Fernando Torres

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Fernando Torres
Fernando Torres DEP-ATM 024 1200.jpg
Torres in allenamento con l'Atlético Madrid nel 2015
Nome Fernando José Torres Sanz
Nazionalità Spagna Spagna
Altezza 186[1] cm
Peso 78[1] kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Attaccante
Squadra Flag of None.svg svincolato
Carriera
Giovanili
1995-2000 Atlético Madrid
Squadre di club1
2000-2007 Atlético Madrid 214 (82)
2007-2011 Liverpool 102 (65)
2011-2014 Chelsea 110 (20)
2014-2015 Milan 10 (1)
2015-2016 Atlético Madrid 49 (14)
Nazionale
2000 Spagna Spagna U-15 1 (0)
2001 Spagna Spagna U-16 9 (11)
2001 Spagna Spagna U-17 4 (1)
2001 Spagna Spagna U-18 1 (1)
2002 Spagna Spagna U-19 5 (6)
2002-2003 Spagna Spagna U-21 10 (3)
2003-2014 Spagna Spagna 110 (38)
Palmarès
Coppa mondiale.svg Mondiali di calcio
Oro Sudafrica 2010
UEFA European Cup.svg Europei di calcio
Oro Austria-Svizzera 2008
Oro Polonia-Ucraina 2012
Transparent.png Confederations Cup
Bronzo Sudafrica 2009
Argento Brasile 2013
Transparent.png Europei di calcio Under-19
Oro Norvegia 2002
Transparent.png Europei di calcio Under-16
Oro Inghilterra 2001
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 14 maggio 2016

Fernando José Torres Sanz (Fuenlabrada, 20 marzo 1984) è un calciatore spagnolo, attaccante attualmente svincolato. Con la Nazionale spagnola si è laureato campione d'Europa nel 2008 e nel 2012 e campione del mondo nel 2010.

È soprannominato El Niño (in italiano Il Bambino), per i suoi tratti somatici e per la sua precocità: ha esordito, infatti, nella Liga a 18 anni[2] e a 19 è diventato capitano dell'Atlético Madrid.[3] Insieme a Juan Mata, Jürgen Kohler e Andreas Möller, è l'unico giocatore ad aver vinto almeno un Europeo, un Mondiale, una Champions League e un'Europa League.[4]

Nel 2001 è stato inserito nella lista dei 100 migliori giovani calciatori stilata da Don Balón.[5]

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Fernando Torres è il terzo di tre fratelli. Uno di loro, che giocava come portiere, chiedeva spesso a Fernando di tirargli il pallone, facendo così appassionare quest'ultimo al calcio.[2] Nel 2009 si è sposato a El Escorial con Olalla Domínguez Liste,[6] che aveva conosciuto quando aveva 8 anni;[2][7] la coppia ha tre figli.[8]

Nel 2011 gli è stato intitolato lo stadio del Club de Fùtbol Fuenlabrada, squadra della sua città natale.[9] La partita di inaugurazione dell'impianto ha visto affrontarsi in amichevole il 1º settembre 2011 la squadra di casa e l'Atlético Madrid (club in cui lo spagnolo è cresciuto), che ha vinto per 3-0.[10]

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Dotato di velocità, ottima tecnica individuale,[11] fiuto per il gol e abilità nel gioco aereo,[12] nei periodi più brillanti della propria carriera è stato considerato uno dei migliori centravanti del mondo.[13][14]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Gli esordi e l'affermazione nell'Atlético Madrid[modifica | modifica wikitesto]

Fernando Torres mentre discute con l'arbitro durante una partita dell'Atlético Madrid.

Inizia a giocare a calcio all'età di 10 anni nel Rayo 13. A 11 anni - dopo aver sostenuto un provino - viene prelevato dall'Atlético Madrid. Nel 1999 firma il suo primo contratto da professionista con i Colchoneros.[2] A causa di un infortunio alla gamba - che lo tiene fermo fino a dicembre - esordisce in prima squadra il 27 maggio 2001 contro il Leganés allo stadio Vicente Calderón di Madrid, diventando - all'età di 17 anni - il più giovane giocatore ad indossare la maglia dell'Atlético Madrid. Una settimana più tardi ha segnato la sua prima rete contro l'Albacete.[2]

L'anno successivo la squadra viene promossa nella Liga. Nella sua prima stagione nel massimo campionato spagnolo Torres ha giocato 29 partite e realizzato 13 gol. Nella stagione 2003-2004 Torres, a 19 anni, è stato nominato capitano dei Colchoneros,[3] diventando così il più giovane capitano della storia dell'Atlético Madrid.[15] Quella stagione per Torres è stata la più prolifica dal punto di vista realizzativo con la maglia dell'Atlético Madrid per un totale di 21 reti in 40 partite e disputate. L'Atlético è arrivato settimo in campionato, qualificandosi per la Coppa Intertoto 2004. Durante tale manifestazione, prima competizione internazionale disputata da Torres, ha segnato 2 gol in 5 partite, alle quali si sono aggiunti altri 16 gol in campionato e 2 in Coppa del Re per un totale di 20 reti in 49 gare.

Sia nella stagione 2005-2006 sia in quella 2006-2007 tra campionato e Coppa del Re Torres ha disputato 40 partite segnando rispettivamente 13 e 15 gol, risultando il miglior marcatore della propria squadra per 5 stagioni consecutive[16] (dal 2003-2004 al 2006-2007).

Il passaggio Liverpool e la consacrazione internazionale[modifica | modifica wikitesto]

Il 3 luglio 2007, il Liverpool ha ufficializzato l'acquisto di Torres per la cifra record di 26,5 milioni di sterline (circa 20 milioni in contanti[15] più la cessione di Luis García[17]);[18] il giocatore spagnolo ha firmato un contratto di 6 anni con i Reds.[15][16]

Torres ha esordito in gare ufficiali con il Liverpool l'11 agosto 2007, contro l'Aston Villa (2-1) e ha realizzato la sua prima rete in Premier League il 19 agosto al 16º minuto di Liverpool-Chelsea (1-1). La sua prima presenza in Champions League avvenne nei preliminari dell'edizione 2007-08 contro il Tolosa, mentre la prima rete in Europa risale il 28 novembre 2007, contro il Porto.

Fernando Torres esulta dopo aver segnato un gol nell'agosto 2008

Al suo primo anno con i Reds ha realizzato 33 reti stagionali, stabilendo alcuni primati: ha infatti battuto il precedente record di gol in una stagione con il Liverpool, che apparteneva a Michael Owen (28 centri), nonché il record di 23 reti alla prima stagione in Premier League di uno straniero, appartenuto a Ruud van Nistelrooij. Ha inoltre eguagliato il record di 8 partite casalinghe consecutive in gol, detenuto da Roger Hunt (stagione 1961-1962, quando il Liverpool giocava in Second Division).[19]

Eletto miglior giocatore della Premier League 2007-2008[20] nell'ambito dei Northwest Football Awards.[21] nello stesso anno vince anche il campionato d'Europa 2008 con la Spagna; l'ottima annata consente a Torres di piazzarsi al 3º posto nella classifica del Pallone d'oro 2008 con 179 punti[22] e del FIFA World Player 2008 con 203 punti,[23] oltre che di essere inserito nel FIFPro World XI.[24] Inoltre, nonostante fosse al Liverpool solo da un anno e mezzo, nel febbraio 2009 è stato inserito dal Times nella lista dei 50 più grandi giocatori dei Reds.[25]

Nel corso della stagione 2009-2010, il 29 dicembre 2009 al Villa Park di Birmingham, ha segnato il suo 50º gol in 72 presenze in Premier League, [26] diventando così il giocatore dei Reds a raggiungere tale traguardo nel minor numero di partite.[27] Nonostante diversi periodi di inattività a causa di infortuni[28] in particolare al ginocchio destro,[29] Torres è risultato il miglior marcatore stagionale del Liverpool con 22 reti[30] (18 in Premier League e 4 in Europa League).

