Wembley

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando gli stadi che prendono nome dal quartiere, vedi Stadio di Wembley (1923) o Stadio di Wembley (2007).
Wembley
Cmglee London Wembley aerial.jpg
Vista aerea di Wembley con l'omonimo stadio al centro
StatoRegno Unito Regno Unito
Regione/area/distrettoInghilterra Inghilterra
CittàLondra
DistrettoBrent
Codice postaleHA0 e HA9
Abitanti102 856 ab. (2011)
Coordinate: 51°33′21.6″N 0°18′15.12″W / 51.556°N 0.3042°W51.556; -0.3042

Wembley (IPA: /ˈwɛmbli/) è un quartiere di Londra, capitale del Regno Unito. Amministrativamente si trova nel sobborgo di Brent, a circa 13 km nord-ovest di Charing Cross. La popolazione di Wembley è a maggioranza indiana, ma sono presenti anche numerosi asiatici e irlandesi. È servita dalla linee dell'underground Bakerloo line (Wembley Central, North Wembley), dalla Jubilee line e dalla Metropolitan line (Wembley Park). È servita inoltre da una linea dell'Overground.

Il commercio è gestito nella maggioranza dei casi da indiani. Le catene commerciali presenti hanno una composizione di personale più eterogenea, anche se la maggior parte dei dipendenti è di origine indiana. La biblioteca principale è "Town Hall Library" situata presso la sede del London Borough of Brent, mentre l'altra biblioteca è "Ealing Road Library" situata nella medesima via.

Questo sobborgo fu scelto nel 1920 per ospitare La British Empire Exhibition, l'esposizione coloniale dell'Impero britannico del 1924-25, da cui rimasero alcune imponenti costruzioni, quali i palazzi dell'Industria e della Tecnologia che per l'epoca rappresentavano le strutture in cemento armato più grandi al mondo[1], e l'Empire Stadium, in seguito noto come Wembley Stadium, il quale ha ospitato numerosi eventi olimpici di calcio. Altri eventi olimpici (badminton e ginnastica ritmica) sono stati ospitati nella Wembley Arena, situata a poche decine di metri dal più famoso stadio.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Alexander C.T. Geppert, Fleeting Cities. Imperial Expositions in Fin-de-Siècle Europe, London, Palgrave Macmillan, 2010, pp. 140-41, ISBN 9780230221642.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN123164044 · LCCN (ENn81053396 · GND (DE4515341-3 · J9U (ENHE987007561891305171 · WorldCat Identities (ENlccn-n81053396
  Portale Londra: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Londra