Prva hrvatska nogometna liga 2011-2012

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Prva HNL 2011-2012
MAXtv Prva HNL 2011-2012
Competizione 1. HNL
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione 21ª
Organizzatore HNS
Date dal 23 luglio 2011
al 12 maggio 2012
Luogo Croazia Croazia
Partecipanti 16
Risultati
Vincitore Dinamo Zagabria
(14º titolo)
Retrocessioni Lučko
Sebenico
Karlovac
Varaždin
Statistiche
Miglior marcatore Montenegro Fatos Bećiraj (15)
Incontri disputati 231
Gol segnati 552 (2,39 per incontro)
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 2010-2011 2012-2013 Right arrow.svg

La Prva hrvatska nogometna liga 2011-2012, conosciuta anche come MAXtv Prva HNL 2011-2012 per motivi di sponsorizzazione, è stata la ventunesima edizione della massima serie del campionato di calcio croato, disputata tra il 23 luglio 2011 e il 12 maggio 2012, e conclusa con la vittoria della Dinamo Zagabria, al suo quattordicesimo titolo (diciottesimo in totale).

Capocannoniere del torneo fu Fatos Bećiraj (Dinamo), con 15 reti.

Novità[modifica | modifica wikitesto]

Al termine della stagione 2010-2011, erano retrocesse sul campo Lokomotiva Zagabria, Istra 1961 e Hrvatski Dragovoljac. Delle tre prime classificate della Druga HNL, solo Lučko e Gorica avevano ottenuto la licenza per l'iscrizione in Prva Liga; di conseguenza la Lokomotiva Zagabria era stata ripescata[1]. In seguito l'Istra 1961 aveva fatto ricorso contro la decisione di concedere la licenza al Gorica, a causa di problemi legati allo stadio; la commissione arbitrale aveva accolto il ricorso, escludendo il Gorica e ripescando l'Istra 1961[2][3].

Formula[modifica | modifica wikitesto]

Le 16 squadre partecipanti si incontrarono in un girone di andata e ritorno per un totale di 30 giornate.

La squadra campione di Croazia si qualificò per il secondo turno di qualificazione della UEFA Champions League 2012-2013.

Le squadre classificate al secondo e terzo posto si qualificarono rispettivamente al secondo e al primo turno di qualificazione della UEFA Europa League 2012-2013.

Al fine di riportare l'organico a 12 squadre per la stagione 2012-13 (ed a 10 per quella 2013-14), si programmò di retrocedere in Druga HNL le ultime cinque classificate e di promuoverne una soltanto dalla divisione inferiore.

Squadre[modifica | modifica wikitesto]

Mappa di localizzazione: Croazia
ZAGABRIA
ZAGABRIA
SPALATO
SPALATO
Osijek
Osijek
Rijeka
Rijeka
Varteks
Varteks
SlavenBelupo
SlavenBelupo
Cibalia
Cibalia
Šibenik
Šibenik
Inter
Inter
Zadar
Zadar
Istra
Istra
Karlovac
Karlovac
Ubicazione delle squadre della 1.HNL 2011-12
Squadra[4] Città Stadio Capienza Stagione 2010-11
GNK Dinamo Zagabria Stadio Maksimir 35 123 Campione
HNK Hajduk Spalato Stadio di Poljud 34 448
Radnički NK Split Spalato Park mladeži 4 042
HNK Cibalia Vinkovci Stadio Cibalia 10 000
NK Inter Zaprešić Gradski Stadion 4 528
NK Karlovac Karlovac Stadio Branko Čavlović-Čavlek 12 000
NK Slaven Belupo Koprivnica Stadio "Ivan Kušek Apaš" 4 000
NK Osijek Osijek Gradski vrt 22 050
HNK Rijeka Fiume Stadio Cantrida 14 000
NK Zadar Zara Stadio Stanovi 3 800 10º
NK Varaždin Varaždin Stadio Anđelko Herjavec 10 800 11º
HNK Šibenik Sebenico Stadio Šubićevac 8 000 12º
NK Zagreb Zagabria Stadio Kranjčevićeva 8 850 13º
NK Lokomotiva Zagabria ŠRC Hitrec-Kacijan[5] 1 000 14º
Stadio Maksimir 35 123
NK Istra 1961 Pola Stadio Aldo Drosina 8 923 15º
NK Lučko Zagabria Stadio Lučko[5] 1 500 2º in 2. HNL
Stadio Kranjčevićeva 8 850

