Martin Atkinson

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Martin Atkinson
MartinAtkinson.jpg
Informazioni personali
Arbitro di Football pictogram.svg Calcio
Federazione Inghilterra Inghilterra
Professione Poliziotto
Altezza 183 cm
Peso 83 kg
Attività nazionale
Anni Campionato Ruolo
1998 - 2000
2000 - 2003
2002 - 2003
2003 - 2005
2005 -
Football League
Premier League
Football Conference
Football League
Premier League
Assistente
Assistente
Arbitro
Arbitro
Arbitro
Attività internazionale
2006 - UEFA e FIFA Arbitro
Esordio Moldavia - Turchia 1 - 1
13 ottobre 2007

Martin Atkinson (Bradford, 31 marzo 1971) è un arbitro di calcio inglese.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

È un arbitro dall'età di sedici anni ed internazionale dal 2006.

Nella stagione 2003-2004, è entrato a far parte della lista degli arbitri nazionali. Si è distinto per non aver espulso nessun giocatore nel periodo di tempo tra l'agosto 2004 e l'ottobre 2005. Solo due anni dopo il suo debutto nella Football Conference, è stato selezionato per arbitrare la sua prima partita in Premiership: Manchester City-Birmingham City 3-0 del 20 aprile 2005.

Dal 1º luglio 2009 entra a far parte del gruppo Elite degli arbitri UEFA, e nel novembre 2009 viene subito impegnato in occasione dell'andata dello spareggio per l'accesso al Mondiale 2010 tra Portogallo e Bosnia ed Erzegovina.

Nel maggio 2011 dirige la semifinale di ritorno di Europa League tra Sporting Braga e Benfica.

Nell'ottobre del 2011 dirige il derby del Merseyside tra Everton e Liverpool. La sua direzione pro reds suscita sdegno e vergogna in tutto il Regno Unito.

Nel novembre 2011 è designato per dirigere una delle partite di andata degli spareggi per l'accesso a Euro2012. Gli viene assegnato il match tra Repubblica Ceca e Montenegro.

Nel marzo del 2012 è selezionato ufficialmente come arbitro di porta in vista di Euro 2012, nella squadra arbitrale diretta dal connazionale Howard Webb.[1]

Nell'aprile 2012 è designato, per la seconda volta in carriera, per una semifinale di ritorno di Europa League, questa volta tra gli spagnoli dell'Athletic Bilbao e i portoghesi dello Sporting.

Nel maggio 2015 viene designato, per la prima volta in carriera, per una semifinale di UEFA Champions League, nella circostanza la gara di andata tra Juventus e Real Madrid.

Il 18 maggio 2015 l'UEFA rende nota la sua designazione per la finale di Europa League 2014-15 da disputarsi il successivo 27 maggio 2015 presso lo Stadio Nazionale di Varsavia, tra gli ucraini del Dnipro e gli spagnoli del Siviglia.

Nel novembre 2015 viene designato dalla commissione arbitrale UEFA per dirigere il ritorno del play off di qualificazione ad Euro 2016 tra la Danimarca e la Svezia.

Il 15 dicembre 2015 viene ufficialmente selezionato per gli europei del 2016 in Francia.[2]

Agli europei di Francia 2016 il fischietto inglese dirige due gare della fase a gironi e, successivamente, un ottavo di finale tra Irlanda del Nord e Galles, tra l'altro una delle poche partite internazionali ove sia le due squadre in campo che il quintetto arbitrale fossero della stessa cittadinanza, quella del Regno Unito.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ http://www.uefa.com/MultimediaFiles/Download/competitions/General/01/77/43/22/1774322_DOWNLOAD.pdf
  2. ^ Eighteen referees appointed for UEFA EURO 2016, su uefa.com, 15 dicembre 2015. URL consultato il 15 dicembre 2015.

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]