I suoi ultimi due goal per i Reds vengono realizzati nella trasferta del 22 gennaio 2010 contro il Wolverhampton, nello 0-3 finale. Termina la propria esperienza al Liverpool con all'attivo 65 reti in 102 gare di campionato, 81 reti in 142 presenze totali.[31]

L'esperienza al Chelsea[modifica | modifica wikitesto]

Il 31 gennaio 2011 viene ufficializzato il suo trasferimento a titolo definitivo al Chelsea[31] per 50 milioni di sterline (circa € 58,5 milioni),[32] che lo hanno reso l'acquisto più costoso nella storia dei Blues e del calcio inglese.[33][34] L'attaccante spagnolo ha firmato un contratto di cinque anni e mezzo con il club londinese.[31] Esordisce con la maglia del Chelsea il 6 febbraio 2011 proprio contro la sua ex squadra, il Liverpool, in un incontro di Premier League vinto 1-0 dai Reds.[35] Il primo gol con i Blues arriva il 23 aprile contro il West Ham Utd;[36] sarà l'unica rete segnata nella prima stagione al Chelsea, conclusa con 18 presenze tra Premier League e Champions League.

Torres nella finale di Champions nel 2012

Anche la stagione successiva non è particolarmente positiva sul piano realizzativo (11 reti in 49 partite); tuttavia, Torres realizza alcuni gol pesanti, come quello messo a segno nei minuti di recupero della semifinale di Champions League contro il Barcellona, decisivo per l'accesso alla finalissima.[37]

Alla fine della stagione vince la FA Cup (6 presenze e 2 gol) e la Champions League (10 presenze e 3 gol), disputandone da subentrato la finale vinta ai rigori contro il Bayern Monaco.[38]

Il 13 dicembre 2012, nella semifinale della Coppa del mondo per club 2012, realizza il secondo gol del Chelsea nella vittoria per 3-1 contro i messicani del Monterrey,[39] che è valsa l'accesso in finale, vinta poi dal Corinthians (1-0).[40]

Il 14 marzo 2013 Torres, grazie al gol del definitivo 3-1 realizzato contro la Steaua Bucarest, che è valso al Chelsea la qualificazione ai quarti di Europa League, è diventato il primo calciatore capace di segnare in 7 differenti competizioni nel corso della stessa stagione[41] (sulle 8 totali disputate con la squadra londinese).[42] Il 15 maggio seguente ha vinto l'Europa League nella finale contro il Benfica, partita terminata 2-1 nella quale ha aperto le marcature segnando il primo dei due gol del Chelsea.[43] In totale nel corso della competizione Torres ha realizzato 6 reti in 9 partite, risultando il miglior marcatore della propria squadra e il quarto in assoluto.[44] In seguito a questa vittoria è entrato, insieme al compagno di squadra e di Nazionale Juan Mata, nel novero dei giocatori capaci di vincere un Mondiale, un Europeo una Champions League ed un'Europa League, risultando al tempo stesso campione in carica di tutte e quattro le competizioni; in precedenza anche Andreas Möller e Jürgen Kohler avevano vinto questi 4 trofei, ma senza detenerli contemporaneamente.[4]

Grazie alla rete realizzata nell'ultima giornata di Premier League contro l'Everton, che è valsa il 2-1 finale e per il Chelsea l'accesso diretto all'edizione 2013-2014 della Champions League,[45] Torres ha concluso la stagione con un bottino di 23 gol in 64 partite (miglior realizzatore della propria squadra),[46] ai quali si aggiungono anche 11 assist.[47]

All'inizio della stagione stagione 2013-2014, in occasione della partita valida per la Supercoppa UEFA 2013 contro il Bayern Monaco, apre le marcature, non riuscendo però a evitare la sconfitta del Chelsea, che capitolerà ai tiri di rigore.[48]

Il 30 aprile 2014 ha segnato (senza esultare) il suo primo e unico gol alla sua ex squadra, l'Atlético Madrid, nella gara di ritorno della semifinale di Champions League,[49] che tuttavia non è bastato per raggiungere la finale della manifestazione.[50]

Il passaggio al Milan e il ritorno all'Atlético Madrid[modifica | modifica wikitesto]

Il 31 agosto 2014 passa in prestito biennale al Milan, in Serie A,[51] con opzione per un terzo anno di contratto. Esordisce in campionato il 20 settembre seguente subentrando al 76' ad Andrea Poli in Milan-Juventus, sfida persa per 1-0.[52] Tre giorni più tardi, nella prima gara da titolare contro l'Empoli (2-2), realizza la sua prima rete in maglia rossonera.[53] Il 27 dicembre il Chelsea comunica il passaggio di Torres al Milan a titolo definitivo. Due giorni più tardi lascia i rossoneri dopo sole 10 presenze e 1 gol.

Torres in partita in Copa Del Rey contro il Real Madrid nella stagione 2014-2015

Il 29 dicembre 2014 viene annunciato il suo ritorno all'Atlético Madrid con la formula del prestito di 18 mesi, in cambio di Alessio Cerci.[54] Viene presentato al Vicente Calderón il 4 gennaio 2015, di fronte a 45,000 persone giunte allo stadio per riaccoglierlo.[55]

Debutta con la nuova casacca il 7 gennaio 2015, in Copa del Rey, nel derby casalingo contro il Real Madrid vinto per 2-0. Torna al goal con la maglia rojiblanca nella gara di ritorno, mettendo a segno una doppietta nel 2-2 che qualifica l'Atlético Madrid ai quarti di finale. La prima presenza in Champions League con la maglia dell'Atlético Madrid arriva il 25 febbraio 2015, contro il Bayer Leverkusen, agli ottavi di finale. La partita si decide ai tiri di rigore e Torres realizza quello decisivo per il passaggio del turno.[56] Il 21 marzo seguente segna il primo gol dal suo ritorno nella Liga, nella vittoria per 2-0 sul Getafe. Chiude la stagione con 7 goal e 36 presenze accumulate giocando per Milan e Atlético Madrid.