Classifica[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
Croazia 1. Dinamo Zagabria 75 30 23 6 1 73 11 +62
2. Hajduk Spalato 54 30 16 6 8 50 24 +26
3. Slaven Belupo 52 30 14 10 6 41 27 +14
4. RNK Spalato 50 30 14 8 8 43 32 +11
5. Cibalia Vinkovci 45 30 13 6 11 35 35 0
6. NK Zagabria 45 30 13 6 11 36 42 -6
7. Lok. Zagabria 44 30 12 8 10 33 33 0
8. Osijek 43 30 11 10 9 45 38 +7
9. Istria 1961 42 30 11 9 10 35 33 +2
10. Zadar 40 30 11 7 12 29 44 -15
11. Inter Zaprešić 38 30 11 5 14 33 33 0
12. Rijeka 38 30 9 11 10 29 29 0
1downarrow red.svg 13. Lučko 31 30 6 13 11 29 36 -7
1downarrow red.svg 14. Sebenico 27 30 6 9 15 27 39 -12
1downarrow red.svg 15. Karlovac (-1) 24 30 6 7 17 25 53 -28
1downarrow red.svg 16. Varaždin (-1) 8 24 2 3 19 16 52 -36

Legenda:

      Campione di Croazia e ammessa alla UEFA Champions League 2012-2013.
      Ammessa alla UEFA Europa League 2012-2013.
      Retrocessa in 2. HNL 2012-2013.

Note:

Tre punti a vittoria, uno a pareggio, zero a sconfitta.
Il Varaždin fu espulso dal campionato il 31 marzo 2012 dopo aver rinunciato a due partite per il mancato pagamento degli stipendi di due giocatori. I risultati delle prime 23 giornate sono mantenuti validi, mentre nelle altre sarà assegnata al Varaždin la sconfitta per 0-3 a tavolino.[6]
A Karlovac e Varaždin è stato inflitto un punto di penalizzazione a testa per non essersi presentati ad una gara.

Retrocessioni[modifica | modifica wikitesto]

Sarebbero dovute retrocedere cinque squadre e una sola salire dalla Druga HNL, alla fine furono solo quattro (altrimenti avrebbe dovuto essere disputato uno spareggio fra Rijeka ed Inter Zaprešić) poiché in seconda divisione non vi erano squadre con i requisiti per la Prva liga.

Il Karlovac non riuscì ad iscriversi per la 2. HNL 2012-2013 e dovette ripartire dai campionati regionali come NK Karlovac 1919.

Il Varaždin, espulso dal campionato a marzo 2012, non disputò nessun campionato nella stagione 2012-13, e in quella 2013-14 fu iscritto nella 3. HNL Nord.

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Tabellone[modifica | modifica wikitesto]

  Cib Din Haj Int Ist Kar Lok Luč Osi Rij Šib Sla Spa Var Zad Zag
Cibalia –––– 2-2 0-2 0-1 1-0 2-0 1-0 1-3 0-1 2-0 5-1 1-4 2-1 3-0 2-0 0-2
Dinamo 2-0 –––– 2-1 2-0 4-1 5-0 6-0 1-0 1-0 2-0 2-1 2-0 0-0 7-0 1-1 1-0
Hajduk 1-0 1-1 –––– 1-2 1-1 1-0 0-1 1-2 3-1 2-1 2-1 4-1 0-0 3-0 1-0 4-0
Inter 1-1 0-0 1-0 –––– 1-1 4-0 1-1 1-1 2-0 1-0 2-0 0-1 0-3 3-0 2-0 3-1
Istra 1961 3-0 0-2 0-3 2-1 –––– 2-0 2-1 2-0 0-1 0-0 2-1 2-1 2-0 2-1 1-1 0-1
Karlovac 2-2 0-3 1-1 0-1 2-1 –––– 0-1 0-0 2-0 1-2 1-0 0-0 1-3 3-0 2-0 3-3
Lokomotiva 1-2 1-2 1-0 2-0 0-2 2-1 –––– 2-2 1-4 0-0 2-0 0-0 1-0 1-0 3-0 2-3
Lučko 0-1 0-4 0-3 2-0 0-2 1-0 2-2 –––– 2-2 1-1 0-0 1-1 1-2 3-0 1-1 0-1
Osijek 1-2 0-4 2-1 1-0 2-1 1-1 1-1 2-2 –––– 1-1 0-0 2-0 3-2 2-2 5-0 4-0
Rijeka 1-1 1-1 0-3 1-0 0-0 3-0 0-0 1-0 1-0 –––– 1-0 1-1 2-0 2-0 0-1 0-1
Šibenik 3-0 0-3 1-2 2-0 0-0 4-1 0-1 1-1 1-1 2-2 –––– 1-1 1-2 1-0 1-1 2-1
Slaven Belupo 0-1 0-2 1-1 3-2 2-2 3-0 3-1 1-1 2-0 1-0 1-0 –––– 2-0 1-0 2-0 1-0
Spalato 1-1 0-3 1-1 1-0 3-1 3-1 1-0 1-1 2-2 2-0 2-0 1-1 –––– 2-2 3-1 2-0
Varaždin 0-1 0-4 0-3 3-2 2-2 0-1 0-2 0-2 0-3 0-3 2-1 0-3 1-2 –––– 1-2 2-3
Zadar 1-0 2-1 1-0 2-1 0-0 2-2 0-3 1-0 2-1 4-4 0-1 1-3 2-1 2-0 –––– 1-0
Zagabria 1-1 0-3 2-4 2-1 2-1 3-0 0-0 1-0 2-2 2-1 1-1 1-1 0-2 1-0 2-0 ––––

Calendario[modifica | modifica wikitesto]

Andata (1ª) 1ª giornata Ritorno (16ª)
23 lug. 2-0 Dinamo – Inter 0-0 26 nov.
2-1 Cibalia - Split 1-1
1-0 Sl. Belupo - Zagreb 1-1
2-1 Karlovac - Istra 0-2
1-1 Osijek - Rijeka 0-1
1-1 Lučko - Zadar 0-1
2-1 Hajduk - Šibenik 2-1
0-2 Varaždin - Lokomotiva 0-1
Andata (2ª) 2ª giornata Ritorno (17ª)
30 lug. 1-1 Inter - Lokomotiva 0-2 3 dic.
1-0 Šibenik - Varaždin 1-2
1-0 Zadar - Hajduk 0-1
3-0 Zagreb - Karlovac 3-3
1-0 Rijeka - Lučko 1-1
0-1 Istra - Osijek 1-2
1-1 Split - Sl. Belupo 0-2
2-0 Dinamo - Cibalia 2-2


Andata (3ª) 3ª giornata Ritorno (18ª)
6 ago. 0-1 Cibalia - Inter 1-1 21 mar.
0-2 Sl. Belupo - Dinamo 0-2
1-3 Karlovac - Split 1-3
4-0 Osijek - Zagreb 2-2
0-2 Lučko - Istra 0-2
2-1 Hajduk - Rijeka 3-0
1-2 Varaždin - Zadar 0-2
2-0 Lokomotiva - Šibenik 1-0
Andata (4ª) 4ª giornata Ritorno (19ª)
13 ago. 2-0 Inter - Šibenik 0-2 25 feb.
0-3 Zadar - Lokomotiva 0-3
2-0 Rijeka - Varaždin 3-0[7]
0-3 Istra - Hajduk 1-1
1-0 Zagreb - Lučko 1-0
2-2 Split - Osijek 2-3
5-0 Dinamo - Karlovac 3-0
1-4 Cibalia - Sl. Belupo 1-0


