Azeglio Vicini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Azeglio Vicini
Azeglio Vicini.jpg
Vicini sulla panchina della Nazionale nel 1990
Nazionalità Italia Italia
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex calciatore)
Ritirato 1966 - calciatore
1994 - allenatore
Carriera
Giovanili
Cesena
Squadre di club1
1953-1956L.R. Vicenza54 (8)
1956-1963Sampdoria191 (6)
1963-1966Brescia55 (2)
Carriera da allenatore
1967-1968 Brescia
1975-1976 Italia Italia U-23
1976-1986 Italia Italia U-21
1986-1991 Italia Italia
1993 Cesena
1993 Udinese
Palmarès
Coppa mondiale.svg Mondiali di calcio
Bronzo Italia 1990
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 30 giugno 2007

Azeglio Vicini (Cesena, 20 marzo 1933) è un ex allenatore di calcio ed ex calciatore italiano.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Vicini con la maglia della Sampdoria nel 1962

Nei primi anni di carriera si mette in luce da calciatore contribuendo alla promozione in massima serie del L.R. Vicenza, club con cui fa il suo esordio in Serie A il 25 settembre 1955 nella gara interna con l'Internazionale (0-2). Passa alla Sampdoria e con i blucerchiati disputa sette campionati consecutivi nella massima serie, prima di scendere in Serie B con la maglia del Brescia.

Con le rondinelle esordisce il 15 settembre 1963 a Varese in Varese-Brescia (4-0), sfiorando la promozione, che ottiene l'anno successivo contribuendo a riportare il Brescia in Serie A dopo 17 anni di cadetteria. A Brescia chiude la carriera di calciatore e nel 1967-68 inizia quella di allenatore che gli darà grandi soddisfazioni.

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

La sua prima esperienza è sulla panchina del Brescia, nel campionato 1967-68, e si concluderà con la retrocessione delle rondinelle in serie B. Già nel 1968 entra a far parte del settore tecnico della nazionale, a soli trentacinque anni. Il primo incarico di una certa rilevanza è però la guida della nazionale Under-23, affidatagli nella stagione 1975-76 con cui disputa il campionato europeo di categoria.

Vicini all'epoca del suo incarico di selezionatore delle nazionali azzurre U-21 e U-23

Dall'anno successivo gli è affidata l'Under-21 (dopo che la UEFA ha riservato il campionato europeo giovanile a tali nazionali), incarico che porterà avanti per ben dieci anni. Ai campionati europei Under-21 ottiene tre volte la qualificazione ai quarti di finale (1978, 1980 e 1982), arrivando alla semifinale nel 1984 e nell'edizione del 1986 si piazzò al secondo posto perdendo ai rigori la finale contro la Spagna.

Dopo i mondiali del 1986 prende il posto di Enzo Bearzot alla guida della nazionale maggiore, esordendo sulla panchina azzurra l'8 ottobre 1986 a Bologna contro la Grecia, due giorni prima della sconfitta della "sua" Under 21 (poi guidata da Cesare Maldini, Marco Tardelli e Claudio Gentile) nella finale europea.

Alla guida della nazionale ha lanciato fin dalla sua prima partita giocatori destinati a diventarne cardini della sua gestione, come Walter Zenga e Roberto Donadoni.[1] Conduce gli azzurri agli europei del 1988 in Germania, giungendo fino alla semifinale dove sotto una pioggia battente a Stoccarda arriva la sconfitta per 2-0 contro l'Unione Sovietica. Rimane alla guida degli azzurri anche per il biennio successivo, con il compito di guidare la nazionale ai mondiali di Italia '90. Sconfitti in semifinale dall'Argentina ai tiri di rigore, gli azzurri giungono terzi, battendo l'Inghilterra nella finalina di Bari (2-1 il risultato).

Confermato per altri due anni, Vicini è rimasto commissario tecnico della nazionale fino all'ottobre 1991, quando ha fallito la qualificazione per gli Europei del 1992 ed è stato sostituito da Arrigo Sacchi. Fatale la sconfitta per 2-1 ad Oslo contro la Norvegia ed il pareggio (0-0) a Mosca contro l'Unione Sovietica, qualificata quindi al posto degli azzurri. Ha poi allenato per brevi periodi Cesena e Udinese, nel 1995-96 è stato consigliere tecnico del Brescia, prima di assumere la presidenza dell'Associazione Italiana Allenatori Calcio. Ha ricoperto per lungo tempo la carica di Presidente del Settore tecnico della FIGC per poi cedere il testimone a Roberto Baggio, da lui allenato in azzurro durante il Campionato mondiale di calcio 1990 tenutosi in Italia[2], il 4 agosto 2010.

Attualmente vive a Brescia (città in cui risiede dal 1963) con la moglie Ines e ha 3 figli: Ofelia, Manlio e Gianluca.

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche da allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale  % Vittorie
Comp G V N P Comp G V N P Comp G V N P Comp G V N P G V N P  %
1967-1968 Italia Brescia A 30 8 6 16 CI 1 0 0 1 - - - - - - - - - - 31 8 6 17 25,81
mar.- giu. 1993 Italia Cesena B 14 6 6 2 - - - - - - - - - - - - - - - 14 6 6 2 42,86
ago.- set. 1993 Italia Udinese A 6 1 1 4 CI 1 1 0 0 - - - - - - - - - - 7 2 1 4 28,57
Totale carriera 50 15 13 22 2 1 0 1 52 16 13 23 30,77

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Squadra Campionato Piazzamento Andamento Reti
Giocate Vittorie Pareggi Sconfitte % vittorie GF GS DR
1986-1987 Italia Italia Qual. Euro 1988 1º nel Gruppo 2, qualificato 8 6 1 1 75,00 16 4 +12
1988 Euro 1988 Seminifinale 4 2 1 1 50,00 4 3 +1
1990-1991 Mondiale 1990 7 6 1 0 85,71 10 2 +8
Torneo Scania 100 Vincitore 2 1 1 0 50,00 3 1 +2
Qual. Euro 1992 Fine incarico da C.T. dopo il 6º incontro 6 2 3 1 33,33 9 4 +5
Dal 1986 al 1991 Amichevoli 27 15 8 4 55,56 34 10 +24
Totale Italia 54 32 15 7 59,26 76 24 +52

Panchine da commissario tecnico della nazionale italiana[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Italia
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
08/10/1986 Bologna Italia Italia 2 – 0 Grecia Grecia Amichevole 2 Giuseppe Bergomi Cap:A. Altobelli
15/11/1986 Milano Italia Italia 3 – 2 Svizzera Svizzera Qual. Euro 1988 2 Alessandro Altobelli
Roberto Donadoni
Cap:A. Cabrini
06/12/1986 La Valletta Malta Malta 0 – 2 Italia Italia Qual. Euro 1988 Alessandro Altobelli
Riccardo Ferri
Cap:A. Altobelli
24/01/1987 Bergamo Italia Italia 5 – 0 Malta Malta Qual. Euro 1988 2 Alessandro Altobelli
Salvatore Bagni
Giuseppe Bergomi
Gianluca Vialli
Cap:A. Cabrini
14/02/1987 Lisbona Portogallo Portogallo 0 – 1 Italia Italia Qual. Euro 1988 Alessandro Altobelli Cap:A. Cabrini
18/04/1987 Colonia Germania Ovest Germania Ovest 0 – 0 Italia Italia Amichevole Cap:A. Altobelli
28/05/1987 Oslo Norvegia Norvegia 0 – 0 Italia Italia Amichevole Cap:A. Altobelli
03/06/1987 Stoccolma Svezia Svezia 1 – 0 Italia Italia Qual. Euro 1988 Cap:A. Altobelli
10/06/1987 Zurigo Italia Italia 3 – 1 Argentina Argentina Amichevole Fernando De Napoli
Gianluca Vialli
autorete
Cap:A. Altobelli
23/09/1987 Pisa Italia Italia 1 – 0 Jugoslavia Jugoslavia Amichevole Alessandro Altobelli Cap:A. Cabrini
17/10/1987 Berna Svizzera Svizzera 0 – 0 Italia Italia Qual. Euro 1988 Cap:A. Cabrini
14/11/1987 Napoli Italia Italia 2 – 1 Svezia Svezia Qual. Euro 1988 2 Gianluca Vialli Cap:A. Altobelli
05/12/1987 Milano Italia Italia 3 – 0 Portogallo Portogallo Qual. Euro 1988 Luigi De Agostini
Giuseppe Giannini
Gianluca Vialli
Cap:A. Altobelli
20/02/1988 Bari Italia Italia 4 – 1 URSS URSS Amichevole 2 Gianluca Vialli
Franco Baresi
Giuseppe Bergomi
Cap:G. Bergomi
31/03/1988 Spalato Jugoslavia Jugoslavia 1 – 1 Italia Italia Amichevole Gianluca Vialli Cap:G. Bergomi
27/04/1988 Lussemburgo Lussemburgo Lussemburgo 0 – 3 Italia Italia Amichevole Giuseppe Bergomi
Luigi De Agostini
Riccardo Ferri
Cap:G. Bergomi
04/06/1988 Brescia Italia Italia 0 – 1 Galles Galles Amichevole Cap:G. Bergomi
10/06/1988 Düsseldorf Germania Ovest Germania Ovest 1 – 1 Italia Italia Euro 1988 - 1º Turno Roberto Mancini Cap:G. Bergomi
14/06/1988 Francoforte Italia Italia 1 – 0 Spagna Spagna Euro 1988 - 1º Turno Gianluca Vialli Cap:G. Bergomi
17/06/1988 Colonia Italia Italia 2 – 0 Danimarca Danimarca Euro 1988 - 1º Turno Alessandro Altobelli
Luigi De Agostini
Cap:G. Bergomi
22/06/1988 Stoccarda URSS URSS 2 – 0 Italia Italia Euro 1988 - Semif. Cap:G. Bergomi
19/10/1988 Pescara Italia Italia 2 – 1 Norvegia Norvegia Amichevole Riccardo Ferri
Giuseppe Giannini
Cap:G. Bergomi
16/11/1988 Roma Italia Italia 1 – 0 Paesi Bassi Paesi Bassi Amichevole Gianluca Vialli Cap:G. Bergomi
22/12/1988 Perugia Italia Italia 2 – 0 Scozia Scozia Amichevole Nicola Berti
Giuseppe Giannini
Cap:G. Bergomi
22/02/1989 Pisa Italia Italia 1 – 0 Danimarca Danimarca Amichevole Giuseppe Bergomi Cap:G. Bergomi
25/03/1989 Vienna Austria Austria 0 – 1 Italia Italia Amichevole Nicola Berti Cap:G. Bergomi
29/03/1989 Sibiu Romania Romania 1 – 0 Italia Italia Amichevole Cap:G. Bergomi
22/04/1989 Verona Italia Italia 1 – 1 Uruguay Uruguay Amichevole Roberto Baggio Cap:G. Bergomi
26/04/1989 Taranto Italia Italia 4 – 0 Ungheria Ungheria Amichevole Nicola Berti
Andrea Carnevale
Riccardo Ferri
Gianluca Vialli
Cap:G. Vialli
20/09/1989 Cesena Italia Italia 4 – 0 Bulgaria Bulgaria Amichevole 2 Roberto Baggio
Andrea Carnevale
autorete
Cap:G. Bergomi
14/10/1989 Bologna Italia Italia 0 – 1 Brasile Brasile Amichevole Cap:G. Bergomi
11/11/1989 Vicenza Italia Italia 1 – 0 Algeria Algeria Amichevole Aldo Serena Cap:G. Bergomi
15/11/1989 Londra Inghilterra Inghilterra 0 – 0 Italia Italia Amichevole Cap:G. Bergomi
21/12/1989 Cagliari Italia Italia 0 – 0 Argentina Argentina Amichevole Cap:G. Bergomi
21/02/1990 Rotterdam Paesi Bassi Paesi Bassi 0 – 0 Italia Italia Amichevole Cap:G. Bergomi
31/03/1990 Basilea Svizzera Svizzera 0 – 1 Italia Italia Amichevole Luigi De Agostini Cap:G. Bergomi
09/06/1990 Roma Italia Italia 1 – 0 Austria Austria Mondiali 1990 - 1º Turno Salvatore Schillaci Cap:G. Bergomi
14/06/1990 Roma Italia Italia 1 – 0 Stati Uniti Stati Uniti Mondiali 1990 - 1º Turno Giuseppe Giannini Cap:G. Bergomi
19/06/1990 Roma Italia Italia 2 – 0 Cecoslovacchia Cecoslovacchia Mondiali 1990 - 1º Turno Roberto Baggio
Salvatore Schillaci
Cap:G. Bergomi
25/06/1990 Roma Italia Italia 2 – 0 Uruguay Uruguay Mondiali 1990 - Ottavi Salvatore Schillaci
Aldo Serena
Cap:G. Bergomi
30/06/1990 Roma Italia Italia 1 – 0 Irlanda Irlanda Mondiali 1990 - Quarti Salvatore Schillaci Cap:G. Bergomi
03/07/1990 Napoli Argentina Argentina 1 – 1 dts
(4-3 dcr)
Italia Italia Mondiali 1990 - Semif. Salvatore Schillaci Cap:G. Bergomi
07/07/1990 Bari Italia Italia 2 – 1 Inghilterra Inghilterra Mondiali 1990 - 3-4 Posto Roberto Baggio
Salvatore Schillaci
3º Posto
Cap:G. Bergomi
26/09/1990 Palermo Italia Italia 1 – 0 Paesi Bassi Paesi Bassi Amichevole Roberto Baggio Cap:G. Bergomi
17/10/1990 Budapest Ungheria Ungheria 1 – 1 Italia Italia Qual. Euro 1992 Roberto Baggio Cap:G. Bergomi
03/11/1990 Roma Italia Italia 0 – 0 URSS URSS Qual. Euro 1992 Cap:F. Baresi
22/12/1990 Limassol Cipro Cipro 0 – 4 Italia Italia Qual. Euro 1992 2 Aldo Serena
Attilio Lombardo
Pietro Vierchowod
Cap:G. Bergomi
13/02/1991 Terni Italia Italia 0 – 0 Belgio Belgio Amichevole Cap:F. Baresi
01/05/1991 Salerno Italia Italia 3 – 1 Ungheria Ungheria Qual. Euro 1992 2 Roberto Donadoni
Gianluca Vialli
Cap:F. Baresi
05/06/1991 Oslo Norvegia Norvegia 2 – 1 Italia Italia Qual. Euro 1992 Salvatore Schillaci Cap:F. Baresi
12/06/1991 Malmö Italia Italia 2 – 0 dts Danimarca Danimarca Torneo Scania 100 Ruggiero Rizzitelli
Gianluca Vialli
Cap:G. Bergomi
16/06/1991 Stoccolma Italia Italia 1 – 1 dts
(3-2 dcr)
URSS URSS Torneo Scania 100 Giuseppe Giannini Cap:F. Baresi
25/09/1991 Sofia Bulgaria Bulgaria 2 – 1 Italia Italia Amichevole Giuseppe Giannini Cap:F. Baresi
12/10/1991 Mosca URSS URSS 0 – 0 Italia Italia Qual. Euro 1992 Cap:F. Baresi
Totale Presenze 54 Reti 76

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Terzo posto ai mondiali di calcio 1990

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

1986
1991

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Grande Ufficiale Ordine al Merito della Repubblica Italiana - nastrino per uniforme ordinaria Grande Ufficiale Ordine al Merito della Repubblica Italiana
— 30 settembre 1991. Di iniziativa del Presidente della Repubblica.[4]
immagine del nastrino non ancora presente Premio Malatesta Novello – Città di Cesena
— Cesena, 27 novembre 2008. Di iniziativa del Sindaco di Cesena.[5]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Gianni Mura, Italia, tre gol e tanta noia, in la Repubblica, 28 aprile 1988, p. 23.
  2. ^ Baggio accetta l'offerta: torna azzurro in Figc, gazzetta.it, 2 agosto 2010. URL consultato il 15 maggio 2014.
  3. ^ Quando ricevette il premio stabilì un record, Vicini infatti risulta essere l'unico allenatore ad aver ricevuto il Seminatore in qualità di commissario tecnico della Nazionale Under-21.
  4. ^ Grande Ufficiale Ordine al Merito della Repubblica Italiana Sig. Azeglio Vicini, quirinale.it. URL consultato il 15 maggio 2014.
  5. ^ Designati i vincitori della seconda edizione del premio Malatesta Novello - Città di Cesena[collegamento interrotto], casafc.it. URL consultato il 15 maggio 2014.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • Dario Marchetti (a cura di), Azeglio Vicini, su Enciclopediadelcalcio.it, 2011.