Siegfried Kirschen

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Siegfried Kirschen
Bundesarchiv Bild 183-1990-0929-018, FC Sachsen Leipzig - FC Carl Zeiss Jena, Ausschreitungen.jpg
Informazioni personali
Arbitro di Football pictogram.svg Calcio
Federazione Germania Est Germania Est
Attività nazionale
Anni Campionato Ruolo
1972 -
1991
DDR-Oberliga Arbitro
Attività internazionale
1974 -
1990
UEFA e FIFA Arbitro

Siegfried Kirschen (Chemnitz, 13 ottobre 1943) è un ex arbitro di calcio tedesco.

Arbitro dal 1961 e internazionale dal 1974, è stato membro della Federazione calcistica della Germania Est, per cui ha diretto partite di DDR-Oberliga dal 1972 al 1991, oltre alla finale della Coppa della Germania Est 1979-1980.

A livello internazionale ha arbitrato due edizioni del Campionato mondiale di calcio: nel 1986, in occasione di Irlanda del Nord-Brasile (0-3) e del quarto di finale Belgio-Spagna, vinto dai belgi ai rigori, e nel 1990, in Belgio-Uruguay (3-1) e nell'ottavo di finale Cecoslovacchia-Costa Rica, vinta dai cecoslovacchi 4-1.

Nelle stesse edizioni ha anche svolto il ruolo di guardialinee.

Ha inoltre arbitrato la finale di andata della Coppa UEFA 1986-1987 tra IFK Göteborg e Dundee United, la gara Inghilterra-Irlanda (0-1) del Campionato europeo di calcio 1988, e la finale di andata della Supercoppa europea 1988 (giocata nel 1989) tra KV Mechelen e PSV.

Vanta anche la direzione in una semifinale di Coppa dei Campioni (nel 1984) e in tre semifinali di Coppa delle Coppe (nel 1982, 1988 e 1990).

Nel 1989 è protagonista di uno sfortunato episodio: al termine dell'incontro di qualificazione mondiale tra Cipro e Scozia viene aggredito da uno spettatore entrato in campo e colpito da alcuni oggetti lanciati dagli spalti. [1]

Dopo la riunificazione tedesca ha anche arbitrato gare di Bundesliga, ponendo termine alla sua carriera nel 1991.

Nel 1994 la FIFA gli conferisce il prestigioso FIFA Special Award.[2].

Nel 2006 emerge che Kirschen fu, dal 1962 al 1982, collaboratore del servizio segreto tedesco-orientale, STASI, dedito anche ad attività di spionaggio.[3]

Attualmente è osservatore per conto della UEFA.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]