Andata (5ª) 5ª giornata Ritorno (20ª)
20 ago. 3-2 Sl. Belupo - Inter 1-0 3 mar.
2-2 Karlovac - Cibalia 0-2
0-4 Osijek - Dinamo 0-1
1-2 Lučko - Split 1-1
4-0 Hajduk - Zagreb 4-2
2-2 Varaždin - Istra 1-2
0-0 Lokomotiva - Rijeka 0-0
1-1 Šibenik - Zadar 1-0
Andata (6ª) 6ª giornata Ritorno (21ª)
27 ago. 2-0 Inter - Zadar 1-2 10 mar.
1-0 Rijeka - Šibenik 2-2
2-1 Istra - Lokomotiva 2-0
1-0 Zagreb - Varaždin 3-2
1-1 Split - Hajduk 0-0
1-0 Dinamo - Lučko 4-0
0-1 Cibalia - Osijek 2-1
3-0 Sl. Belupo - Karlovac 0-0


Andata (7ª) 7ª giornata Ritorno (22ª)
10 set. 0-1 Karlovac - Inter 0-4 18 mar.
2-0 Osijek - Sl. Belupo 0-2
0-1 Lučko - Cibalia 3-1
1-1 Hajduk - Dinamo 1-2
1-2 Varaždin - Split 2-2
2-3 Lokomotiva - Zagreb 0-0
0-0 Šibenik - Istra 1-2
4-4 Zadar - Rijeka 1-0
Andata (8ª) 8ª giornata Ritorno (23ª)
17 set. 1-0 Inter - Rijeka 0-1 24 mar.
1-1 Istra - Zadar 0-0
1-1 Zagreb - Šibenik 1-2
1-0 Split - Lokomotiva 0-1
7-0 Dinamo - Varaždin 4-0
0-2 Cibalia - Hajduk 0-1
1-1 Sl. Belupo - Lučko 1-1
2-0 Karlovac - Osijek 1-1


Andata (9ª) 9ª giornata Ritorno (24ª)
24 set. 1-0 Osijek - Inter 0-2 31 mar.
1-0 Lučko - Karlovac 0-0
4-1 Hajduk - Sl. Belupo 1-1
0-1 Varaždin - Cibalia nd[8]
1-2 Lokomotiva - Dinamo 0-6
1-2 Šibenik - Split 0-2
1-0 Zadar - Zagreb 0-2
0-0 Rijeka - Istra 0-0
Andata (10ª) 10ª giornata Ritorno (25ª)
1 ott. 1-1 Inter - Istra 1-2 7 apr.
2-1 Zagreb - Rijeka 1-0
3-1 Split - Zadar 1-2
2-1 Dinamo - Šibenik 3-0
1-0 Cibalia - Lokomotiva 2-1
1-0 Sl. Belupo - Varaždin nd[8]
1-1 Karlovac - Hajduk 0-1
2-2 Osijek - Lučko 2-2


Andata (11ª) 11ª giornata Ritorno (26ª)
15 ott. 2-0 Lučko - Inter 1-1 14 apr.
3-1 Hajduk - Osijek 1-2
0-1 Varaždin - Karlovac nd[8]
0-0 Lokomotiva - Sl. Belupo 1-3
3-0 Šibenik - Cibalia 1-5
2-1 Zadar - Dinamo 1-1
2-0 Rijeka - Split 0-2
0-1 Istra - Zagreb 1-2
Andata (12ª) 12ª giornata Ritorno (27ª)
22 ott. 3-1 Inter - Zagreb 1-2 21 apr.
3-1 Split - Istra 0-2
2-0 Dinamo - Rijeka 1-1
2-0 Cibalia - Zadar 0-1
1-0 Sl. Belupo - Šibenik 1-1
0-1 Karlovac - Lokomotiva 1-2
2-2 Osijek - Varaždin nd[8]
0-3 Lučko - Hajduk 2-1