Il 6 febbraio 2016 realizza il suo 100° gol con la maglia dei Colchoneros, nella vittoria interna in rimonta contro l'Eibar.[57] Nel mese di aprile stabilisce un record personale: tra campionato e Champions League, va a segno in cinque partite consecutive (contro Betis, Barcellona, Espanyol, Granada e Athletic Bilbao).[58][59] Il 28 maggio 2016 disputa la sua seconda finale di UEFA Champions League nel derby perso contro il Real Madrid ai tiri di rigore. Durante i tempi regolamentari si procura un rigore, poi sbagliato da Antoine Griezmann.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Nazionali giovanili[modifica | modifica wikitesto]

Nel febbraio 2001, pochi mesi dopo essersi ristabilito dalla frattura alla gamba, Torres ha vinto il Torneo di Algarve con la Nazionale spagnola U-16.[60] Nel maggio dello stesso anno sempre con la selezione Under-16 ha partecipato all'Europeo di categoria, vincendo anche tale manifestazione; qui Torres ha realizzato l'unico gol della finale e si è laureato capocannoniere con 7 reti in 6 partite. È stato inoltre scelto come miglior giocatore della competizione.[2] A novembre, invece, è stato convocato per il Mondiale Under-17, dove la Spagna è stata eliminata nella fase a gironi e Torres ha segnato 1 gol in 3 partite.

Nel 2002 ha vinto con la sua Nazionale l'Europeo Under-19. Come già accaduto nell'Europeo Under-16, Torres ha segnato l'unico gol della finale, si è laureato capocannoniere (4 reti in 4 partite) ed è stato eletto miglior giocatore della competizione.[2]

Nazionale maggiore[modifica | modifica wikitesto]

Gli esordi, l'Europeo 2004 e il Mondiale 2006[modifica | modifica wikitesto]
Torres festeggia la vittoria spagnola a Euro 2008

Torres ha debuttato nella Nazionale maggiore il 6 settembre 2003 in amichevole contro il Portogallo.[61] Il 28 aprile 2004 ha segnato il suo primo gol con le Furie Rosse contro l'Italia.[62]

Ha fatto parte della selezione che ha partecipato all'Europeo 2004, dove è subentrato dalla panchina nelle prime due partite del girone eliminatorio e ha disputato come titolare la terza e decisiva contro il Portogallo, persa per 1-0, che ha sancito l'eliminazione della Spagna.[63]

È stato convocato per il Mondiale 2006, dove ha segnato il gol del definitivo 4-0 contro l'Ucraina nella partita inaugurale del girone[64] e 2 reti contro la Tunisia (3-1, la seconda su calcio di rigore),[65] per un totale di 3 gol in 4 partite.[66]

Il vittorioso Europeo 2008 e la Confederations Cup 2009[modifica | modifica wikitesto]

Convocato anche per l'Europeo 2008, nonostante le numerose sostituzioni, si è rivelato uno dei protagonisti della manifestazione con 5 presenze e 2 reti,[67] tra cui quella che il 29 giugno 2008 a Vienna ha deciso la finale, consegnando alla Spagna il secondo titolo europeo della sua storia.[68]

Il 1º giugno 2009 è stato convocato per la Confederations Cup che si è svolta in Sudafrica dal 14 al 28 giugno 2009: ha esordito segnando una tripletta alla Nuova Zelanda,[69] Alla fine della competizione, conclusa al terzo posto battendo dopo i tempi supplementari i padroni di casa del Sudafrica, Torres, grazie ai 3 gol realizzati nelle 5 partite giocate, è risultato il secondo miglior marcatore della competizione dietro Luís Fabiano (5 reti) e il migliore degli spagnoli nuovamente a pari merito con Villa.[70]

La vittoria del Mondiale 2010 e il bis europeo nel 2012[modifica | modifica wikitesto]
Torres contro Bonucci nella finale dell'Europeo 2012 tra Spagna e Italia

Nel 2010 è stato convocato da del Bosque per il Mondiale in Sudafrica. Durante la manifestazione ha disputato tutte e 7 le partite della Spagna (4 da titolare, venendo sempre sostituito nel secondo tempo, e 3 da subentrante) senza segnare alcun gol e l'11 luglio 2010 a Johannesburg, dopo aver vinto per 1-0 la finale contro i Paesi Bassi, si è aggiudicato il titolo di campione del mondo con la sua Nazionale.

Torres premiato con la Scarpa d'oro quale miglior marcatore della Confederations Cup 2013

Nel maggio del 2012 è stato inserito dal CT Vicente del Bosque nella lista dei 23 convocati per l'Europeo 2012 in Polonia e Ucraina.[71] Nella seconda giornata del girone eliminatorio ha segnato una doppietta realizzando la prima e la terza rete della Spagna nel 4-0 ottenuto contro l'Irlanda[72] e nella finale del 1º luglio 2012 contro l'Italia, dopo essere subentrato a Fàbregas nel corso del secondo tempo, ha segnato il terzo gol spagnolo e fornito l'assist per il definitivo 4-0 di Mata.[73] Grazie a questo gol e a questo assist, Torres ha vinto la Scarpa d'oro come miglior marcatore dell'Europeo 2012 con 3 reti (tante quante Balotelli, Dzagoev, Gómez, Mandžukić e Ronaldo) e un assist (come Gómez) in 189 minuti di gioco[74] ed è anche diventato il primo ed unico giocatore a segnare una rete in due diverse finali di un Europeo.[75]

Confederations Cup 2013 e Mondiale 2014[modifica | modifica wikitesto]

Il 7 settembre 2012, giocando l'amichevole vinta per 5-0 contro l'Arabia Saudita, ha raggiunto le 100 presenze con la maglia della Nazionale spagnola.[76]

Convocato dal CT del Bosque per la Confederations Cup 2013, ha esordito nella manifestazione il 20 giugno 2013 nella seconda partita della fase a gironi contro Tahiti segnando una quaterna (prima in Nazionale) nel 10-0 finale.[77] Grazie a queste reti ha anche eguagliato il record di 4 gol realizzati in una sola partita di Confederations Cup[78] stabilito da Cuauhtémoc Blanco e Marzouq Al-Otaibi nel 1999;[79] in seguito tale record è stato raggiunto anche da Abel Hernández che ha segnato 4 gol anch'egli nel corso della Confederations Cup 2013 e sempre contro Tahiti.[80] Al termine del torneo, che la Spagna ha concluso al secondo posto, Torres è risultato essere il capocannoniere con 5 gol, insieme a Fred, e si è aggiudicato la Scarpa d'oro in virtù, a parità di assist (uno per entrambi) del minor numero di minuti giocati rispetto al brasiliano[81] (273 minuti contro 423).[82]

Convocato per il campionato del mondo 2014, Torres ha giocato le prime due partite della fase a gironi subentrando dalla panchina. Nella terza ed ultima gara contro l'Australia, con la Spagna già eliminata, è stato schierato da titolare mettendo a segno la seconda rete nel 3-0 contro i Socceroos.[83]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Al 28 maggio 2016, tra club, Nazionale maggiore e Nazionali giovanili, Fernando Torres ha giocato globalmente 779 partite e segnato 297 reti, alla media di 0,38 gol a partita.

