Giuseppe Volpecina

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Giuseppe Volpecina
Giuseppe Volpecina - Hellas Verona.jpg
Volpecina al Verona a fine anni 1980
Nazionalità Italia Italia
Altezza 179 cm
Peso 76 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Difensore
Ritirato 1992
Carriera
Giovanili
19??-1977 Casertana
1977-1979 Napoli
Squadre di club1
1976-1977 Casertana 2 (0)
1979-1980 Napoli 3 (0)
1980-1984 Palermo 133 (6)
1984-1986 Pisa 76 (3)
1986-1987 Napoli 25 (2)
1987-1989 Verona 59 (2)
1989-1991 Fiorentina 38 (1)
1991-1992 Casertana 30 (1)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Errore Lua in mw.wikibase.entity.lua alla linea 88: data.schemaVersion must be a number, got nil instead.Errore Lua in mw.wikibase.entity.lua alla linea 88: data.schemaVersion must be a number, got nil instead.

Errore Lua in mw.wikibase.entity.lua alla linea 88: data.schemaVersion must be a number, got nil instead.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Cresciuto nella Casertana e nel Napoli, ha vinto con la formazione Primavera degli azzurri lo scudetto di categoria nel 1979.[1] L'anno seguente esordisce in prima squadra, totalizzando 3 presenze. Negli anni seguenti è mandato dalla società partenopea in prestito dapprima al Palermo e poi al Pisa. Richiamato a Napoli, partecipa alla conquista del primo scudetto degli azzurri nella stagione 1986-1987, siglando peraltro il gol del definitivo 3-1 nella vittoria a Torino sulla Juventus.

Volpecina in azione alla Fiorentina nel 1990, alle prese con lo juventino Schillaci durante la finale di andata della Coppa UEFA.

L'anno seguente, non confermato nella rosa napoletana, si trasferisce al Verona prima di passare nel 1989 alla Fiorentina, con cui l'anno seguente disputa la finale di Coppa UEFA venendo sconfitto dalla Juventus. Dopo un'altra stagione a Firenze, nell'estate del 1991 torna a chiudere la carriera alla Casertana, in Serie B.

Dirigente[modifica | modifica wikitesto]

Inizialmente è direttore sportivo della Mariano Keller, società di calcio giovanile. Nel 2008, a seguito di una rissa scoppiata al termine della finale del campionato regionale Allievi contro il Vico Equense, viene inizialmente squalificato per due anni, accusato di aver sferrato uno schiaffo a un avversario;[2] successivamente la squalifica gli viene tolta dalla commissione d'appello, una volta ravvisato che il commissario di campo aveva nell'occasione scritto il falso nel referto.

Successivamente è alla Boys Caserta Calcio,[3] lasciando in seguito l'incarico di direttore tecnico per motivi ambientali-societari.[4] Nel 2013 si è occupato di calcio giovanile da direttore responsabile di scuola calcio.[4]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni giovanili[modifica | modifica wikitesto]

Napoli: 1978-1979

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Pisa: 1984-1985
Napoli: 1986-1987
Napoli: 1986-1987

Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]

Pisa: 1985-1986

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]