Coppa Italia 1989-1990

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Coppa Italia 1989-1990
Competizione Coppa Italia
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione 43ª
Organizzatore Lega Nazionale Professionisti
Date dal 23 agosto 1989
al 25 aprile 1990
Luogo Italia Italia
Partecipanti 48
Risultati
Vincitore Juventus
(8º titolo)
Secondo Milan
Semi-finalisti Napoli
Roma
Statistiche
Miglior marcatore Italia Franco Baresi (4)
Juventus - Coppa Italia 1989-1990.jpg
La Juventus festeggia a Milano mentre il capitano Stefano Tacconi solleva il trofeo ricevuto da Luciano Nizzola, presidente di Lega
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 1988-1989 1990-1991 Right arrow.svg

La Coppa Italia 1989-1990 fu la 43ª edizione della manifestazione calcistica. Iniziò il 23 agosto 1989 e si concluse il 25 aprile 1990 con la vittoria della Juventus, all'ottavo trionfo.

Nella doppia finale i bianconeri hanno avuto la meglio sul Milan, pareggiando l'andata a Torino a reti bianche, e vincendo al ritorno a Milano col minimo scarto grazie a un gol di Roberto Galia.[1]

Insolitamente, la classifica dei marcatori fu vinta da un difensore, il milanista Franco Baresi.

Formula[modifica | modifica wikitesto]

Ubicazione delle squadre partecipanti alla Coppa Italia 1990-1991.

Per questa edizione fu varata una nuova formula, pur conservando il numero di 48 partecipanti: le 38 società di A e B, le 4 squadre retrocesse dalla B alla C1, le formazioni classificate dal 3º al 5º posto in ciascun girone del precedente campionato di C1. I due turni ad eliminazione diretta ridussero da 48 a 12 il lotto di iscritte; furono poi organizzati 4 gironi all'italiana da 3 squadre l'uno, con qualificazione alle semifinali per la vincente di ogni gruppo. Le semifinaliste vennero accoppiate per sorteggio, dando vita agli ultimi due turni (con gare di andata e ritorno).[2]

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Fase eliminatoria[modifica | modifica wikitesto]

Primo turno[modifica | modifica wikitesto]

La fase eliminatoria si svolse in due turni, giocati il 23 e 30 agosto 1989.[3] La squadra di casa fu determinata tramite il sorteggio.

Squadra 1 Ris. Squadra 2
Inter 1-0[4] Spezia
Cosenza 2-2 (dts)
6-5 (dcr)
Reggiana
Lazio 2-0 Ancona
Bologna 2-0 Triestina
Roma 3-0[5] Modena
Pisa 1-1 (dts)
4-6 (dcr)
Palermo
Prato 0-2[6] Sampdoria
Genoa 3-0[7] Padova
Pescara 2-1 Sambenedettese
Lecce 2-0 Brindisi
Cagliari 0-1 (dts) Juventus
Taranto 0-0 (dts)
4-3 (dcr)
Udinese
Parma 0-0 (d.t.s.)
6-7 (dcr)
Milan
Brescia 1-3 Cremonese
Avellino 1-2 Cesena
Messina 2-1 Torino
Atalanta 4-0 Torres
Bari 3-1 Piacenza
Licata 1-3 Fiorentina
Como 2-1 Empoli
Ascoli 1-1 (dts)
11-10 (dcr)
Catanzaro
Barletta 1-0 Verona
Napoli 1-1 (dts)
10-9 (dcr)[8]
Monza
Foggia 0-1 Reggina

Secondo turno[modifica | modifica wikitesto]

Squadra 1 Ris. Squadra 2
Cosenza 0-2 (dts) Inter
Lazio 1-2 (dts) Bologna
Roma 4-0[5] Palermo
Genoa 0-1 Sampdoria
Pescara 1-1 (dts)
5-2 (dcr)
Lecce
Juventus 2-1 Taranto
Cremonese 0-1 Milan
Cesena 1-4 Messina
Atalanta 1-0 (dts) Bari
Fiorentina 1-1 (dts)
9-8 (dcr)[9]
Como
Ascoli 4-0 Barletta
Napoli 2-0[10] Reggina

Fase a gironi[modifica | modifica wikitesto]

La fase a gruppi prevedette 4 gironi da 3 squadre ciascuno, determinati dal sorteggio del 31 agosto 1989.[11] Si giocò rispettivamente il 3, 10 e 24 gennaio 1990.[2]

Girone A[modifica | modifica wikitesto]

Risultati[modifica | modifica wikitesto]
Roma
3 gennaio 1990, ore 14:30
Roma3 – 0Ascoli

Ascoli Piceno
10 gennaio 1990
Ascoli2 – 1Inter

Milano
24 gennaio 1990, ore 14:30
Inter3 – 1Roma

Classifica[modifica | modifica wikitesto]
Squadra P.ti G V N P GF GS
Roma 2 2 1 0 1 4 3
Inter 2 2 1 0 1 4 3
Ascoli 2 2 1 0 1 2 4

La Roma si qualificò per sorteggio rispetto all'Inter, a parità di criteri (punti in classifica, differenza-gol e numero di reti segnate).[2] L'estrazione avvenne a Milano il 25 gennaio 1990, nella sede della Lega Calcio.[12]

Girone B[modifica | modifica wikitesto]

Risultati[modifica | modifica wikitesto]
Bologna
3 gennaio 1990
Bologna3 – 2Fiorentina

Napoli
10 gennaio 1990
Napoli2 – 0Bologna

Perugia
24 gennaio 1990
Fiorentina1 – 1Napoli

Classifica[modifica | modifica wikitesto]
Squadra P.ti G V N P GF GS
Napoli 3 2 1 1 0 3 1
Bologna 2 2 1 0 1 3 4
Fiorentina 1 2 0 1 1 3 4

Girone C[modifica | modifica wikitesto]

Risultati[modifica | modifica wikitesto]
Messina
3 gennaio 1990
Messina0 – 0Atalanta

Milano
10 gennaio 1990
Milan6 – 0Messina

Bergamo
24 gennaio 1990
Atalanta1 – 1Milan

Classifica[modifica | modifica wikitesto]
Squadra P.ti G V N P GF GS
Milan 3 2 1 1 0 7 1
Atalanta 2 2 0 2 0 1 1
Messina 1 2 0 1 1 0 6

Girone D[modifica | modifica wikitesto]

Risultati[modifica | modifica wikitesto]
Genova
3 gennaio 1990
Sampdoria2 – 1Pescara

Pescara
10 gennaio 1990
Pescara0 – 1Juventus

Torino
24 gennaio 1990
Juventus2 – 1Sampdoria

Classifica[modifica | modifica wikitesto]
Squadra P.ti G V N P GF GS
Juventus 4 2 2 0 0 3 1
Sampdoria 2 2 1 0 1 3 3
Pescara 0 2 0 0 2 1 3

Fase a eliminazione diretta[modifica | modifica wikitesto]

  Semifinali Finali
                     
 Juventus 2 2 4  
 Roma 0 3 3  
   Juventus 0 1 1
   Milan 0 0 0
 Milan 0 3 3
 Napoli 0 1 1  

Semifinali[modifica | modifica wikitesto]

Torino
31 gennaio 1990, ore 14:30 UTC+1
Semifinale d'andata
Juventus2 – 0
referto
RomaStadio Comunale (12 844 spett.)
Arbitro:  Carlo Sguizzato (Verona)

Milano
31 gennaio 1990, ore 14:30 UTC+1
Semifinale d'andata
Milan0 – 0
referto
NapoliStadio Meazza (19 340 spett.)
Arbitro:  Fabio Baldas (Trieste)

Roma
14 febbraio 1990, ore 14:30 UTC+1
Semifinale di ritorno
Roma3 – 2
referto
JuventusStadio Olimpico (12 844 spett.)
Arbitro:  Luigi Agnolin (Bassano del Grappa)

Napoli
14 febbraio 1990, ore 14:30
Semifinale di ritorno
Napoli1 – 3
referto
MilanStadio San Paolo (49 376 spett.)
Arbitro:  Tullio Lanese (Messina)

Finale[modifica | modifica wikitesto]

Torino
28 febbraio 1990, ore 20:30 UTC+1
Finale d'andata
Juventus0 – 0
referto
MilanStadio Comunale (30 105 spett.)
Arbitro:  Pietro D'Elia (Salerno)

Milano
25 aprile 1990, ore 16:00 UTC+2
Milan0 – 1
referto
JuventusStadio Meazza (83 928 spett.)
Arbitro:  Pietro D'Elia (Salerno)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Marco E. Ansaldo, "Grazie Dino, prendi la Coppa", in la Repubblica, 26 aprile 1990, p. 27.
  2. ^ a b c Almanacco illustrato del calcio 1991, Modena, Panini, 1990, p. 291.
  3. ^ E in Coppa Italia si rischia subito, in la Repubblica, 22 agosto 1989, p. 37.
  4. ^ Giocata a Monza.
  5. ^ a b Giocata a Terni.
  6. ^ Giocata a Carrara.
  7. ^ Giocata ad Alessandria.
  8. ^ Giocata a Castellammare di Stabia.
  9. ^ Giocata a Pistoia.
  10. ^ Giocata ad Avellino.
  11. ^ Coppa Italia, a gennaio Juve-Samp, in la Repubblica, 1º settembre 1989, p. 23.
  12. ^ Antonio Dipollina, Il Milan chiede scusa, in la Repubblica, 26 gennaio 1990, p. 37.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]