Coppa Italia 1958-1959

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Coppa Italia 1958-1959
Competizione Coppa Italia
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione 11ª
Organizzatore Lega Nazionale
Date 30 agosto 1958 - 13 settembre 1959
Partecipanti 77
Risultati
Vincitore Juventus
(3º titolo)
Secondo Inter
Terzo Genoa
Quarto Venezia
Juventus, Coppa Italia 1958-59.jpg
I bianconeri in posa con il trofeo
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 1958 1959-1960 Right arrow.svg

La Coppa Italia 1958-1959 è stata l'undicesima edizione della coppa nazionale di calcio.

Formula[modifica | modifica wikitesto]

Curiosamente, questa edizione iniziò quando ancora quella precedente era in pieno svolgimento; infatti, non appena le otto società ancora in corsa per la coppa del 1958 si ritrovarono dopo le vacanze estive, quelle eliminate incominciarono a darsi battaglia per la successiva.

Boniperti e Angelillo si stringono la mano prima della finale di San Siro

Il regolamento,[1] che ripristinava dopo una sola stagione il tabellone a eliminazione diretta integrale,[2] prevedeva quattro turni eliminatori: il primo riservato ai club di Serie C, il secondo che vedeva l'ingresso delle formazioni di Serie B,[3] e gli ultimi due che registravano l'ingresso delle squadre di Serie A.

Le otto formazioni sopravvissute accedettero al tabellone principale insieme alle otto finaliste della precedente edizione, e a questo punto si proseguì a eliminazione diretta fino alla finale, vinta dalla Juventus a San Siro contro un'Inter che non seppe sfruttare il vantaggio casalingo. Per i bianconeri si trattò della terza affermazione nella manifestazione.

Primo turno[modifica | modifica wikitesto]

Il primo turno della competizione fu disputato domenica 31 agosto 1958 tra tutti i club di Serie C abbinati per prossimità geografica. Il Pordenone ricevette tuttavia in extremis un lasciapassare, dato che il suo avversario designato, il piccolo club dell'Hellas, si era nel frattempo sciolto.[4]

Squadra 1 Risultato Squadra 2
Anconitana 6 - 2 Pescara
L'Aquila 4 - 3 Chieti
Biellese 2 - 1 Pro Vercelli
Catanzaro 1 - 0 Cosenza
Foggia 3 - 1 Cirio
Lecce 2 - 1 Barletta
Livorno 0 - 1 FEDIT
Lucchese 0 - 4 Pisa
Ozo Mantova 1 - 0 Cremonese
Marsala 2 - 4 Trapani
Pro Patria 2 - 0 Piacenza
Ravenna 2 - 3 Forlì
Salernitana 3 - 2 Casertana
Sanremese 5 - 2 Casale
Siena 1 - 0 Arezzo
Siracusa 0 - 2 Reggina
Spezia 2 - 3 Carbosarda
Varese 4 - 2 Legnano
Mestrina 0 - 1[5] Treviso
Ripetizione:
Mestrina 2 - 2 (4-5 dcr) Treviso

Secondo turno[modifica | modifica wikitesto]

Il secondo turno della competizione fu disputato domenica 7 settembre 1958 e vide di principio l'ingresso dei club di Serie B, anche se l'impegno del Valdagno ancora in corso nella precedente edizione impose al Bari secondo neopromosso in A di entrare subito in lotta. Ad ogni vincitore del primo turno fu abbinata, tenendo per quanto possibile in conto la vicinanza geografica, una neoentrante, sorteggiando a caso il campo.

Squadra 1 Risultato Squadra 2
L'Aquila 2 - 0 Zenit Modena
Bari 5 - 1 Foggia & Incedit
Biellese 1 - 2 Atalanta
Carbosarda 1 - 0 Cagliari
Catanzaro 1 - 0 Catania
FEDIT 1 - 0 Como
Lecce 1 - 0 Taranto
Messina 1 - 0 Reggina
Novara 1 - 2 Sanremese
Palermo 1 - 2 Trapani
Parma 2 - 3 Ozo Mantova
Pisa 1 - 0 Lecco
Pordenone 3 - 2 Verona
Prato 2 - 1 Salernitana
Pro Patria 2 - 1 Brescia
Reggiana 4 - 2 Anconitana
Sambenedettese 2 - 0 Forlì
Simmenthal-Monza 1 - 0 Siena
Varese 2 - 0 Vigevano
Venezia 3 - 0 Treviso

Terzo turno[modifica | modifica wikitesto]

Il terzo turno della competizione fu disputato domenica 14 settembre 1958 e vide di principo l'ingresso dei club di Serie A non in lizza nella fase finale dell'edizione precedente. Le neoentranti furono abbinate, tenendo in taluni casi in conto la vicinanza geografica, ad un vincitore del secondo turno, sorteggiando a caso il campo.

