Massimo Tarantino

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Massimo Tarantino
SSC Napoli 1989-1990.jpg
Tarantino (al centro, secondo da sinistra) al Napoli nella seconda metà del 1989
Nazionalità Italia Italia
Altezza 182 cm
Peso 75 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Difensore
Ritirato 2006
Carriera
Giovanili
1986-1987 Catania
Squadre di club1
19??-1986 non conosciuta Cosmos Palermo ? (?)
1987-1989 Catania 33 (1)
1989 Napoli 1 (0)
1989-1990 Monza 12 (0)
1990-1991 Barletta 34 (0)
1991-1996 Napoli 99 (0)
1996-1997 Inter 0 (0)
1997-2002 Bologna 89 (0)
2002-2004 Como 34 (2)
2004-2005 Triestina 24 (0)
2005-2006 Pavia 17 (0)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 30 giugno 2012

Massimo Tarantino (Tolentino, 20 maggio 1971) è un dirigente sportivo ed ex calciatore italiano, di ruolo difensore.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlio di Bartolomeo, già difensore a sua volta,[1] anche i suoi fratelli Giovanni (centrocampista) e Giacomo (difensore) sono stati calciatori.[2]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Cresce calcisticamente nella Cosmos Palermo, quindi passa al Catania e va prima a rinforzare la primavera, e successivamente la prima squadra dove esordisce in Serie C1 nella stagione 1987-1988.

Nel 1989 passa al Napoli dove rimane fino al 1996, fatta eccezione due esperienze in prestito con il Monza e con il Barletta: coi partenopei raccoglie 99 presenze.

Passa nel 1996 all'Inter dove, complice un brutto infortunio, esordisce solo in Coppa Italia nella sfida con il Foggia (24/09/1997) vinta 3-2 dai nerazzurri. Nel 1997 passa al Bologna dove rimane per cinque stagioni.

Nel 2002 passa al Como dove vive l'ultima stagione in Serie A, prima della retrocessione del club lombardo e le esperienze con la Triestina e con il Pavia.

In carriera può vantare di esser stato compagno di squadra di Diego Armando Maradona (Napoli 1989-1990), Gianfranco Zola (Napoli 1989-1990 e 1991-1993), Luis Nazario da Lima Ronaldo (ultima parte del 1997) prima di passare al Bologna nella sessione di calciomercato invernale assieme a Roberto Baggio.

Dirigente[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2007 supera l'esame da direttore sportivo e il suo primo incarico è al Pavia. Il 27 maggio 2010 diventa il nuovo responsabile del settore giovanile del Bologna[3]. Il 7 giugno 2013 viene sollevato dall'incarico[4].

Da Luglio 2013 fa parte dello staff del settore giovanile della Roma come responsabile di un progetto stile "Cantera" del Barcellona a fianco di Bruno Conti.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Bologna: 1998

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]