pia Pis Rav Sal Sam Sie Ter Tor Tre Ven
Ancona –––– 1-1 5-2 1-1 3-1 2-0 1-0 1-0 1-0 3-2 0-2 2-1 2-5 4-1 0-0 2-1 3-1 1-2 3-1 0-0
Cagliari 2-2 –––– 1-1 3-0 1-1 4-0 2-3 3-0 2-1 2-1 0-0 0-0 2-0 1-1 1-1 0-0 1-1 0-1 3-2 2-1
Chievo 1-0 2-1 –––– 2-2 2-1 3-1 1-0 1-0 5-1 0-2 1-1 1-1 0-0 2-0 1-1 2-1 2-1 4-2 2-1 2-1
Cittadella 2-0 2-0 0-0 –––– 0-1 2-0 2-2 1-1 0-1 1-1 0-2 2-1 1-0 1-1 2-2 0-0 3-1 2-1 2-2 2-1
Cosenza 3-2 1-3 1-2 1-0 –––– 3-0 1-1 1-0 1-0 1-0 2-1 1-3 3-1 1-0 4-4 3-1 0-0 0-2 3-2 1-0
Crotone 1-0 2-1 0-2 2-2 1-2 –––– 3-1 0-0 2-1 2-0 2-0 1-0 2-1 0-1 1-1 2-2 0-2 0-1 4-3 2-2
Empoli 3-1 0-3 1-1 2-0 0-1 4-2 –––– 0-0 4-2 2-1 1-0 0-2 3-2 2-1 0-0 2-0 0-0 2-1 2-1 2-3
Genoa 3-1 2-0 0-1 3-1 2-1 2-0 1-2 –––– 3-1 0-0 1-1 0-0 1-1 1-2 2-0 1-1 2-2 2-1 0-0 1-1
Monza 1-1 1-0 1-3 1-0 4-2 0-1 0-1 1-5 –––– 1-0 1-1 3-1 0-1 1-0 0-4 1-2 1-1 2-3 1-1 2-3
Pescara 2-3 0-0 0-2 2-0 0-0 1-2 1-3 1-1 1-2 –––– 0-0 0-1 1-1 2-2 2-2 0-0 1-3 0-1 0-3 2-3
Piacenza 1-1 0-0 1-0 3-0 2-0 1-2 2-0 2-1 1-0 2-1 –––– 1-0 1-0 3-1 2-1 2-3 3-0 3-1 1-1 1-0
Pistoiese 1-1 4-2 1-0 0-1 1-1 0-4 1-2 3-3 3-1 1-0 1-1 –––– 2-2 1-1 3-1 0-1 2-3 1-1 0-1 1-2
Ravenna 1-0 2-4 0-0 0-0 0-1 1-2 0-2 1-1 2-3 2-3 0-2 1-4 –––– 1-1 0-0 2-1 2-2 1-2 1-1 0-3
Salernitana 4-2 2-1 1-1 3-0 0-1 0-1 0-0 0-1 2-0 3-1 3-0 1-0 1-0 –––– 2-3 3-0 0-0 0-2 0-1 0-1
Sampdoria 3-1 2-1 1-1 2-0 1-0 2-1 0-1 2-0 4-2 1-1 0-1 2-2 2-0 2-0 –––– 1-1 2-1 2-0 2-0 4-1
Siena 4-1 1-1 1-1 1-1 1-0 1-1 1-1 1-0 3-1 0-0 0-0 1-0 5-1 0-0 0-0 –––– 0-0 0-2 2-0 1-3
Ternana 3-2 1-0 1-0 4-1 1-1 0-0 2-0 1-0 4-1 3-0 0-1 3-2 4-0 0-0 1-1 4-0 –––– 0-1 3-1 3-1
Torino 0-2 2-0 0-0 2-2 2-1 1-0 1-0 1-1 2-1 1-0 1-0 2-0 2-1 2-0 1-0 1-1 1-1 –––– 1-0 0-1
Treviso 0-0 2-3 0-2 1-2 1-1 3-2 1-1 2-2 3-0 1-0 0-3 1-2 0-0 1-0 0-2 1-0 1-1 1-1 –––– 0-1
Venezia 2-1 2-2 2-1 2-2 2-2 1-1 2-2 1-1 4-1 1-1 1-0 1-0 0-0 2-0 2-2 3-0 2-1 1-0 3-0 ––––

Calendario[modifica | modifica wikitesto]