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 28 maggio 2016.[84]

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2000-2001 Spagna Atlético Madrid SD 4 1 CR 2 0 - - - - - - 6 1
2001-2002 SD 36 6 CR 1 1 - - - - - - 37 7
2002-2003 PD 29 13 CR 3 1 - - - - - - 32 14
2003-2004 PD 35 19 CR 5 2 - - - - - - 40 21
2004-2005 PD 38 16 CR 6 2 Int 5 2 - - - 49 20
2005-2006 PD 36 13 CR 4 0 - - - - - - 40 13
2006-2007 PD 36 14 CR 4 1 - - - - - - 40 15
2007-2008 Inghilterra Liverpool PL 33 24 FACup+CdL 1+1 0+3 UCL 11[85] 6 - - - 46 33
2008-2009 PL 24 14 FACup+CdL 3+2 1+0 UCL 9 2 - - - 38 17
2009-2010 PL 22 18 FACup+CdL 2+0 0 UCL+UEL 4+4 0+4 - - - 32 22
2010-gen. 2011 PL 23 9 FACup+CdL 1+0 0 UEL 2[85] 0 - - - 26 9
Totale Liverpool[86] 102 65 10 4 30 12 - - 142[87] 81[87]
gen.-giu. 2011 Inghilterra Chelsea PL 14 1 FACup+CdL 0 0 UCL 4 0 - - - 18 1
2011-2012 PL 32 6 FACup+CdL 6+1 2+0 UCL 10 3 - - - 49 11
2012-2013 PL 36 8 FACup+CdL 5+4 2+2 UCL+UEL 6+9 3+6 CS+SU+Cmc 1+1+2 1+0+1 64 23
2013-2014 PL 28 5 FACup+CdL 2+1 0+1 UCL 9 4 SU 1 1 41 11
ago. 2014 PL 0 0 FACup+CdL - - UCL - - - - - 0 0
Totale Chelsea 110 20 19 7 38 16 5 3 172 46
ago. 2014-gen. 2015 Italia Milan A 10 1 CI - - - - - - - - 10 1
gen.-giu. 2015 Spagna Atlético Madrid PD 19 3 CR 4 3 UCL 3 0 SS - - 26 6
2015-2016 PD 30 11 CR 2 0 UCL 12 1 - - - 44 12
Totale Atlético Madrid 263 96 31 10 20 3 - - 314 109
Totale carriera 485 182 60 21 88 31 5 3 638 237

