Björn Kuipers

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Björn Kuipers
Björn Kuipers.jpg
Informazioni personali
Arbitro di Football pictogram.svg Calcio
Federazione Paesi Bassi Paesi Bassi
Professione Commerciante
Altezza 182 cm
Attività nazionale
Anni Campionato Ruolo
2004 -
Eredivisie Arbitro
Attività internazionale
2006 - UEFA e FIFA Arbitro
Esordio Austria - Costa d'Avorio 3 - 2
17 ottobre 2007

Björn Kuipers (Oldenzaal, 28 marzo 1973) è un arbitro di calcio olandese.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Figlio di un arbitro, anche lui decide di intraprendere presto quest'attività. Dopo la classica trafila nelle serie minori, per la stagione 2004-05 viene promosso in Eredivisie e fa il suo esordio dirigendo le prime tre partite del massimo campionato olandese nel 2005. Le buone prestazioni gli consentono subito di mettersi in mostra, tanto che l'attesa per diventare internazionale è veramente breve: riceve infatti la nomina dalla FIFA il 1º gennaio 2006.

Anche in campo internazionale l'arbitro olandese parte subito lanciatissimo: la prima esperienza importante è l'Europeo Under 17 del 2006, dove dirige tre partite, tra cui spicca la finale tra Repubblica Ceca e Russia.

Nel luglio del 2007 dirige per la prima volta una partita della Champions League, incontro valido per il primo turno preliminare, tra i montenegrini del Zeta Golubvci e i lituani del Kaunas. Successivamente, nel corso dello stesso anno, fa il suo esordio da internazionale nel campo delle nazionali maggiori: il 17 ottobre dirige infatti l'amichevole tra Austria e Costa d'Avorio.

Il 2008 è probabilmente per Kuipers l'anno della definitiva consacrazione: comincia ad ottenere importanti designazioni in quella che era la Coppa UEFA (l'attuale Europa League). In questa edizione dirige infatti l'andata del primo turno tra Napoli e Benfica, una partita della fase a gironi, un sedicesimo ed un ottavo di finale.

In seguito, nel giugno del 2009 è presente al Campionato europeo di calcio Under-21 2009: anche qui ottiene la designazione per la finale, nell'occasione disputatasi tra Germania e Inghilterra, terminata 4-0. In questo periodo inoltre viene promosso nella categoria Elite dell'organico arbitrale UEFA, la più importante.

Dirige alcune partite valide per le qualificazioni al campionato mondiale di calcio 2010 in Sudafrica. A partire dalla Champions League 2009-2010, inizia ad essere stabilmente designato nella massima competizione: in questa edizione ha diretto infatti, oltre ad un turno preliminare, quattro partite della fase a gironi e l'andata di un ottavo di finale, tra Stoccarda e Barcellona. Nel dicembre 2010 viene selezionato per la coppa del mondo per club FIFA, dove gli viene assegnata una delle due semifinali.

Nell'aprile del 2011 dirige per la prima volta una semifinale di Europa League, nell'occasione la partita di andata tra i portoghesi del Porto e gli spagnoli del Villarreal. Nell'agosto 2011 l'UEFA lo designa per la Supercoppa, disputatasi allo stadio Louis II di Montecarlo, tra Barcellona e Porto.[1] Nel novembre 2011 è designato per dirigere una delle partite di ritorno degli spareggi per l'accesso a Euro2012. Gli viene assegnato il match tra Irlanda e Estonia. Nel dicembre 2011 viene selezionato ufficialmente per gli Europei di calcio del 2012 in Polonia ed Ucraina.[2]

Nell'aprile 2012 viene inserito dalla FIFA in una lista di 52 arbitri preselezionati per i Mondiali 2014.[3] Agli Europei in Ucraina e Polonia il fischietto olandese dirige due partite della fase a gironi: Irlanda-Croazia e Ucraina-Francia, dopodiché viene mandato a casa assieme ad altri tre colleghi dalla commissione UEFA prima della fase ad eliminazione diretta.[4]

Nell'aprile del 2013 viene designato per la prima volta in carriera per una semifinale di Champions League: nell'occasione dirige la partita di andata tra Borussia Dortmund e Real Madrid. Poco dopo, ottiene la designazione per la finale dell'edizione 2012-13 dell'Europa League. Il 15 maggio 2013 dirige così la sfida tra Benfica e Chelsea presso l'Amsterdam ArenA.[5] Si tratta della sua quarta finale a livello internazionale, dopo le tre già citate (Europei Under 17 2006, Europei Under 21 2009, Supercoppa UEFA 2011). Nel giugno del 2013 è selezionato dalla FIFA per prendere parte alla Confederations Cup in Brasile[6]. Nell'occasione viene dapprima designato per una partita della fase a gironi, e poi riceve l'onore di dirigere la finalissima tra Brasile e Spagna, il 30 giugno 2013 a Rio de Janeiro presso lo Stadio Maracanã.[7] Così, nel giro di circa un mese riceve la seconda finale di fila dopo quella di Europa League del maggio precedente. Nel novembre 2013 viene designato dalla commissione arbitrale FIFA per dirigere il ritorno di Croazia-Islanda, uno degli spareggi UEFA per l'accesso ai mondiali di Brasile 2014.

Il 15 gennaio 2014 viene selezionato ufficialmente per i Mondiali 2014 in Brasile[8].

Il 7 maggio 2014 l'UEFA comunica la sua designazione per la finale della Champions League 2013-2014, in programma il 24 maggio 2014 presso l'Estádio da Luz di Lisbona, tra Real Madrid ed Atlético Madrid[9]. Con tale designazione, l'olandese entra nella cerchia ristretta dei pochi arbitri, uno di essi è lo svizzero Massimo Busacca, ad aver diretto tutte e tre le finali delle maggiori competizioni europee per club: Europa League, Champions League e Supercoppa UEFA.

Il 12 giugno 2014, in occasione dei Mondiali 2014, viene designato dalla FIFA per dirigere la partita del girone D tra Italia e Inghilterra. Gli assistenti sono i connazionali Sander Van Roekel ed Erwin Zeistra, il quarto uomo è il guatemalteco Walter Lopez. Successivamente, dirige un'altra sfida, sempre per la fase a gironi, tutta europea tra Svizzera-Francia. Il 28 giugno infine viene designato per gli ottavi di finale, precisamente per la gara tra Colombia e Uruguay.

Il 7 luglio 2014 termina la sua esperienza in Brasile, essendo tra gli arbitri mandati a casa a seguito del taglio effettuato dopo i quarti di finale e prima delle ultime quattro gare[10].

Nel novembre 2015 viene designato dalla commissione arbitrale UEFA per dirigere il ritorno del play off di qualificazione ad Euro 2016 tra l'Irlanda e la Bosnia - Erzegovina.

Il 15 dicembre 2015 viene ufficialmente selezionato per gli europei del 2016 in Francia.[11] In questa manifestazione viene designato per dirigere due gare della fase a gironi, e successivamente un quarto di finale, tra i padroni di casa della Francia e l'Islanda.

Nell'aprile 2017 viene resa nota dalla FIFA la sua convocazione al Mondiale Under 20, in programma tra maggio e giugno 2017 in Corea del Sud[12]. L'11 giugno dirige a Suwon la finalissima tra il sorprendente Venezuela e l'Inghilterra.

Nel novembre 2017 è designato dalla FIFA per dirigere un play off UEFA valido per l'accesso ai mondiali di Russia 2018, nello specifico la gara di ritorno tra Grecia e Croazia.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (NL) Kuipers fluit Europese Super Cup, knvb.nl, 24 agosto 2011. URL consultato il 19 giugno 2014.
  2. ^ UEFA EURO 2012: scelti gli arbitri, uefa.com, 20 dicembre 2011. URL consultato il 19 giugno 2014 (archiviato dall'url originale il 20 luglio 2012).
  3. ^ (EN) Prospective referees for the 2014 FIFA World CupBrazil[collegamento interrotto], scribd.com, 20 aprile 2012. URL consultato il 19 giugno 2014.
  4. ^ Euro 2012: arbitro Kassai torna a casa, gazzetta.it, 20 giugno 2012. URL consultato il 19 giugno 2014.
  5. ^ A Kuipers la finale di UEFA Europa League, uefa.com, 13 maggio 2013. URL consultato il 19 giugno 2014.
  6. ^ (EN) FIFA Confederations Cup Brazil 2013 - Appointments of Match Officials (PDF), fifa.com, 13 maggio 2013. URL consultato il 19 giugno 2014 (archiviato dall'url originale il 9 luglio 2014).
  7. ^ (NL) Team Kuipers leidt finale Confederations Cup, knvb.nl, 28 giugno 2013. URL consultato il 19 giugno 2014.
  8. ^ (EN) Referees & Assistant referees for the 2014 FIFA World Cup (PDF), fifa.com, 15 gennaio 2014. URL consultato il 19 giugno 2014.
  9. ^ A Kuipers la finale di UEFA Champions League, it.uefa.com, 7 maggio 2014. URL consultato il 19 giugno 2014.
  10. ^ Referees for the final four matches announced, FIFA.com, 7 luglio 2014.
  11. ^ Eighteen referees appointed for UEFA EURO 2016, su uefa.com, 15 dicembre 2015. URL consultato il 15 dicembre 2015.
  12. ^ FIFA U-20 World Cup Korea Rep. 2017 - List of appointed match officials (PDF), FIFA.com, 4 aprile 2017.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]