Serie B 1981-1982

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Serie B 1981-1982
Competizione Serie B
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione 73ª (50ª di Serie B)
Organizzatore Lega Nazionale Professionisti
Date dal 13 settembre 1981
al 13 giugno 1982
Luogo Italia Italia
Partecipanti 20
Formula Girone all'italiana A/R
Risultati
Vincitore Verona
(2º titolo)
Altre promozioni Sampdoria
Pisa
Retrocessioni Rimini
Brescia
SPAL
Pescara
Statistiche
Miglior marcatore Italia Gianni De Rosa
Associazione Calcio Hellas Verona 1981-1982.jpg
I gialloblù vincitori del campionato
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 1980-1981 1982-1983 Right arrow.svg

La Serie B 1981-1982 fu la 80ª edizione del secondo livello del campionato italiano di calcio, la 73ª dall'istituzione del livello (il 50º a girone unico).

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

Avvenimenti[modifica | modifica wikitesto]

La stagione vide un lungo testa a testa che contrappose il Verona soprattutto a Sampdoria e Pisa[1][2][3][4][5][6][7][8][9][10][11]. Verona e Sampdoria diventano presto le formazione da battere: nettamente superiori alle altre, combattono un interessante testa a testa, che dura tutta la stagione, per conquistare il primato in classifica[12][13][14][15][16][17]. Alla fine furono gli scaligeri a vincere il campionato. Con una giornata di anticipo, i gialloblù completano la loro missione con un trionfo: il miglior risultato sportivo e un gioco di grande qualità[18] anche se con un vantaggio molto stretto; gli uomini di Osvaldo Bagnoli tornarono in massima serie dopo tre anni vincendo per la seconda volta nella propria storia il torneo cadetto, venticinque anni dopo il successo del 1956-1957. Alla fine del campionato le due rivali dei veneti chiusero a una lunghezza di distacco dai gialloblù.

Sampdoria e Verona sono state le due squadre migliori[19][20][21] mentre il Pisa disputa un grande campionato, sempre in testa o vicino meritando la promozione con un gioco apprezzabile[22][23][24][25].

Ottima stagione anche per Varese e Bari, poco distanti dalla zona promozione.

Il Bari dei baresi di Catuzzi che decise di puntare sui ragazzi della Primavera che vinse qualche mese prima la Coppa Italia Primavera contro il Milan di Evani e di Icardi dà autentiche lezioni di calcio alle altre squadre e la serie A svanì per un soffio nei due scontri diretti in casa contro Verona e Sampdoria dove fece un solo punto, per inesperienza: squadra più giovane del torneo[26] e per i tanti errori arbitrali[27], soprattutto una svista di Agnolin, che annullò un gol validissimo di Iorio a Pisa. I biancorossi furono la prima squadra in Italia a fare la zona totale[28][29] definita come ‘laboratorio degli anni 2000’ con il modulo 4-3-3[30],un calcio a tutto campo[31],veloce[32],divertente, innovativo[33],spettacolare[34],di qualità[35] e fatto di gol rivoluzionando il calcio italiano[36] se la gioca alla pari contro squadre come Verona, Sampdoria, Pisa, Varese, Palermo, Perugia e Lazio facendosi rispettare in casa e fuori[37], diventando protagonista e una realtà[38] con mezza squadra proveniente dalla Primavera. I baresi finirono quarti a due lunghezze in meno rispetto a doriani e pisani[39].

Dopo la retrocessione anticipata di un Pescara in grave difficoltà, arrivarono anche i declassamenti di SPAL e Brescia. Al quart'ultimo posto chiusero invece quattro squadre allo stesso numero di punti, e a fare le spese di questo equilibrio fu il Rimini, retrocesso per una peggiore classifica avulsa.

L'attaccante palermitano Gianni De Rosa, miglior marcatore del campionato con 19 gol

Nella domenica in cui prende il via il Mundial spagnolo, termina una delle stagioni più avvincenti della storia della Serie B italiana. L’equilibrio è sempre stata una caratteristica particolare della cadetteria, ma il campionato di quest’anno è stato nobilitato da compagini di alto livello tecnico, tanto da poter tranquillamente competere con molte società di serie A. A dimostrazione ci sono stati i risultati di Coppa Italia, con una squadra giunta in semifinale, una qualificata ai quarti e altre capaci di giocarsi l’accesso al turno successivo fino all’ultimo minuto.

Alla fine escono vincitrici, non senza aver sudato le proverbiali sette camicie, tre delle grandi favorite: il Verona allenato da Osvaldo Bagnoli – il tecnico milanese conquista la sua seconda promozione consecutiva -, capace di mettere a frutto la corposa campagna acquisti che ha portato in riva all’Adige uomini importanti per il futuro come il centrocampista Antonio Di Gennaro e l’attaccante Domenico Penzo. Subito dietro giungono la Sampdoria, regina assoluta del mercato della cadetteria, avendo acquistato elementi di categoria superiore come Salvatore Vullo, Patrizio Sala e Nicola Zanone e il Pisa, capace di rimpiazzare uomini importanti come Odoacre Chierico, Federico Rossi e Aldo Cantarutti con giocatori di livello.