Cronologia presenze e reti in Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in Nazionale - Spagna Spagna
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
6-9-2003 Guimarães Portogallo Portogallo 0 – 3 Spagna Spagna Amichevole - Uscita al 46’ 46’
10-9-2003 Elche Spagna Spagna 2 – 1 Ucraina Ucraina Qual. Euro 2004 - Uscita al 63’ 63’
14-11-2003 Valencia Spagna Spagna 2 – 1 Norvegia Norvegia Qual. Euro 2004 - Uscita al 69’ 69’
31-3-2004 Gijón Spagna Spagna 2 – 0 Danimarca Danimarca Amichevole - Ingresso al 46’ 46’
28-4-2004 Genova Italia Italia 1 – 1 Spagna Spagna Amichevole 1 Ingresso al 46’ 46’
5-6-2004 Getafe Spagna Spagna 4 – 0 Andorra Andorra Amichevole - Ingresso al 46’ 46’
12-6-2004 Faro Spagna Spagna 1 – 0 Russia Russia Euro 2004 - 1º turno - Ingresso al 78’ 78’
16-6-2004 Oporto Grecia Grecia 1 – 1 Spagna Spagna Euro 2004 - 1º turno - Ingresso al 80’ 80’
20-6-2004 Lisbona Spagna Spagna 0 – 1 Portogallo Portogallo Euro 2004 - 1º turno -
18-8-2004 Las Palmas Spagna Spagna 3 – 2 Venezuela Venezuela Amichevole - Uscita al 59’ 59’
3-9-2004 Valencia Spagna Spagna 1 – 1 Scozia Scozia Amichevole - Uscita al 46’ 46’
9-10-2004 Santander Spagna Spagna 2 – 0 Belgio Belgio Qual. Mondiali 2006 - Uscita al 53’ 53’
13-10-2004 Vilnius Lituania Lituania 0 – 0 Spagna Spagna Qual. Mondiali 2006 - Ingresso al 79’ 79’
17-11-2004 Madrid Spagna Spagna 1 – 0 Inghilterra Inghilterra Amichevole - Uscita al 46’ 46’
9-2-2005 Almería Spagna Spagna 5 – 0 San Marino San Marino Qual. Mondiali 2006 1
26-3-2005 Salamanca Spagna Spagna 3 – 0 Cina Cina Amichevole 1 Uscita al 46’ 46’
30-3-2005 Belgrado Serbia e Montenegro Serbia e Montenegro 0 – 0 Spagna Spagna Qual. Mondiali 2006 -
4-6-2005 Valencia Spagna Spagna 1 – 0 Lituania Lituania Qual. Mondiali 2006 - Uscita al 57’ 57’
8-6-2005 Valencia Spagna Spagna 1 – 1 Bosnia ed Erzegovina Bosnia ed Erzegovina Qual. Mondiali 2006 - Uscita al 35’ 35’
17-8-2005 Gijón Spagna Spagna 2 – 0 Uruguay Uruguay Amichevole - Ingresso al 46’ 46’
3-9-2005 Santander Spagna Spagna 2 – 1 Canada Canada Amichevole - Uscita al 55’ 55’
7-9-2005 Madrid Spagna Spagna 1 – 1 Serbia e Montenegro Serbia e Montenegro Qual. Mondiali 2006 - Uscita al 53’ 53’
8-10-2005 Bruxelles Belgio Belgio 0 – 2 Spagna Spagna Qual. Mondiali 2006 2 Ammonizione al 67’ 67’ - Uscita al 70’ 70’
12-10-2005 Serravalle San Marino San Marino 0 – 6 Spagna Spagna Qual. Mondiali 2006 3
12-11-2005 Madrid Spagna Spagna 5 – 1 Slovacchia Slovacchia Qual. Mondiali 2006 1
16-11-2005 Bratislava Slovacchia Slovacchia 1 – 1 Spagna Spagna Qual. Mondiali 2006 - Uscita al 61’ 61’
01-03-2006 Valladolid Spagna Spagna 3 – 2 Costa d'Avorio Costa d'Avorio Amichevole - Uscita al 65’ 65’
27-5-2006 Albacete Spagna Spagna 0 – 0 Russia Russia Amichevole -
3-6-2006 Elche Spagna Spagna 2 – 0 Egitto Egitto Amichevole -
7-6-2006 Ginevra Croazia Croazia 1 – 2 Spagna Spagna Amichevole 1 Ingresso al 46’ 46’
14-6-2006 Lipsia Spagna Spagna 4 – 0 Ucraina Ucraina Mondiali 2006 - 1º turno 1
19-6-2006 Stoccarda Spagna Spagna 3 – 1 Tunisia Tunisia Mondiali 2006 - 1º turno 2
23-6-2006 Kaiserslautern Arabia Saudita Arabia Saudita 0 – 1 Spagna Spagna Mondiali 2006 - 1º turno - Ingresso al 70’ 70’
27-6-2006 Hannover Spagna Spagna 1 – 3 Francia Francia Mondiali 2006 - Ottavi di finale -
15-8-2006 Reykjavík Islanda Islanda 0 – 0 Spagna Spagna Amichevole - Uscita al 46’ 46’
2-9-2006 Badajoz Spagna Spagna 4 – 0 Liechtenstein Liechtenstein Qual. Euro 2008 1
6-9-2006 Belfast Irlanda del Nord Irlanda del Nord 3 – 2 Spagna Spagna Qual. Euro 2008 - Uscita al 62’ 62’
7-10-2006 Solna Svezia Svezia 2 – 0 Spagna Spagna Qual. Euro 2008 -
11-10-2006 Murcia Spagna Spagna 2 – 1 Argentina Argentina Amichevole - Uscita al 56’ 56’
7-2-2007 Manchester Inghilterra Inghilterra 0 – 1 Spagna Spagna Amichevole - Ingresso al 46’ 46’
24-3-2007 Madrid Spagna Spagna 2 – 1 Danimarca Danimarca Qual. Euro 2008 - Ingresso al 64’ 64’
28-3-2007 Palma di Maiorca Spagna Spagna 1 – 0 Islanda Islanda Qual. Euro 2008 - Ingresso al 43’ 43’
22-8-2007 Salonicco Grecia Grecia 2 – 3 Spagna Spagna Amichevole - Uscita al 46’ 46’
8-9-2007 Reykjavík Islanda Islanda 1 – 1 Spagna Spagna Qual. Euro 2008 - Uscita al 57’ 57’
12-9-2007 Oviedo Spagna Spagna 2 – 0 Lettonia Lettonia Qual. Euro 2008 -
6-2-2008 Málaga Spagna Spagna 1 – 0 Francia Francia Amichevole 1 Uscita al 23’ 23’
26-3-2008 Elche Spagna Spagna 1 – 0 Italia Italia Amichevole - Uscita al 46’ 46’
31-5-2008 Huelva Spagna Spagna 2 – 1 Perù Perù Amichevole - Uscita al 46’ 46’
4-6-2008 Santander Spagna Spagna 1 – 0 Stati Uniti Stati Uniti Amichevole - Uscita al 46’ 46’
10-6-2008 Innsbruck Spagna Spagna 4 – 1 Russia Russia Euro 2008 - 1º turno - Uscita al 54’ 54’
14-6-2008 Innsbruck Svezia Svezia 1 – 2 Spagna Spagna Euro 2008 - 1º turno 1
22-6-2008 Vienna Spagna Spagna 0 – 0 dts
(4 - 2 dcr)
Italia Italia Euro 2008 - Quarti di finale - Uscita al 85’ 85’
26-6-2008 Vienna Russia Russia 0 – 3 Spagna Spagna Euro 2008 - Semifinale - Uscita al 69’ 69’
29-6-2008 Vienna Germania Germania 0 – 1 Spagna Spagna Euro 2008 - Finale 1 Ammonizione al 74’ 74’ - Uscita al 78’ 78’
20-8-2008 Copenaghen Danimarca Danimarca 0 – 3 Spagna Spagna Amichevole - Uscita al 62’ 62’
11-10-2008 Tallinn Estonia Estonia 0 – 3 Spagna Spagna Qual. Mondiali 2010 -
