Fausto Pizzi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Fausto Pizzi
Fausto Pizzi Inter 1991.jpg
Pizzi all'Inter nel 1991
Nazionalità Italia Italia
Altezza 177 cm
Peso 72 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex centrocampista)
Carriera
Giovanili
19??-19?? Inter
Squadre di club1
1985-1986 Inter 0 (0)
1986-1987 Centese 27 (8)
1987-1989 L.R. Vicenza 64 (25)
1989-1990 Parma 37 (12)
1990-1992 Inter 39 (6)
1992-1993 Parma 23 (5)
1993-1995 Udinese 59 (17)
1995-1996 Napoli 32 (3)
1996-1997 Perugia 28 (4)
1997-1998 Genoa 18 (0)
1998-1999 Cremonese 34 (4)
1999-2001 Treviso 69 (13)
2001-2002 Cittadella 23 (3)
2002-2004 Reggiana 28 (2)
2004 San Marino 16 (3)
2004-2005 Forlì 34 (2)
2005-2006 Terme Monticelli 27 (5)
Carriera da allenatore
2006-2009 Parma Giov. Reg.
2009-2010 Parma Allievi Naz.
2010-2011 Parma Giov. Naz.
2011-2014 Parma Primavera
2014-2015 Parma Allievi Naz.
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 14 luglio 2014

Fausto Pizzi (Rho, 21 luglio 1967) è un dirigente sportivo, allenatore di calcio ed ex calciatore italiano, di ruolo centrocampista, responsabile del settore giovanile del Parma.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Cresciuto nelle giovanili dell'Inter, viene aggregato alla prima squadra nella stagione 1985-86 senza mai scendere in campo. Viene dirottato alla Centese, in Serie C1, e alla prima esperienza in una formazione professionista scende in campo in 27 occasioni segnando 8 gol.

Viene ingaggiato nell'estate del [987 dal L.R. Vicenza, sempre in Serie C1, in cui milita per due stagioni. A Vicenza vince con 16 gol la classifica marcatori del campionato 1988-1989,[senza fonte] in un convulso finale di stagione per la formazione biancorossa, in cui Pizzi segna un calcio di rigore all'ultimo minuto dell'ultimo turno di campionato contro il Trento che vale la salvezza dei berici.[senza fonte]

Passa al Parma dove fa 12 segnature; la squadra viene promossa in Serie A al termine della stagione 1989-1990. Fa quindi ritorno all'Inter dove rimane per due annate, tra cui quella della vittoria della Coppa UEFA 1990-1991.

Pizzi in azione al Perugia nel 1996

Fa ritorno a Parma, vivendo una stagione che vede la vittoria della Coppa delle Coppe 1992-1993, il primo trofeo europeo della formazione ducale. All'inizio della annata 1993-1994, dopo 3 partite, passa all'Udinese dove fa 6 gol, che non evitano alla formazione friuliana la retrocessione in Serie B; Pizzi rimane in Friuli, contribuendo con 11 gol all'immediata promozione dei bianconeri.

Ingaggiato dal Napoli nell'estate del 1995, passa la stagione successiva al Perugia, dove al termine del campionato retrocede con i grifoni nella serie cadetta. Ingaggiato dal Genoa, vive una stagione con 18 presenze. Trasferitosi alla Cremonese, retrocede in Serie C1 al termine della stagione 1998-1999.

Pizzi rimane tuttavia nella serie cadetta, ingaggiato dal Treviso, club in cui, per la prima volta dai tempi dell'Inter, rimane per due stagioni consecutive: la seconda si conclude con la retrocessione in C1 della formazione trevigiana. Rimasto in Veneto, si trasferisce al Cittadella dove anche qui subìsce la retrocessione in terza serie.

Si trasferisce in seguito alla Reggiana, in Serie C1, e al San Marino e al Forlì, in Serie C2, raggiungendo nell'ultimo caso i play-off. Dopo un ultimo campionato in Eccellenza con il Terme Monticelli, formazione della provincia parmense, si ritira nel 2006 alla soglia dei 39 anni.

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Dal 2007 allena le giovanili del Parma. Il 25 giugno 2009 allena gli Allievi Nazionali. Dal 30 giugno [010 passa alla guida dei Giovanissimi Nazionali. Il 21 giugno 2011[1] è l'allenatore della formazione Primavera, con la quale ha raggiunto per due volte di fila la semifinale del Torneo di Viareggio.[senza fonte] Il 13 luglio 2014 ritorna a essere l'allenatore degli Allievi Nazionali, dopo aver conseguito l'abilitazione ad allenatore professionista UEFA PRO, lasciando la guida della Primavera a Hernan Crespo.

Nel luglio 2015 viene nominato responsabile del settore giovanile del rifondato Parma.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni giovanili[modifica | modifica wikitesto]
Inter: 1986
Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]
Inter: 1990-1991
Parma: 1992-1993

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Fausto Pizzi nuovo tecnico Parma Primavera, su tuttomercatoweb.com, 21 giugno 2011.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • (DEENIT) Fausto Pizzi, su Transfermarkt.it, Transfermarkt GmbH & Co. KG.