Naturalmente nella lotta non sono mancate sorprese e delusioni: il Varese allenato da Eugenio Fascetti è stata senz'altro la squadra rivelazione insieme al Bari[40] rimanendo in lizza fino al termine della stagione, grazie a un gruppo di giovani talenti.

L'allenatore Osvaldo Bagnoli e il centravanti Domenico Penzo, punti di forza del Verona primo classificato

La politica dei giovani paga anche a Bari, coi pugliesi allenati da Catuzzi che sognano la promozione grazie ai gol di Maurizio Iorio ottimamente coadiuvato da altre promesse del calcio nazionale come De Rosa, Armenise[41], Acerbis[42] e Loseto e da esperti come Bagnato, Frappampina, Majo e Bresciani[43][44][45] A proposito di giocatori simbolo di questa stagione, un autentico crack si è rivelato l’arrivo nel mercato d’ottobre di Giovanni De Rosa a Palermo, acquistato dal Como in cambio di Egidio Calloni. Giunto in Sicilia, l’ex punta di Ternana e Perugia realizza gol a grappoli, portando i siciliani a un passo dalla promozione.

Non rende secondo le aspettative il Perugia, nonostante la presenza di giocatori di qualità come Domenico Caso e Claudio Ambu, arrivati dall’Inter in cambio di Salvatore Bagni, di alcuni protagonisti del secondo posto del 1979 e di giovani promettenti come il terzino Daniele Tacconi e lo stopper Celeste Pin.

Ancor più deludente è il cammino di una delle grandi favorite: la Lazio era attesa al riscatto, ma i capitolini si sono trovati invischiati nella lotta per non retrocedere, portata avanti a quote altissime. Alla fine a far compagnia a Brescia, altra squadra accreditata per ben altri traguardi, Spal e Pescara, quasi mai in lizza per rimanere in serie B, alla fine troviamo il Rimini, autore di una stagione che, normalmente, avrebbe garantito una tranquilla permanenza.[46]

Squadre partecipanti[modifica | modifica wikitesto]

Club Stagione Città Stadio Stagione precedente
Bari dettagli Bari Stadio della Vittoria 8º posto in Serie B
Brescia dettagli Brescia Stadio Mario Rigamonti 14º posto in Serie A, retrocesso
Catania dettagli Catania Stadio Cibali 12º posto in Serie B
Cavese dettagli Cava dei Tirreni (SA) Stadio Comunale 1º posto in Serie C1 (gir. B), promossa
Cremonese dettagli Cremona Stadio Giovanni Zini 2º posto in Serie C1 (gir. A), promossa
Foggia dettagli Foggia Stadio Pino Zaccheria 9º posto in Serie B
Lazio dettagli Roma Stadio Olimpico 4º posto in Serie B
Lecce dettagli Lecce Stadio Via del Mare 9º posto in Serie B
Palermo dettagli Palermo Stadio La Favorita 14º posto in Serie B
Perugia dettagli Perugia Stadio Renato Curi 15º posto in Serie A, retrocesso
Pescara dettagli Pescara Stadio Adriatico 6º posto in Serie B
Pisa dettagli Pisa Stadio Arena Garibaldi 7º posto in Serie B
Pistoiese dettagli Pistoia Stadio Comunale 16º posto in Serie A, retrocessa
Reggiana dettagli Reggio Emilia Stadio Comunale Mirabello 1º posto in Serie C1 (gir. A), promossa
Rimini dettagli Rimini (FO) Stadio Romeo Neri 9º posto in Serie B
Sambenedettese dettagli San Benedetto del Tronto (AP) Stadio Fratelli Ballarin 2º posto in Serie C1 (gir. B), promossa
Sampdoria dettagli Genova Stadio Luigi Ferraris 5º posto in Serie B
SPAL dettagli Ferrara Stadio Comunale 12º posto in Serie B
Varese dettagli Varese Stadio Franco Ossola 14º posto in Serie B
Verona dettagli Verona Stadio Marcantonio Bentegodi 14º posto in Serie B

Allenatori[modifica | modifica wikitesto]

Allenatori e primatisti[modifica | modifica wikitesto]

Squadra Allenatore Calciatore più presente Cannoniere
Bari Italia Enrico Catuzzi Italia Antonio Elia Acerbis (38) Italia Maurizio Iorio (18)
Brescia Italia Alfredo Magni (1ª-14ª)
Italia Marino Perani (15ª-38ª)
Italia Gabriele Podavini,
Italia Sandro Salvioni (36)
Italia Luciano Adami (5)
Catania Italia Giorgio Michelotti Italia Aldo Cantarutti,
Italia Damiano Morra (36)
Italia Aldo Cantarutti,
Italia Angelo Crialesi (10)
Cavese Italia Pietro Santin Italia Franco Paleari (38) Italia Giovanni Sartori (6)
Cremonese Italia Guido Vincenzi (1ª-31ª)
Italia Emiliano Mondonico (32ª-38ª)
Italia Sergio Paolinelli (38) Italia Sauro Frutti (8)
Foggia Uruguay Héctor Puricelli (1ª-5ª)
Italia Fernando Veneranda (6ª-31ª)
Italia Federico Frigerio (37) Italia Antonio Bordon (9)
Lazio Italia Ilario Castagner (1ª-19ª)
Italia Roberto Clagluna (20ª-38ª)
Italia Vincenzo Chiarenza (37) Italia Vincenzo D'Amico (10)
Lecce Italia Giovanni Di Marzio Italia Sergio Magistrelli (36) Italia Sergio Magistrelli (7)
Palermo Italia Antonio Renna Italia Giuseppe Volpecina (38) Italia Gianni De Rosa (19)
Perugia Italia Gustavo Giagnoni Italia Ezio Cavagnetto (37) Italia Ezio Cavagnetto (7)
Pescara Italia Saul Malatrasi (1ª-4ª)
Italia Mario Tiddia (5ª-16ª)
Italia Giuseppe Chiappella (17ª-38ª)
Italia Siro D'Alessandro (38) Italia Mauro Amenta,
Italia Walter Mazzarri (4)
Pisa Italia Aldo Agroppi Italia Pasquale Casale,
Italia Luigi Gozzoli (38)
Italia Pasquale Casale (15)
Pistoiese Italia Lauro Toneatto Italia Poerio Mascella (38) Italia Antonio Capone (10)
Reggiana Italia Romano Fogli Italia Gianfranco Matteoli (38) Italia Andrea Carnevale,
Italia Gianfranco Matteoli (5)
Rimini Italia Maurizio Bruno Italia Roberto Parlanti (38) Italia Ciro Bilardi (8)
Sambenedettese Italia Nedo Sonetti Italia Franco Caccia (38) Italia Franco Caccia (7)
Sampdoria Italia Enzo Riccomini (1ª-5ª)
Italia Renzo Ulivieri (6ª-38ª)
Italia Alessandro Scanziani (38) Italia Alessandro Scanziani (10)
SPAL Italia Battista Rota (1ª-26ª)
Italia Ugo Tomeazzi (27ª-38ª)
Italia Alberto Bergossi,
Italia Gian Filippo Reali (35)
Italia Costante Tivelli (9)
Varese Italia Eugenio Fascetti Italia Michelangelo Rampulla (38) Italia Gaetano Auteri (7)
Verona Italia Osvaldo Bagnoli Italia Alberto Cavasin (37) Italia Domenico Penzo (14)

Classifica finale[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1uparrow green.svg 1. Verona 48 38 17 14 7 49 31 +18
1uparrow green.svg 2. Sampdoria 47 38 17 13 8 41 25 +16
1uparrow green.svg 2. Pisa 47 38 12 23 3 47 26 +21
4. Bari 45 38 15 15 8 47 33 +14
4. Varese 45 38 15 15 8 42 30 +12
6. Perugia 42 38 16 10 12 37 26 +11
6. Palermo 42 38 15 12 11 52 42 +10
8. Sambenedettese 38 38 11 16 11 38 33 +5
8. Catania 38 38 11 16 11 38 41 -3
10. Cremonese 37 38 11 15 12 36 39 -3
10. Lazio 37 38 11 15 12 38 35 +3
10. Reggiana 37 38 8 21 9 31 36 -5
10. Lecce 37 38 10 17 11 30 35 -5
14. Foggia 36 38 11 14 13 30 37 -7
15. Pistoiese 36 38 9 18 11 31 38 -7
16. Cavese 36 38 11 14 13 28 35 -7
1downarrow red.svg 17. Rimini[47] 36 38 11 14 13 39 45 -6
1downarrow red.svg 18. Brescia 31 38 8 15 15 27 40 -13
1downarrow red.svg 19. SPAL 28 38 6 16 16 26 43 -17
1downarrow red.svg 20. Pescara 17 38 4 9 25 20 57 -37

Legenda:

      Promosso in Serie A 1982-1983.
      Retrocessi in Serie C1 1982-1983.

Note:

Due punti a vittoria, uno a pareggio, zero a sconfitta.
In caso di pari merito viene considerata la classifica avulsa.

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Tabellone[modifica | modifica wikitesto]

Bar Bre Cat Cav Cre Fog Laz Lec Pal Per Pes Pis Pst Reg Rim Spa Smb Sam Var Ver
Bari –––– 1-0 2-1 5-0 1-1 3-0 1-0 1-0 2-0 1-0 3-1 1-1 0-1 0-1 1-0 1-0 0-0 1-2 0-0 1-1
Brescia 2-2 –––– 1-0 0-0 2-3 1-1 0-1 0-2 2-3 1-0 0-1 0-0 1-0 0-0 1-0 2-0 1-1 2-1 0-0 0-0
Catania 2-1 2-1 –––– 4-1 1-1 2-1 1-1 0-0 3-1 2-1 1-1 1-1 0-0 0-0 1-1 1-1 1-1 1-0 0-2 2-1
Cavese 0-0 0-1 0-0 –––– 2-1 1-1 0-0 0-0 0-0 1-0 1-0 0-0 1-1 5-1 2-0 3-1 2-1 1-1 0-0 2-1
Cremonese 1-1 0-0 1-0 1-0 –––– 0-1 0-0 2-1 1-1 0-0 3-1 0-0 1-1 3-0 3-1 2-0 2-0 1-2 0-0 1-5
Foggia 1-2 2-1 0-1 0-0 1-0 –––– 0-1 1-0 0-0 0-0 2-0 1-1 2-1 2-1 0-0 1-0 0-3 2-1 0-0 0-0
Lazio 0-1 1-1 0-1 1-0 0-1 4-1 –––– 4-0 0-3 1-0 1-0 2-2 0-0 0-0 1-2 1-2 1-1 0-0 3-2 2-0
Lecce 1-0 2-0 2-1 0-1 1-1 1-0 1-0 –––– 2-1 1-1 1-0 0-0 3-0 0-0 2-2 1-1 0-0 1-0 1-1 0-1
Palermo 3-3 2-0 0-2 2-0 2-0 2-1 3-2 1-1 –––– 0-2 2-0 2-2 1-1 1-1 4-1 2-1 1-0 0-0 2-0 1-0
Perugia 1-1 0-1 3-1 2-0 0-0 1-0 1-0 2-1 1-0 –––– 1-0 0-2 2-0 1-0 1-0 1-0 3-0 2-0 2-1 0-0
Pescara 2-0 1-0 1-1 1-1 0-2 1-1 1-2 0-0 0-5 0-2 –––– 1-2 1-1 0-1 2-4 2-0 0-1 0-1 1-2 0-0
Pisa 0-0 2-1 5-1 1-0 3-0 1-1 1-1 3-0 3-1 2-2 3-0 –––– 3-1 0-0 1-1 1-0 2-2 1-2 0-0 0-0
Pistoiese 1-1 1-0 1-1 2-1 0-0 0-0 0-1 1-1 3-1 0-0 1-0 0-0 –––– 2-0 2-1 1-1 1-0 0-2 1-1 4-2
Reggiana 1-0 1-1 0-0 0-2 1-1 1-1 1-1 0-0 1-1 2-1 0-0 0-1 4-0 –––– 1-0 1-1 1-0 1-1 2-2 0-0
Rimini 0-2 1-0 2-0 0-0 3-1 1-2 1-0 3-1 0-2 2-1 2-0 2-2 1-1 1-1 –––– 2-2 1-1 0-0 1-0 1-0
SPAL 1-1 1-1 1-0 1-0 1-0 0-1 2-2 2-2 1-1 1-0 0-0 0-0 0-0 3-3 0-0 –––– 1-0 0-3 0-1 0-0
Sambenedettese 1-2 1-1 0-0 1-0 3-0 2-2 0-0 1-1 0-0 1-1 4-0 0-0 1-0 3-2 3-0 1-0 –––– 2-2 1-0 1-2
Sampdoria 1-1 5-0 1-0 2-0 2-1 1-0 1-1 0-0 2-0 1-0 1-0 1-1 1-0 0-1 0-0 2-1 0-1 –––– 1-0 0-0
Varese 3-1 1-1 1-1 0-1 1-0 1-0 1-1 2-0 3-1 3-2 3-1 1-0 1-1 1-1 1-1 2-0 1-0 2-0 –––– 1-0
Verona 3-3 1-1 4-2 3-0 1-1 2-1 3-2 2-0 1-0 0-0 2-1 1-0 2-1 1-0 3-1 1-0 2-0 1-1 3-1 ––––

Calendario[modifica | modifica wikitesto]

andata (1ª) 1ª giornata ritorno (20ª)
13 set. 2-1 Brescia-Sampdoria 0-5 7 feb.
2-1 Cavese-Verona 0-3
0-1 Foggia-Catania 1-2
3-3 Palermo-Bari 0-2
2-1 Perugia-Lecce 1-1
3-0 Pisa-Pescara 2-1
1-1 Rimini-Pistoiese 1-2
3-3 SPAL-Reggiana 1-1
0-0 Sambenedettese-Lazio 1-1
1-0 Varese-Cremonese 0-0
andata (2ª) 2ª giornata ritorno (21ª)
20 set. 1-0 Bari-Rimini 2-0 14 feb.
0-2 Catania-Varese 1-1
0-0 Cremonese-Perugia 0-0
19 set. 1-2 Lazio-SPAL 2-2
20 set. 1-0 Lecce-Foggia 0-1
1-0 Pescara-Brescia 1-0
1-0 Pistoiese-Sambenedettese 0-1
0-2 Reggiana-Cavese 1-5
2-0 Sampdoria-Palermo 0-0
1-0 Verona-Pisa 0-0


andata (3ª) 3ª giornata ritorno (22ª)
a tav.[48] 0-2 Brescia-Lecce 0-2 21 feb.
27 set. 1-1 Cavese-Sampdoria 0-2
2-1 Foggia-Pistoiese 0-0
2-0 Palermo-Pescara 5-0
0-0 Perugia-Verona 0-0
5-1 Pisa-Catania 1-1
1-0 Rimini-Lazio 2-1
1-1 SPAL-Bari 0-1
3-0 Sambenedettese-Cremonese 0-2
1-1 Varese-Reggiana 2-2
andata (4ª) 4ª giornata ritorno (23ª)
4 ott. 1-1 Bari-Pisa 0-0 28 feb.
2-1 Catania-Perugia 1-3
4-1 Lazio-Foggia 1-0
1-2 Pescara-Varese 1-3
1-0 Pistoiese-Brescia 0-1
0-0 Reggiana-Lecce 0-0
0-0 Rimini-Cavese 0-2
1-1 SPAL-Palermo 1-2
0-1 Sampdoria-Sambenedettese 2-2
1-1 Verona-Cremonese 5-1


andata (5ª) 5ª giornata ritorno (24ª)
11 ott. 0-1 Brescia-Lazio 1-1 7 mar.
2-1 Catania-Bari 1-2
1-0 Cavese-Pescara 1-1
3-0 Cremonese-Reggiana 1-1
0-0 Foggia-Palermo 1-2
1-0 Lecce-Sampdoria 0-0
2-0 Perugia-Pistoiese 0-0
1-1 Pisa-Rimini 2-2
1-0 Sambenedettese-SPAL 0-1
1-0 Varese-Verona 1-3
andata (6ª) 6ª giornata ritorno (25ª)
18 ott. 0-1 Bari-Pistoiese 1-1 14 mar.
4-0 Lazio-Lecce 0-1
2-0 Palermo-Cavese 0-0
1-1 Pescara-Catania 1-1
1-1 Pisa-Foggia 1-1
1-1 Reggiana-Brescia 0-0
3-1 Rimini-Cremonese 1-3
1-0 SPAL-Perugia 0-1
1-0 Sampdoria-Varese 0-2
2-0 Verona-Sambenedettese 2-1


andata (7ª) 7ª giornata ritorno (26ª)
25 ott. 0-1 Bari-Reggiana 0-1 21 mar.
2-0 Brescia-SPAL 1-1
1-0 Catania-Sampdoria 0-1
0-0 Cavese-Pisa 0-1
1-1 Cremonese-Palermo 0-2
0-1 Lecce-Verona 0-2
1-0 Perugia-Lazio 0-1
1-0 Pistoiese-Pescara 1-1
3-0 Sambenedettese-Rimini 1-1
1-0 Varese-Foggia 0-0
andata (8ª) 8ª giornata ritorno (27ª)
1º nov. 0-0 Cavese-Varese 1-0 28 mar.
2-1 Foggia-Brescia 1-1
0-1 Lazio-Catania 1-1
0-2 Palermo-Perugia 0-1
2-2 Pisa-Sambenedettese 0-0
4-0 Reggiana-Pistoiese 0-2
3-1 Rimini-Lecce 2-2
0-0 SPAL-Pescara 0-2
2-1 Sampdoria-Cremonese 2-1
3-3 Verona-Bari 1-1


andata (9ª) 9ª giornata ritorno (28ª)
8 nov. 3-0 Bari-Foggia 2-1 4 apr.
0-0 Catania-Reggiana 0-0
0-0 Cremonese-Pisa 0-3
1-1 Lecce-SPAL 2-2
2-0 Perugia-Cavese 0-1
0-1 Pescara-Sampdoria 0-1
0-1 Pistoiese-Lazio 0-0
1-1 Sambenedettese-Brescia 1-1
1-1 Varese-Rimini 0-1
1-0 Verona-Palermo 0-1
andata (10ª) 10ª giornata ritorno (29ª)
15 nov. 1-0 Brescia-Perugia 1-0 10 apr.
2-1 Cavese-Sambenedettese 0-1
1-0 Cremonese-Catania 1-1
0-0 Foggia-Verona 1-2
1-0 Lecce-Bari 0-1
4-1 Palermo-Rimini 2-0
0-0 Pisa-Varese 0-1
0-0 Reggiana-Pescara 1-0
0-0 SPAL-Pistoiese 1-1
1-1 Sampdoria-Lazio 0-0


andata (11ª) 11ª giornata ritorno (30ª)
22 nov. 1-1 Bari-Cremonese 1-1 18 apr.
2-1 Catania-Brescia 0-1
1-0 Lazio-Cavese 0-0
0-2 Perugia-Pisa 2-2
0-0 Pescara-Lecce 0-1
3-1 Pistoiese-Palermo 1-1
1-2 Rimini-Foggia 0-0
2-1 Sampdoria-SPAL 3-0
1-0 Varese-Sambenedettese 0-1
1-0 Verona-Reggiana 0-0
andata (12ª) 12ª giornata ritorno (31ª)
29 nov. 0-0 Brescia-Cavese 1-0 25 apr.
1-0 Foggia-Cremonese 1-0
3-0 Lecce-Pistoiese 1-1
2-0 Palermo-Varese 1-3
2-0 Pescara-Bari 1-3
1-2 Pisa-Sampdoria 1-1
1-1 Reggiana-Lazio 0-0
2-1 Rimini-Perugia 0-1
0-0 SPAL-Verona 0-1
0-0 Sambenedettese-Catania 1-1


andata (13ª) 13ª giornata ritorno (32ª)
6 dic. 3-1 Cavese-SPAL 0-1 2 mag.
2-1 Cremonese-Lecce 1-1
2-1 Foggia-Reggiana 1-1
1-0 Lazio-Pescara 2-1
2-2 Palermo-Pisa 1-3
3-0 Perugia-Sambenedettese 1-1
1-1 Pistoiese-Catania 0-0
1-1 Sampdoria-Bari 2-1
1-1 Varese-Brescia 0-0
3-1 Verona-Rimini 0-1
andata (14ª) 14ª giornata ritorno (33ª)
13 dic. 5-0 Bari-Cavese 0-0 9 mag.
2-3 Brescia-Palermo 0-2
0-0 Catania-Lecce 1-2
2-2 Lazio-Pisa 1-1
0-2 Pescara-Cremonese 1-3
4-2 Pistoiese-Verona 1-2
2-2 Rimini-SPAL 0-0
2-2 Sambenedettese-Foggia 3-0
0-1 Sampdoria-Reggiana 1-1
3-2 Varese-Perugia 1-2 19 mag.[49]


