Stadio Atleti Azzurri d'Italia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Stadio Atleti Azzurri d'Italia
Bergamo stadio dalla Rocca.JPG
Informazioni
Stato Italia Italia
Ubicazione Viale Caio Giulio Cesare, 18
Bergamo
Inizio lavori 1927
Inaugurazione 23 dicembre 1928
Struttura Pianta ovale
Copertura Tribune centrali
Pista d'atletica Non presente
Ristrutturazione 1984, 2015
Mat. del terreno Erba
Dim. del terreno 110 x 70 m
Area totale 35 000 m2
Proprietario Comune di Bergamo
Progetto ing. Luigi De Beni,
ing. Giamba Zanchi 1927
Uso e beneficiari
Calcio Atalanta
(1928-presente)
Virescit Boccaleone
(1984-1992)
Alzano Virescit
(1999-2000)
AlbinoLeffe
(2003-presente)
Capienza
Posti a sedere 21 300[1]

Coordinate: 45°42′32″N 9°40′51″E / 45.708889°N 9.680833°E45.708889; 9.680833

Lo stadio Atleti Azzurri d'Italia è il maggior impianto sportivo della città di Bergamo.

Situato nel quartiere di Conca Fiorita, a circa 2 km dal centro cittadino, ospita regolarmente le partite casalinghe dell'Atalanta e dell'AlbinoLeffe.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La costruzione dell'impianto iniziò sul finire del 1927 su progetto dell'ingegner Luigi De Beni, grazie al sostegno dell'allora presidente atalantino Pietro Capoferri che portò avanti l'idea di un nuovo grande stadio da sostituire al modesto campo della Clementina.[2]

L'area prescelta (circa 35 000 m²) fu quella dell'allora esistente ippodromo di Borgo Santa Caterina, che fu prontamente demolito.

Lo stadio fu ultimato verso la fine del 1928 e dedidato a Mario Brumana, un milite fascista originario della Valle Imagna caduto a Gallarate durante i moti che precedettero l'avvento del regime.[3]

Il terreno di gioco misurava 120 metri per 70 ed era aggirato da una pista d'atletica di 430 metri e larga 6, in cenere. A lati erano presenti due tribune, una scoperta e una coperta per una capienza complessiva di 12 000 posti (ottomila sulle tribune e quattromila nel parterre). Il complesso polisportivo era completato da un campo di pallacanestro, da una piscina e da due campi da tennis.[2]

L'inaugurazione avvenne in due cerimonie separate: la prima, non ufficiale, il 1º novembre 1928, in occasione della partita Atalanta - Triestina, la seconda, ufficiale, il 23 dicembre, con Atalanta-Dominante alla presenza di numerose autorità.[3]

Lo stadio in occasione della semifinale di ritorno della Coppa delle Coppe 1987-1988 tra i padroni di casa dell'Atalanta e i belgi del Malines

Con il passare degli anni lo stadio, oltre a cambiare il nome in quello odierno, subì numerose ristrutturazioni: in un primo momento furono aggiunte le due curve e la copertura della tribuna ad est.

Dal 1960 al 1983, quando aveva la pista d'atletica, proprio in questo stadio si concludeva il Trofeo Baracchi di ciclismo.

Di notevole importanza a livello strutturale, furono i lavori eseguiti nell'estate del 1984, contestualmente al ritorno dell'Atalanta in serie A, che portarono all'eliminazione della pista di atletica, al posto della quale furono aggiunte delle tribune metalliche. Queste permisero di aumentare la capienza, che toccò il record storico il 16 settembre 1984, quando alla partita Atalanta-Inter assistettero oltre 43.000 spettatori.

Negli anni successivi la capienza dello stadio fu portata a 26 562 posti.[4]

Nel 2007 la capienza del settore ospiti fu portata a circa 2 000 persone.[senza fonte]

Nel corso dell'estate 2015 sono stati effettuati lavori di ristrutturazione delle tribune dello stadio, che hanno comportato il completo restyling della tribuna Centrale e l'ammodernamento della tribuna Creberg. In particolare, sono state eliminate le barriere tra la tribuna Centrale e il campo da gioco, ed è stato creato un nuovo parterre con posti denominati "Pitch View" per circa 400 spettatori nei quali sono state inserite le panchine delle squadre. Questi lavori hanno causato la perdita di circa 3.000 posti, riducendo la capienza dello stadio a circa 21 300 spettatori a partire da settembre 2015.[5]

Successivamente, nei prossimi anni, è previsto un intervento di rifacimento del resto dell'impianto, con l'abbattimento delle curve e la costruzione di due strutture coperte che le sostituiscono. Finita la seconda fase della ristrutturazione, l'Atleti Azzurri d'Italia avrà una capienza di circa 24.000 persone.[senza fonte]

Progetti per un nuovo stadio[modifica | modifica wikitesto]

Nel corso degli anni lo stadio, che alla fine degli anni venti era stato costruito alle porte della città di Bergamo, si ritrova ormai all'interno della città bassa in zone con un'alta densità di abitanti. Questo ha portato, fin dagli anni novanta[6], all'idea di costruire un nuovo stadio alle porte della città. Nel corso degli anni sono state vagliate varie ipotesi sui progetti e sulla locazione[7][8], tra cui quello dell'anno 2003 seguito dallo studio Arup[9][10]. Nonostante ciò ad oggi nessuna di queste idee o progetti è stata realizzata e anche la più recente idea di "spostare" lo stadio nel comune di Zanica è stata bocciata[11].

Trasporti[modifica | modifica wikitesto]

L'impianto è raggiungibile[12]:

In auto[modifica | modifica wikitesto]

Uscita Bergamo e imboccare la circonvallazione in direzione Valli di Bergamo. Alla rotonda proseguire seguendo l'indicazione stadio e imboccare Viale Giulio Cesare. In occasione delle partite casalinghe dell'Atalanta, verrà applicata una ZTL attorno allo stadio[13][14].

In aereo[modifica | modifica wikitesto]

All'uscita dall'aeroporto seguire le indicazioni per Bergamo centro. Proseguire quindi sulla circonvallazione in direzione Valli di Bergamo. Alla rotonda proseguire seguendo l'indicazione stadio e imboccare Viale Giulio Cesare. L'aeroporto è inoltre raggiungibile con i servizi pubblici tramite i nuovi "Airport Bus" che collegano l'aerostazione con il centro della città in pochi minuti. Una volta raggiunta la stazione degli autobus in centro lo stadio è facilmente raggiungibile con gli ATB della Linea 9.

In treno[modifica | modifica wikitesto]

Giunti alla stazione dei treni prendere l'autobus della linea 9 dell'ATB.

Incontri internazionali[modifica | modifica wikitesto]

Nazionale di calcio italiana[modifica | modifica wikitesto]

Qualificazioni ai Giochi Olimpici[modifica | modifica wikitesto]

Bergamo
11 marzo 1964
Italia Italia 7 – 1 Turchia Turchia Stadio Comunale

Qualificazioni alla fase finale degli Europei[modifica | modifica wikitesto]

Bergamo
24 gennaio 1987
Italia Italia 5 – 0 Malta Malta Stadio Comunale

Altre nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Amichevoli[modifica | modifica wikitesto]

Bergamo
3 giugno 2016
Ucraina Ucraina 3 – 1 Albania Albania Stadio Atleti Azzurri d'Italia

Evoluzione del nome[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione toponomastica
Periodo Nome
1928 - 1945 Mario Brumana
1945 - 1994 Stadio Comunale
dal 1994 Atleti Azzurri d'Italia

Record[modifica | modifica wikitesto]

  • Record di presenze: 43.426 spettatori, fatto registrare il 16 settembre 1984 nella partita Atalanta-Inter (1-1).[15][16]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]