15-10-2008 Bruxelles Belgio Belgio 1 – 2 Spagna Spagna Qual. Mondiali 2010 - Uscita al 16’ 16’
19-11-2008 Vila-real Spagna Spagna 3 – 0 Cile Cile Amichevole 1 Ingresso al 57’ 57’
11-2-2009 Siviglia Spagna Spagna 2 – 0 Inghilterra Inghilterra Amichevole - Uscita al 64’ 64’
28-3-2009 Madrid Spagna Spagna 1 – 0 Turchia Turchia Qual. Mondiali 2010 - Uscita al 86’ 86’
1-4-2009 Istanbul Turchia Turchia 1 – 2 Spagna Spagna Qual. Mondiali 2010 - Uscita al 85’ 85’
9-6-2009 Baku Azerbaigian Azerbaigian 0 – 6 Spagna Spagna Amichevole 1
14-6-2009 Rustenburg Nuova Zelanda Nuova Zelanda 0 – 5 Spagna Spagna Conf. Cup 2009 - 1º turno 3 Uscita al 70’ 70’
17-6-2009 Bloemfontein Spagna Spagna 1 – 0 Iraq Iraq Conf. Cup 2009 - 1º turno -
20-6-2009 Bloemfontein Spagna Spagna 2 – 0 Sudafrica Sudafrica Conf. Cup 2009 - 1º turno - Uscita al 61’ 61’
24-6-2009 Bloemfontein Spagna Spagna 0 – 2 Stati Uniti Stati Uniti Conf. Cup 2009 - Semifinale -
28-6-2009 Rustenburg Spagna Spagna 3 – 2 dts Sudafrica Sudafrica Conf. Cup 2009 - Finale 3º posto - Uscita al 57’ 57’
12-8-2009 Skopje Macedonia Macedonia 2 – 3 Spagna Spagna Amichevole 1 Uscita al 64’ 64’
5-9-2009 La Coruña Spagna Spagna 5 – 0 Belgio Belgio Qual. Mondiali 2010 - Uscita al 66’ 66’
9-9-2009 Mérida Spagna Spagna 3 – 0 Estonia Estonia Qual. Mondiali 2010 - Uscita al 57’ 57’
10-10-2009 Yerevan Armenia Armenia 1 – 2 Spagna Spagna Qual. Mondiali 2010 - Uscita al 55’ 55’
3-3-2010 Saint-Denis Francia Francia 0 – 2 Spagna Spagna Amichevole - Ingresso al 46’ 46’
8-6-2010 Murcia Spagna Spagna 6 – 0 Polonia Polonia Amichevole 1 Ingresso al 66’ 66’
16-6-2010 Durban Spagna Spagna 0 – 1 Svizzera Svizzera Mondiali 2010 - 1º turno - Ingresso al 63’ 63’
21-6-2010 Johannesburg Spagna Spagna 2 – 0 Honduras Honduras Mondiali 2010 - 1º turno - Uscita al 70’ 70’
25-6-2010 Pretoria Cile Cile 1 – 2 Spagna Spagna Mondiali 2010 - 1º turno - Uscita al 55’ 55’
29-6-2010 Città del Capo Spagna Spagna 1 – 0 Portogallo Portogallo Mondiali 2010 - Ottavi di finale - Uscita al 59’ 59’
3-7-2010 Johannesburg Paraguay Paraguay 0 – 1 Spagna Spagna Mondiali 2010 - Quarti di finale - Uscita al 56’ 56’
7-7-2010 Durban Germania Germania 0 – 1 Spagna Spagna Mondiali 2010 - Semifinale - Ingresso al 81’ 81’
11-7-2010 Johannesburg Paesi Bassi Paesi Bassi 0 – 1 dts Spagna Spagna Mondiali 2010 - Finale - Ingresso al 106’ 106’
11-9-2010 Vaduz Liechtenstein Liechtenstein 0 – 4 Spagna Spagna Qual. Euro 2012 2 Uscita al 58’ 58’
17-11-2010 Lisbona Portogallo Portogallo 4 – 0 Spagna Spagna Amichevole - Ingresso al 46’ 46’
9-2-2011 Madrid Spagna Spagna 1 – 0 Colombia Colombia Amichevole - Ingresso al 56’ 56’
25-3-2011 Granada Spagna Spagna 2 – 1 Rep. Ceca Rep. Ceca Qual. Euro 2012 - Ingresso al 46’ 46’
4-6-2011 Foxborough Stati Uniti Stati Uniti 0 – 4 Spagna Spagna Amichevole 1 Ingresso al 46’ 46’
7-6-2011 Puerto La Cruz Venezuela Venezuela 0 – 3 Spagna Spagna Amichevole - Ingresso al 63’ 63’
10-8-2011 Bari Italia Italia 2 – 1 Spagna Spagna Amichevole - Uscita al 15’ 15’
2-9-2011 San Gallo Spagna Spagna 3 – 2 Cile Cile Amichevole - Uscita al 64’ 64’
7-10-2011 Praga Rep. Ceca Rep. Ceca 0 – 2 Spagna Spagna Qual. Euro 2012 - Uscita al 61’ 61’
12-11-2011 Londra Inghilterra Inghilterra 1 – 0 Spagna Spagna Amichevole - Ingresso al 64’ 64’
15-11-2011 San José Costa Rica Costa Rica 2 – 2 Spagna Spagna Amichevole - Ingresso al 70’ 70’
30-5-2012 Berna Spagna Spagna 4 – 1 Corea del Sud Corea del Sud Amichevole 1 Uscita al 57’ 57’
3-6-2012 Siviglia Spagna Spagna 1 – 0 Cina Cina Amichevole - Ingresso al 46’ 46’ - Ammonizione al 79’ 79’
10-6-2012 Danzica Spagna Spagna 1 – 1 Italia Italia Euro 2012 - 1º turno - Ingresso al 74’ 74’
14-6-2012 Danzica Spagna Spagna 4 – 0 Irlanda Irlanda Euro 2012 - 1º turno 2 Uscita al 64’ 64’
18-6-2012 Danzica Croazia Croazia 0 – 1 Spagna Spagna Euro 2012 - 1º turno - Uscita al 61’ 61’
23-6-2012 Donec'k Spagna Spagna 2 – 0 Francia Francia Euro 2012 - Quarti di finale - Ingresso al 67’ 67’
1-7-2012 Kiev Spagna Spagna 4 – 0 Italia Italia Euro 2012 - Finale 1 Ingresso al 75’ 75’
15-8-2012 Bayamón Porto Rico Porto Rico 1 – 2 Spagna Spagna Amichevole -
7-9-2012 Pontevedra Spagna Spagna 5 – 0 Arabia Saudita Arabia Saudita Amichevole - Uscita al 53’ 53’
16-10-2012 Madrid Spagna Spagna 1 – 1 Francia Francia Qual. Mondiali 2014 - Ingresso al 74’ 74’
8-6-2013 Miami Gardens Spagna Spagna 2 – 1 Haiti Haiti Amichevole - Uscita al 59’ 59’
20-6-2013 Rio de Janeiro Spagna Spagna 10 – 0 Tahiti Tahiti Conf. Cup 2013 - 1º turno 4
23-6-2013 Fortaleza Nigeria Nigeria 0 – 3 Spagna Spagna Conf. Cup 2013 - 1º turno 1 Ingresso al 60’ 60’
27-6-2013 Fortaleza Spagna Spagna 0 – 0 dts
(7-6 dcr)
Italia Italia Conf. Cup 2013 - Semifinale - Uscita al 94’ 94’
30-6-2013 Rio de Janeiro Brasile Brasile 3 – 0 Spagna Spagna Conf. Cup 2013 - Finale - Uscita al 59’ 59’
30-5-2014 Siviglia Spagna Spagna 2 – 0 Bolivia Bolivia Amichevole 1 Uscita al 62’ 62’
13-6-2014 Salvador Spagna Spagna 1 – 5 Paesi Bassi Paesi Bassi Mondiali 2014 - 1º turno - Ingresso al 63’ 63’
18-6-2014 Rio de Janeiro Spagna Spagna 0 – 2 Cile Cile Mondiali 2014 - 1º turno - Ingresso al 64’ 64’
23-6-2014 Curitiba Australia Australia 0 – 3 Spagna Spagna Mondiali 2014 - 1º turno 1
Totale Presenze (6º posto) 110 Reti (3º posto) 38

