Coppa Italia 1958-1959

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Coppa Italia 1958-1959
Competizione Coppa Italia
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione 11ª
Organizzatore Lega Nazionale
Date 30 agosto 1958 - 13 settembre 1959
Partecipanti 77
Risultati
Vincitore Juventus
(3º titolo)
Secondo Inter
Terzo Genoa
Quarto Venezia
Juventus, Coppa Italia 1958-59.jpg
I bianconeri in posa con il trofeo
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 1958 1959-1960 Right arrow.svg

La Coppa Italia 1958-1959 è stata l'undicesima edizione della coppa nazionale di calcio.

Formula[modifica | modifica wikitesto]

Boniperti e Angelillo si stringono la mano prima della finale di San Siro

Curiosamente, questa edizione iniziò quando ancora quella precedente era in pieno svolgimento; infatti, non appena le otto società ancora in corsa per la coppa del 1958 si ritrovarono dopo le vacanze estive, quelle eliminate incominciarono a darsi battaglia per la successiva.

In questa stagione fece la sua comparsa sulle maglie della Lazio, vincitrice dell'edizione 1958 della Coppa Italia, la coccarda italiana tricolore, che da questo momento in poi iniziò a essere cucita sulle divise delle squadre detentrici del trofeo[1].

Il regolamento,[2] che ripristinava dopo una sola stagione il tabellone a eliminazione diretta integrale,[3] prevedeva quattro turni eliminatori: il primo riservato ai club di Serie C, il secondo che vedeva l'ingresso delle formazioni di Serie B,[4] e gli ultimi due che registravano l'ingresso delle squadre di Serie A.

Le otto formazioni sopravvissute accedettero al tabellone principale insieme alle otto finaliste della precedente edizione, e a questo punto si proseguì a eliminazione diretta fino alla finale, vinta dalla Juventus a San Siro contro un'Inter che non seppe sfruttare il vantaggio casalingo. Per i bianconeri si trattò della terza affermazione nella manifestazione.

Primo turno[modifica | modifica wikitesto]

Il primo turno della competizione fu disputato domenica 31 agosto 1958 tra tutti i club di Serie C abbinati per prossimità geografica. Il Pordenone ricevette tuttavia in extremis un lasciapassare, dato che il suo avversario designato, il piccolo club dell'Hellas, si era nel frattempo sciolto.[5]

Squadra 1 Risultato Squadra 2
Anconitana 6 - 2 Pescara
L'Aquila 4 - 3 Chieti
Biellese 2 - 1 Pro Vercelli
Catanzaro 1 - 0 Cosenza
Foggia 3 - 1 Cirio
Lecce 2 - 1 Barletta
Livorno 0 - 1 FEDIT
Lucchese 0 - 4 Pisa
Ozo Mantova 1 - 0 Cremonese
Marsala 2 - 4 Trapani
Pro Patria 2 - 0 Piacenza
Ravenna 2 - 3 Forlì
Salernitana 3 - 2 Casertana
Sanremese 5 - 2 Casale
Siena 1 - 0 Arezzo
Siracusa 0 - 2 Reggina
Spezia 2 - 3 Carbosarda
Varese 4 - 2 Legnano
Mestrina 0 - 1[6] Treviso
Ripetizione:
Mestrina 2 - 2 (4-5 dcr) Treviso

Secondo turno[modifica | modifica wikitesto]

Il secondo turno della competizione fu disputato domenica 7 settembre 1958 e vide di principio l'ingresso dei club di Serie B, anche se l'impegno del Valdagno ancora in corso nella precedente edizione impose al Bari secondo neopromosso in A di entrare subito in lotta. Ad ogni vincitore del primo turno fu abbinata, tenendo per quanto possibile in conto la vicinanza geografica, una neoentrante, sorteggiando a caso il campo.

Squadra 1 Risultato Squadra 2
L'Aquila 2 - 0 Zenit Modena
Bari 5 - 1 Foggia & Incedit
Biellese 1 - 2 Atalanta
Carbosarda 1 - 0 Cagliari
Catanzaro 1 - 0 Catania
FEDIT 1 - 0 Como
Lecce 1 - 0 Taranto
Messina 1 - 0 Reggina
Novara 1 - 2 Sanremese
Palermo 1 - 2 Trapani
Parma 2 - 3 Ozo Mantova
Pisa 1 - 0 Lecco
Pordenone 3 - 2 Verona
Prato 2 - 1 Salernitana
Pro Patria 2 - 1 Brescia
Reggiana 4 - 2 Anconitana
Sambenedettese 2 - 0 Forlì
Simmenthal-Monza 1 - 0 Siena
Varese 2 - 0 Vigevano
Venezia 3 - 0 Treviso

Terzo turno[modifica | modifica wikitesto]

Il terzo turno della competizione fu disputato domenica 14 settembre 1958 e vide di principio l'ingresso dei club di Serie A non in lizza nella fase finale dell'edizione precedente. Le neoentranti furono abbinate, tenendo in taluni casi in conto la vicinanza geografica, ad un vincitore del secondo turno, sorteggiando a caso il campo.

Squadra 1 Risultato Squadra 2
Alessandria 0 - 3[7] FEDIT
Atalanta 4 - 0 L'Aquila
Catanzaro 0 - 1 Roma
Lecce 0 - 1 Bari
Ozo Mantova 0 - 7 Inter
Napoli 5 - 0 Messina
Pisa 3 - 1 L.R. Vicenza
Pordenone 1 - 2 Talmone Torino
Prato 3 - 2 Trapani
Pro Patria 1 - 3 Genoa
Reggiana 0 - 2 Triestina
Sanremese 1 - 2 Venezia
Simmenthal-Monza 2 - 1 Carbosarda
SPAL 3 - 2 Sambenedettese
Udinese 1 - 2 Varese

Quarto turno[modifica | modifica wikitesto]

Il quarto turno della competizione fu disputato, salvo diversi accordi fra le società, mercoledì 8 ottobre 1958 su sorteggio integrale fra le vincenti del terzo turno e la ripescata Alessandria.

Squadra 1 Risultato Squadra 2
Alessandria 5 - 0 Pisa
Atalanta 2 - 1 SPAL
Bari 1 - 2 Varese
Fedit Roma 1 - 2 Simmenthal-Monza
Genoa 4 - 2 Triestina
Inter 3 - 2 Napoli
Roma 0 - 1 Venezia
Talmone Torino 3 - 0 Prato

Ottavi di finale[modifica | modifica wikitesto]

Il tabellone principale della Coppa Italia 1958-1959 vide la partecipazione di 16 società, ossia le otto qualificate ai quarti di finale dell'anno prima ed altrettante squadre provenienti dalle qualificazioni. Il sorteggio fu integrale, e le date furono lasciate ai club, tanto che si spaziò dal 6 gennaio al 7, 10 e 12 maggio e oltre.

Squadra 1 Risultato Squadra 2
Atalanta 1 - 2 Talmone Torino
Bologna 3 - 2 Milan
Fiorentina 2 - 1 Sampdoria
Genoa 2 - 1 Simmenthal-Monza
Juventus 6 - 2 (dts) Alessandria
Lazio 3 - 0 Varese
Marzotto Valdagno 0 - 2 Venezia
Padova 2 - 3 Inter

Quarti di finale[modifica | modifica wikitesto]

I quarti di finale, a sorteggio integrale, si svolsero il 10 e 14 giugno.

Squadra 1 Risultato Squadra 2
Genoa 2 - 1 Bologna
Juventus 3 - 1 Fiorentina
Lazio 0 - 1 Inter
Venezia 5 - 1 Talmone Torino

Semifinali[modifica | modifica wikitesto]

Le semifinali, rinviate dalla Lega Nazionale, furono disputate in data 6 settembre 1959 mentre le altre squadre di Serie A e Serie B disputavano il primo turno di qualificazione della Coppa Italia 1959-60.[8]

Squadra 1 Risultato Squadra 2
Inter 1 - 0 Venezia
Juventus 3 - 1 Genoa

Finale 3º posto[modifica | modifica wikitesto]

La finale per il 3º e 4º posto, ancora voluta dalla Lega Nazionale nonostante le accuse di inutilità, fu disputata su campo deciso a sorteggio in data 13 settembre 1959 nello stesso giorno e alla stessa ora della finale maggiore, mentre altre squadre di Serie A e Serie B disputavano il secondo turno di qualificazione della Coppa Italia 1959-60.

Squadra 1 Risultato Squadra 2
Genoa 2 - 1 Venezia

Finale[modifica | modifica wikitesto]

La finale, rinviata dalla Lega Nazionale, fu disputata domenica 13 settembre 1959 alle ore 16:30 a San Siro, campo designato per sorteggio soltanto quattro giorni prima.[9]

Squadra 1 Risultato Squadra 2
Inter 1 - 4 Juventus
Milano
13 settembre 1959, ore 16:30
Inter 1 – 4
referto
Juventus Stadio San Siro
Arbitro Cesare Jonni (Macerata)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Albo d’oro – Storia della Coppa Italia, pronostici.betclic.it. URL consultato il 12 maggio 2017.
  2. ^ bookreader
  3. ^ bookreader
  4. ^ bookreader
  5. ^ L'Hellas era in club che fu comprato dal Verona e sciolto onde permettere ai gialloblù di riprendere il loro nome storico.
  6. ^ Partita sospesa per oscurità. Ripetizione: Mestrina-Treviso 2-2 dts, 4-5 ai rigori.
  7. ^ Per ottenere un numero pari di squadre nel turno successivo lAlessandria, eliminata dalla Fedit Roma, fu ripescata.
  8. ^ CorSport
  9. ^ CorSport

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]