Andata (1ª) 1ª giornata Ritorno (20ª)
3 set. 4-0 Cagliari-Crotone 1-2 28 gen.
1-0 Chievo-Genoa 1-0 26 gen.
0-2 Cittadella-Piacenza 0-3 28 gen.
1-0 Cosenza-Pescara 0-0
0-2 Empoli-Pistoiese 2-1 29 gen.
2-3 Monza-Venezia 1-4 28 gen.
1-1 Ravenna-Salernitana 0-1
2-1 Sampdoria-Ternana 1-1
2-0 Siena-Treviso 0-1
1º set. 0-2 Torino-Ancona 2-1
Andata (2ª) 2ª giornata Ritorno (21ª)
10 set. 1-0 Ancona-Monza 1-1 4 feb.
2-1 Crotone-Ravenna 2-1
1-1 Genoa-Siena 0-1
1-3 Pescara-Empoli 1-2
2-0 Piacenza-Cosenza 1-2 2 feb.
1-1 Pistoiese-Torino 0-2 4 feb.
11 set. 2-3 Salernitana-Sampdoria 0-2 5 feb.
10 set. 1-0 Ternana-Chievo 1-2 4 feb.
2-3 Treviso-Cagliari 2-3
2-2 Venezia-Cittadella 1-2


Andata (3ª) 3ª giornata Ritorno (22ª)
17 set. 2-1 Cagliari-Pescara 0-0 9 feb.
15 set. 2-1 Chievo-Treviso 2-0 11 feb.
17 set. 3-1 Cittadella-Ternana 1-4
3-0 Cosenza-Crotone 2-1
0-0 Empoli-Genoa 2-1
20 set. 1-0 Monza-Salernitana 0-2
0-2 Ravenna-Piacenza 0-1
2-2 Sampdoria-Pistoiese 1-3
17 set. 4-1 Siena-Ancona 1-2
20 set. 0-1 Torino-Venezia 0-1 12 feb.
Andata (4ª) 4ª giornata Ritorno (23ª)
27 set. 0-0 Ancona-Sampdoria 1-3 18 feb.
24 set. 0-2 Crotone-Chievo 1-3
25 set. 1-1 Genoa-Ravenna 1-1
24 set. 1-2 Pescara-Monza 0-1 16 feb.
27 set. 2-3 Piacenza-Siena 0-0 18 feb.
24 set. 0-1 Pistoiese-Cittadella 1-2
26 set. 2-1 Salernitana-Cagliari 1-1
24 set. 2-0 Ternana-Empoli 0-0 19 feb.
27 set. 1-1 Treviso-Torino 0-1 18 feb.
2-2 Venezia-Cosenza 0-1


Andata (5ª) 5ª giornata Ritorno (24ª)
1º ott. 0-0 Ancona-Venezia 1-2 23 feb.
1-1 Cagliari-Chievo 1-2 25 feb.
1-1 Cittadella-Pescara 0-2
1-0 Cosenza-Monza 2-4
1-0 Empoli-Piacenza 0-2
1-2 Genoa-Salernitana 1-0 26 feb.
1-4 Ravenna-Pistoiese 2-2 25 feb.
0-0 Siena-Ternana 0-4
2 ott. 1-0 Torino-Sampdoria 0-2
1º ott. 3-2 Treviso-Crotone 3-4
Andata (6ª) 6ª giornata Ritorno (25ª)
8 ott. 2-2 Chievo-Cittadella 0-0 5 mar.
3-2 Cosenza-Ancona 1-3 4 mar.
2-3 Monza-Torino 1-2
1-1 Pescara-Ravenna 3-2
6 ott. 0-0 Piacenza-Cagliari 0-0
8 ott. 0-1 Pistoiese-Treviso 2-1
3-0 Salernitana-Siena 0-0
0-1 Sampdoria-Empoli 0-0 2 mar.
9 ott. 1-0 Ternana-Genoa 2-2 4 mar.
8 ott. 1-1 Venezia-Crotone 2-2


Andata (7ª) 7ª giornata Ritorno (26ª)
22 ott. 2-1 Ancona-Pistoiese 1-1 11 mar.
2-1 Cagliari-Monza 0-1
2-2 Cittadella-Sampdoria 0-2
2-0 Crotone-Piacenza 2-1 9 mar.
0-1 Empoli-Cosenza 1-1 11 mar.
1-1 Genoa-Venezia 1-1
0-0 Ravenna-Chievo 0-0
20 ott. 0-0 Siena-Pescara 0-0
22 ott. 1-1 Torino-Ternana 1-0 12 mar.
23 ott. 1-0 Treviso-Salernitana 1-0 11 mar.
Andata (8ª) 8ª giornata Ritorno (27ª)
29 ott. 1-0 Chievo-Ancona 2-5 18 mar.
3-1 Cosenza-Siena 0-1 19 mar.
27 ott. 3-2 Empoli-Ravenna 2-0 18 mar.
29 ott. 1-0 Monza-Cittadella 1-0
1-1 Pescara-Genoa 0-0
3-1 Piacenza-Torino 0-1
0-4 Pistoiese-Crotone 0-1
2-1 Sampdoria-Cagliari 1-1
0-0 Ternana-Salernitana 0-0
3-0 Venezia-Treviso 1-0 16 mar.


Andata (9ª) 9ª giornata Ritorno (28ª)
1º nov. 0-0 Cagliari-Pistoiese 2-4 25 mar.
1-0 Chievo-Empoli 1-1 26 mar.
2-1 Cittadella-Torino 2-2 25 mar.
1-1 Crotone-Sampdoria 1-2
2-1 Genoa-Cosenza 0-1
2-3 Pescara-Ancona 2-3
3-0 Salernitana-Piacenza 1-3
1-3 Siena-Venezia 0-3
4-1 Ternana-Monza 1-1 23 mar.
0-0 Treviso-Ravenna 1-1 25 mar.
Andata (10ª) 10ª giornata Ritorno (29ª)
5 nov. 4-1 Ancona-Salernitana 2-4 1º apr.
1-0 Cosenza-Cittadella 1-0 30 mar.
2-1 Empoli-Treviso[21] 1-1 3 mag.
0-1 Monza-Crotone 1-2 1º apr.
3-0 Piacenza-Ternana 1-0
1-0 Pistoiese-Chievo 1-1
2-4 Ravenna-Cagliari 0-2
7 nov. 2-0 Sampdoria-Genoa 0-2 2 apr.
5 nov. 1-1 Torino-Siena 2-0 1º apr.
1-1 Venezia-Pescara 3-2


Andata (11ª) 11ª giornata Ritorno (30ª)
13 nov. 1-1 Cagliari-Cosenza 3-1 8 apr.
12 nov. 4-2 Chievo-Torino 0-0 6 apr.
2-2 Cittadella-Empoli 0-2 8 apr.
1-0 Crotone-Ancona 0-2
3-1 Genoa-Monza 5-1
0-0 Pescara-Piacenza 1-2 9 apr.
10 nov. 0-1 Salernitana-Venezia 0-2 8 apr.
12 nov. 5-1 Siena-Ravenna 1-2
3-2 Ternana-Pistoiese 3-2
0-2 Treviso-Sampdoria 0-2
Andata (12ª) 12ª giornata Ritorno (31ª)
19 nov. 1-0 Ancona-Genoa 1-3 14 apr.
2-2 Cittadella-Treviso 2-1
1-0 Cosenza-Salernitana 1-0
17 nov. 2-0 Empoli-Siena 1-1
20 nov. 1-1 Monza-Piacenza 0-1
19 nov. 1-0 Pistoiese-Pescara 1-0
2-2 Ravenna-Ternana 0-4
1-1 Sampdoria-Chievo 1-1
1-0 Torino-Crotone 1-0
2-2 Venezia-Cagliari 1-2


Andata (13ª) 13ª giornata Ritorno (32ª)
26 nov. 3-0 Cagliari-Cittadella 0-2 22 apr.
0-2 Chievo-Pescara 2-0
3-1 Crotone-Empoli 2-4 20 apr.
23 nov. 2-1 Genoa-Torino 1-1 22 apr.
26 nov. 1-1 Piacenza-Ancona 2-0
27 nov. 0-0 Ravenna-Sampdoria 0-2
13 dic. 1-0 Salernitana-Pistoiese 1-1
26 nov. 3-1 Siena-Monza 2-1
3-1 Ternana-Venezia 1-2 23 apr.
1-1 Treviso-Cosenza 2-3 22 apr.
Andata (14ª) 14ª giornata Ritorno (33ª)
3 dic. 3-1 Ancona-Ternana 2-3 29 apr.
2-0 Cittadella-Crotone 2-2
4 dic. 1-2 Cosenza-Chievo 1-2
3 dic. 0-3 Empoli-Cagliari 3-2 27 apr.
1-1 Monza-Treviso 0-3 29 apr.
1° dic. 2-2 Pescara-Salernitana 1-3
3 dic. 3-3 Pistoiese-Genoa 0-0
1-1 Sampdoria-Siena 0-0 30 apr.
2-1 Torino-Ravenna 2-1 29 apr.
1-0 Venezia-Piacenza 0-1


Andata (15ª) 15ª giornata Ritorno (34ª)
8 dic. 0-1 Cagliari-Torino 0-2 10 mag.
10 dic. 5-1 Chievo-Monza 3-1 13 mag.
2-2 Crotone-Siena 1-1
2-1 Piacenza-Genoa 1-1
1-2 Pistoiese-Venezia 0-1
0-0 Ravenna-Cittadella 0-1
0-0 Salernitana-Empoli 1-2
11 dic. 1-0 Sampdoria-Cosenza 4-4
10 dic. 3-0 Ternana-Pescara 3-1
0-0 Treviso-Ancona 1-3
Andata (16ª) 16ª giornata Ritorno (35ª)
17 dic. 1-1 Ancona-Cagliari 2-2 20 mag.
0-0 Cosenza-Ternana 1-1
3-1 Genoa-Cittadella 1-1
0-1 Monza-Ravenna 3-2
0-3 Pescara-Treviso 0-1
15 dic. 1-0 Piacenza-Chievo 1-1
17 dic. 0-1 Salernitana-Crotone 1-0
1-0 Siena-Pistoiese 1-0
1-0 Torino-Empoli 1-2
18 dic. 2-2 Venezia-Sampdoria 1-4


Andata (17ª) 17ª giornata Ritorno (36ª)
23 dic. 0-0 Cagliari-Siena 1-1 27 mag.
2-1 Chievo-Venezia 1-2
1-1 Cittadella-Salernitana 0-3
0-0 Crotone-Genoa 0-2
4-2 Empoli-Monza 1-0
1-1 Pistoiese-Cosenza 3-1
1-0 Ravenna-Ancona 5-2
0-1 Sampdoria-Piacenza 1-2
1-0 Torino-Pescara 1-0
1-1 Treviso-Ternana 1-3
Andata (18ª) 18ª giornata Ritorno (37ª)
15 gen. 1-0 Ancona-Empoli 1-3 3 giu.
14 gen. 0-2 Cosenza-Torino 1-2
0-0 Genoa-Treviso 2-2
0-4 Monza-Sampdoria 2-4
1-2 Pescara-Crotone 0-2
1-0 Piacenza-Pistoiese 1-1
1-1 Salernitana-Chievo 0-2
1-1 Siena-Cittadella[22] 0-0 6 giu.
12 gen. 1-0 Ternana-Cagliari 1-1 3 giu.
14 gen. 0-0 Venezia-Ravenna 3-0


Andata (19ª) 19ª giornata Ritorno (38ª)
21 gen. 3-0 Cagliari-Genoa 0-2 10 giu.
2-1 Chievo-Siena 1-1
2-0 Cittadella-Ancona 1-1
22 gen. 0-2 Crotone-Ternana 0-0
21 gen. 2-3 Empoli-Venezia 2-2
3-1 Pistoiese-Monza 1-3
0-1 Ravenna-Cosenza 1-3
1-1 Sampdoria-Pescara 2-2
19 gen. 2-0 Torino-Salernitana 2-0
21 gen. 0-3 Treviso-Piacenza 1-1

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Squadre[modifica | modifica wikitesto]

Capoliste solitarie[modifica | modifica wikitesto]

————————————————————————————————————————————————————————————————————————————
CosenzaChievo
10ª11ª12ª13ª14ª15ª16ª17ª18ª19ª20ª21ª22ª23ª24ª25ª26ª27ª28ª29ª30ª31ª32ª33ª34ª35ª36ª37ª38ª

Primati stagionali[modifica | modifica wikitesto]

  • Maggior numero di vittorie: Torino (22)
  • Minor numero di sconfitte: Chievo (6)
  • Migliore attacco: Venezia (62 gol fatti)
  • Miglior difesa: Piacenza (26 gol subiti)
  • Miglior differenza reti: Sampdoria (+22)
  • Maggior numero di pareggi: Genoa e Siena (17)
  • Minor numero di pareggi: Monza (4)
  • Maggior numero di sconfitte: Monza (25)
  • Minor numero di vittorie: Pescara (3)
  • Peggiore attacco: Pescara (30 gol fatti)
  • Peggior difesa: Monza (77 gol subiti)
  • Peggior differenza reti: Monza (-36)

Individuali[modifica | modifica wikitesto]

Classifica dei marcatori[modifica | modifica wikitesto]

Gol Rigori Giocatore Squadra
23 7 Bandiera dell'Italia Nicola Caccia Piacenza
20 6 Bandiera dell'Italia Corrado Grabbi Ternana
17 6 Bandiera dell'Italia Francesco Flachi Sampdoria
16 4 Bandiera dell'Italia Arturo Di Napoli Venezia
16 2 Bandiera dell'Italia Andrea Deflorio Crotone
16 3 Bandiera dell'Italia Massimo Maccarone Empoli
15 4 Bandiera dell'Italia Pietro Parente Ancona
15 5 Bandiera dell'Italia Filippo Maniero Venezia
14 2 Bandiera dell'Italia David Di Michele Salernitana
12 Bandiera dell'Italia Bernardo Corradi Chievo
12 Bandiera dell'Honduras David Suazo Cagliari
12 1 Bandiera dell'Italia Marco Carparelli Genoa
12 5 Bandiera dell'Italia Francesco Baiano Pistoiese
12 3 Bandiera dell'Italia Cosimo Francioso Genoa
11 1 Bandiera dell'Italia Fabrizio Cammarata Cagliari

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Il Cagliari cambia: via Bellotto, arriva Materazzi, su archiviostorico.gazzetta.it, gazzetta.it, 27 febbraio 2001.
  2. ^ Papadopulo al Crotone: “Credo nella salvezza”, su archiviostorico.gazzetta.it, gazzetta.it, 28 settembre 2000.
  3. ^ Genoa, un allenatore a tempo, su archiviostorico.gazzetta.it, gazzetta.it, 4 ottobre 2000.
  4. ^ Genoa, arriva Magni sotto scorta, su archiviostorico.gazzetta.it, gazzetta.it, 9 novembre 2000.
  5. ^ Ribaltone al Genoa: torna Bolchi, su archiviostorico.gazzetta.it, gazzetta.it, 29 gennaio 2001.
  6. ^ Scoglio abbraccia il Genoa, su archiviostorico.gazzetta.it, gazzetta.it, 14 febbraio 2001.
  7. ^ ”La mia anima per il Genoa”, su archiviostorico.gazzetta.it, gazzetta.it, 3 marzo 2001.
  8. ^ Cambio a Monza: via Antonelli, tocca a Salvemini, su archiviostorico.gazzetta.it, gazzetta.it, 23 gennaio 2001.
  9. ^ Il Pescara chiede aiuto a Galeone, su archiviostorico.gazzetta.it, gazzetta.it, 3 novembre 2000.
  10. ^ Burgnich si presenta: “Sveglia Pescara, occorre lottare”, su archiviostorico.gazzetta.it, gazzetta.it, 17 gennaio 2001.
  11. ^ Il Pescara cambia ancora: via Burgnich, torna Rossi, su archiviostorico.gazzetta.it, gazzetta.it, 22 febbraio 2001.
  12. ^ Clamoroso alla Pistoiese: via Pillon, ecco Caso, su archiviostorico.gazzetta.it, gazzetta.it, 12 gennaio 2001.
  13. ^ Pistoiese: via Caso, arriva Nicoletti, su archiviostorico.gazzetta.it, gazzetta.it, 21 marzo 2001.
  14. ^ Il Ravenna ad un passo da Rumignani, su archiviostorico.gazzetta.it, gazzetta.it, 7 novembre 2000.
  15. ^ C'è anche la firma: Rumignani è l'allenatore del Ravenna, su archiviostorico.gazzetta.it, gazzetta.it, 17 novembre 2000.
  16. ^ Il Ravenna trova la nuova guida. A sorpresa si affida a Di Chiara, su archiviostorico.gazzetta.it, gazzetta.it, 8 marzo 2001.
  17. ^ A Salerno comincia l'era Sonetti, su archiviostorico.gazzetta.it, gazzetta.it, 13 dicembre 2000.
  18. ^ Saltata la panchina di Sonetti. La Salernitana richiama Oddo, su archiviostorico.gazzetta.it, gazzetta.it, 27 marzo 2001.
  19. ^ Il Torino va avanti senza Simoni, su archiviostorico.gazzetta.it, gazzetta.it, 31 ottobre 2000.
  20. ^ Il Treviso manda via Gustinetti. La salvezza tocca a Sandreani, su archiviostorico.gazzetta.it, gazzetta.it, 6 febbraio 2001.
  21. ^ Partita prevista per il 1º aprile, sospesa al 1° per un infortunio all'arbitro sul punteggio di 0-0.
  22. ^ Partita iniziata il 3 giugno e sospesa al 46° per impraticabilità del campo sul risultato di 0-1.
  Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio