Le Garzantine

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Le Garzantine sono una collana di enciclopedie generali e tematiche edite dalla Garzanti. La collana, concepita da Livio Garzanti, è stata inaugurata nel 1962 con la prima edizione dell'enciclopedia universale[1]. Considerata all'epoca una collana innovativa, fu contrapposta a enciclopedie considerate meno "flessibili" come la Treccani o l'Europea[2].

L'enciclopedia Universale[modifica | modifica wikitesto]

La prima e più nota edizione della serie fu la celebre Garzantina Universale, pubblicata per la prima volta nell'aprile 1962, in due volumi (A-K e L-Z) al prezzo, all'epoca assai modico per un'opera enciclopedica, di 2500 lire. L'opera includeva 52.000 voci, 3000 illustrazioni e cinque supplementi sulla grammatica italiana, le locuzioni e gli aforismi celebri, l'indice delle grandi opere letterarie e musicali, la produzione mondiale e i primati dello sport.

Da subito pubblicizzata come "l'enciclopedia per tutti", l'iniziativa fu subito un successo, arrivando negli anni a divenire un bestseller del settore, con più di 7 milioni di copie, e generando nuove opere collaterali, che costituirono poi la serie delle Garzantine.[3]

La più recente versione dell'enciclopedia universale (2000 pagine, ISBN 9788811505426) è aggiornata al novembre 2015.[3]

Le enciclopedie tematiche[modifica | modifica wikitesto]

Oltre all'enciclopedia universale sono state pubblicate 34 enciclopedie tematiche nella collana Le Garzantine[4]:

Abbinamenti editoriali[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2005 le Garzantine sono state vendute in abbinamento con TV Sorrisi e Canzoni.

Fra la fine del 2006 e il 2007 sono state vendute in abbinamento con il Corriere della Sera[5].

Fra la fine del 2008 e il 2009 sono state abbinate a La Gazzetta dello Sport.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Garzantine, rai.it. URL consultato il 4 agosto 2007.
  2. ^ marketingroutes.com. URL consultato il 4 agosto 2007.
  3. ^ a b Scheda sul sito della Garzanti, garzanti.it. URL consultato il 2 gennaio 2017.
  4. ^ Pagina dedicata alla collana, garzantilibri.it. URL consultato il 4 agosto 2007.
  5. ^ Piano dell'opera sul sito del Corriere, corriere.it. URL consultato il 4 agosto 2007.
Editoria Portale Editoria: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di editoria