Supercoppa UEFA 2011

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: Supercoppa UEFA.

Supercoppa UEFA 2011
UEFA Super Cup 2011
Competizione Supercoppa UEFA
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione 36ª
Organizzatore UEFA
Date 26 agosto 2011
Luogo Monaco Monaco
Partecipanti 2
Impianto/i Stadio Louis II
Risultati
Vincitore Barcellona
(4º titolo)
Secondo Porto
Statistiche
Miglior giocatore Spagna Andrés Iniesta
Incontri disputati 1
Gol segnati 2 (2 per incontro)
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 2010 2012 Right arrow.svg

La Supercoppa UEFA 2011 è stata la trentaseiesima edizione della Supercoppa UEFA.

Si è svolta venerdì 26 agosto 2011 allo stadio Louis II di Monaco, dove si sono affrontate la squadra vincitrice della Champions League 2010-2011, gli spagnoli del Barcellona, e la squadra vincitrice dell'Europa League 2010-2011, i portoghesi del Porto.

Il Barcellona, vincitore di questa edizione di Supercoppa UEFA, è stato il successore del precedente detentore del trofeo, l'Atlético Madrid.

Le squadre[modifica | modifica wikitesto]

Squadre Qualificazione Partecipazioni precedenti
(il grassetto indica la vittoria)
Spagna Barcellona Vincitore della UEFA Champions League 2010-2011 1979, 1982, 1989, 1992, 1997, 2006, 2009
Portogallo Porto Vincitore della UEFA Europa League 2010-2011 1988, 2003, 2004

La partita[modifica | modifica wikitesto]

Durante la prima frazione di gioco è il Porto che prova a trovare la via del gol: prima con un calcio di punizione di Hulk, che termina sopra la traversa, e poi con una conclusione da fuori area di João Moutinho, la quale impegna Víctor Valdés in uscita. Il Barcellona reagisce e sfiora la rete con Pedro che, servito in profondità da Andrés Iniesta, tenta di superare Hélton con un pallonetto che, però, scheggia la traversa dell'estremo difensore dei lusitani. Al 39' gli spagnoli passano tuttavia in vantaggio: Fredy Guarín sbaglia un retropassaggio in difesa e serve Lionel Messi, che dribbla Hélton e deposita comodamente in rete l'1-0 per i blaugrana.

Nel secondo tempo i portoghesi cercano di spezzare la supremazia territoriale dei catalani con due potenti tiri da fuori area di Moutinho e Guarín, i quali non inquadrano tuttavia lo specchio della porta. Il Barcellona domina l'incontro sfiorando due volte il raddoppio, prima con David Villa e poi con Pedro, ma in entrambi i casi Hélton respinge prontamente i tentativi. All'86' il Porto rimane in dieci uomini a causa dell'espulsione di Rolando, il quale stende fallosamente Messi rimediando la seconda ammonizione del match. Dopo appena un minuto gli spagnoli chiudono la partita con il gol di Cesc Fàbregas, che controlla col petto un perfetto cross di Messi e a tu per tu con Hélton insacca in rete con un destro potente per il definitivo 2-0. I blaugrana si aggiudicano così per la quarta volta la Supercoppa UEFA.

Tabellino[modifica | modifica wikitesto]

Monaco
26 agosto 2011, ore 20:45 CEST
Barcellona2 – 0
referto
PortoStade Louis II (18.048 spett.)
Arbitro: Paesi Bassi Kuipers

Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Barcellona
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Porto
BARCELLONA:[1]
P 1 Spagna Víctor Valdés
D 2 Brasile Daniel Alves
D 14 Argentina Javier Mascherano
D 22 Francia Éric Abidal
D 21 Brasile Adriano Uscita al 63’ 63’
C 15 Mali Seydou Keita
C 6 Spagna Xavi (c)
C 8 Spagna Andrés Iniesta Ammonizione al 51’ 51’
A 17 Spagna Pedro Uscita al 80’ 80’
A 10 Argentina Lionel Messi
A 7 Spagna David Villa Uscita al 61’ 61’
Sostituzioni:
P 36 Spagna Oier Olazábal
D 24 Spagna Andreu Fontàs
C 4 Spagna Cesc Fàbregas Ingresso al 80’ 80’
C 11 Spagna Thiago Alcántara
C 16 Spagna Sergio Busquets Ingresso al 63’ 63’
C 28 Messico Jonathan dos Santos
A 9 Cile Alexis Sánchez Ingresso al 61’ 61’
Allenatore:
Spagna Josep Guardiola
PORTO:[1]
P 1 Brasile Hélton (c)
D 21 Romania Cristian Săpunaru
D 14 Portogallo Rolando Yellow card.svgYellow card.svgRed card.svg 65’, 86’
D 30 Argentina Nicolás Otamendi
D 13 Uruguay Jorge Fucile
C 23 Brasile Souza Uscita al 77’ 77’
C 6 Colombia Fredy Guarín Yellow card.svgRed card.svg 82’, 90’
C 8 Portogallo João Moutinho
A 12 Brasile Hulk
A 11 Brasile Kléber Uscita al 77’ 77’
A 10 Uruguay Cristian Rodríguez Ammonizione al 30’ 30’ Uscita al 69’ 69’
Sostituzioni:
P 31 Brasile Rafael Bracalli
D 4 Brasile Maicon
C 7 Argentina Fernando Belluschi Ingresso al 77’ 77’
C 25 Brasile Fernando Ingresso al 77’ 77’
C 35 Belgio Steven Defour
A 17 Portogallo Silvestre Varela Ingresso al 69’ 69’
A 20 Angola Djalma
Allenatore:
Portogallo Vítor Pereira

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Line-ups (PDF), su it.uefa.com, UEFA.com, 26 agosto 2010. URL consultato il 27 agosto 2010.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio