Campionato mondiale di calcio 1986

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Campionato mondiale di calcio 1986
Copa Mundial de Fútbol de 1986
Logo della competizione
Competizione Campionato mondiale di calcio
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione 13ª
Date 31 maggio - 29 giugno 1986
Luogo Messico Messico
(11 città)
Partecipanti 24 (121 alle qualificazioni)
Impianto/i 12 stadi
Risultati
Vincitore Argentina Argentina
(2° titolo)
Secondo Germania Ovest Germania Ovest
Terzo Francia Francia
Quarto Belgio Belgio
Statistiche
Miglior giocatore Argentina Diego Armando Maradona
Miglior marcatore Inghilterra Gary Lineker (6)
Incontri disputati 52
Gol segnati 132 (2,54 per incontro)
Pubblico 2 407 431
(46 297 per incontro)
Argentina x corea 1986.JPG
Gli argentini campioni del mondo per la seconda volta nella loro storia
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 1982 1990 Right arrow.svg

Il campionato mondiale di calcio 1986 o Coppa del Mondo FIFA del 1986 (noto anche come Messico '86) è stata la tredicesima edizione del campionato mondiale di calcio per squadre nazionali maggiori maschili organizzato dalla FIFA ogni quattro anni.

Si svolse in Messico tra il 31 maggio e il 29 giugno 1986. Il torneo fu vinto dall'Argentina, che si laureò campione del mondo per la 2ª volta.

Il Messico divenne il primo Paese a ospitare due edizioni della manifestazione quando nel 1983 prese il posto della Colombia, nazione che aveva acquisito il diritto di ospitare il torneo, ma che dovette rinunciare quell'anno a causa di problemi interni al governo.

Furono 24 le nazionali partecipanti come nel torneo del 1982. La mascotte fu Pique (un peperoncino) e il pallone ufficiale fu l'Adidas Azteca Mexico, il primo fatto con materiali in parte sintetici.

Antecedenti[modifica | modifica wikitesto]

Piazzamenti delle nazionali

La sede della fase finale venne in principio assegnata alla Colombia, ma il paese non poté adempiere ai requisiti della FIFA:

  • 12 stadi con una capacità minima di 40 000 persone per la prima fase.
  • 4 stadi con una capacità minima di 60 000 persone per la seconda fase.
  • 2 stadi con una capacità minima di 80 000 persone per la partita inaugurale e per la finale.
  • L'installazione di una torre di telecomunicazioni a Bogotà.
  • Il congelamento delle tariffe alberghiere per i membri della FIFA a partire dal 1º gennaio 1986, tra le altre cose.

Non potendo completare i requisiti, la FIFA spostò la sede in Messico, che aveva già ospitato il torneo nel 1970.

Lo svolgimento del torneo si trovò anche qui a rischio a causa di una serie di terremoti che nel 1985 colpirono il Messico provocando più di 10 000 morti e causando investimenti per 2 miliardi di dollari per la ricostruzione. In quest'edizione cambiò nuovamente il formato, la seconda fase non sarebbe più stata una fase a gruppi come succedeva dal 1974 ma si sarebbe tornati all'antico sistema di eliminazione diretta: da questa edizione si aggiunsero però anche gli ottavi di finale, vista la più ampia partecipazione. Si sarebbero classificati agli ottavi di finale, le prime due di ogni gruppo, più le quattro migliori terze classificate.

Squadre partecipanti[modifica | modifica wikitesto]

UEFA (14 squadre)

CONMEBOL (4 squadre)

CONCACAF (2 squadre)

CAF (2 squadre)

AFC (2 squadre)

NB: Messico qualificato d'ufficio come Nazione ospitante, Italia qualificata d'ufficio come Campione del mondo in carica.

Convocazioni[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Convocazioni per il campionato mondiale di calcio 1986.

Stadi[modifica | modifica wikitesto]

Città del Messico Guadalajara Puebla
Estadio Azteca Estadio Olímpico Universitario Estadio Jalisco Estadio Cuauhtémoc
Capienza: 114 600 Capienza: 72 000 Capienza: 66 000 Capienza: 46 000
Mexico stadium 1986.jpg Estadio Olímpico Universitario 2.jpeg Estadio jalisco.jpg Estadio Cuauhtémoc, Puebla.jpg
San Nicolás de los Garza Querétaro Monterrey León
Estadio Universitario Estadio Corregidora Estadio Tecnológico Estadio Nou Camp
Capienza: 44 000 Capienza: 40 785 Capienza: 38 000 Capienza: 35 000
Estadio la Corregidora.JPG ITESM Estadio Tecnologico.jpg EstadioLeon.jpg
Nezahualcoyotl Irapuato Zapopan Toluca
Estadio Neza 86 Estadio Sergio León Chávez Estadio Tres de Marzo Estadio Nemesio Díez
Capienza: 35 000 Capienza: 32 000 Capienza: 30 000 Capienza: 30 000
EntranceEstadioNeza86.JPG Estadio SLC Irapuato.jpg Tecos stadium.jpg B4GameTolChivas.JPG
Mappa di localizzazione: Messico
Guadalajara
Guadalajara
Irapuato
Irapuato
León
León
Città del Messico
Città del Messico
Monterrey
Monterrey
Nezahualcóyotl
Nezahualcóyotl
Puebla
Puebla
Querétaro
Querétaro
San Nicolás de los Garza
San Nicolás de los Garza
Toluca
Toluca
Zapopan
Zapopan

Qualificazioni[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Qualificazioni al campionato mondiale di calcio 1986.

Avvenimenti[modifica | modifica wikitesto]

Fase a gironi[modifica | modifica wikitesto]

L'Argentina vinse il primo girone[1], precedendo anche i campioni dell'Italia. Gli azzurri si qualificarono solo all'ultima giornata, battendo la Corea del Sud dopo 2 pareggi.[2] Passaggio del turno anche per le favorite Spagna, Francia, Germania Ovest e Brasile.[3] Sorpresa di questa prima fase fu però il Marocco che, capeggiando il proprio raggruppamento (davanti all'Inghilterra), risultò la prima africana a raggiungere gli ottavi.[4] Oltre ai britannici, il quadro delle ammesse si completò con Unione Sovietica, Messico, Paraguay e Danimarca: del ripescaggio beneficiarono Polonia, Bulgaria, Uruguay e Belgio.

Fase ad eliminazione diretta[modifica | modifica wikitesto]

I padroni di casa fecero fuori i bulgari (2-0), mentre ai sovietici non fu sufficiente la tripletta di Belanov per avere ragione del Belgio (4-3 il finale). Vittorie facili per Brasile e Spagna, autori di goleade contro Polonia e Danimarca (4-0 e 5-1 i rispettivi risultati). Un gol di Pasculli piegò l'Uruguay, dando il passaggio del turno all'Argentina.[5] La Germania Ovest si impose sul Marocco soltanto nel finale[6], la Francia estromise l'Italia chiudendo anche l'era di Bearzot in panchina.[7] L'Inghilterra eliminò il Paraguay vincendo per 3-0, con 2 reti di Lineker.

A segnare i quarti di finale il confronto tra l'Argentina e gli inglesi, già protagonisti di un'accesa rivalità che si era rinfocolita dopo la questione delle Falkland di 4 anni prima. L'asso biancoceleste Maradona marcò una doppietta, per le sue reti più famose: la "mano di Dio" e il "gol del secolo". La rete britannica fu invece realizzata da Lineker, che in tal modo si aggiudicò il titolo di cannoniere (6 centri per la punta). Le altre sfide, tutte decise dai rigori, videro un dominio europeo rispetto all'America con Francia e Germania Ovest vittoriose su Brasile e Messico. L'unico incontro tra due formazione del vecchio continente (Belgio-Spagna) fu vinto dai belgi.[8] Rimase celebre per le controversie suscitate la serie finale di Francia-Brasile: episodio incriminato il rigore di Bellone, con la palla che colpì il palo per poi rimbalzare sul portiere avversario e finire in rete. L'arbitro Igna convalidò il gol tra le proteste dei verdeoro, che richiesero un'altra interpretazione. Le conseguenze del fatto portarono la FIFA, un anno più tardi, a rivedere il Punto 14 del regolamento per evitare futuri problemi.[9]

Le semifinali abbinarono, anche in questa occasione, francesi e tedeschi che già nel 1982 si erano sfidati nello stesso turno: la Germania vinse nuovamente, stavolta per 2-0. Punteggio replicato nella partita dell'Argentina con il Belgio, per un'altra doppietta di Maradona.[10] Nella finale per il terzo posto la Francia si prese il bronzo, piegando per 4-2 i belgi nei supplementari. Il titolo mondiale tornò invece in Argentina dopo 8 anni, grazie al successo dei sudamericani per 3-2: la formazione di Bilardo si portò sul 2-0 prima di venire ripresa e trovare la rete decisiva a 2' dal pareggio tedesco.[11]

Le partite[modifica | modifica wikitesto]

Fase a gruppi[modifica | modifica wikitesto]

Gruppo A[modifica | modifica wikitesto]

Classifica[modifica | modifica wikitesto]
Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1. Argentina Argentina 5 3 2 1 0 6 2 +4
2. Italia Italia 4 3 1 2 0 5 4 +1
3. Bulgaria Bulgaria 2 3 0 2 1 2 4 −2
4. Corea del Sud Corea del Sud 1 3 0 1 2 4 7 −3
Risultati[modifica | modifica wikitesto]
Città del Messico
31 maggio 1986, ore 12:00 UTC-6
Bulgaria Bulgaria 1 – 1
referto
Italia Italia Stadio Azteca (95 000 spett.)
Arbitro Svezia Fredriksson

Città del Messico
2 giugno 1986, ore 12:00 UTC-6
Argentina Argentina 3 – 1
referto
Corea del Sud Corea del Sud Stadio Olimpico Universitario (60 000 spett.)
Arbitro Spagna Sánchez

Puebla
5 giugno 1986, ore 12:00 UTC-6
Italia Italia 1 – 1
referto
Argentina Argentina Estadio Cuauhtémoc (32 000 spett.)
Arbitro Paesi Bassi Keizer

Città del Messico
5 giugno 1986, ore 16:00 UTC-6
Corea del Sud Corea del Sud 1 – 1
referto
Bulgaria Bulgaria Stadio Olimpico Universitario (45 000 spett.)
Arbitro Arabia Saudita Al-Shannar

Puebla
10 giugno 1986, ore 12:00 UTC-6
Corea del Sud Corea del Sud 2 – 3
referto
Italia Italia Estadio Cuauhtémoc (20 000 spett.)
Arbitro Stati Uniti Socha

Città del Messico
10 giugno 1986, ore 16:00 UTC-6
Argentina Argentina 2 – 0
referto
Bulgaria Bulgaria Stadio Olimpico Universitario (65 000 spett.)
Arbitro Costa Rica Moreira

Gruppo B[modifica | modifica wikitesto]

Classifica[modifica | modifica wikitesto]
Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1. Messico Messico 5 3 2 1 0 4 2 +2
2. Paraguay Paraguay 4 3 1 2 0 4 3 +1
3. Belgio Belgio 3 3 1 1 1 5 5 0
4. Iraq Iraq 0 3 0 0 3 1 4 −3
Risultati[modifica | modifica wikitesto]
Città del Messico
3 giugno 1986, ore 12:00 UTC-6
Belgio Belgio 1 – 2
referto
Messico Messico Stadio Azteca (110 000 spett.)
Arbitro Argentina Esposito

Toluca
4 giugno 1986, ore 12:00 UTC-6
Paraguay Paraguay 1 – 0
referto
Iraq Iraq Stadio Nemesio Díez (25 000 spett.)
Arbitro Mauritius Picon-Ackong

Città del Messico
7 giugno 1986, ore 12:00 UTC-6
Messico Messico 1 – 1
referto
Paraguay Paraguay Stadio Azteca (114 000 spett.)
Arbitro Inghilterra Courtney

Toluca
8 giugno 1986, ore 12:00 UTC-6
Iraq Iraq 1 – 2
referto
Belgio Belgio Stadio Nemesio Díez (20 000 spett.)
Arbitro Colombia Díaz

Toluca
11 giugno 1986, ore 12:00 UTC-6
Paraguay Paraguay 2 – 2
referto
Belgio Belgio Stadio Nemesio Díez (16 000 spett.)
Arbitro Bulgaria Dotchev

Città del Messico
11 giugno 1986, ore 12:00 UTC-6
Iraq Iraq 0 – 1
referto
Messico Messico Stadio Azteca (111 000 spett.)
Arbitro Jugoslavia Petrović

Gruppo C[modifica | modifica wikitesto]

Classifica[modifica | modifica wikitesto]
Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1. URSS URSS 5 3 2 1 0 9 1 +8
2. Francia Francia 5 3 2 1 0 5 1 +4
3. Ungheria Ungheria 2 3 1 0 2 2 9 −7
4. Canada Canada 0 3 0 0 3 0 5 −5
Risultati[modifica | modifica wikitesto]
León
1º giugno 1986, ore 16:00 UTC-6
Canada Canada 0 – 1
referto
Francia Francia Estadio Nou Camp (36 000 spett.)
Arbitro Cile Silva

Irapuato
2 giugno 1986, ore 12:00 UTC-6
URSS URSS 6 – 0
referto
Ungheria Ungheria Estadio Sergio León Chávez (16 500 spett.)
Arbitro Italia Agnolin

León
5 giugno 1986, ore 12:00 UTC-6
Francia Francia 1 – 1
referto
URSS URSS Estadio Nou Camp (36 500 spett.)
Arbitro Brasile Arppi Filho

Irapuato
6 giugno 1986, ore 12:00 UTC-6
Ungheria Ungheria 2 – 0
referto
Canada Canada Estadio Sergio León Chávez (14 000 spett.)
Arbitro Siria Al Sharif

León
9 giugno 1986, ore 12:00 UTC-6
Ungheria Ungheria 0 – 3
referto
Francia Francia Estadio Nou Camp (31 000 spett.)
Arbitro Portogallo Silva Valente

Irapuato
9 giugno 1986, ore 12:00 UTC-6
URSS URSS 2 – 0
referto
Canada Canada Estadio Sergio León Chávez (14 200 spett.)
Arbitro Mali Traore

Gruppo D[modifica | modifica wikitesto]

Classifica[modifica | modifica wikitesto]
Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1. Brasile Brasile 6 3 3 0 0 5 0 +5
2. Spagna Spagna 4 3 2 0 1 5 2 +3
3. Irlanda del Nord Irlanda del Nord 1 3 0 1 2 2 6 −4
4. Algeria Algeria 1 3 0 1 2 1 5 −4
Risultati[modifica | modifica wikitesto]
Guadalajara
1º giugno 1986, ore 12:00 UTC-6
Spagna Spagna 0 – 1
referto
Brasile Brasile Stadio Jalisco (65 000 spett.)
Arbitro Australia Bambridge

Guadalajara
3 giugno 1986, ore 12:00 UTC-6
Algeria Algeria 1 – 1
referto
Irlanda del Nord Irlanda del Nord Estadio Tres de Marzo (22 000 spett.)
Arbitro URSS Butenko

Guadalajara
6 giugno 1986, ore 12:00 UTC-6
Brasile Brasile 1 – 0
referto
Algeria Algeria Stadio Jalisco (48 000 spett.)
Arbitro Guatemala Méndez

Guadalajara
7 giugno 1986, ore 12:00 UTC-6
Irlanda del Nord Irlanda del Nord 1 – 2
referto
Spagna Spagna Estadio Tres de Marzo (28 000 spett.)
Arbitro Austria Brummeier

León
12 giugno 1986, ore 12:00 UTC-6
Irlanda del Nord Irlanda del Nord 0 – 3
referto
Brasile Brasile Stadio Jalisco (51 000 spett.)
Arbitro Germania Est Kirschen

Guadalajara
12 giugno 1986, ore 12:00 UTC-6
Algeria Algeria 0 – 3
referto
Spagna Spagna Estadio Tres de Marzo (20 000 spett.)
Arbitro Giappone Takada

Gruppo E[modifica | modifica wikitesto]

Classifica[modifica | modifica wikitesto]
Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1. Danimarca Danimarca 6 3 3 0 0 9 1 +8
2. Germania Ovest Germania Ovest 3 3 1 1 1 3 4 −1
3. Uruguay Uruguay 2 3 0 2 1 2 7 −5
4. Scozia Scozia 1 3 0 1 2 1 3 −2
Risultati[modifica | modifica wikitesto]
Santiago de Querétaro
4 giugno 1986, ore 12:00 UTC-6
Uruguay Uruguay 1 – 1
referto
Germania Ovest Germania Ovest Estadio Corregidora (30 000 spett.)
Arbitro Cecoslovacchia Christov

Ciudad Nezahualcóyotl
4 giugno 1986, ore 16:00 UTC-6
Scozia Scozia 0 – 1
referto
Danimarca Danimarca Estadio Neza 86 (18 000 spett.)
Arbitro Ungheria Nemeth

Santiago de Querétaro
8 giugno 1986, ore 12:00 UTC-6
Germania Ovest Germania Ovest 2 – 1
referto
Scozia Scozia Estadio Corregidora (30 000 spett.)
Arbitro Romania Igna

Ciudad Nezahualcóyotl
7 giugno 1986, ore 12:00 UTC-6
Danimarca Danimarca 6 – 1
referto
Uruguay Uruguay Estadio Neza 86 (28 000 spett.)
Arbitro Messico Ramírez

Santiago de Querétaro
13 giugno 1986, ore 12:00 UTC-6
Danimarca Danimarca 2 – 0
referto
Germania Ovest Germania Ovest Estadio Corregidora (36 000 spett.)
Arbitro Belgio Ponnet

Ciudad Nezahualcóyotl
13 giugno 1986, ore 12:00 UTC-6
Scozia Scozia 0 – 0
referto
Uruguay Uruguay Estadio Neza 86 (20 000 spett.)
Arbitro Francia Quiniou

Gruppo F[modifica | modifica wikitesto]

Classifica[modifica | modifica wikitesto]
Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1. Marocco Marocco 4 3 1 2 0 3 1 +2
2. Inghilterra Inghilterra 3 3 1 1 1 3 1 +2
3. Polonia Polonia 3 3 1 1 1 1 3 −2
4. Portogallo Portogallo 2 3 1 0 2 2 4 −2
Risultati[modifica | modifica wikitesto]
San Nicolás de los Garza
2 giugno 1986, ore 16:00 UTC-6
Marocco Marocco 0 – 0
referto
Polonia Polonia Estadio Universitario (19 000 spett.)
Arbitro Uruguay Bazán

Monterrey
3 giugno 1986, ore 16:00 UTC-6
Portogallo Portogallo 1 – 0
referto
Inghilterra Inghilterra Estadio Tecnológico (23 000 spett.)
Arbitro Germania Ovest Roth

Monterrey
6 giugno 1986, ore 16:00 UTC-6
Inghilterra Inghilterra 0 – 0
referto
Marocco Marocco Estadio Tecnológico (20 000 spett.)
Arbitro Paraguay Gónzalez

San Nicolás de los Garza
7 giugno 1986, ore 16:00 UTC-6
Polonia Polonia 1 – 0
referto
Portogallo Portogallo Estadio Universitario (28 000 spett.)
Arbitro Tunisia Nasser

San Nicolás de los Garza
11 giugno 1986, ore 16:00 UTC-6
Inghilterra Inghilterra 3 – 0
referto
Polonia Polonia Estadio Universitario (23 000 spett.)
Arbitro Svizzera Daina

Guadalajara
11 giugno 1986, ore 16:00 UTC-6
Portogallo Portogallo 1 – 3
referto
Marocco Marocco Estadio Tres de Marzo (24 000 spett.)
Arbitro Irlanda Snoddy

Raffronto delle terze classificate[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1. Belgio Belgio 3 3 1 1 1 5 5 0
2. Polonia Polonia 3 3 1 1 1 1 3 -2
3. Bulgaria Bulgaria 2 3 0 2 1 2 4 -2
4. Uruguay Uruguay 2 3 0 2 1 2 7 -5
5. Ungheria Ungheria 2 3 1 0 2 2 9 -7
6. Irlanda del Nord Irlanda del Nord 1 3 0 1 2 2 6 -4

Fase ad eliminazione diretta[modifica | modifica wikitesto]

Albero della fase a eliminazione diretta[modifica | modifica wikitesto]

Ottavi di finale Quarti di finale Semifinali Finale
                           
16 giugno - 16:00            
 1A. Argentina Argentina  1
22 giugno - 12:00
 3E. Uruguay Uruguay  0  
 Argentina Argentina  2
18 giugno - 12:00
    Inghilterra Inghilterra  1  
 2F. Inghilterra Inghilterra  3
25 giugno - 16:00
 2B. Paraguay Paraguay  0  
 Argentina Argentina  2
18 giugno - 16:00
   Belgio Belgio  0  
 1E. Danimarca Danimarca  1
22 giugno - 16:00
 2D. Spagna Spagna  5  
 Spagna Spagna  1(4)
15 giugno - 16:00
   Belgio Belgio  1(5)  
 1C. URSS URSS  3
29 giugno - 12:00
 3B. Belgio Belgio  4  
 Argentina Argentina  3
16 giugno - 12:00
   Germania Ovest Germania Ovest  2
 1D. Brasile Brasile  4
21 giugno - 12:00
 3F. Polonia Polonia  0  
 Brasile Brasile  1(3)
17 giugno - 12:00
   Francia Francia  1(4)  
 2A. Italia Italia  0
25 giugno - 12:00
 2C. Francia Francia  2  
 Francia Francia  0
17 giugno - 16:00
   Germania Ovest Germania Ovest  2   Incontro per il terzo posto
 1F. Marocco Marocco  0
21 giugno - 16:00 28 giugno - 12:00
 2E. Germania Ovest Germania Ovest  1  
 Germania Ovest Germania Ovest  0(4)  Belgio Belgio  2
15 giugno - 12:00
   Messico Messico  0(1)    Francia Francia  4
 1B. Messico Messico  2
 3A. Bulgaria Bulgaria  0  

Ottavi di finale[modifica | modifica wikitesto]

Città del Messico
15 giugno 1986, ore 12:00 UTC-6
Messico Messico 2 – 0
referto
Bulgaria Bulgaria Stadio Azteca (114 000 spett.)
Arbitro Brasile Arppi Filho

León
15 giugno 1986, ore 16:00 UTC-6
URSS URSS 3 – 4
(d.t.s.)
referto
Belgio Belgio Estadio Nou Camp (32 300 spett.)
Arbitro Svezia Fredriksson

Guadalajara
16 giugno 1986, ore 12:00 UTC-6
Brasile Brasile 4 – 0
referto
Polonia Polonia Stadio Jalisco (45 000 spett.)
Arbitro Germania Ovest Roth

Puebla
16 giugno 1986, ore 16:00 UTC-6
Argentina Argentina 1 – 0
referto
Uruguay Uruguay Estadio Cuauhtémoc (26 000 spett.)
Arbitro Italia Agnolin

Città del Messico
17 giugno 1986, ore 12:00 UTC-6
Italia Italia 0 – 2
referto
Francia Francia Stadio Olimpico Universitario (70 000 spett.)
Arbitro Argentina Esposito

San Nicolás de los Garza
17 giugno 1986, ore 16:00 UTC-6
Marocco Marocco 0 – 1
referto
Germania Ovest Germania Ovest Estadio Universitario (19 000 spett.)
Arbitro Jugoslavia Petrović

Città del Messico
18 giugno 1986, ore 12:00 UTC-6
Inghilterra Inghilterra 3 – 0
referto
Paraguay Paraguay Stadio Azteca (99 000 spett.)
Arbitro Siria Al Sharif

Santiago de Querétaro
18 giugno 1986, ore 16:00 UTC-6
Danimarca Danimarca 1 – 5
referto
Spagna Spagna Estadio Corregidora (38 500 spett.)
Arbitro Paesi Bassi Keizer

Quarti di finale[modifica | modifica wikitesto]

Guadalajara
21 giugno 1986, ore 12:00 UTC-6
Brasile Brasile 1 – 1
(d.t.s.)
referto
Francia Francia Stadio Jalisco (65 000 spett.)
Arbitro Romania Igna

San Nicolás de los Garza
21 giugno 1986, ore 16:00 UTC-6
Germania Ovest Germania Ovest 0 – 0
(d.t.s.)
referto
Messico Messico Estadio Universitario (44 000 spett.)
Arbitro Colombia Díaz

Città del Messico
22 giugno 1986, ore 12:00 UTC-6
Argentina Argentina 2 – 1
referto
Inghilterra Inghilterra Stadio Azteca (115 000 spett.)
Arbitro Tunisia Bennaceur

Puebla
22 giugno 1986, ore 16:00 UTC-6
Spagna Spagna 1 – 1
(d.t.s.)
referto
Belgio Belgio Estadio Cuauhtémoc (44 000 spett.)
Arbitro Germania Est Kirschen

Semifinali[modifica | modifica wikitesto]

Guadalajara
25 giugno 1986, ore 12:00 UTC-6
Francia Francia 0 – 2
referto
Germania Ovest Germania Ovest Stadio Jalisco (50 000 spett.)
Arbitro Italia Agnolin

Città del Messico
25 giugno 1986, ore 16:00 UTC-6
Argentina Argentina 2 – 0
referto
Belgio Belgio Stadio Azteca (110 000 spett.)
Arbitro Messico Ramírez

Finale 3º posto[modifica | modifica wikitesto]

Puebla
28 giugno 1986, ore 12:00 UTC-6
Belgio Belgio 2 – 4
(d.t.s.)
referto
Francia Francia Estadio Cuauhtémoc (21 000 spett.)
Arbitro Inghilterra Courtney

Finale[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Finale del campionato mondiale di calcio 1986.
Città del Messico
29 giugno 1986, ore 12:00 UTC-6
Argentina Argentina 3 – 2
referto
Germania Ovest Germania Ovest Estadio Azteca (114 600 spett.)
Arbitro Brasile Arppi Filho

Argentina Argentina
P 18 Nery Pumpido Yellow card.svg 85'
D 5 José Luis Brown
D 9 José Luis Cuciuffo
D 19 Oscar Ruggeri
C 2 Sergio Batista
C 14 Ricardo Giusti
C 7 Jorge Burruchaga Sub off.svg90'
C 12 Héctor Enrique Yellow card.svg 81'
C 16 Julio Olarticoechea Yellow card.svg 77'
A 10 Diego Armando Maradona (C) Yellow card.svg17'
A 11 Jorge Valdano
Sostituzioni:
C 21 Marcelo Trobbiani Sub on.svg90'
CT:
Argentina Carlos Bilardo
ARG-GER 1986-06-29.svg
Germania Ovest Germania Ovest
P 1 Harald Schumacher
D 4 Karlheinz Förster
D 2 Hans-Peter Briegel Yellow card.svg 62'
D 14 Thomas Berthold
D 3 Andreas Brehme
D 6 Norbert Eder
C 17 Ditmar Jakobs
C 8 Lothar Matthäus Yellow card.svg 21'
C 19 Klaus Allofs Sub off.svg45'
A 10 Felix Magath Sub off.svg62'
A 11 Karl-Heinz Rummenigge (C)
Sostituzioni:
A 9 Rudi Völler Sub on.svg45'
C 20 Dieter Hoeneß Sub on.svg62'
CT:
Germania Franz Beckenbauer

Classifica marcatori[modifica | modifica wikitesto]

6 reti

5 reti

4 reti

3 reti

2 reti

1 rete

Autoreti

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Capocannoniere[modifica | modifica wikitesto]

Miglior giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Reti segnate[modifica | modifica wikitesto]

Gol più veloce[modifica | modifica wikitesto]

Gol più lento[modifica | modifica wikitesto]

Durante i tempi regolamentari

Durante i tempi supplementari

Quaterne[modifica | modifica wikitesto]

Triplette[modifica | modifica wikitesto]

Doppiette[modifica | modifica wikitesto]

Autoreti[modifica | modifica wikitesto]

Primo gol[modifica | modifica wikitesto]

Ultimo gol[modifica | modifica wikitesto]

  • Argentina Jorge Burruchaga (Argentina-Germania Ovest, finale 1º e 2º posto, 29 giugno, 83º minuto)

Miglior attacco[modifica | modifica wikitesto]

Peggior attacco[modifica | modifica wikitesto]

  • Canada Canada; nessuna rete segnata.

Miglior difesa[modifica | modifica wikitesto]

Peggior difesa[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Emanuela Audisio, Il Mundial resta al buio, in la Repubblica, 4 giugno 1986.
  2. ^ Luca Argentieri, Poca fatica per tutto, in la Repubblica, 11 giugno 1986.
  3. ^ Brasile e Spagna, notte di gol, in la Repubblica, 13 giugno 1986.
  4. ^ C' è l' Uruguay e da domani è vietato sbagliare, in la Repubblica, 14 giugno 1986.
  5. ^ Uruguay battuto Passa anche l' Argentina, in la Repubblica, 17 giugno 1986.
  6. ^ Germania salva a due minuti dalla fine, in la Repubblica, 18 giugno 1986.
  7. ^ Mario Sconcerti, Povero Bearzot, in la Repubblica, 18 giugno 1986.
  8. ^ Otto capitali nel pallone, in la Repubblica, 24 giugno 1986.
  9. ^ G.B. Olivero, Il peso della testa, in SportWeek, vol. 25, 28 giugno 2014, p. 36.
  10. ^ Belgio superato da un Ufo..., in la Repubblica, 26 giugno 1986.
  11. ^ Gianni Brera, E ora non scordiamo la morale del Mundial, in la Repubblica, 1 luglio 1986.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (DEENFRNL) AA.VV., Mexico World Cup '86, Monaco di Baviera, ProSport Verlag, 1986.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN156615036 · LCCN: (ENn2015065712 · GND: (DE2090179-3
Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Calcio