Squadra 1 Risultato Squadra 2
Alessandria 0 - 3[6] FEDIT
Atalanta 4 - 0 L'Aquila
Catanzaro 0 - 1 Roma
Lecce 0 - 1 Bari
Ozo Mantova 0 - 7 Inter
Napoli 5 - 0 Messina
Pisa 3 - 1 L.R. Vicenza
Pordenone 1 - 2 Talmone Torino
Prato 3 - 2 Trapani
Pro Patria 1 - 3 Genoa
Reggiana 0 - 2 Triestina
Sanremese 1 - 2 Venezia
Simmenthal-Monza 2 - 1 Carbosarda
SPAL 3 - 2 Sambenedettese
Udinese 1 - 2 Varese

Quarto turno[modifica | modifica wikitesto]

Il quarto turno della competizione fu disputato, salvo diversi accordi fra le società, mercoledì 8 ottobre 1958 su sorteggio integrale fra le vincenti del terzo turno e la ripescata Alessandria.

Squadra 1 Risultato Squadra 2
Alessandria 5 - 0 Pisa
Atalanta 2 - 1 SPAL
Bari 1 - 2 Varese
Fedit Roma 1 - 2 Simmenthal-Monza
Genoa 4 - 2 Triestina
Inter 3 - 2 Napoli
Roma 0 - 1 Venezia
Talmone Torino 3 - 0 Prato

Ottavi di finale[modifica | modifica wikitesto]

Il tabellone principale della Coppa Italia 1958-1959 vide la partecipazione di 16 società, ossia le otto qualificate ai quarti di finale dell'anno prima ed altrettante squadre provenienti dalle qualificazioni. Il sorteggio fu integrale, e le date furono lasciate ai club, tanto che si spaziò dal 6 gennaio al 7, 10 e 12 maggio e oltre.

Squadra 1 Risultato Squadra 2
Atalanta 1 - 2 Talmone Torino
Bologna 3 - 2 Milan
Fiorentina 2 - 1 Sampdoria
Genoa 2 - 1 Simmenthal-Monza
Juventus 6 - 2 (dts) Alessandria
Lazio 3 - 0 Varese
Marzotto Valdagno 0 - 2 Venezia
Padova 2 - 3 Inter

Quarti di finale[modifica | modifica wikitesto]

I quarti di finale, a sorteggio integrale, si svolsero il 10 e 14 giugno.

Squadra 1 Risultato Squadra 2
Genoa 2 - 1 Bologna
Juventus 3 - 1 Fiorentina
Lazio 0 - 1 Inter
Venezia 5 - 1 Talmone Torino

Semifinali[modifica | modifica wikitesto]

Le semifinali, rinviate dalla Lega Nazionale, furono disputate in data 6 settembre 1959 mentre le altre squadre di Serie A e Serie B disputavano il primo turno di qualificazione della Coppa Italia 1959-60.[7]

Squadra 1 Risultato Squadra 2
Inter 1 - 0 Venezia
Juventus 3 - 1 Genoa

Finale 3º posto[modifica | modifica wikitesto]

La finale per il 3º e 4º posto, ancora voluta dalla Lega Nazionale nonostante le accuse di inutilità, fu disputata su campo deciso a sorteggio in data 13 settembre 1959 nello stesso giorno e alla stessa ora della finale maggiore, mentre altre squadre di Serie A e Serie B disputavano il secondo turno di qualificazione della Coppa Italia 1959-60.

Squadra 1 Risultato Squadra 2
Genoa 2 - 1 Venezia

Finale[modifica | modifica wikitesto]

La finale, rinviata dalla Lega Nazionale, fu disputata domenica 13 settembre 1959 alle ore 16:30 a San Siro, campo designato per sorteggio soltanto quattro giorni prima.[8]

Squadra 1 Risultato Squadra 2
Inter 1 - 4 Juventus
Milano
13 settembre 1959, ore 16:30
Inter 1 – 4
referto
Juventus Stadio San Siro
Arbitro Cesare Jonni (Macerata)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ bookreader
  2. ^ bookreader
  3. ^ bookreader
  4. ^ L'Hellas era in club che fu comprato dal Verona e sciolto onde permettere ai gialloblù di riprendere il loro nome storico.
  5. ^ Partita sospesa per oscurità. Ripetizione: Mestrina-Treviso 2-2 dts, 4-5 ai rigori.
  6. ^ Per ottenere un numero pari di squadre nel turno successivo lAlessandria, eliminata dalla Fedit Roma, fu ripescata.
  7. ^ CorSport
  8. ^ CorSport

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]