Supercoppa UEFA 2012

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: Supercoppa UEFA.

Supercoppa UEFA 2012
UEFA Super Cup 2012
Logo della competizione
Competizione Supercoppa UEFA
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione 37ª
Organizzatore UEFA
Date 31 agosto 2012
Luogo Monaco Monaco
Partecipanti 2
Impianto/i Stadio Louis II
Risultati
Vincitore Spagna Atlético Madrid
(2º titolo)
Secondo Inghilterra Chelsea
Statistiche
Miglior giocatore Colombia Radamel Falcao
Incontri disputati 1
Gol segnati 5 (5 per incontro)
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 2011 2013 Right arrow.svg

La Supercoppa UEFA 2012 è stata la trentasettesima edizione della Supercoppa UEFA e si è svolta il 31 agosto 2012 allo Stadio Louis II di Monaco, dove si sono affrontate la squadra vincitrice della Champions League 2011-2012, gli inglesi del Chelsea, e la squadra vincitrice dell'Europa League 2011-2012, gli spagnoli dell'Atlético Madrid.[1]

Questa è stata l'ultima delle 16 edizioni della Supercoppa UEFA giocate allo Stade Louis II di Monaco.[2][3]

L'Atlético Madrid si è aggiudicato il trofeo per la seconda volta nella sua storia, dopo la vittoria del 2010 contro l'Inter.

Le squadre[modifica | modifica wikitesto]

Squadre Qualificazione Partecipazioni precedenti
(il grassetto indica la vittoria)
Inghilterra Chelsea Vincitore della UEFA Champions League 2011-2012 1998
Spagna Atlético Madrid Vincitore della UEFA Europa League 2011-2012 2010

La partita[modifica | modifica wikitesto]

Dopo appena cinque minuti di gioco l'Atlético va vicino al vantaggio con Falcao che, complice una deviazione di Ashley Cole, colpisce in pieno la traversa. Ciò è solamente il preludio al gol dell'1-0 per gli spagnoli: un minuto dopo Gabi sorprende la difesa del Chelsea con un passaggio in profondità per Falcao, il quale insacca in rete alle spalle di Čech con un pregevole pallonetto. Al 19' i Colchoneros approfittano della confusione dei Blues e raddoppiano il punteggio: un veloce uno-due tra Turan e López consegna il pallone a Falcao che con una splendida conclusione a giro dal limite dell'area supera Čech, firmando così la doppietta personale. I londinesi non riescono ad entrare in partita e, nel mentre, l'Atlético colpisce il secondo legno della serata: Koke crossa in mezzo all'area trovando l'onnipresente Falcao che, però, colpisce il palo. Sul finire del primo tempo i Colchoneros segnano anche la terza rete: Turan porta palla in avanti per poi servire Falcao; lo scatenato attaccante colombiano a tu per tu con Čech non sbaglia e sigla la tripletta personale. La prima frazione di gioco si conclude dunque sul 3-0 per gli spagnoli.

Nella seconda frazione di gioco gli inglesi non cambiano marcia e, dato ciò, l'Atlético trova addirittura il 4-0 con Miranda (60'); sugli sviluppi di un calcio di punizione battuto da Koke, il difensore brasiliano scavalca Čech con un pallonetto ed insacca in rete. Al 74' il Chelsea trova il gol della bandiera con un colpo di testa di Cahill, il quale ribadisce in rete un calcio d'angolo di Mata. Nei minuti di recupero i Colchoneros sfiorano il quinto gol; una conclusione di Turan colpisce il palo in seguito alla deviazione di David Luiz. Il match termina dunque con al vittoria per 4-1 dell'Atlético che conquista la seconda Supercoppa UEFA della sua storia (a distanza di due soli anni dall'ultimo trionfo).

Tabellino[modifica | modifica wikitesto]

Monaco
31 agosto 2012, ore 20:45 CEST
Chelsea1 – 4
referto
Atlético MadridStade Louis II (14 312 spett.)
Arbitro: Slovenia Damir Skomina

Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Chelsea
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Atlético Madrid
Chelsea (4-2-3-1):
P 1 Rep. Ceca Petr Čech
TD 2 Serbia Branislav Ivanović Ammonizione al 29’ 29’
TS 3 Inghilterra Ashley Cole Uscita al 90’ 90’
DC 4 Brasile David Luiz
DC 24 Inghilterra Gary Cahill
CC 12 Nigeria John Obi Mikel
CC 8 Inghilterra Frank Lampard (c)
CLS 10 Spagna Juan Manuel Mata Uscita al 81’ 81’
CLD 7 Brasile Ramires Uscita al 46’ 46’
TRQ 17 Belgio Eden Hazard
ATT 9 Spagna Fernando Torres
Sostituzioni:
P 22 Inghilterra Ross Turnbull
D 34 Inghilterra Ryan Bertrand Ingresso al 90’ 90’
C 6 Spagna Oriol Romeu
C 11 Brasile Oscar Ingresso al 46’ 46’
C 16 Portogallo Raul Meireles
A 13 Nigeria Victor Moses
A 23 Inghilterra Daniel Sturridge Ingresso al 81’ 81’
Allenatore:
Italia Roberto Di Matteo
Atletico Madrid (4-2-3-1):
P 13 Belgio Thibaut Courtois
TD 20 Spagna Juanfran
DC 23 Brasile João Miranda
DC 2 Uruguay Diego Godín
TS 3 Brasile Filipe Luís
CC 4 Spagna Mario Suárez
CC 14 Spagna Gabi (c)
TRQ 6 Spagna Koke Uscita al 81’ 81’
CLD 10 Turchia Arda Turan
CLS 7 Spagna Adrián López Uscita al 56’ 56’
ATT 9 Colombia Radamel Falcao García Uscita al 87’ 87’
Sostituzioni:
P 1 Spagna Sergio Asenjo
D 17 Portogallo Silvio
D 18 Argentina Daniel Díaz
C 8 Spagna Raúl García Ingresso al 81’ 81’
C 21 Turchia Emre Belözoğlu Ingresso al 87’ 87’
A 11 Uruguay Cristian Rodríguez Ingresso al 56’ 56’
A 19 Brasile Diego da Silva Costa
Allenatore:
Argentina Diego Simeone

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ UEFA circular #18 on 2012-13 calendar and access list, rfef.es. URL consultato il 31 agosto 2012 (archiviato dall'url originale il 5 aprile 2012).
  2. ^ Falcao travolge il Chelsea, la Supercoppa è dell'Atletico, gazzetta.it, 31 agosto 2012. URL consultato il 28 giugno 2014.
  3. ^ Prague celebrates 2013 Super Cup honour, uefa.com, 17 giugno 2011. URL consultato il 28 giugno 2014.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio