Antonio Rizzolo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Antonio Rizzolo
Antonio Rizzolo - SS Lazio 1988-89.jpg
Rizzolo alla Lazio nella stagione 1988-1989
Nazionalità Italia Italia
Altezza 179[1] cm
Peso 74[1] kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex attaccante)
Ritirato 2003 - giocatore
Carriera
Giovanili
19??-19?? Lazio
Squadre di club1
1986-1989 Lazio 42 (6)
1989-1990 Pescara 32 (6)
1990 Atalanta 1 (0)
1990-1991 Padova 14 (2)
1991-1992 Palermo 31 (11)
1992-1993 Lecce 30 (9)
1993-1995 Palermo 44 (9)
1995-1996 Reggiana 13 (3)
1996-1997 Ascoli 29 (7)
1997-1998 Ternana 18 (2)
1998-1999 Albacete 15 (3)
1999 Avellino 11 (2)
1999-2000 Sestrese 14 (6)
2000-2001 Lecco 17 (6)
2001 Pisa 4 (0)
2001-2002 Latina 16 (3)
2002-2003 Cisco Roma 12 (1)
2003 Monterotondo 10 (1)
Nazionale
1987 Italia Italia U-20 1 (1)
1988-1989 Italia Italia U-21 3 (1)
Carriera da allenatore
2003 Tivoli Vice
2004 Tivoli Vice
2005-2006 Arancione e Nero.svg Torbellamonaca
2006 Cisco Roma Vice
2006 Cisco Roma
2007-2008 Arezzo Allievi Naz.
2008-2009 Arezzo Berretti
2009-2010 Ascoli Allievi Naz.
2010-2011 Bianco e Rosso.svg Città di Castello
2013-2014 Gubbio Vice
2015-2016 Alessandria Vice
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al ottobre 2015

Antonio Rizzolo (Orvieto, 22 aprile 1969) è un allenatore di calcio ed ex calciatore italiano, di ruolo attaccante.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Ha giocato in Serie A con le maglie di Lazio e Atalanta, e in Serie B con quelle di Reggiana, Lecce, Palermo, Padova e Pescara. Ha inoltre vestito, nella seconda divisione spagnola, la casacca dell'Albacete. In Italia ha giocato poi in vari club di Serie C1 quali Ascoli, Ternana, Avellino, Lecco e Pisa, sua ultima squadra professionistica prima di chiudere la carriera in Serie D.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1987 ha fatto parte della spedizione dell'Italia Under-20 al campionato mondiale di categoria in Cile, dove il 14 ottobre all'Estadio Municipal de Concepción ha segnato la rete che ha consentito agli azzurrini di battere 1-0 i pari età del Brasile.[2]

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2005 fa parte come vice allenatore dello staff del Tivoli. Nell'anno seguente, sempre come tecnico in seconda, è alla Cisco Roma di Lodigiani. Nel 2008 allena la formazione Allievi Nazionali dell'Arezzo, mentre nel 2009 passa alla formazione Berretti degli aretini. Dal 2009 guida gli Allievi Nazionali dell'Ascoli.[3]

Nella stagione 2010-2011 allena la prima squadra del Città di Castello, nel campionato umbro di Eccellenza[4] venendo esonerato il 18 gennaio 2011.[5] Nell'estate del 2013 viene aggregato allo staff del Gubbio, in Lega Pro Prima Divisione, agli ordini del tecnico Cristian Bucchi.[senza fonte]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni giovanili[modifica | modifica wikitesto]
Lazio: 1986-1987

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Calciatori ‒ La raccolta completa Panini 1961-2012, Vol. 8 (1991-1992), Panini, 2012, p. 82.
  2. ^ (EN) Brazil 0 - 1 Italy, su fifa.com, Fédération Internationale de Football Association.
  3. ^ Allievi e Giovanissimi Naz. nel gir. E, su ascolicalcio.net, 17 agosto 2009. (archiviato dall'url originale il 19 luglio 2012).
  4. ^ Eccellenza: il Città di Castello si affida ad Antonio Rizzolo, su ssdlongobarda.it. [collegamento interrotto]
  5. ^ Città di Castello: esonerato Rizzolo, arriva Bagnato, su sporterni.it, 18 gennaio 2011.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Elio Corbani, Pietro Serina, Cent'anni di Atalanta, vol. 2, Bergamo, SESAAB, 2007, ISBN 978-88-903088-0-2.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]