Andata (13ª) 13ª giornata Ritorno (28ª)
29 ott. 1-2 Hajduk - Inter 0-1 28 apr.
0-2 Varaždin - Lučko nd[8]
1-4 Lokomotiva - Osijek 1-1
4-1 Šibenik - Karlovac 0-1
1-3 Zadar - Sl. Belupo 0-2
1-1 Rijeka - Cibalia 0-2
0-2 Istra - Dinamo 1-4
0-2 Zagreb - Split 0-2
Andata (14ª) 14ª giornata Ritorno (29ª)
5 nov. 0-3 Inter - Split 0-1 5 mag.
1-0 Dinamo - Zagreb 3-0
1-0 Cibalia - Istra 0-3
1-0 Sl. Belupo - Rijeka 1-1
2-0 Karlovac - Zadar 2-2
0-0 Osijek - Šibenik 1-1
2-2 Lučko - Lokomotiva 2-2
3-0 Hajduk - Varaždin nd[8]


Andata (15ª) 15ª giornata Ritorno (30ª)
19 nov. 3-2 Varaždin - Inter nd[8] 12 mag.
1-0 Lokomotiva - Hajduk 1-0
1-1 Šibenik - Lučko 0-0
2-1 Zadar - Osijek 0-5
nd[9] Rijeka - Karlovac 2-1
2-1 Istra - Sl. Belupo 2-2
1-1 Zagreb - Cibalia 2-0
0-3 Split - Dinamo 0-0

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifica marcatori[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Giocatore Squadra Reti
1 Montenegro Fatos Bećiraj Dinamo 15
2 Croazia Ante Vukušić Hajduk 12
3 Bosnia ed Erzegovina Ivan Krstanović Dinamo 10
Croazia Ivan Santini Zadar 10
5 Croazia Damir Kreilach Rijeka 9
6 Croazia Stipe Bačelić-Grgić Šibenik, Istra 1961 8
Bosnia ed Erzegovina Mladen Bartolović Cibalia 8
Croazia Duje Čop RNK Split 8
Croazia Sandi Križman Rijeka, Istra 1961 8
Croazia Marin Tomasov Hajduk 8

Fonte: hrnogomet.com e hns-cff.hr

Squadra campione[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Građanski nogometni klub Dinamo Zagreb 2011-2012.
N. Ruolo Giocatore
12 Croazia P Filip Lončarić
30 Croazia P Ivan Kelava
31 Croazia P Oliver Zelenika
3 Argentina D Luis Ibáñez
4 Croazia D Josip Šimunić
13 Portogallo D Tonel
14 Croazia D Šime Vrsaljko
22 Croazia D Igor Bišćan
24 Croazia D Domagoj Vida
19 Croazia D Josip Pivarić
N. Ruolo Giocatore
5 Argentina C Adrián Calello
7 Croazia C Jerko Leko
8 Croazia C Mateo Kovačić
10 Brasile C Sammir
11 Croazia C Ivan Tomečak
16 Croazia C Milan Badelj
20 Bosnia ed Erzegovina C Mehmed Alispahić
23 Croazia C Nikola Pokrivač
17 Slovacchia A Jakub Sylvestr
21 Montenegro A Fatos Bećiraj
26 Croazia A Dino Špehar
55 Croazia A Ante Rukavina
99 Bosnia ed Erzegovina A Ivan Krstanović

Fonte: worldfootball.net

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (HR) Okončan Središnji postupak licenciranja klubova za natjecateljsku 2011/12. godinu (PDF), su hns-cff.hr, 4 maggio 2011 (archiviato dall'url originale il 20 marzo 2012).
  2. ^ (HR) Istra uložila žalbu na ulazak Gorice, su hrsport.net, 9 giugno 2011.
  3. ^ (HR) Gorici oduzeta licenca, su hrsport.net, 20 giugno 2011.
  4. ^ Denominazioni prese da webalice.it.
  5. ^ a b Stadio senza i requisiti per la Prva liga.
  6. ^ Varazdin kicked out of Croatian football, su skynews.com.au.
  7. ^ Il Rijeka vince 3-0 a tavolino: il Varaždin non si è presentato.
  8. ^ a b c d e f g Il Varaždin si è ritirato dal campionato: l'avversario vince 3-0 a tavolino.
  9. ^ Il Rijeka vince 3-0 a tavolino: il Karlovac non si è presentato.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]