Finale del campionato europeo di calcio 2016

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Finale del campionato europeo di calcio 2016
Dettagli evento
Competizione Campionato europeo di calcio 2016
Data 10 luglio 2016
Città Saint-Denis
Impianto di gioco Stade de France
Spettatori 75 868
Risultato
Portogallo Portogallo
1
Francia Francia
0
d.t.s.
Arbitro Inghilterra Mark Clattenburg
MVP Portogallo Pepe
ed. successiva →     ← ed. precedente

La finale del campionato europeo di calcio 2016 si è disputata il 10 luglio 2016 allo Stade de France di Saint-Denis tra la Nazionale portoghese e quella francese.

Il cammino verso la finale[modifica | modifica wikitesto]

Qualificazioni[modifica | modifica wikitesto]

Il Portogallo iniziò le eliminatorie perdendo, a sorpresa, con l'Albania che si sarebbe poi qualificata alle sue spalle.[1][2] Giunse all'appuntamento ufficiale reduce da un'altra sconfitta (con l'Inghilterra).[3]

La Francia era invece esentata, in qualità di nazione ospitante: sconfisse, in amichevole, gli stessi lusitani per 2 volte (ottobre 2014 e settembre 2015).[4] L'ambiente rimase però scosso dagli attentati di Parigi, avvenuti in coincidenza della partita con la Germania (campione mondiale) vinta per 2-0.[5]

Fase finale[modifica | modifica wikitesto]

Nel girone A, anche i transalpini sfidano l'Albania: la vittoria per 2-0, maturata nei minuti finali, porta la certezza della qualificazione.[6] I portoghesi, al contrario, raggiungono gli ottavi soltanto tramite il ripescaggio dopo 3 pareggi in altrettante gare.[7] Battono quindi la Croazia nei supplementari[8], mentre i padroni di casa eliminano l'Irlanda.[9] Nei quarti, i lusitano superano ai rigori la Polonia[10]: la Francia sconfigge l'Islanda, rivelazione del torneo.[11]

In semifinale vi sono le rispettive vittorie (entrambe per 2-0) su Galles e Germania, messe al tappeto dai goal di Cristiano Ronaldo e Nani e dalla doppietta di Griezmann.[12][13]

L'incontro[modifica | modifica wikitesto]

L'inizio è in salita per il Portogallo, che al 25' perde Cristiano Ronaldo: il numero 7 è messo fuori causa dal dolore alla gamba sinistra, dovuto ad uno scontro con Payet nei primi minuti.[14] Nonostante l'ingresso di Quaresma al suo posto, la manovra lusitana non produce sbocchi[14]: in un primo tempo avaro di emozioni, l'unica occasione è un tiro di Sissoko deviato dal portiere Rui Patrício.[14] Nella ripresa, l'estremo difensore compie un altro intervento su Giroud[14]: la reazione portoghese esalta invece il portiere di casa, Lloris, che sventa una rovesciata di Quaresma.[14] Ancora Sissoko con un gran tiro dalla distanza impegna severamente il portiere portoghese che respinge in tuffo. Al 90' la Francia sfiora il gol, quando una conclusione di Gignac si stampa sul palo.[14] Stante il punteggio di 0-0, la gara prosegue con i supplementari nei quali Guerreiro colpisce una traversa su calcio di punizione per i rossoverdi.[14]

Al 109' Éder riceve palla da Moutinho sulla trequarti e, dopo aver resistito ad un primo intervento di Koscielny si accentra portandosi la palla sul piede destro. Riesce così a ritagliarsi lo spazio necessario per coordinarsi in mezzo alla difesa francese che temporeggia un attimo di troppo, permettendo all'attaccante portoghese di scoccare da fuori area un tiro ben indirizzato alla destra del portiere Lloris che, colto leggermente controtempo, non riesce a raggiungere il pallone.[14] Il gol dà la vittoria al Portogallo, che oltre al primo titolo europeo della sua storia ottiene la qualificazione per la Confederations Cup 2017.[14]

Raffronto nella fase finale[modifica | modifica wikitesto]

