Combine

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La combine (pronuncia: [ˈkɒmbaɪn]) è, nello sport, un patto stretto illecitamente.[1]

Definizione[modifica | modifica wikitesto]

Chiamato anche «biscotto», il patto consiste nel decidere in anticipo l'esito della gara a scapito di atleti oppure squadre avversarie.[2][3] L'accordo è generalmente pattuito dietro il pagamento di una somma in denaro, configurando l'aspetto di corruzione.[4] L'origine del termine deriva dal mondo ippico, dove è spesso accaduto che un cavallo abbia corso dopo la somministrazione di un biscotto contenente sostanze dopanti.[5]

Obiettivi[modifica | modifica wikitesto]

Lo stipulamento della combine può avere diversi obiettivi, tra cui:

  • Perdere volontariamente la partita, per regalare una vittoria all'avversario[6];
  • Ottenere un risultato che consenta la qualificazione ad entrambe le squadre, eliminando così un'avversaria[7];
  • Raggiungere un piazzamento più basso in classifica, così da evitare nei turni seguenti formazioni di alto livello[8];
  • Favorire il guadagno di scommettitori che giocano sul risultato dell'incontro.[9]

È da notare come le combine siano prevalenti, se non esclusive, di competizioni con girone all'italiana.[10] Ciò è dovuto, tra l'altro, alla formula del girone stesso in cui ogni squadra è interessata anche agli altri risultati oltre che al proprio: la struttura dell'eliminazione diretta, in cui la sconfitta comporta l'esclusione dal torneo, rende invece più rari (se non inesistenti) questi casi.[8][11]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Combine, dizionari.repubblica.it.
  2. ^ Boxe, pugili pagati per perdere: "E se vinci non ti chiamano più", gazzetta.it, 10 settembre 2014.
  3. ^ Stefano Arcobelli e Marisa Poli, Biscottone? Quante altre volte! Andò di traverso pure al Trap, gazzetta.it, 9 novembre 2015.
  4. ^ Atalanta-Piacenza doppio trucco La partita venduta due volte, bergamo.corriere.it, 16 febbraio 2012.
  5. ^ Enrico Franceschini, "Ha dopato il cavallo della regina" Multa e squalifica al famoso trainer, repubblica.it, 3 luglio 2009.
  6. ^ Milan - Reggiana Capello testimone, in la Repubblica (Milano), 11 agosto 1994, p. 30.
  7. ^ Enrico Sisti, Svezia-Danimarca e quel vecchio "biscotto" dal gusto salato, repubblica.it, 18 ottobre 2015.
  8. ^ a b Fifa, aboliti i pareggi al Mondiale a 48 squadre? Misura anti-"biscotti", gazzetta.it, 15 dicembre 2016.
  9. ^ Scommesse, vittoria Ancona a Parma diventa un caso. Lucarelli: "Siamo puliti", parma.repubblica.it, 13 aprile 2017.
  10. ^ Dario Pelizzari, La Juve, lo Shakhtar, il "biscotto", archivio.panorama.it, 21 novembre 2012.
  11. ^ Genoa Inter 1982/83: galeotto fu quel gol, storiedicalcio.altervista.org.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Sport Portale Sport: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Sport