Nazionale di calcio della Turchia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Turchia Turchia
Türk millî takımlar göğüs arması.png
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Trasferta
Sport Football pictogram.svg Calcio
Federazione TFF
Türkiye Futbol Federasyonu
Confederazione UEFA
Codice FIFA TUR
Soprannome Ay-Yıldızlılar
(Luna e Stelle)
Selezionatore Turchia Şenol Güneş
Record presenze Rüştü Reçber (120)
Capocannoniere Hakan Şükür (51)
Ranking FIFA 29º (11 giugno 2020)[1]
Esordio internazionale
Turchia Turchia 2 - 2 Romania Romania
Istanbul, Turchia; 26 ottobre 1923
Migliore vittoria
Turchia Turchia 7 - 0 Siria Flag of Syria (1932–1958, 1961–1963).svg
Ankara, Turchia; 20 novembre 1949
Turchia Turchia 7 - 0 Corea del Sud Corea del Sud
Ginevra, Svizzera; 20 giugno 1954
Turchia Turchia 7 - 0 San Marino Flag of San Marino (1862–2011).svg
Istanbul, Turchia; 10 novembre 1996
Peggiore sconfitta
Polonia Polonia 8 - 0 Turchia Turchia
Chorzów, Polonia; 24 aprile 1968
Turchia Turchia 0 - 8 Inghilterra Inghilterra
Istanbul, Turchia; 14 novembre 1984
Inghilterra Inghilterra 8 - 0 Turchia Turchia
Londra, Regno Unito; 14 ottobre 1987
Campionato del mondo
Partecipazioni 2 (esordio: 1954)
Miglior risultato Bronzo Terzo posto nel 2002
Campionato d'Europa
Partecipazioni 5 (esordio: 1996)
Miglior risultato Bronzo Semifinali nel 2008[2]
Confederations Cup
Partecipazioni 1 (esordio: 2003)
Miglior risultato Bronzo Terzo posto nel 2003
Torneo Olimpico
Partecipazioni 4 (esordio: 1924)
Miglior risultato Quarti di finale nel 1948
Nations League
Partecipazioni 1 (esordio: 2018-2019)
Miglior risultato 10º posto nella Lega B 2018-2019
La nazionale turca scesa in campo contro l'Austria (marzo 2016)

La nazionale di calcio della Turchia (in turco Türkiye Millî Futbol Takımı) è la rappresentativa di calcio della Turchia ed è posta sotto l'egida della federazione calcistica turca. Essendo la Turchia un paese candidato ad entrare nell'Unione Europea è affiliata all'UEFA fin dal 1962.

Si è qualificata per tre edizioni del campionato mondiale di calcio (1950, 1954 e 2002), anche se ha partecipato a due edizioni del torneo perché nel 1950 si ritirò prima dell'inizio della fase finale. Ai mondiali ha ottenuto come miglior risultato il terzo posto nel 2002. Si è inoltre qualificata per cinque edizioni del campionato europeo di calcio (1996, 2000, 2008, 2016 e 2020), torneo in cui ha raggiunto la semifinale nel 2008. Conta anche una partecipazione alla Confederations Cup, dove ha conseguito il terzo posto nel 2003.

Nel ranking FIFA il miglior piazzamento della Turchia è il 5º posto del giugno 2004, mentre il peggiore è il 67º posto dell'ottobre 1993. La squadra ha figurato per la prima volta nella top 10 della classifica dopo l'exploit al mondiale di Corea del Sud-Giappone 2002. Occupa attualmente il 29º posto della graduatoria[1].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Dagli esordi al 1960[modifica | modifica wikitesto]

La nazionale turca esordì nell'ottobre 1923, pareggiando in amichevole con la Romania (2-2)[3].

Dopo il ritiro dal campionato del mondo 1950 a qualificazione avvenuta a causa di problemi finanziari, si qualificò per il campionato del mondo del 1954 eliminando la Spagna in tre incontri: dopo aver perso per 4-1 l'andata e vinto per 1-0 il ritorno, la "bella" si chiuse sul 2-2 (punteggio che non mutò nei tempi supplementari), ma i turchi furono favoriti dal sorteggio. Ad effettuarlo fu l'allora tredicenne Franco Gemma, ragazzo romano passato alla storia per il gesto[4]. Il percorso dei turchi nella fase finale non andò oltre il girone, per via delle due sconfitte contro la Germania Ovest (4-1 nel girone e 7-2 allo spareggio) e l'insufficiente 7-0 inflitto alla Corea del Sud nel girone.

Di rilievo fu la vittoria per 3-1 ottenuta nel 1956 in amichevole a Istanbul contro la forte Ungheria, vice-campione del mondo in carica.

Dal 1960 al 1990[modifica | modifica wikitesto]

La partecipazione della Turchia al mondiale 1954 fu destinata a rimanere, per lungo tempo, un caso isolato. Gli anni '60 videro la Turchia mancare l'accesso alle principali rassegne internazionali (mondiali ed europei), mentre negli anni '70 la situazione migliorò: i turchi fallirono per un solo punto la qualificazione al campionato d'Europa 1972 e al campionato d'Europa 1976, mentre nel girone di qualificazione al campionato del mondo 1974 chiusero secondi, a pari merito con la Svizzera e a quattro punti dall'Italia capolista. Gli anni '80 furono avari di soddisfazioni.

Dal 1990 ai giorni nostri[modifica | modifica wikitesto]

Già vicina alla qualificazione al campionato del mondo 1990, che mancò fallendo l'ultima partita delle eliminatorie in casa dell'Unione Sovietica (che in classifica precedette i turchi insieme all'Austria), la Turchia beneficiò negli anni a venire della giovane generazione di talenti che raggiunsero la finale dei Giochi del Mediterraneo del 1991, persa contro la Grecia. Questo periodo segnò una svolta nella storia del calcio turco.

La nazionale fu allenata per un triennio (dal maggio 1990 al 1993) dal tedesco Sepp Piontek. Tornò su un palcoscenico internazionale in occasione de campionato europeo del 1996, alla cui fase finale si qualificò sotto la guida di Fatih Terim, grazie al secondo posto nel gruppo vinto dalla Svizzera e un ruolino di marcia molto positivo, con una sola sconfitta in 8 partite del girone, in cui riuscì a battere sia la Svizzera che la Svezia. I turchi furono i primi a qualificarsi al torneo dopo i padroni di casa dell'Inghilterra, ammessi d'ufficio. Il cammino della squadra di Terim in Inghilterra terminò, tuttavia, già dopo la prima fase, a causa di tre sconfitte in altrettante partite, contro Croazia (1-0), Portogallo (1-0) e Danimarca (3-0). Le qualificazioni al campionato del mondo 1998, invece, videro i turchi chiudere al terzo posto il proprio gruppo, preceduti da Paesi Bassi e Belgio.

La Turchia ricomparve sulla scena internazionale nella fase finale del campionato d'Europa 2000, cui ebbe accesso dopo aver vinto il play-off contro l'Irlanda grazie alla regola dei gol fuori casa (1-1 in trasferta e 0-0 in casa). La formazione allenata da Mustafa Denizli si era, infatti, piazzata seconda nel girone eliminatorio vinto dalla Germania. In Belgio e Paesi Bassi, inserita in un difficile girone, la compagine biancorossa fu sconfitta all'esordio dall'Italia (2-1; di Okan Buruk il primo gol della Turchia nella fase finale di un europeo), pareggiò contro la Svezia (0-0) e batté il Belgio (2-0, doppietta di Hakan Şükür), qualificandosi dunque per i quarti di finale, dove fu eliminata dopo la sconfitta per 2-0 contro il Portogallo.[5].

Ancora meglio andò al mondiale 2002, cominciato perdendo contro il quotato Brasile: la gara portò alla squalifica di Rivaldo, per la simulazione di un fallo mai subìto[6]. I 4 punti conquistati nelle 2 restanti gare bastarono alla squadra di Şenol Güneş per accedere alla fase ad eliminazione diretta, dove, nell'ordine, la Turchia eliminò il Giappone padrone di casa e la sorpresa Senegal. Il sogno di entrare in finale fu cancellato nuovamente dal Brasile, ma non sfuggì la conquista della medaglia di bronzo. Nella finale per il terzo posto vinta per 3-2 contro i sudcoreani, anch'essi paese ospitante, Hakan Şükür segnò dopo appena 11 secondi il gol più veloce nella storia dei mondiali[7]. Nel novembre dello stesso anno la Turchia strappò un 1-1 all'Italia in amichevole[8]. Identico punteggio si registrò quattro anni più tardi, sempre in amichevole, ma contro una squadra, quella azzurra, da poco divenuta campione del mondo[9].

Nel 2003 la Turchia fu ammessa alla Confederations Cup in Francia dopo le rinunce di Germania, Italia e Spagna. Superata la fase a gironi (vittoria contro gli Stati Uniti, sconfitta contro il Camerun e pareggio contro il Brasile che eliminò i sudamericani), i turchi persero la semifinale contro la Francia e vinsero la finale per il terzo posto contro la Colombia. Con tre gol e un assist nel torneo si mise in luce Tuncay Şanlı.

Hakan Şükür, primatista di reti segnate (51) con la nazionale turca

Dopo la mancata qualificazione al campionato d'Europa 2004 la Turchia andò incontro ad un profondo cambiamento generazionale, ma non riuscì ad approdare alla fase finale di Germania 2006 tramite il play-off, che premiò la Svizzera.

La Turchia tornò sul palcoscenico internazionale in occasione dell'europeo 2008, dove ottenne il suo miglior risultato nella competizione, approdando alle semifinali[10]. Sconfitti all'esordio dal Portogallo (2-0), i turchi superarono il girone grazie a due memorabili rimonte, contro la Svizzera (2-1) e la Cecoslovacchia (3-2). Tre di questi cinque gol turchi furono messi a segno dall'88º minuto in poi. Ai quarti di finale l'ostica Croazia fu piegata per 3-1 ai tiri di rigore (1-1 dopo i tempi supplementari): dal dischetto i turchi trasformarono in rete tutti e tre i tiri, mentre i croati fallirono tre tentativi su quattro. Molto combattuta si rivelò poi la semifinale contro la Germania. La Turchia, passata in vantaggio, fu subito raggiunta nel primo tempo e, pur essendo riuscita a sua volta a pareggiare i conti a quattro minuti dal termine dell'incontro, subì al 90º minuto il gol del 3-2 che la condannò all'eliminazione, chiudendo così la competizione al terzo posto a pari merito con la Russia.

Dopo aver mancato, nel periodo seguente, la qualificazione a due mondiali ed un altro europeo, si qualificò per l'europeo 2016 eliminando nelle qualificazioni i favoriti Paesi Bassi[11]. Inserita nel girone con Spagna, Croazia e Rep. Ceca, la nazionale biancorossa subì una sconfitta per 1-0 contro i croati e una per 3-0 contro gli spagnoli, ma riuscì comunque ad aggiudicarsi il terzo posto nel girone dopo aver battuto per 2-0 i cechi nell'ultima partita. Ciononostante la vittoria contro i cechi risultò inutile ai fini del passaggio del turno, poiché la squadra, insieme all'Albania, risultò una delle peggiori terze e fu quindi eliminata al primo turno.

Non si qualificò al mondiale di Russia 2018, giungendo quarta nel girone da sei, dietro a Islanda, Croazia e Ucraina. In seguito fu inserita in un minigirone di Lega B della UEFA Nations League 2018-2019 con Svezia e Russia. Chiuse all'ultimo posto, con una vittoria e tre sconfitte, retrocedendo dunque in Lega C.

Guidata dal rientrante Şenol Güneş, che ha rifondato la squadra puntando sui giovani e sui soli veterani Burak Yılmaz e Emre Belözoğlu, la Turchia è riuscita a qualificarsi al campionato d'Europa 2020, grazie al secondo posto nel girone eliminatorio vinto dalla Francia. I turchi hanno perso solo una partita sulle 10 disputate, rimanendo imbattuti nei due confronti con i francesi (battuti per 2-0 a Konya e fermati sul pari a Parigi).

Divise[modifica | modifica wikitesto]

TurkeyKithistory.png

Rivalità[modifica | modifica wikitesto]

La Turchia vive accese rivalità con Croazia[12] e Grecia.

Il primo match con la Croazia risale alla fase finale del campionato d'Europa 1996, in cui la Croazia si impose per 1-0 nella gara d'esordio di ambo le formazioni nel torneo[13]. Memorabile fu la sfida dei quarti di finale del campionato d'Europa 2008, vinta dalla Turchia ai tiri di rigore dopo l'1-1 dei tempi supplementari[14]. Le due nazionali tornarono ad affrontarsi nei play-off di qualificazione al campionato d'Europa 2012, con la Croazia che vinse per 3-0 a Istanbul e pareggiò per 0-0 in casa al ritorno, eliminando i turchi e accedendo alla fase finale della competizione[15][16]. Nel 2016 le due squadre si sfidarono nella fase finale del campionato europeo, nella gara di apertura del gruppo D, chiusasi con la vittoria per 1-0 dei croati[17]. Tre mesi dopo furono di fronte nella loro prima partita di qualificazione al campionato del mondo 2018, finita 1-1[18]. Un anno dopo la Turchia vinse per 1-0 in casa nella gara di ritorno del girone[19].

Il bilancio dei confronti tra Turchia e Grecia vede in vantaggio i turchi[20]. A causa delle tensioni geopolitiche tra le due nazioni dovute soprattutto alla disputa relativa a Cipro, tensioni spesso sfociate in incidenti tra i tifosi, questa rivalità è spesso descritta come una delle più aspre al mondo[21].

Partecipazioni ai tornei internazionali[modifica | modifica wikitesto]

Campionato del mondo
Edizione Risultato
1930 Non partecipante
1934 Non qualificata
1938 Non partecipante
1950 Ritirata[22]
1954 Primo turno
1958 Ritirata[23]
1962 Non qualificata
1966 Non qualificata
1970 Non qualificata
1974 Non qualificata
1978 Non qualificata
1982 Non qualificata
1986 Non qualificata
1990 Non qualificata
1994 Non qualificata
1998 Non qualificata
2002 Terzo posto Bronze medal world centered-2.svg
2006 Non qualificata
2010 Non qualificata
2014 Non qualificata
2018 Non qualificata
Campionato europeo
Edizione Risultato
1964 Non qualificata
1968 Non qualificata
1972 Non qualificata
1976 Non qualificata
1980 Non qualificata
1984 Non qualificata
1988 Non qualificata
1992 Non qualificata
1996 Primo turno
2000 Quarti di finale
2004 Non qualificata
2008 Semifinali Bronze medal europe.svg[2]
2012 Non qualificata
2016 Primo turno
Giochi olimpici[24]
Edizione Risultato
1924 Turno di qualificazione
1928 Ottavi di finale
1936 Ottavi di finale
1948 Quarti di finale
Confederations Cup
Edizione Risultato
1992 Non invitata
1995 Non invitata
1997 Non qualificata
1999 Non qualificata
2001 Non qualificata
2003 Terzo posto Bronzen medaille.svg
2005 Non qualificata
2009 Non qualificata
2013 Non qualificata
2017 Non qualificata


Legenda: Grassetto: Risultato migliore, Corsivo: Mancate partecipazioni


Statistiche dettagliate sui tornei internazionali[modifica | modifica wikitesto]

La nazionale turca su un francobollo azero stampato in occasione del campionato del mondo 2002.

Mondiali[modifica | modifica wikitesto]

Anno Luogo Piazzamento V N P Gol
1930 Uruguay Uruguay Non partecipante - - - -
1934 Italia Italia Non qualificata - - - -
1938 Francia Francia Non partecipante - - - -
1950 Brasile Brasile Ritirata[22] - - - -
1954 Svizzera Svizzera Primo turno 1 0 2 10:11
1958 Svezia Svezia Ritirata[23] - - - -
1962 Cile Cile Non qualificata - - - -
1966 Inghilterra Inghilterra Non qualificata - - - -
1970 Messico Messico Non qualificata - - - -
1974 bandiera Germania Ovest Non qualificata - - - -
1978 Argentina Argentina Non qualificata - - - -
1982 Spagna Spagna Non qualificata - - - -
1986 Messico Messico Non qualificata - - - -
1990 Italia Italia Non qualificata - - - -
1994 Stati Uniti Stati Uniti Non qualificata - - - -
1998 Francia Francia Non qualificata - - - -
2002 Corea del Sud Corea del Sud / Giappone Giappone Terzo posto Bronze medal world centered-2.svg 4 1 2 10:6
2006 Germania Germania Non qualificata - - - -
2010 Sudafrica Sudafrica Non qualificata - - - -
2014 Brasile Brasile Non qualificata - - - -
2018 Russia Russia Non qualificata - - - -

Europei[modifica | modifica wikitesto]

Anno Luogo Piazzamento V N P Gol
1964 Spagna Spagna Non qualificata - - - -
1968 Italia Italia Non qualificata - - - -
1972 Belgio Belgio Non qualificata - - - -
1976 Jugoslavia Jugoslavia Non qualificata - - - -
1980 Italia Italia Non qualificata - - - -
1984 Francia Francia Non qualificata - - - -
1988 bandiera Germania Ovest Non qualificata - - - -
1992 Svezia Svezia Non qualificata - - - -
1996 Inghilterra Inghilterra Primo turno 0 0 3 0:5
2000 Belgio Belgio / Paesi Bassi Paesi Bassi Quarti di finale 1 1 2 3:4
2004 Portogallo Portogallo Non qualificata - - - -
2008 Austria Austria / Svizzera Svizzera Semifinali Bronze medal europe.svg[2] 2 1 2 8:9
2012 Polonia Polonia / Ucraina Ucraina Non qualificata - - - -
2016 Francia Francia Primo turno 1 0 2 2:4
2021[25] Europa Europa Qualificata 0 0 0 0:0

Confederations Cup[modifica | modifica wikitesto]

Anno Luogo Piazzamento V N P Gol
1992 Arabia Saudita Arabia Saudita Non invitata - - - -
1995 Arabia Saudita Arabia Saudita Non invitata - - - -
1997 Arabia Saudita Arabia Saudita Non qualificata - - - -
1999 Messico Messico Non qualificata - - - -
2001 Corea del Sud Corea del Sud / Giappone Giappone Non qualificata - - - -
2003 Francia Francia Terzo posto Bronzen medaille.svg 2 1 2 8:8
2005 Germania Germania Non qualificata - - - -
2009 Sudafrica Sudafrica Non qualificata - - - -
2013 Brasile Brasile Non qualificata - - - -
2017 Russia Russia Non qualificata - - - -

Nations League[modifica | modifica wikitesto]

Anno Luogo Piazzamento V N P Gol
2018-2019 Portogallo Portogallo 10° in Lega B [26] 1 0 3 4:7
2020-2021 in Lega B - - - -:-

Olimpiadi[modifica | modifica wikitesto]

Anno Luogo Piazzamento V N P Gol
1924 Parigi Turno di qualificazione 0 0 1 2:5
1928 Amsterdam Ottavi di finale 0 0 1 1:7
1936 Berlino Ottavi di finale 0 0 1 0:4
1948 Londra Quarti di finale 1 0 1 5:3

Tutte le rose[modifica | modifica wikitesto]

Mondiali[modifica | modifica wikitesto]

Coppa del Mondo FIFA 1954
Turgay, 2 Bolatlı, 3 Dirimlili, 4 Ertan, 5 Zeybek, 6 Rober, 7 Keskin, 8 Mamat, 9 Buğeker, 10 Sargın, 11 Lefter, 12 Ersoy, 13 Eken, 14 Beratlıgil, 15 Dinçer, 16 Günar, 17 Erdem, 18 Kaçmaz, 19 Berman, 20 Onarıcı, 21 Aytaç, 22 Taş, CT: Puppo
Coppa del Mondo FIFA 2002
Rüştü, 2 Emre Aşık, 3 Bülent, 4 Fatih, 5 Alpay, 6 Arif, 7 Okan, 8 Tugay, 9 Hakan Şükür, 10 Baştürk, 11 Hasan Şaş, 12 Ömer, 13 İzzet, 14 Tayfur, 15 Nihat, 16 Ümit Özat, 17 İlhan Mansız, 18 Ergün, 19 Abdullah, 20 Hakan Ünsal, 21 Emre Belözoğlu, 22 Ümit Davala, 23 Zafer, CT: Güneş

Europei[modifica | modifica wikitesto]

Campionato d'Europa UEFA 1996
Erkan, 2 Recep, 3 Alpay, 4 Vedat, 5 Tugay, 6 Sağlam, 7 Hami, 8 Ogün, 9 Şükür, 10 Oğuz, 11 Orhan, 12 Faruk, 13 Rahim, 14 Saffet, 15 Tayfun, 16 Sergen, 17 Abdullah, 18 Arif, 19 Tolunay, 20 Bülent, 21 Şanver, 22 Rüştü, CT: Terim
Campionato d'Europa UEFA 2000
Rüştü, 2 Tayfur, 3 Ogün, 4 Fatih, 5 Alpay, 6 Arif, 7 Okan, 8 Tugay, 9 Hakan Şükür, 10 Sergen, 11 Tayfun, 12 Ömer, 13 Osman, 14 Suat, 15 İzzet, 16 Ergün, 17 Oktay, 18 Ayhan, 19 Abdullah, 20 Hakan Ünsal, 21 Fevzi, 22 Ümit, CT: Denizli
Campionato d’Europa UEFA 2008
Rüştü, 2 Servet, 3 Balta, 4 Zan, 5 Emre B., 6 Topal, 7 Mehmet Aurélio, 8 Nihat, 9 Semih, 10 Gökdeniz, 11 Tümer, 12 Tolga, 13 Emre G., 14 Arda, 15 Emre A., 16 Uğur, 17 Tuncay, 18 Kâzım Kâzım, 19 Ayhan, 20 Sabri, 21 Erdinç, 22 Altıntop, 23 Volkan, CT: Terim
Campionato d’Europa UEFA 2016
Babacan, 2 Semih, 3 Balta, 4 Ahmet, 5 Nuri, 6 Çalhanoğlu, 7 Gökhan, 8 Selçuk, 9 Cenk, 10 Arda, 11 Olcay, 12 Onur, 13 İsmail, 14 Oğuzhan, 15 Topal, 16 Ozan, 17 Burak, 18 Caner, 19 Yunus, 20 Şen, 21 Mor, 22 Şener, 23 Harun, CT: Terim

Confederations Cup[modifica | modifica wikitesto]

FIFA Confederations Cup 2003
Rüştü, 2 Sonkaya, 3 Korkmaz, 4 Akyel, 5 Alpay, 6 Ergün, 7 Balcı, 8 Arslan, 9 Tuncay, 10 Baştürk, 11 Nihat, 12 Çatkıç, 13 Yıldırım, 14 Barış, 15 Üzülmez, 16 Yılmaz, 17 Servet, 18 Kartal, 19 Ateş, 20 Şahin, 21 Toraman, 22 Karadeniz, 23 Murat, CT: Güneş

Giochi olimpici[modifica | modifica wikitesto]

Calcio ai Giochi Olimpici Estivi 1924
Akbay, P Kaleci, D Atak, D Çağatay, D Gençay, D Ruhi, C Arslan, C Bekdik, C Göktulga, C Kalpakçıoğlu, C Kelle, C Uluğ, A Arca, A Baydar, A Gürsoy, A Leblebi, A Peykoğlu, A Refet, A Rona, A Sporel, CT: Hunter
Calcio ai Giochi Olimpici Estivi 1928
Kaptan, P Yenal, D Atak, D Göktulga, C Arca, C Baron, C Bekdik, C Seyit, C Uluğ, A Baydar, A Erkuş, A Faruki, A Gürsoy, A Leblebi, A Orhun, A Peykoğlu, A Refet, A Şevki, A Sporel, A Yalınlı, CT: Tóth
Calcio ai Giochi Olimpici Estivi 1936
Arman, P Kurgan, D Alpaslan, D Barlas, D Savman, C Aksoy, C Alaç, C Cici, C Reşat, C Tusder, A Altınordu, A Arıcan, A Bumin, A Erkal, A Görkey, A Göztepe, A Kılıç, A Sel, A Yeten, CT: Donnelly
Calcio ai Giochi Olimpici Estivi 1948
Arman, P Atlıoğlu, D Alyüz, D Erol, D Tosuncuk, C B. Eken, C Saygun, C Torkal, C Özkaya, C Var, A Alpaslan, A R. Eken, A Gülesin, A Keskin, A Kılıç, A Kırcan, A Küçükandonyadis, A Tokaç, A Üreten, CT: Yenal

NOTA: Per le informazioni sulle rose successive al 1948 visionare la pagina della Nazionale olimpica.

Rosa attuale[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Calciatori della nazionale turca.

Lista dei convocati per le partite contro Andorra e Moldavia del 7 e 10 settembre 2019, valide per le qualificazioni al campionato europeo di calcio 2020.

N. Pos. Giocatore Data nascita (età) Pres. Reti Squadra
1 P Sinan Bolat 3 settembre 1988 (32 anni) 12 -10 Belgio Anversa
12 P Mert Günok 1º marzo 1989 (31 anni) 11 0 Turchia İstanbul Başakşehir
23 P Uğurcan Çakır 05 aprile 1996 (24 anni) 1 0 Turchia Trabzonspor
P Gökhan Akkan 1º gennaio 1994 (26 anni) 0 0 Turchia Çaykur Rizespor
4 D Çağlar Söyüncü 23 maggio 1996 (24 anni) 25 1 Inghilterra Leicester City
22 D Kaan Ayhan 10 novembre 1994 (25 anni) 24 2 Italia Sassuolo
2 D Zeki Çelik 17 febbraio 1997 (23 anni) 10 2 Francia Lilla
3 D Merih Demiral 5 marzo 1998 (22 anni) 8 0 Italia Juventus
D Umut Meraş 20 dicembre 1995 (24 anni) 3 0 Francia Le Havre
13 D Nazim Sangaré 30 maggio 1994 (26 anni) 1 0 Turchia Antalyaspor
D Mert Çetin 1º gennaio 1997 (23 anni) 0 0 Italia Verona
5 C Emre Belözoğlu 07 settembre 1980 (40 anni) 100 9 Turchia Fenerbahçe (capitano)
7 C Oğuzhan Özyakup 23 settembre 1992 (28 anni) 43 1 Turchia Beşiktaş
6 C Ozan Tufan 23 marzo 1995 (25 anni) 45 5 Turchia Fenerbahçe
10 C Hakan Çalhanoğlu 8 febbraio 1994 (26 anni) 43 10 Italia Milan
C Yunus Mallı 24 febbraio 1992 (28 anni) 25 1 Germania Wolfsburg
8 C Okay Yokuşlu 9 marzo 1994 (26 anni) 22 1 Spagna Celta Vigo
17 C Cengiz Ünder 14 luglio 1997 (23 anni) 19 6 Inghilterra Leicester City
C Yusuf Yazıcı 29 gennaio 1997 (23 anni) 16 1 Francia Lilla
15 C Mahmut Tekdemir 20 gennaio 1988 (32 anni) 12 0 Turchia İstanbul Başakşehir
14 C İrfan Kahveci 15 giugno 1995 (25 anni) 11 0 Turchia İstanbul Başakşehir
C Deniz Türüç 29 gennaio 1993 (27 anni) 6 1 Turchia Fenerbahçe
19 C Dorukhan Toköz 21 maggio 1996 (24 anni) 6 1 Turchia Beşiktaş
21 C Abdülkadir Ömür 25 giugno 1999 (21 anni) 4 0 Turchia Trabzonspor
20 C Efecan Karaca 16 novembre 1989 (30 anni) 2 0 Turchia Alanyaspor
C Ömer Ali Şahiner 2 gennaio 1992 (28 anni) 1 0 Turchia Konyaspor
9 A Burak Yılmaz 15 luglio 1985 (35 anni) 56 24 Francia Lilla
A Cenk Tosun 7 giugno 1991 (29 anni) 40 15 Inghilterra Everton
11 A Enes Ünal 10 maggio 1997 (23 anni) 12 0 Spagna Real Valladolid
18 A Kenan Karaman 5 marzo 1994 (26 anni) 9 1 Germania Fortuna Düsseldorf
16 C Güven Yalçın 18 gennaio 1999 (21 anni) 3 0 Turchia Beşiktaş

Commissari tecnici[modifica | modifica wikitesto]

Dati aggiornati al 10 settembre 2019[27].

Allenatore Periodo Fine G V N P RF RS % V
Turchia Yen, Ali Sami Ali Sami Yen 26/10/1923 26/10/1923 1 0 1 0 2 2 00.0
Scozia Hunter, Billy Billy Hunter 25/5/1924 12/9/1926 12 5 0 7 21 29 41.7
Ungheria Tóth, Bela Bela Tóth 17/7/1927 17/4/1932 8 2 1 5 14 24 25.0
Inghilterra Pagnam, Fred Fred Pagnam 22/4/1932 4/11/1932 2 0 0 2 3 7 00.0
Irlanda Donnelly, James James Donnelly 12/7/1936 1/8/1937 3 0 1 2 4 10 00.0
Ungheria Molnár, Ignác Ignác Molnár 23/4/1948 30/5/1948 2 1 0 1 3 2 50.0
Turchia Yenal, Ulvi Ulvi Yenal 2/8/1948 5/8/1948 2 1 0 1 5 3 50.0
Inghilterra Molloy, Pat Pat Molloy 28/11/1948 20/5/1949 5 3 0 2 9 8 60.0
Turchia Arman, Cihat Cihat Arman 20/11/1949 20/11/1949 1 1 0 0 7 0 100.0
Inghilterra Molloy, Pat Pat Molloy 28/5/1950 28/10/1950 2 1 0 1 7 6 50.0
Inghilterra McCormick, Jimmy Jimmy McCormick 3/12/1950 10/6/1951 2 1 0 1 4 5 50.0
Turchia Erkal, Rebii Rebii Erkal 17/6/1951 21/11/1951 3 2 0 1 3 3 66.7
Turchia Usuoğlu, Sadri Sadri Usuoğlu 1/6/1952 8/6/1952 2 0 1 1 1 5 00.0
Italia Puppo, Sandro Sandro Puppo 8/6/1952 23/6/1954 9 3 2 4 18 21 33.3
Turchia Kılıç, Gündüz Gündüz Kılıç 17/10/1954 17/10/1954 1 0 0 1 1 5 00.0
Jugoslavia Mihajlović, Žarko Žarko Mihajlović 3/4/1955 26/6/1955 2 0 2 0 1 1 00.0
Italia Varglien, Giovanni Giovanni Varglien 18/12/1955 01/05/1956 5 2 0 3 8 9 16.7
Turchia Arman, Cihat Cihat Arman 01/05/1956 25/11/1956 2 0 2 0 2 2 00.0
Ungheria Székely, László László Székely 5/4/1957 8/12/1957 4 2 1 1 6 4 50.0
Italia Remondini, Leandro Leandro Remondini 4/5/1958 10/5/1959 7 3 3 1 6 5 42.9
Ungheria Molnár, Ignác Ignác Molnár 8/6/1960 8/6/1960 1 1 0 0 4 2 100.0
Italia Puppo, Sandro Sandro Puppo 27/11/1960 16/5/1962 10 4 0 6 11 10 40.0
Turchia Görkey, Şeref Şeref Görkey 10/10/1962 10/10/1962 1 1 0 0 3 0 100.0
Jugoslavia Spajić, Ljubiša Ljubiša Spajić 25/11/1962 16/12/1962 4 1 2 1 3 7 25.0
Italia Puppo, Sandro Sandro Puppo 27/3/1963 9/10/1964 4 0 2 2 0 4 00.0
Turchia Arman, Cihat Cihat Arman 27/9/1964 20/12/1964 3 1 1 1 6 4 33.3
Italia Puppo, Sandro Sandro Puppo 24/1/1965 9/5/1965 4 0 0 4 2 13 00.0
Turchia Andaç, Doğan Doğan Andaç 21/7/1965 25/7/1965 2 1 1 0 3 1 50.0
Italia Puppo, Sandro Sandro Puppo 9/10/1965 30/5/1966 5 1 2 2 3 10 20.0
Turchia Süvari, Adnan Adnan Süvari 12/10/1966 17/1/1969 17 5 4 8 16 32 29.4
Jugoslavia Gegić, Abdulah Abdulah Gegić 30/4/1969 16/11/1969 6 3 0 3 13 11 50.0
Turchia Arman, Cihat Cihat Arman 17/10/1970 14/11/1971 6 1 1 4 4 17 16.7
Romania Petrescu, Nicolae Nicolae Petrescu 5/12/1971 5/12/1971 1 1 0 0 1 0 100.0
Turchia Özarı, Coşkun Coşkun Özarı 12/4/1972 31/10/1976 29 8 11 10 38 43 27.6
Turchia Andaç, Doğan Doğan Andaç 17/11/1976 17/11/1976 1 0 1 0 1 1 00.0
Turchia Türel, Metin Metin Türel 16/2/1977 5/10/1978 13 2 1 10 11 22 15.4
Turchia Kiraz, Sabri Sabri Kiraz 29/11/1978 15/10/1980 12 5 1 6 13 15 41.7
Turchia Sümer, Özkan Özkan Sümer 3/12/1980 25/3/1981 2 0 0 2 0 3 00.0
Turchia Demircan, Fethi Fethi Demircan 15/4/1981 7/10/1981 4 0 0 4 0 12 00.0
Turchia Özarı, Coşkun Coşkun Özarı 22/9/1982 4/4/1984 17 5 2 10 15 36 29.4
Turchia Tarhan, Candan Candan Tarhan 6/9/1984 14/11/1984 5 1 1 3 3 13 20.0
Turchia Gökdel, Yılmaz Yılmaz Gökdel 22/12/1984 3/4/1985 3 1 1 1 1 3 33.3
Ungheria Mészöly, Kálmán Kálmán Mészöly 1/5/1985 28/8/1985 2 0 1 1 0 2 00.0
Turchia Özarı, Coşkun Coşkun Özarı 11/9/1985 12/11/1986 8 1 3 4 3 14 12.5
Turchia Denizli, Mustafa Mustafa Denizli 4/3/1987 16/12/1987 6 1 1 4 6 16 16.7
Turchia Tırpan, Tınaz Tınaz Tırpan 16/3/1988 15/11/1989 11 5 1 5 16 12 45.5
Turchia Terim, Fatih Fatih Terim 11/4/1990 11/4/1990 1 0 0 1 0 1 00.0
Germania Piontek, Sepp Sepp Piontek 27/5/1990 28/4/1993 27 4 8 15 22 50 14.8
Turchia Terim, Fatih Fatih Terim 27/10/1993 19/6/1996 33 17 8 8 47 36 51.5
Turchia Denizli, Mustafa Mustafa Denizli 14/8/1996 24/6/2000 31 11 9 11 45 38 35.5
Turchia Güneş, Şenol Şenol Güneş 16/8/2000 18/2/2004 50 23 13 14 72 50 46.0
Turchia Karaman, Ünal Ünal Karaman 31/3/2004 31/3/2004 1 0 1 0 2 2 00.0
Turchia Yanal, Ersun Ersun Yanal 28/4/2004 8/6/2005 15 8 4 3 29 14 53.3
Turchia Terim, Fatih Fatih Terim 17/8/2005 14/10/2009 58 26 18 14 86 71 39.7
Turchia Çetin, Oğuz Oğuz Çetin 3/3/2010 29/5/2010 4 3 0 1 7 3 75.0
Paesi Bassi Hiddink, Guus Guus Hiddink 1/8/2010 15/11/2011 16 7 4 5 18 15 43.7
Turchia Avcı, Abdullah Abdullah Avcı 17/11/2011 20/08/2013 18 6 4 8 26 26 33.3
Turchia Terim, Fatih Fatih Terim 22/8/2013 26/7/2017 34 23 3 8 55 31 62.0
Romania Lucescu, Mircea Mircea Lucescu 2/8/2017 11/2/2019 17 4 6 7 17 25 23.5
Turchia Güneş, Şenol Şenol Güneş 28/2/2019 in carica 8 7 0 1 18 3 87.5

Record individuali[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 14 ottobre 2020.[28]
In grassetto i giocatori ancora in attività in nazionale.

Record di presenze[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Nome Presenze Reti Periodo
1 Rüştü Reçber 120 0 1994-2012
2 Hakan Şükür 112 51 1992-2007
3 Bülent Korkmaz 102 3 1990-2005
4 Emre Belözoğlu 101 9 2000-2019
5 Arda Turan 100 17 2006-2017
6 Tugay Kerimoğlu 94 2 1990-2007
7 Alpay Özalan 90 4 1995-2005
8 Hamit Altıntop 82 7 2004-2014
9 Mehmet Topal 81 2 2008-
10 Tuncay Sanli 80 22 2002-2010

Record di reti[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Nome Reti Presenze Periodo
1 Hakan Şükür 51 112 1992-2007
2 Burak Yılmaz 24 62 2006-
3 Tuncay Şanlı 22 80 2003-2010
4 Lefter Küçükandonyadis 21 46 1948-1963
5 Metin Oktay 19 36 1956-1968
Cemil Turan 44 1969-1979
Nihat Kahveci 68 2000-2011
8 Arda Turan 17 100 2006-2017
9 Cenk Tosun 16 42 2013-
10 Zeki Rıza Sporel 15 16 1923-1932

Confronti con altre nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Tra gli avversari nazionali contro cui sono stati disputati almeno 10 incontri, la Turchia presenta i seguenti saldi.

Dati aggiornati al 1º giugno 2018[29].

Saldo positivo[modifica | modifica wikitesto]

Nazionale Giocate Vinte Nulle Perse Reti fatte Reti subite Differenza Ultima vittoria Ultimo pari Ultima sconfitta
Svizzera Svizzera 15 8 3 4 21 20 +1 11 giugno 2008 28 agosto 1985 12 novembre 2005

Saldo neutro[modifica | modifica wikitesto]

Nazionale Giocate Vinte Nulle Perse Reti fatte Reti subite Differenza Ultima vittoria Ultimo pari Ultima sconfitta
Irlanda del Nord Irlanda del Nord 12 5 2 5 13 12 +1 15 novembre 2013 12 novembre 1986 11 novembre 1987
Albania Albania 10 4 2 4 10 14 –4 12 ottobre 2005 27 marzo 1985 13 novembre 2017
Belgio Belgio 10 3 5 3 17 18 –1 7 settembre 2010 3 giugno 2011 10 ottobre 2009

Saldo negativo[modifica | modifica wikitesto]