Portogallo Turno Francia
Avversario Risultato Fase a gironi Avversario Risultato
Islanda Islanda 1–1 Prima partita Romania Romania 2–1
Austria Austria 0–0 Seconda partita Albania Albania 2–0
Ungheria Ungheria 3–3 Terza partita Svizzera Svizzera 0–0
3a Posizione finale nel gruppo 1a
Avversario Risultato Fase ad eliminazione diretta Avversario Risultato
Croazia Croazia 1–0 (d.t.s.) Ottavi di finale Irlanda Irlanda 2–1
Polonia Polonia 1–1 (5–3 d.c.r.) Quarti di finale Islanda Islanda 5–2
Galles Galles 2–0 Semifinale Germania Germania 2–0

Statistiche della fase finale[modifica | modifica wikitesto]

Squadra[15] G V N P GF GS DR CG CR TT TP FC FS
Portogallo Portogallo 6 1 5 0 8 5 +3 9 0 112 36 81 81
Francia Francia 6 5 1 0 13 4 +9 7 0 103 36 60 58

Le squadre[modifica | modifica wikitesto]

Squadra Qualificazione Partecipazioni precedenti alla finale
(il grassetto indica la vittoria)
Portogallo Portogallo 1ª classificata nel Gruppo I di qualificazione 2004
Francia Francia Nazione organizzatrice della Fase finale della competizione 1984, 2000

Tabellino[modifica | modifica wikitesto]

Saint-Denis
10 luglio 2016, ore 21:00 CEST
Portogallo Portogallo 1 – 0
(d.t.s.)
referto
Francia Francia Stade de France (75 868[16] spett.)
Arbitro Inghilterra Clattenburg

Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Portogallo
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Francia
GK 1 Rui Patrício Ammonizione al 120+3’ 120+3’
RB 21 Cédric Ammonizione al 34’ 34’
CB 3 Pepe
CB 4 José Fonte Ammonizione al 119’ 119’
LB 5 Raphaël Guerreiro Ammonizione al 95’ 95’
DM 14 William Carvalho Ammonizione al 98’ 98’
RW 16 Renato Sanches Uscita al 79’ 79’
AM 23 Adrien Silva Uscita al 66’ 66’
LW 10 João Mário Ammonizione al 62’ 62’
CF 17 Nani
CF 7 Cristiano Ronaldo (c) Uscita al 25’ 25’
Sostituzioni:
FW 20 Ricardo Quaresma Ingresso al 25’ 25’
MF 8 João Moutinho Ingresso al 66’ 66’
FW 9 Éder Ingresso al 79’ 79’
CT:
Fernando Santos
POR-FRA 2016-07-10.svg
GK 1 Hugo Lloris (c)
RB 19 Bacary Sagna
CB 21 Laurent Koscielny Ammonizione al 107’ 107’
CB 22 Samuel Umtiti Ammonizione al 80’ 80’
LB 3 Patrice Evra
RM 18 Moussa Sissoko Uscita al 110’ 110’
CM 15 Paul Pogba Ammonizione al 115’ 115’
CM 14 Blaise Matuidi Ammonizione al 97’ 97’
LM 8 Dimitri Payet Uscita al 58’ 58’
SS 7 Antoine Griezmann
CF 9 Olivier Giroud Uscita al 78’ 78’
Sostituzioni:
MF 20 Kingsley Coman Ingresso al 58’ 58’
FW 10 André-Pierre Gignac Ingresso al 78’ 78’
FW 11 Anthony Martial Ingresso al 110’ 110’
CT:
Didier Deschamps

MVP:
Pepe (Portogallo)[17]

Assistenti arbitrali:
Simon Beck (Inghilterra)
Jake Collin (Inghilterra)
Quarto ufficiale:
Viktor Kassai (Ungheria)
Arbitro addizionale:
Anthony Taylor (Inghilterra)
Andre Marriner (Inghilterra)
Assistente di riserva
György Ring (Ungheria)

Regole del match[18]

  • Tempi regolamentari da 90 minuti;
  • 30 minuti di tempi supplementari, in caso di parità al termine dei primi 90';
  • Tiri di rigore se, al termine dei tempi supplementari, persistesse ancora la situazione di parità;
  • Tre sostituzioni permesse.