andata (15ª) 15ª giornata ritorno (34ª)
20 dic. 1-0 Bari-Lazio 1-0 16 mag.
1-1 Cavese-Foggia 0-0
1-1 Cremonese-Pistoiese 0-0
1-1 Lecce-Varese 0-2
1-0 Palermo-Sambenedettese 0-0
1-0 Perugia-Pescara 2-0
2-1 Pisa-Brescia 0-0
1-0 Reggiana-Rimini 1-1
1-0 SPAL-Catania 1-1
1-1 Verona-Sampdoria 0-0
andata (16ª) 16ª giornata ritorno (35ª)
3 gen. 2-2 Brescia-Bari 0-1 23 mag.
3-1 Catania-Palermo 2-0 a tav.[50]
2-1 Cavese-Cremonese 0-1 23 mag.
0-0 Foggia-Perugia 0-1
2-0 Lazio-Verona 2-3
3-0 Pisa-Lecce 0-0
2-0 Rimini-Pescara 4-2
3-2 Sambenedettese-Reggiana 0-1
1-0 Sampdoria-Pistoiese 2-0
2-0 Varese-SPAL 1-0


andata (17ª) 17ª giornata ritorno (36ª)
10 gen. 0-0 Bari-Varese 1-3 30 mag.
1-0 Brescia-Rimini 0-1
2-1 Catania-Verona 2-4
0-0 Cremonese-Lazio 1-0
0-0 Lecce-Sambenedettese 1-1
2-0 Perugia-Sampdoria 0-1
1-1 Pescara-Foggia 0-2
2-1 Pistoiese-Cavese 1-1
1-1 Reggiana-Palermo 1-1
0-0 SPAL-Pisa 0-1
andata (18ª) 18ª giornata ritorno (37ª)
17 gen. 0-0 Cavese-Catania 1-4 6 giu.
0-0 Cremonese-Brescia 3-2
1-0 Foggia-SPAL 1-0
1-1 Palermo-Lecce 1-2
1-0 Perugia-Reggiana 1-2
3-1 Pisa-Pistoiese 0-0
0-0 Rimini-Sampdoria 0-0
1-2 Sambenedettese-Bari 0-0
1-1 Varese-Lazio 2-3
2-1 Verona-Pescara 0-0


andata (19ª) 19ª giornata ritorno (38ª)
24 gen. 1-0 Bari-Perugia 1-1 13 giu.
0-0 Brescia-Verona 1-1 17 giu.[51]
1-1 Catania-Rimini 0-2 13 giu.
0-3 Lazio-Palermo 2-3
0-1 Lecce-Cavese 0-0
0-1 Pescara-Sambenedettese 0-4
1-1 Pistoiese-Varese 1-1
0-1 Reggiana-Pisa 0-0
1-0 SPAL-Cremonese 0-2
1-0 Sampdoria-Foggia 1-2

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Squadre[modifica | modifica wikitesto]

Classifica in divenire[modifica | modifica wikitesto]

10ª 11ª 12ª 13ª 14ª 15ª 16ª 17ª 18ª 19ª 20ª 21ª 22ª 23ª 24ª 25ª 26ª 27ª 28ª 29ª 30ª 31ª 32ª 33ª 34ª 35ª 36ª 37ª 38ª
Bari 1 3 4 5 5 5 5 6 8 8 9 9 10 12 14 15 16 18 20 22 24 26 27 29 30 30 31 33 35 36 38 38 39 41 43 43 44 45
Brescia 2 2 2 2 2 3 5 5 6 8 8 9 10 10 10 11 13 14 15 15 15 15 17 18 19 20 21 22 24 26 28 29 29 30 30 30 30 31
Catania 2 2 2 4 6 7 9 11 12 12 14 15 16 17 17 19 21 22 23 25 26 27 27 27 28 28 29 30 31 31 32 32 32 33 35 35 37 38
Cavese 2 4 5 6 8 8 9 10 10 12 12 13 15 15 16 18 18 19 21 21 23 23 25 26 27 27 29 31 31 32 32 32 33 34 34 35 35 36
Cremonese 0 1 1 2 4 4 5 5 6 8 9 9 11 13 14 14 15 16 16 17 18 20 20 21 23 23 23 23 24 25 25 26 28 29 31 33 35 37
Foggia 0 0 2 2 3 4 4 6 6 7 9 11 13 14 15 16 17 19 19 19 21 22 22 23 24 24 25 25 25 26 28 29 29 30 30 32 34 36
Lazio 1 1 1 3 5 7 7 7 9 10 12 13 15 16 16 18 19 20 20 21 22 22 24 25 25 27 28 29 30 31 32 34 35 35 35 35 37 37
Lecce 0 2 4 5 7 7 7 7 8 10 11 13 13 14 15 15 16 17 17 18 18 20 21 22 24 24 25 26 26 28 29 30 32 32 33 34 36 37
Palermo 1 1 3 4 5 7 8 8 8 10 10 12 13 15 17 17 18 19 21 21 22 24 26 28 29 31 31 33 35 36 36 36 38 39 39 40 40 42
Perugia 2 3 4 4 6 6 8 10 12 12 12 12 14 14 16 17 18 20 20 21 22 23 25 26 28 28 30 30 30 31 33 34 36 38 40 41 41 42
Pescara 0 2 2 2 2 3 3 4 4 5 6 8 8 8 8 8 9 9 9 9 11 11 11 12 13 14 16 16 16 16 16 16 16 16 16 16 17 17
Pisa 2 2 4 5 6 7 8 9 10 11 13 13 14 15 17 19 20 22 24 26 27 28 29 30 31 33 34 36 36 37 38 40 41 42 43 45 46 47
Pistoiese 1 3 3 5 5 7 9 9 9 10 12 12 13 15 16 16 18 18 19 21 21 22 22 23 24 25 26 28 29 30 31 32 32 33 33 34 35 36
Reggiana 1 1 2 3 3 4 6 8 9 10 10 11 11 13 15 15 16 16 16 17 17 18 19 20 21 23 23 24 26 27 28 29 30 32 33 34 36 37
Rimini 1 1 3 4 5 7 7 9 10 10 10 12 12 13 13 15 15 16 17 17 17 19 19 20 20 21 22 24 24 25 25 27 28 29 31 33 34 36
Sambenedettese 1 1 3 5 7 7 9 10 11 11 11 12 12 13 13 15 16 16 18 19 20 20 22 22 22 23 24 25 27 29 30 31 33 34 34 35 36 38
Sampdoria 0 2 3 3 3 5 5 7 9 10 12 14 15 15 16 18 18 19 21 23 24 26 27 28 28 30 32 34 35 38 39 40 41 42 44 46 47 47
SPAL 1 3 4 5 5 7 7 8 9 10 10 11 11 12 14 14 15 15 17 18 19 19 19 21 21 22 22 23 24 24 24 26 27 28 28 28 28 28
Varese 2 4 5 7 9 9 11 12 13 14 16 16 17 19 20 22 23 24 25 26 27 28 30 30 32 33 33 33 35 35 37 38 38 40 42 44 44 45
Verona 0 2 3 4 4 6 8 9 11 12 14 15 17 17 18 18 18 20 21 23 24 25 27 29 31 33 34 34 36 37 39 39 41 42 44 46 47 48

Individuali[modifica | modifica wikitesto]

Classifica marcatori[modifica | modifica wikitesto]

Gol Giocatore Squadra
19 Italia Gianni De Rosa Palermo
18 Italia Maurizio Iorio Bari
15 Italia Pasquale Casale Pisa
14 Italia Domenico Penzo Verona
13 Italia Mauro Gibellini Verona

