Sport di squadra

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Una partita di pallacanestro, disciplina in cui ciascuna squadra è composta di 5 atleti.

Gli sport di squadra sono discipline in cui competono due squadre, formate dal medesimo numero di atleti.[1][2][3]

Definizione[modifica | modifica wikitesto]

La differenza principale con gli sport individuali risiede nel fatto che gli atleti gareggino insieme, componendo una formazione.[1] Il loro numero, sia in campo che in panchina (a disposizione, pertanto, dell'allenatore), è determinato dai regolamenti delle singole discipline.[1] Per rendersi facilmente distinguibili dall'arbitro e dal pubblico, gli atleti che appartengono alla medesima squadra indossano divise di colore uguale.[1] Tra di essi, va nominato un capitano che assume funzioni di rappresentanza.[1]

L'obiettivo è la vittoria dell'incontro, fornendo una miglior prestazione rispetto agli avversari.[1] Negli sport con la palla, per esempio, gli atleti devono realizzare punti e - al contempo - cercare di impedire che l'avversario faccia altrettanto.[1][4]

Altri aspetti[modifica | modifica wikitesto]

In aggiunta ai benefici ricavati dalla pratica sportiva in sé[5][6], si ritiene che le discipline collettive migliorino le capacità dell'atleta sia dal punto di vista tecnico che relazionale.[7] Il dover competere assieme per raggiungere un obiettivo comune genera coesione all'interno del gruppo, quasi sempre necessaria perché i membri possano esprimersi al meglio.[8] Tale caratteristica ha fatto, inoltre, sorgere il noto cliché «si vince e si perde [tutti] insieme».[1]

Programma olimpico[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Sport olimpici.
Schieramento, al calcio d'inizio, di una partita di rugby a 7.

Al 2016, anno dei XXX Giochi, il programma olimpico contiene le seguenti discipline:

In passato, il programma includeva anche: baseball, cricket, hockey su pista, lacrosse, polo, rugby a 15, softball, stock sport e tiro alla fune.[9] Da Londra 2012 è stato invece inserito il pugilato femminile a squadre, sebbene la disciplina in sé sia individuale.[10][11]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g h Claudio Ferretti e Augusto Frasca, Enciclopedia dello sport, Garzanti Libri, 2008, p. 1670.
  2. ^ Tina Simoniello, Lo sport giusto per i bambini due è meglio di uno, su repubblica.it, 11 ottobre 2011.
  3. ^ Sport di squadra o individuali?, in la Repubblica, 17 novembre 2016, p. 27.
  4. ^ I GIOCHI SPORTIVI DI SQUADRA CON LA PALLA, su loescher.it. URL consultato il 31 maggio 2015.
  5. ^ Mabel Bocchi, Fitness, bambini plusdotati ma isolati: un aiuto viene dallo sport, su gazzetta.it, 17 ottobre 2014.
  6. ^ Sara Pero, Sport di squadra, prevenire le malattie infettive con l'aiuto del medico, su repubblica.it, 20 novembre 2017.
  7. ^ Ilaria Venturi, Cari prof, insegnate ai quindicenni i segreti del gioco di squadra, in la Repubblica, 22 novembre 2017, p. 37.
  8. ^ "Senza coesione non si vince", su repubblica.it, 1º settembre 2009.
  9. ^ Andrea Tundo, Olimpiadi Rio 2016, sport di squadra: l’Italia punta al podio con il volley maschile e la pallanuoto femminile, su ilfattoquotidiano.it, 2 agosto 2016.
  10. ^ La boxe femminile a Londra 2012 Si decide su golf e rugby a 7, su gazzetta.it, 13 agosto 2009.
  11. ^ Olimpiadi, a Londra entra la boxe femminile e dal 2016 largo a golf e rugby a sette, su repubblica.it, 13 agosto 2009.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàGND (DE4168845-4
Sport Portale Sport: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di sport