Finale del campionato europeo di calcio 1992

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Finale Europeo 1992
Informazioni generali
SportFootball pictogram.svg Calcio
CompetizioneCampionato europeo di calcio 1992
Data26 giugno 1992
CittàGöteborg
ImpiantoUllevi
Spettatori37 800
Dettagli dell'incontro
Danimarca Danimarca Germania Germania
2 0
ArbitroSvizzera Bruno Galler
Successione
← Finale del campionato europeo di calcio 1988 Finale del campionato europeo di calcio 1996 →

La finale del campionato europeo di calcio 1992 si disputò il 26 giugno 1992 all'Ullevi di Göteborg, tra le Nazionali di Danimarca e Germania. L'incontro si concluse con la vittoria per 2-0 della formazione danese, che iscrisse in tal modo il proprio nome nell'albo d'oro della manifestazione.[1]

Antefatti[modifica | modifica wikitesto]

Qualificazioni[modifica | modifica wikitesto]

Per quanto riguarda la fase eliminatoria, la Germania – fresca del titolo di campione del mondo conquistato nel 1990 e della riunificazione – capeggiò nel gruppo 5.[1] Gli scandinavi avevano invece terminato alle spalle della Jugoslavia il girone 4, venendo ripescati in extremis per la squalifica degli slavi dovuta a fatti bellici.[2]

Il cammino verso la finale[modifica | modifica wikitesto]

Complice anche l'improvvisa preparazione cui era stata costretta dal ripescaggio, la Danimarca ebbe un avvio a rilento: dopo aver pareggiato con l'Inghilterra, perse infatti con la Svezia padrona di casa.[1] Nell'ultimo turno, una vittoria a danno della Francia – scaturita peraltro nei minuti conclusivi del match – consentì però la qualificazione.[1] I tedeschi debuttarono a loro volta con un pareggio, contro la CSI (sostituta dell'Unione Sovietica).[1] Successivamente si imposero (col risultato di 2-0) contro la Scozia e persero con i Paesi Bassi – detentori, da par loro, del titolo continentale – qualificandosi dietro questi ultimi.[3]

In semifinale, la compagine biancorossa corroborò ulteriormente il proprio ruolo di outsider battendo ai rigori i campioni uscenti[1]; la Germania ebbe invece ragione dei padroni di casa, prevalendo con un gol di scarto al termine di una gara sofferta.[4]

Cammino verso la finale[modifica | modifica wikitesto]

Danimarca Danimarca Turno Germania Germania
Avversario Risultato Fase a gironi Avversario Risultato
Inghilterra Inghilterra 0-0 Giornata 1 CSI CSI 1-1
Svezia Svezia 1–0 Giornata 2 Scozia Scozia 2–0
Francia Francia 2-1 Giornata 3 Paesi Bassi Paesi Bassi 1-3
2ª classificata del Gruppo A
Squadra Pt G
Svezia Svezia 5 3
Danimarca Danimarca 3 3
Francia Francia 2 3
Inghilterra Inghilterra 2 3
Piazzamenti finali 2ª classificata del Gruppo B
Squadra Pt G
Paesi Bassi Paesi Bassi 5 3
Germania Germania 3 3
Scozia Scozia 2 3
CSI CSI 2 3
Avversario Risultato Fase a eliminazione diretta Avversario Risultato
Paesi Bassi Paesi Bassi 2-2 d.t.s (5-4 d.c.r.) Semifinali Svezia Svezia 3-2

L'incontro[modifica | modifica wikitesto]

Malgrado i pronostici indicassero – in via pressoché unanime – nella Mannschaft la favorita, i tedeschi si trovarono impreparati di fronte al collettivo di gioco danese; l'undici scandinavo mise in mostra alcuni importanti individualità, già emerse nell'arco della competizione. Pervenuta a condurre l'incontro per una rete di Jensen, la squadra difese ordinatamente il vantaggio senza risentire dell'inconcludente forcing teutonico. A poco più di 10' dal fischio finale, un gol di Vilfort appose il sigillo sull'incontro.

Per la Danimarca si trattò del primo successo in campo internazionale.[1] Il trionfo valse inoltre, seppure in maniera non ufficiale, la partecipazione alla Coppa re Fahd 1995.

Tabellino[modifica | modifica wikitesto]

Göteborg
26 giugno 1992, ore 20:15 UTC+1
Danimarca Danimarca2 – 0
referto
Germania GermaniaUllevi (37 800 spett.)
Arbitro: Svizzera Galler

Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Danimarca
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Germania
Danimarca Danimarca
P 1 Peter Schmeichel
D 2 John Sivebæk Uscita al 66’ 66’
D 4 Lars Olsen (C)
D 12 Torben Piechnik Ammonizione al 32’ 32’
D 3 Kent Nielsen
D 6 Kim Christofte
C 7 John Jensen
C 18 Kim Vilfort
C 13 Henrik Larsen
A 11 Brian Laudrup
A 9 Flemming Povlsen
Sostituzioni:
D 17 Claus Christiansen Ingresso al 66’ 66’
CT:
Danimarca Richard Møller Nielsen
DEN-GER 1992-06-26.svg
Germania Germania
P 1 Bodo Illgner
D 6 Guido Buchwald
D 4 Jürgen Kohler
D 14 Thomas Helmer
D 2 Stefan Reuter Ammonizione al 55’ 55’
D 3 Andreas Brehme (C)
C 16 Matthias Sammer Uscita al 46’ 46’
C 17 Stefan Effenberg Ammonizione al 35’ 35’ Uscita al 80’ 80’
C 8 Thomas Häßler Ammonizione al 39’ 39’
A 11 Karlheinz Riedle
A 18 Jürgen Klinsmann Ammonizione al 88’ 88’
Sostituzioni:
C 10 Thomas Doll Ammonizione al 83’ 83’ Ingresso al 46’ 46’
A 13 Andreas Thom Ingresso al 80’ 80’
CT:
Germania Berti Vogts

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g Almanacco Illustrato del Calcio 1993, Modena, Panini Editore, 1992, p. 664, ISSN 1129-3381 (WC · ACNP).
  2. ^ Danimarca-Csi, Shalimov in TV, in la Repubblica, 3 giugno 1992, p. 41.
  3. ^ Licia Granello, La Scozia salva la Germania, in la Repubblica, 19 giugno 1992, p. 39.
  4. ^ Bruno Bernardi, Alla Germania il primo biglietto europeo, in La Stampa, 22 giugno 1992, p. 3.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]