Campionato europeo di calcio 1984

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Campionato europeo 1984
Championnat d'Europe de football 1984
Competizione Campionato europeo di calcio
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione
Organizzatore UEFA
Date 12 - 27 giugno 1984
Luogo Francia Francia
(7 città)
Partecipanti 8 (33 alle qualificazioni)
Impianto/i 7 stadi
Risultati
Vincitore Francia Francia
(1º titolo)
Secondo Spagna Spagna
Semi-finalisti Danimarca Danimarca
Portogallo Portogallo
Statistiche
Miglior marcatore Francia Michel Platini (9)
Incontri disputati 15
Gol segnati 41 (2,73 per incontro)
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 1980 1988 Right arrow.svg

Il Campionato europeo di calcio 1984, noto più semplicemente come Euro '84, fu la settima edizione del campionato d'Europa per nazioni, organizzato ogni quattro anni dalla UEFA.

Innovazioni[modifica | modifica wikitesto]

Piazzamenti delle nazionali

La fase finale ricalcò il formato dell'edizione precedente, con 2 novità: le semifinali incrociate tra le migliori 2 di ciascun gruppo, e l'abolizione della finale per il terzo posto.

Qualificazioni[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Qualificazioni al campionato europeo di calcio 1984.

Di seguito, le otto squadre ammesse alla fase finale del torneo:

Squadre qualificate
Gr. 1 Belgio Belgio Gr. 2 Portogallo Portogallo Gr. 3 Danimarca Danimarca Gr. 4 Jugoslavia Jugoslavia
Gr. 5 Romania Romania Gr. 6 Germania Ovest Germania Ovest Gr. 7 Spagna Spagna Francia Francia[1]

Alle qualificazioni presero parte 32 squadre, suddivise in 7 gironi da 4 e un girone da 5. L'accesso alla fase finale era riservato alle vincenti di ogni girone: in caso di parità nel punteggio, il criterio discriminante era la differenza reti. Ciò diede vita ad una presunta combine, in quanto la Spagna si qualificò (a danno dei Paesi Bassi) battendo Malta per 12-1 ed ottenendo la differenza-gol necessaria.[2] Spiccava anche l'eliminazione dell'Italia, campione del mondo e quarta nell'ultimo torneo, a cui venne invece assegnata l'organizzazione dei Mondiali 1990.[3]

Stadi[modifica | modifica wikitesto]

Per la fase finale, vennero designati 7 impianti: il Vélodrome di Marsiglia fu rinnovato, arrivando a detenere tuttora la maggior capienza nello stato. Lo Stadio della Meinau di Strasburgo fu ricostruito, mentre la Beaujoire di Nantes venne inaugurato per l'occasione.

Parigi Marsiglia
Parc des Princes Stade Vélodrome
Capienza: 48.360 Capienza: 55.000
Paris-Parc-des-Princes.jpg Vue du virage Depé.jpg
Lione Saint-Étienne
Stade de Gerland Stade Geoffroy-Guichard
Capienza: 51.860 Capienza: 48.274
Stade-Gerland-RWC2007.JPG Stade Geoffroy-Guichard - Saint-Etienne (10-11-2013).jpg
Lens Nantes Strasburgo
Stade Félix Bollaert Stade de la Beaujoire Stade de la Meinau
Capienza: 49.000 Capienza: 52.923 Capienza: 42.756
Stade Felix-Bollaert.jpg Stade de la Beaujoire.jpg Stade de la Meinau fassade2.JPG

Convocazioni[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Convocazioni per il campionato europeo di calcio 1984.

Le rose per la fase finale erano composte di 20 calciatori.

Avvenimenti[modifica | modifica wikitesto]

Michel Platini, mattatore assoluto della vittoria francese con 9 gol — un record tuttora imbattuto.

Fu l'Europeo che segnò il volo della Francia, trascinata da Platini: le reti dell'attaccante juventino furono decisive per la vittoria del girone.[4] I transalpini si qualificarono insieme alla Danimarca: fu eliminato il Belgio, che 4 anni prima era stato finalista a Roma contro la Germania Ovest.[5][6][7] Nell'altro girone, la Germania Ovest (seconda in Spagna) venne preceduta da iberici e lusitani.[8]

Nella prima semifinale, il Portogallo cedette alla nazione ospitante per un gol al penultimo minuto dei supplementari.[9] La Spagna strappò, invece, la qualificazione ai rigori.[10] In finale, la squadra di Hidalgo si impose per 2-0: sulla prima rete, marcata da Platini su punizione, fu determinante un errore del portiere Arconada.[11]

Fase finale[modifica | modifica wikitesto]

Fase a gironi[modifica | modifica wikitesto]

Gruppo A[modifica | modifica wikitesto]

Classifica[modifica | modifica wikitesto]
Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1. Francia Francia 6 3 3 0 0 9 2 +7
2. Danimarca Danimarca 4 3 2 0 1 8 3 +5
3. Belgio Belgio 2 3 1 0 2 4 8 -4
4. Jugoslavia Jugoslavia 0 3 0 0 3 2 10 -8
Risultati[modifica | modifica wikitesto]
Parigi
12 giugno 1984, ore 20:30
Francia Francia1 – 0
referto
Danimarca DanimarcaParco dei Principi (47.570 spett.)
Arbitro: Germania Ovest Roth

Lens
13 giugno 1984, ore 20:30
Belgio Belgio2 – 0
referto
Jugoslavia JugoslaviaStadio Félix-Bollaert (41.774 spett.)
Arbitro: Svezia Fredriksson

Nantes
16 giugno 1984, ore 17:15
Francia Francia5 – 0
referto
Belgio BelgioStadio La Beaujoire (51.359 spett.)
Arbitro: Scozia Valentine

Lione
16 giugno 1984, ore 20:30
Danimarca Danimarca5 – 0
referto
Jugoslavia JugoslaviaStadio di Gerland (24.736 spett.)
Arbitro: Spagna Lamo Castillo

Saint-Étienne
19 giugno 1984, ore 20:30
Francia Francia3 – 2
referto
Jugoslavia JugoslaviaStadio Geoffroy-Guichard (47.589 spett.)
Arbitro: Svizzera Daina

Strasburgo
19 giugno 1984, ore 20:30
Danimarca Danimarca3 – 2
referto
Belgio BelgioStadio de la Meinau (36.911 spett.)
Arbitro: Germania Est Prokop

Gruppo B[modifica | modifica wikitesto]

Classifica[modifica | modifica wikitesto]
Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1. Spagna Spagna 4 3 1 2 0 3 2 +1
2. Portogallo Portogallo 4 3 1 2 0 2 1 +1
3. Germania Ovest Germania Ovest 3 3 1 1 1 2 2 0
4. Romania Romania 1 3 0 1 2 2 4 -2
Risultati[modifica | modifica wikitesto]
Strasburgo
14 giugno 1984, ore 17:15
Germania Ovest Germania Ovest0 – 0
referto
Portogallo PortogalloStadio de la Meinau (44.707 spett.)
Arbitro: URSS Yushka

Saint-Étienne
14 giugno 1984, ore 20:30
Spagna Spagna1 – 1
referto
Romania RomaniaStadio Geoffroy-Guichard (16.972 spett.)
Arbitro: Belgio Ponnet

Lens
17 giugno 1984, ore 17:15
Germania Ovest Germania Ovest2 – 1
referto
Romania RomaniaStadio Félix-Bollaert (31.787 spett.)
Arbitro: Paesi Bassi Keizer

Marsiglia
17 giugno 1984, ore 20:30
Spagna Spagna1 – 1
referto
Portogallo PortogalloStadio Vélodrome (24.364 spett.)
Arbitro: Francia Vautrot

Parigi
20 giugno 1984, ore 20:30
Germania Ovest Germania Ovest0 – 1
referto
Spagna SpagnaParco dei Principi (47.691 spett.)
Arbitro: Cecoslovacchia Vojtech Christov

Nantes
20 giugno 1984, ore 20:30
Portogallo Portogallo1 – 0
referto
Romania RomaniaStadio La Beaujoire (24.464 spett.)
Arbitro: Austria Fahnler

Albero della fase ad eliminazione diretta[modifica | modifica wikitesto]

Semifinali Finale
        
1A Francia Francia 3
2B Portogallo Portogallo 2
Francia Francia 2
Spagna Spagna 0
2A Danimarca Danimarca 1 (4)
1B Spagna Spagna 1 (5)

Semifinali[modifica | modifica wikitesto]

Marsiglia
23 giugno 1984, ore 20:00
Francia Francia3 – 2
(d.t.s.)
referto
Portogallo PortogalloStadio Vélodrome (58.848 spett.)
Arbitro: Italia Bergamo

Lione
24 giugno 1984, ore 20:00
Danimarca Danimarca1 – 1
(d.t.s.)
referto
Spagna SpagnaStadio di Gerland (47.843 spett.)
Arbitro: Inghilterra Courtney

Finale[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Finale del campionato europeo di calcio 1984.
Parigi
27 giugno 1984, ore 20:00
Francia Francia2 – 0
referto
Spagna SpagnaParco dei Principi (47.368 spett.)
Arbitro: Cecoslovacchia Christov

Statistiche del torneo[modifica | modifica wikitesto]

Classifica marcatori[modifica | modifica wikitesto]

9 reti

3 reti

2 reti

1 rete

Gol[modifica | modifica wikitesto]

  • Primo gol del torneo: Platini, Francia-Danimarca (78')
  • Ultimo gol del torneo: Bellone, Francia-Spagna (90')
  • Gol più veloce: Platini, Francia-Belgio (3')
  • Gol più tardivo: Platini, Portogallo-Francia (119')
  • Maggior numero di reti segnate: Francia (14)
  • Minor numero di reti subite: Francia, Portogallo (4)
  • Minor numero di reti segnate: Germania Ovest, Jugoslavia, Romania (2)
  • Maggior numero di reti subite: Jugoslavia (10)

Migliori 11[modifica | modifica wikitesto]

Formazione dei migliori 11 giocatori del torneo, selezionata dalla UEFA:[12][13]

La squadra vincitrice[modifica | modifica wikitesto]

Francia Francia
Numero Giocatore Squadra 1984
Portieri
1 Joël Bats Francia Auxerre
19 Philippe Bergerôo Francia Tolosa
20 Albert Rust Francia Sochaux
Difensori
2 Manuel Amoros Francia Monaco
5 Patrick Battiston Francia Bordeaux
4 Maxime Bossis Francia Nantes
3 Jean-François Domergue Francia Toulouse
15 Yvon Le Roux Francia Monaco
18 Thierry Tusseau Francia Bordeaux
6 Luis Miguel Fernández Francia Paris Saint-Germain
Centrocampisti
7 Jean-Marc Ferreri Francia Auxerre
9 Bernard Genghini Francia Monaco
14 Jean Tigana Francia Bordeaux
11 Bruno Bellone Francia Monaco
8 Daniel Bravo Francia Monaco
10 Michel Platini Italia Juventus
Attaccanti
12 Alain Giresse Francia Bordeaux
17 Bernard Lacombe Francia Bordeaux
16 Dominique Rocheteau Francia Paris Saint-Germain
13 Didier Six Francia Mulhouse
Commissario tecnico: Michel Hidalgo

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Ammessa di diritto in qualità di nazione ospitante l'evento.
  2. ^ Mattia Chiusano, E la Spagna rifilò 12 reti a Malta, in la Repubblica, 20 giugno 2004.
  3. ^ Giuseppe Smorto, Bearzot: "Premiati i nostri risultati", in la Repubblica, 20 maggio 1984.
  4. ^ Gianni Mura, In cima all'Europa c' è una squadra ancora da scoprire, in la Repubblica, 9 giugno 1984.
  5. ^ Ed è pari anche tra Romania e Spagna, in la Repubblica, 15 giugno 1984.
  6. ^ Gianni Brera, In mano a Platini l'Europa s' è presa una cotta per Scifo, in la Repubblica, 16 giugno 1984.
  7. ^ Gianni Brera, Festival di Platini sul tetto d'Europa, in la Repubblica, 17 giugno 1984.
  8. ^ Gianni Mura, E se fosse calcio totale?, in la Repubblica, 19 giugno 1984.
  9. ^ Gianni Brera, Eppure la gloria va agli sconfitti, in la Repubblica, 26 giugno 1984.
  10. ^ Gianni Mura, Dall' amaro Mundial è nata una squadra, in la Repubblica, 26 giugno 1984.
  11. ^ Gianni Brera, Dov' era il genio di Platini?, in la Repubblica, 28 giugno 1984.
  12. ^ Squadra del Torneo, it.uefa.com. URL consultato il 31 luglio 2012.
  13. ^ (EN) Championship squad, linguasport.com. URL consultato il 31 luglio 2012.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN141397802 · GND (DE2090171-9 · WorldCat Identities (EN141397802
Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio