Sport individuale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Lo sport individuale è una disciplina in cui l'atleta gareggia per conto proprio.[1]

Definizione[modifica | modifica wikitesto]

Rientrano nella categoria discipline come gli sport di lotta e la corsa (sia fisica che "tecnica", ovvero con mezzi di trasporto) ma anche alcuni giochi con la palla.[2][3]

Nell'allenamento per la gara l'atleta è assistito da uno staff (comprendente figure come l'allenatore) che - tuttavia - non costituisce una "squadra".[4]

In base allo sport, varia anche il numero di avversari contro cui competere[5]: da nessuno (come nel bowling), ad uno (nel tennis oppure nel pugilato) a qualche decina (nell'atletica leggera e negli sport da corsa).[5]

Lista di sport individuali[modifica | modifica wikitesto]

Le discipline presenti nel programma olimpico sono segnalate dal simbolo Olympic flag border.png:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Emanuele Isidori, Filosofia dell'educazione sportiva: dalla teoria alla prassi, Roma, Edizioni Nuova Cultura, 2012, p. 117, ISBN 9788861347380.
  2. ^ Elio Volta, I vantaggi degli sport individuali, su piccolini.it, 6 dicembre 2012.
  3. ^ L'unione fa la forza o è meglio essere lupi solitari? Le differenze tra sport individuale e di squadra, su mentesport.net, 9 dicembre 2013.
  4. ^ Il rapporto allenatore atleta; una questione di chimica?, su psicologianellosport.it, 22 febbraio 2016.
  5. ^ a b Flavia Pennetta, Dritto al cuore, Segrate, Arnoldo Mondadori Editore, 2011, p. 216, ISBN 9788852021626.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Sport Portale Sport: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di sport