Record[modifica | modifica wikitesto]

Durante la sua carriera Fernando Torres è riuscito a battere alcuni record:

  • Unico calciatore insieme a Juan Mata ad essere stato contemporaneamente, anche se solo per 10 giorni, campione del Mondo, campione d'Europa per club e per Nazionale in carica e detentore dell'Europa League.[4]
  • Unico giocatore ad aver segnato in 7 differenti competizioni nel corso della stessa stagione.[41]

Nell'Atlético Madrid[modifica | modifica wikitesto]

  • A 17 anni è diventato il più giovane giocatore a scendere in campo per l'Atlético Madrid.
  • A 19 anni è stato nominato capitano dei Colchoneros,[3] diventando così il più giovane capitano della storia del club.[15]

Nel Liverpool[modifica | modifica wikitesto]

  • Primo giocatore a realizzare due triplette in due partite casalinghe successive dopo Jackie Balmer (nel 1946) e il quarto in assoluto nella storia del club.[88]
  • Unico calciatore insieme a Roger Hunt ad aver segnato in 8 partite casalinghe consecutive.[19]
  • Calciatore ad aver segnato più gol in una stagione (33).
  • Calciatore straniero ad aver segnato più gol alla prima stagione in Premier League (24).
  • Giocatore ad aver impiegato il minor numero di partite a segnare 50 gol in Premier League, ovvero 72.[27]

Nella nazionale spagnola[modifica | modifica wikitesto]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

2001 (7 gol)
2001
2002 (4 gol)
2002
  • ESM Team of the Year: 1
2007-2008
2008
2008[89][90]
2008, 2009
2008, 2009
Polonia-Ucraina 2012 (3 gol)
Brasile 2013 (5 gol)

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Medaglia d'oro al merito sportivo - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia d'oro al merito sportivo
— Madrid, 5 ottobre 2011[91]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Fernando José Torres Sanz, su en.clubatleticodemadrid.com. URL consultato il 4 maggio 2016.
  2. ^ a b c d e f g (ES) Biografia - Infancia, fernando9torres.com. URL consultato il 7 aprile 2012.
  3. ^ a b c Dario Ricci, Fernando Torres - Spagna, Il Sole 24 ORE. URL consultato il 1º gennaio 2009.
  4. ^ a b c (ES) David F. Sanchidrián, Torres-Mata: ganaron Eurocopa, Mundial, Champions y E. League, AS, 15 maggio 2013. URL consultato il 17 maggio 2013.
  5. ^ (EN) Don Balon’s 2001 list, thespoiler.co.uk, 2 novembre 2010. URL consultato il 30 maggio 2012.
  6. ^ (ES) Mábel Galaz, Se casa Fernando Torres, El País, 28 maggio 2009. URL consultato il 7 aprile 2012.
  7. ^ (EN) Fernando Torres welcomes baby 'Leo' after dodging Liverpool match at wife Olalla's bedside, Daily Mail, 7 dicembre 2010. URL consultato il 7 aprile 2012.
  8. ^ Fernando Torres y Olalla Domínguez serán padres por tercera vez, bekia.es. URL consultato il 22 luglio 2015.
  9. ^ (ES) Fuenlabrada rebautiza su estadio como 'Fernando Torres', Marca, 10 agosto 2011. URL consultato l'11 agosto 2011.
  10. ^ (ES) El Atlético vence 0- 3 al CF Fuenlabrada en la inauguración del estadio “Fernando Torres”, Cadena SER Madrid Sur, 2 settembre 2011. URL consultato il 21 settembre 2011.
  11. ^ Filippo Pazienza, Fernando Torres: la fotobiografia, sport.it. URL consultato il 4 febbraio 2009.
  12. ^ Luca Valdiserri, La sfida Ibra-Torres Macchine da gol e inventori di assist, Corriere della Sera, 14 giugno 2008. URL consultato il 4 febbraio 2009 (archiviato dall'url originale il ).
  13. ^ Torres sogna l'Italia: Inter, Juve e Milan alla finestra, Sky Sport, 17 aprile 2009. URL consultato il 18 febbraio 2011.
  14. ^ Riva: "La Spagna è forte, ma sono loro che devono preoccuparsi", La Stampa, 19 giugno 2008. URL consultato il 4 febbraio 2009.
  15. ^ a b c d (EN) Liverpool complete Torres signing, BBC Sport, 4 luglio 2007. URL consultato il 1º gennaio 2009.
  16. ^ a b (EN) Liverpool wrap up record Torres transfer, guardian.co.uk, 4 luglio 2007. URL consultato il 5 giugno 2008.
  17. ^ Guillem Balague, Rafael Benitez opens up on transfers, treachery, Torres, titles - and, of course, tinkering, The Times, 31 marzo 2008. URL consultato il 22 dicembre 2011 (archiviato dall'url originale il 16 maggio 2008).
  18. ^ John May, 'El Nino' to warm up Anfield, BBC Sport, 4 luglio 2007. URL consultato il 22 dicembre 2011.
  19. ^ a b (EN) Torres proud to equal Roger's record, liverpoolfc.tv, 5 maggio 2008. URL consultato il 5 giugno 2008.
  20. ^ Premier: è Torres il migliore, Sport Mediaset, 18 novembre 2008. URL consultato il 18 novembre 2008.
  21. ^ (EN) Liverpool star Torres beats Dunne, Lescott and Ronaldo to be named northwest Premier League player of the Year, Daily Mail, 18 novembre 2008. URL consultato il 20 maggio 2012.
  22. ^ (FR) Le classement 2008, France Football, 2 dicembre 2008. URL consultato il 7 dicembre 2008.
  23. ^ (EN) Ronaldo takes first award, Marta makes it three in a row, fifa.com, 12 gennaio 2009. URL consultato il 15 gennaio 2009.
  24. ^ Ronaldo Calciatore dell'Anno FIFPro, uefa.com, 27 ottobre 2008. URL consultato il 23 marzo 2009.
  25. ^ (EN) Tony Evans, The 50 greatest Liverpool players, The Times, 13 febbraio 2009. URL consultato il 23 marzo 2009.
  26. ^ Il Liverpool espugna il campo dell'Aston Villa, La Gazzetta dello Sport, 29 dicembre 2009. URL consultato il 30 dicembre 2009.
  27. ^ a b (ES) Fernando Torres, el más rápido del universo ‘red’ en marcar 50 goles de Liga, fernando9torres.com, 29 dicembre 2009. URL consultato il 30 dicembre 2009.
  28. ^ (ES) Fernando Torres, recién operado: “Hoy ya empiezo a trabajar”, fernando9torres.com, 19 aprile 2010. URL consultato il 24 maggio 2010.
  29. ^ Simona Marchetti, Liverpool e Spagna in ansia, La Gazzetta dello Sport, 19 aprile 2010. URL consultato il 24 maggio 2010.
  30. ^ (EN) Fernando Torres fears long-term injuries if he stays in England, insideworldsoccer.com, 25 aprile 2010. URL consultato il 24 maggio 2010.
  31. ^ a b c (EN) Torres joins Chelsea, in chelseafc.com, 31 gennaio 2011. URL consultato il 1º febbraio 2011.
  32. ^ Torres-Chelsea: è fatta! Colpo Juve, arriva Matri, La Gazzetta dello Sport, 31 gennaio 2011. URL consultato il 23 febbraio 2011.
  33. ^ (EN) Torres makes record move from Liverpool to Chelsea, BBC Sport, 31 gennaio 2011. URL consultato il 23 febbraio 2011.
  34. ^ Il Chelsea si regala Torres, uefa.com, 1º febbraio 2011. URL consultato il 23 febbraio 2011.
  35. ^ (EN) Match report: Chelsea 0 Liverpool 1, chelseafc.com, 6 febbraio 2011. URL consultato il 6 febbraio 2011.
  36. ^ (EN) Match report: Chelsea 3 West Ham United 0, chelseafc.com, 23 aprile 2011. URL consultato il 24 aprile 2011.
  37. ^ Cuore Chelsea, è finale, uefa.com, 24 aprile 2012. URL consultato il 25 aprile 2012.
  38. ^ Bayern 1-1 Chelsea - Chelsea vince 4-3 ai rigori, uefa.com, 19 maggio 2012. URL consultato il 20 maggio 2012.
  39. ^ (EN) Chelsea set dream final with Monterrey win, fifa.com, 13 dicembre 2012. URL consultato il 18 dicembre 2012.
  40. ^ Nicola Melillo, Il mondo è del Corinthians. Piange il Chelsea di Benitez, La Gazzetta dello Sport, 16 dicembre 2012. URL consultato il 18 dicembre 2012.
  41. ^ a b (EN) Fernando Torres Made History - Scored in 7 Competitions in 1 Season, indonewyork.com, 15 marzo 2013. URL consultato il 19 marzo 2013.
  42. ^ (EN) Paul Kelso, Rafael Benitez wants more goals from Chelsea striker Fernando Torres after 3-1 win against Steaua Bucharest, The Daily Telegraph, 15 marzo 2013. URL consultato il 19 marzo 2013.
  43. ^ Paolo Menicucci, Ivanović regala l'Europa League al Chelsea, uefa.com, 15 maggio 2013. URL consultato il 16 maggio 2013.
  44. ^ Statistiche giocatori - Marcatori, uefa.com, 15 maggio 2013. URL consultato il 16 maggio 2013.
  45. ^ Carlo Pizzigoni, Premier League, l'Arsenal va in Champions. Tottenham soltanto in Europa League, La Gazzetta dello Sport, 19 maggio 2013. URL consultato il 20 maggio 2013.
  46. ^ (ES) Torres, máximo goleador del Chelsea 12/13: “La temporada aún no ha terminado”, fernando9torres.com, 20 maggio 2013. URL consultato il 20 maggio 2013.
  47. ^ Fernando Torres - Statistiche stagione in corso 12/13, transfermarkt.it. URL consultato il 20 maggio 2013.
  48. ^ Spettacolo a Praga, i rigori premiano il Bayern, uefa.com, 30 agosto 2013. URL consultato il 2 settembre 2013.
  49. ^ (ES) El primer gol de Torres al Atlético no es suficiente para llegar a Lisboa (1-3), fernando9torres.com, 30 aprile 2014. URL consultato il 1º maggio 2014.
  50. ^ Paolo Menicucci, L'Atlético stacca il biglietto per Lisbona, uefa.com, 30 aprile 2014. URL consultato il 1º maggio 2014.
  51. ^ AC Milan comunicato ufficiale, acmilan.com, 31 agosto 2014. URL consultato il 31 agosto 2014.
  52. ^ Milan 0-1 Juventus, Legaseriea.it, 20 settembre 2014. URL consultato il 23 settembre 2014.
  53. ^ Empoli 2-2 Milan, Legaseriea.it, 23 settembre 2014. URL consultato il 23 settembre 2014.
  54. ^ (ES) Fernando Torres vuelve a casa, clubatleticodemadrid.com, 29 dicembre 2014. URL consultato il 5 gennaio 2015.
  55. ^ Huge welcome for Torres at Atletico, bbc.com. URL consultato il 23 luglio 2015.
  56. ^ uefa.com, UEFA Champions League - Notizie – UEFA.com, it.uefa.com. URL consultato il 22 luglio 2015.
  57. ^ Fernando Torres scores 100th Atletico Madrid goal in comeback win over Eibar, dailymail.co.uk.
  58. ^ E' il miglior Fernando Torres di sempre all'Atletico Madrid: 5 reti in 5 gare di fila, goal.com.
  59. ^ Athletic Bilbao-Atletico Madrid, gol da record per Fernando Torres, calciomercato.it.
  60. ^ (EN) 9. Fernando Torres, liverpoolecho.co.uk. URL consultato il 15 giugno 2008.
  61. ^ (ES) Momentos especiales - Estreno con la Selección absoluta, fernando9torres.com. URL consultato il 23 marzo 2009.
  62. ^ (ES) Momentos especiales - Primer gol con la Selección absoluta, fernando9torres.com. URL consultato il 23 marzo 2009.
  63. ^ Francesco Corda, Portogallo, derby e quarti, uefa.com, 21 giugno 2004. URL consultato il 2 dicembre 2012.
  64. ^ (EN) Spain 4-0 Ukraine, fifa.com, 14 giugno 2006. URL consultato il 23 marzo 2009.
  65. ^ (EN) Spain - Tunisia 3:1 (0:1), fifa.com. URL consultato il 23 marzo 2009.
  66. ^ (EN) 2006 FIFA World Cup Germany - Top goals, fifa.com. URL consultato il 23 marzo 2009.
  67. ^ Spagna: 9 - Fernando Torres, uefa.com. URL consultato il 2 dicembre 2012 (archiviato dall'url originale il 27 dicembre 2008).
  68. ^ Paolo Menicucci, Decide El Niño, Spagna campione d'Europa, uefa.com, 29 giugno 2008. URL consultato il 2 dicembre 2012.
  69. ^ (EN) Peter Scrivener, Spain 5-0 New Zealand, BBC Sport, 14 giugno 2009. URL consultato il 15 giugno 2009.
  70. ^ (EN) FIFA Confederations Cup South Africa 2009 - Goals scored, fifa.com. URL consultato il 7 luglio 2009.
  71. ^ Paul Bryan, La Spagna a EURO con Pedro, uefa.com, 27 maggio 2012. URL consultato il 15 giugno 2012.
  72. ^ Paul Bryan, La Spagna mette l'Irlanda KO, uefa.com, 14 giugno 2012. URL consultato il 15 giugno 2012.
  73. ^ Michele Weiss, Una Spagna travolgente fa la storia, uefa.com, 1º luglio 2012. URL consultato il 2 luglio 2012.
  74. ^ Per l'assegnazione della Scarpa d'oro, in caso di pari numero di gol sono stati presi in considerazione prima il maggior numero di assist e poi il minor numero di minuti giocati nella fase finale dell'Europeo, Gómez ne ha disputati 280: Andrew Haslam, Torres vince la Scarpa d'Oro adidas, uefa.com, 1º luglio 2012. URL consultato il 2 luglio 2012.
  75. ^ a b Andrew Haslam, Torres e Mata nel club più bello, uefa.com, 1º luglio 2012. URL consultato il 7 giugno 2013.
  76. ^ Paul Bryan, Torres entra far parte del club dei 100, uefa.com, 8 settembre 2012. URL consultato il 7 giugno 2013.
  77. ^ (ES) Torres lidera con cuatro goles el festín de La Roja en Maracaná (10-0), fernando9torres.com, 20 giugno 2013. URL consultato il 21 giugno 2013.
  78. ^ (EN) Spain's perfect ten, a centurion celebrates, fifa.com, 21 giugno 2013. URL consultato il 21 giugno 2013.
  79. ^ a b (EN) Statistical Kit - FIFA Confederations Cup Brazil 2013 (PDF), fifa.com, 17 maggio 2013, p. 32. URL consultato il 21 giugno 2013.
  80. ^ (EN) Uruguay upend Tahiti, advance to semi-finals, fifa.com, 23 giugno 2013. URL consultato il 24 giugno 2013.
  81. ^ (EN) Neymar dazzles as Brazil conquer, fifa.com, 1º luglio 2013. URL consultato il 1º luglio 2013.
  82. ^ Confederations Cup - Neymar miglior giocatore, Pirlo e Buffon beffati, Eurosport, 1º luglio 2013. URL consultato il 1º luglio 2013.
  83. ^ Mondiale, Australia-Spagna 0-3, La Gazzetta dello Sport, 23 giugno 2014. URL consultato il 23 giugno 2014.
  84. ^ (ES) Totales por Temporada, fernando9torres.com. URL consultato il 17 dicembre 2009.
  85. ^ a b Una presenza nei turni preliminari.
  86. ^ (EN) Player profile - Fernando Torres, lfchistory.net. URL consultato il 22 aprile 2012.
  87. ^ a b (EN) Fernando Torres, liverpoolfc.tv. URL consultato il 22 aprile 2012.
  88. ^ (EN) Fernando Torres: My pride at Anfield hat-trick record, liverpoolecho.co.uk, 6 marzo 2008. URL consultato il 5 giugno 2008.
  89. ^ La Uefa incorona Xavi. È il migliore dell'Europeo, La Gazzetta dello Sport, 30 giugno 2008. URL consultato il 16 aprile 2010.
  90. ^ Xavi Hernandez è il migliore di Euro 2008, Corriere della Sera, 30 giugno 2008. URL consultato il 16 aprile 2010.
  91. ^ (ES) Torres, galardonado con la Medalla de Oro al Mérito Deportivo, fernando9torres.com, 5 ottobre 2011. URL consultato il 22 settembre 2012.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) EURO 2008 Book: European Championship Austria and Switzerland 2008, ML Publishing Group, 2008, ISBN 0-9768891-7-X.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN107368876 · LCCN: (ENnb2010004523 · ISNI: (EN0000 0000 7702 2057 · GND: (DE1017111340