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ La Lazio vuol fare lo sgambetto al Bari (PDF), su archivio.unita.news.
  2. ^ Sei squadre in lotta per la promozione in serie A (PDF), su archivio.unita.news.
  3. ^ La capolista del torneo cadetto punta a rispettare la media inglese, su www.archiviolastampa.it. URL consultato il 20 marzo 2019.
  4. ^ Sampdoria e Pisa,un'ipoteca per la serie A, su www.archiviolastampa.it. URL consultato il 20 marzo 2019.
  5. ^ Sampdoria e Pisa raggiunte in testa dal Verona, su www.archiviolastampa.it. URL consultato il 20 marzo 2019.
  6. ^ Un successo studiato a tavolino, su www.archiviolastampa.it. URL consultato il 20 marzo 2019.
  7. ^ La Samp spera oggi a Marassi di sbarazzarsi dei veronesi, su www.archiviolastampa.it. URL consultato il 20 marzo 2019.
  8. ^ I liguri ed il Pisa nuova coppia di testa dei cadetti, su www.archiviolastampa.it. URL consultato il 20 marzo 2019.
  9. ^ La Samp cerca a Pistoia i punti da promozione, su www.archiviolastampa.it. URL consultato il 20 marzo 2019.
  10. ^ La Samp respira aria di promozione, su www.archiviolastampa.it. URL consultato il 20 marzo 2019.
  11. ^ Samp, Verona e Pisa ancora insieme in testa, su www.archiviolastampa.it. URL consultato il 20 marzo 2019.
  12. ^ Sampdoria e Verona,un altro passo verso la A, su www.archiviolastampa.it. URL consultato il 20 marzo 2019.
  13. ^ Samp-Verona ancora in testa, su www.archiviolastampa.it. URL consultato il 20 marzo 2019.
  14. ^ La Sampdoria vola verso la A, su www.archiviolastampa.it. URL consultato il 20 marzo 2019.
  15. ^ La Stampa - Consultazione Archivio, su www.archiviolastampa.it. URL consultato il 20 marzo 2019.
  16. ^ La Stampa - Consultazione Archivio, su www.archiviolastampa.it. URL consultato il 20 marzo 2019.
  17. ^ Blucerchiati e Verona in A, il problema è restarci, su www.archiviolastampa.it. URL consultato il 20 marzo 2019.
  18. ^ HELLASTORY.net | Speciale TATTICA e TECNICA | IL VERONA DI OSVALDO BAGNOLI, su www.hellastory.net. URL consultato il 19 marzo 2019.
  19. ^ Il campionato di Serie B ha promosso le migliori (PDF), su archivio.unita.news.
  20. ^ Un bravo alla Sampdoria e al Verona, su www.archiviolastampa.it. URL consultato il 20 marzo 2019.
  21. ^ La Stampa - Consultazione Archivio, su www.archiviolastampa.it. URL consultato il 20 marzo 2019.
  22. ^ La Lazio sulla strada giusta ma in società c'è polemica (PDF), su archivio.unita.news.
  23. ^ Samp e Verona a un passo dalla A Varese e Bari insidia per il Pisa (PDF), su archivio.unita.news.
  24. ^ La Lazio in serie positiva mette in ansia il Pisa (PDF), su archivio.unita.news.
  25. ^ Bari e Verona a passo di carica Lazio,una domenica da dimenticare (PDF), su archivio.unita.news.
  26. ^ Pisa-Bari clou (PDF), su archivio.unita.news.
  27. ^ Dieci anni senza Catuzzi il profeta della «zona» -, su amobari1908.altervista.org, 29 novembre 2016. URL consultato il 23 marzo 2019.
  28. ^ Catuzzi, il profeta del baby Bari che inventò il calcio champagne - la Repubblica.it, su Archivio - la Repubblica.it. URL consultato il 23 marzo 2019.
  29. ^ Andrea Pergolari, La strategia della panchina: Il mestiere dell'allenatore spiegato dai protagonisti del calcio che ha fatto epoca, LIT EDIZIONI, 16 gennaio 2017, ISBN 9788867765614. URL consultato il 23 marzo 2019.
  30. ^ Addio Catuzzi, il pioniere della zona, su archiviostorico.gazzetta.it. URL consultato il 23 marzo 2019.
  31. ^ La Stampa - Consultazione Archivio, su www.archiviolastampa.it. URL consultato il 26 marzo 2019.
  32. ^ Bari spumeggiante, su www.archiviolastampa.it. URL consultato il 26 marzo 2019.
  33. ^ Bari, Catuzzi ed il calcio divertente prima di Sacchi, su www.tuttobari.com. URL consultato il 23 marzo 2019.
  34. ^ La notte bianca dei boys di Catuzzi - la Repubblica.it, su Archivio - la Repubblica.it. URL consultato il 23 marzo 2019.
  35. ^ Bari a passo di càrica (PDF), su archivio.unita.news.
  36. ^ Addio Enrico Catuzzi, su BariLive.it. URL consultato il 23 marzo 2019.
  37. ^ Il Bari pone la sua candidatura Prosegue in «B» la scalata dei pugliesi ai vertici della classifica (PDF), su archivio.unita.news.
  38. ^ il bari (PDF), su archivio.unita.news.
  39. ^ Medialink s.r.l, Dieci anni fa la scomparsa di Enrico Catuzzi, il tecnico del celebre ‘Bari dei baresi’, su www.barinelpallone.it, 29 novembre 2016. URL consultato il 23 marzo 2019.
  40. ^ Fascetti, l'eroe delle due Puglie: che tempi con Bari e Lecce! Oggi compie 80 anni, su www.tuttocalciopuglia.com. URL consultato il 23 marzo 2019.
  41. ^ Bari, Catuzzi ed il calcio divertente prima di Sacchi, su www.tuttobari.com. URL consultato il 22 marzo 2019.
  42. ^ Acerbis dà fisionomia piacevole, su www.archiviolastampa.it. URL consultato il 23 marzo 2019.
  43. ^ L'ex Bagnato fa il suo pronostico: "Bari, un pareggio...", su www.tuttobari.com. URL consultato il 22 marzo 2019.
  44. ^ OrgoglioBarese • Leggi argomento - 29/11/16 - GdS - Dieci anni senza Catuzzi il profeta della «zona», su www.orgogliobarese.it. URL consultato il 22 marzo 2019.
  45. ^ La Stampa - Consultazione Archivio, su www.archiviolastampa.it. URL consultato il 23 marzo 2019.
  46. ^ [1]
  47. ^ Retrocesso per classifica avulsa sfavorevole.
  48. ^ Gara giocata il 27 settembre e conclusa con il risultato di 1-1, ma successivamente vinta a tavolino 2-0 dal Lecce per lancio di oggetti in campo.
  49. ^ Partita programmata e iniziata il 9 maggio ma sospesa al 45' per impraticabilità del terreno di gioco sul risultato di 1-1.
  50. ^ Gara giocata il 23 maggio e conclusa con il risultato di 1-0, ma successivamente vinta a tavolino 2-0 dal Palermo per incidenti.
  51. ^ Partita programmata e iniziata il 13 giugno ma sospesa al 75' per impraticabilità del campo sul risultato di 1-2.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Arrigo Beltrami (a cura di). Almanacco illustrato del calcio 1982. Modena, Panini, 1982.
  • Arrigo Beltrami (a cura di). Almanacco illustrato del calcio 1983. Modena, Panini, 1983.