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Primo tempo
Portogallo Francia
Goal segnati 0 0
Tiri totali 4 7
Tiri in porta 0 3
Parate 3 0
Possesso palla 45% 55%
Calci d’angolo 2 3
Falli commessi 2 2
Fuorigioco 0 0
Cartellini gialli 1 0
Cartellini rossi 0 0
Secondo tempo
Portogallo Francia
Goal segnati 0 0
Tiri totali 2 10
Tiri in porta 1 4
Parate 4 2
Possesso palla 48% 52%
Calci d’angolo 1 3
Falli commessi 7 4
Fuorigioco 0 1
Cartellini gialli 1 1
Cartellini rossi 0 0
Tempi supplementari
Portogallo Francia
Goal segnati 1 0
Tiri totali 3 1
Tiri in porta 2 0
Parate 0 1
Possesso palla 48% 52%
Calci d’angolo 2 3
Falli commessi 3 7
Fuorigioco 1 1
Cartellini gialli 4 3
Cartellini rossi 0 0
Totali[19]
Portogallo Francia
Goal segnati 1 0
Tiri totali 9 18
Tiri in porta 3 7
Parate 7 3
Possesso palla 47% 53%
Calci d’angolo 5 9
Falli commessi 12 13
Fuorigioco 1 2
Cartellini gialli 6 4
Cartellini rossi 0 0

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Qualificazioni Europei, Germania-Scozia 2-1, Portogallo-Albania 0-1. Ranieri k.o., su gazzetta.it, 7 settembre 2014.
  2. ^ Gianluca Spessot, Tre volte Ronaldo ma niente azzurri, in La Gazzetta dello Sport, 14 giugno 2015.
  3. ^ L'Inghilterra piega il Portogallo in dieci (e senza Ronaldo): 1-0, gol di Smalling, su gazzetta.it, 2 giugno 2016.
  4. ^ Alessandro Grandesso, Amichevole, Portogallo-Francia 0-1: decide un gioiello di Valbuena, su gazzetta.it, 4 settembre 2015.
  5. ^ Francia-Germania, la partita giocata nel terrore, su repubblica.it, 14 novembre 2015.
  6. ^ Marco Fallisi, Euro 2016, Francia-Albania 2-0: Griezmann e Payet regalano gli ottavi, su gazzetta.it, 15 giugno 2016.
  7. ^ Andrea Sorrentino, Ronaldo torna a essere una star un colpo di tacco per gli ottavi, in la Repubblica, 23 giugno 2016, p. 52.
  8. ^ Giacomo Luchini, Croazia-Portogallo 0-1: Quaresma al 117' dopo due ore di sbadigli, su repubblica.it, 25 giugno 2016.
  9. ^ Maurizio Crosetti, La Francia è da brividi Pogba combina guai Griezmann salva la patria, in la Repubblica, 27 giugno 2016, p. 42.
  10. ^ Giacomo Luchini, Polonia-Portogallo 4-6: decidono i rigori, Ronaldo in semifinale, su repubblica.it, 1º luglio 2016.
  11. ^ Fabio Bianchi, Il vulcano è Pogba Ciao Islanda Troppa Francia per una favola Ora la Germania, in La Gazzetta dello Sport, 4 luglio 2016.
  12. ^ Emanuele Gamba, Portogallo fino in fondo il volo di Ronaldo spegne anche Bale, in la Repubblica, 7 luglio 2016, p. 50.
  13. ^ Enrico Currò, Favola Griezmann il piccolo principe della Francia in finale addio tabù Germania, in la Repubblica, 8 luglio 2016, p. 38.
  14. ^ a b c d e f g h i Stefano Cantalupi, Euro 2016, Portogallo campione: 1-0 alla Francia, Eder gol ai supplementari, su gazzetta.it, 10 luglio 2016.
  15. ^ Statistiche UEFA Euro 2016, su it.uefa.com.
  16. ^ Portogallo-Francia (PDF), UEFA, 10 luglio 2016.
  17. ^ (EN) Portugal spoil France's party with extra-time win, su UEFA.com, UEFA, 10 luglio 2016. URL consultato il 18 agosto 2016.
  18. ^ (EN) Regulations of the UEFA European Football Championship 2014–16 (PDF), su UEFA.com, Union of European Football Associations. URL consultato il 18 agosto 2016.
  19. ^ (EN) Team statistics (PDF), su UEFA.com, UEFA, 10 luglio 2016. URL consultato il 18 agosto 2016.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]