Nazionale Giocate Vinte Nulle Perse Reti fatte Reti subite Differenza Ultima vittoria Ultimo pari Ultima sconfitta
Romania Romania 26 5 8 13 22 46 –24 10 settembre 2013 15 febbraio 1995 9 novembre 2017
Bulgaria Bulgaria 23 7 6 10 36 44 –8 8 giugno 2015 21 agosto 1991 17 agosto 2005
Germania Germania 20 3 3 14 13 49 –36 8 ottobre 2005 9 ottobre 1999 7 ottobre 2011
Polonia Polonia 17 3 3 11 12 39 –27 27 ottobre 1993 11 dicembre 1985 23 settembre 1992
Unione Sovietica Unione Sovietica 16 3 0 13 8 30 –22 6 settembre 1984 15 novembre 1989
Austria Austria 16 7 1 8 20 15 +5 29 marzo 2016 6 settembre 2011 15 agosto 2012
Finlandia Finlandia 15 4 4 7 18 17 +1 24 marzo 2017 9 ottobre 2017 26 maggio 2012
Italia Italia 15 0 5 10 5 18 –13 15 novembre 2006 11 giugno 2000
Spagna Spagna 15 1 6 8 5 17 –12 14 marzo 1954 17 ottobre 1973 17 giugno 2016
Irlanda Irlanda 14 3 6 5 13 26 –13 23 marzo 2018 9 settembre 2003 13 novembre 1991
Ungheria Ungheria 14 4 2 8 15 27 –12 12 settembre 2007 26 marzo 2013 16 ottobre 2012
Paesi Bassi Paesi Bassi 12 3 4 5 9 13 –4 6 settembre 2015 28 marzo 2015 15 ottobre 2013
Inghilterra Inghilterra 11 0 2 9 1 33 –32 11 ottobre 2003 22 maggio 2016
Islanda Islanda 11 2 2 7 1 33 –32 13 ottobre 2015 11 ottobre 1995 6 ottobre 2017
Rep. Ceca Rep. Ceca 10 4 1 5 5 24 –19 21 giugno 2016 1º marzo 2006 10 ottobre 2014
Cecoslovacchia Cecoslovacchia 10 1 2 7 5 24 –19 18 dicembre 1958 15 novembre 1967 15 aprile 1981
Danimarca Danimarca 10 2 5 3 1 33 –32 3 settembre 2014 14 novembre 2012 18 febbraio 2004
Jugoslavia Jugoslavia 9 1 3 5 14 26 –12 2 ottobre 1931 27 febbraio 1991 16 dicembre 1987

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Men's Ranking, su fifa.com.
  2. ^ a b c Bronzo Medaglia di bronzo: (EN) Regulations of the UEFA European Football Championship 2006/08 (PDF), su uefa.com, p. 3. URL consultato il 2 luglio 2012.
  3. ^ Notizie del 26 ottobre 1923 su Athlet.org
  4. ^ Diario dei Mondiali 1954, Gazzetta.it, 30 giugno 2002.
  5. ^ Spettacolare Figo Il Portogallo vola, Repubblica.it, 24 giugno 2000.
  6. ^ Giancarlo Mola, Brasile bello e sprecone vittoria grazie all'arbitro, Repubblica.it, 3 giugno 2002.
  7. ^ Corea e Turchia, è una festa la piccola finale delle sorprese, Repubblica.it, 28 giugno 2002.
  8. ^ La nuova Italia bella a metà Vieri evita la sconfitta, Repubblica.it, 20 novembre 2002.
  9. ^ Due svarioni tra tanti sbadigli tra Italia e Turchia finisce 1-1, Repubblica.it, 15 novembre 2006.
  10. ^ La Germania è la prima finalista Lahm beffa al 90' l'ottima Turchia, Repubblica.it, 25 giugno 2008.
  11. ^ Euro 2016, Olanda fuori! Turchia qualificata, Bosnia ai playoff, Gazzetta.it, 13 ottobre 2015.
  12. ^ (EN) Croatia and Turkey resume old European rivalry in Paris, in AP News. URL consultato il 2 luglio 2018.
  13. ^ (EN) uefa.com, UEFA EURO 1996 - History - Turkey-Croatia – UEFA.com, in UEFA, 6 ottobre 2013. URL consultato il 2 luglio 2018.
  14. ^ (EN) uefa.com, UEFA EURO 2008 - History - Croatia-Turkey – UEFA.com, in UEFA, 20 giugno 2008. URL consultato il 2 luglio 2018.
  15. ^ (EN) uefa.com, UEFA EURO 2012 - History - Turkey-Croatia – UEFA.com, in UEFA, 11 novembre 2011. URL consultato il 2 luglio 2018.
  16. ^ (EN) UEFA, UEFA EURO 2012 - History - Croatia-Turkey – UEFA.com, in UEFA, 15 novembre 2011. URL consultato il 2 luglio 2018.
  17. ^ (EN) Turkey 0-1 Croatia, in BBC Sport, 12 giugno 2016. URL consultato il 2 luglio 2018.
  18. ^ (EN) FIFA.com, 2018 FIFA World Cup Russia™ - Matches - Croatia-Turkey - FIFA.com, su FIFA.com. URL consultato il 2 luglio 2018.
  19. ^ (EN) FIFA.com, 2018 FIFA World Cup Russia™ - Matches - Turkey-Croatia - FIFA.com, su FIFA.com. URL consultato il 2 luglio 2018.
  20. ^ Turkey national football team: record v Greece, su www.11v11.com. URL consultato il 2 luglio 2018.
  21. ^ (EN) By Greg Duke For CNN, Top 10 international rivalries - CNN.com, su edition.cnn.com. URL consultato il 2 luglio 2018.
  22. ^ a b Qualificata al mondiale ma ritiratasi prima del suo inizio.
  23. ^ a b La Turchia avrebbe dovuto disputare un incontro con Israele, però decise di non giocare la partita e Israele passò il turno.
  24. ^ Come da regolamento FIFA vengono considerate le sole edizioni comprese tra il 1908 ed il 1948 in quanto sono le uniche ad essere state disputate dalle Nazionali maggiori. Per maggiori informazioni si invita a visionare questa pagina.
  25. ^ Originariamente previsto per il 2020, fu posticipato al 2021 in seguito alla pandemia di COVID-19 del 2019-2020
  26. ^ Retrocessa in Lega C ma successivamente ripescata in Lega B con il cambio di formula a partire dall'edizione 2020-2021.
  27. ^ https://www.11v11.com/teams/turkey/tab/matches
  28. ^ (TK) A Milli Takım En Fazla Milli Olan Oyuncularımız TFF, su tff.org. URL consultato il 15 settembre 2016.
  29. ^ https://www.11v11.com/teams/turkey/tab/opposingTeams

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]