Daniel Alves

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Daniel Alves
Dani Alves- Scotland vs Brazil Mar10.jpg
Dati biografici
Nome Daniel Alves da Silva
Nazionalità Brasile Brasile
Altezza 172[1] cm
Peso 64[1] kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Difensore
Squadra Barcellona Barcellona
Carriera
Giovanili
Bahia Bahia
Squadre di club1
2001-2002 Bahia Bahia 25 (2)
2002-2008 Siviglia Siviglia 175 (11)
2008- Barcellona Barcellona 182 (14)
Nazionale
2002-2003
2006-
Brasile Brasile U-20
Brasile Brasile
7 (0)
72 (5)
Palmarès
Coppa America calcio.svg  Copa América
Oro Venezuela 2007
 Mondiali di Calcio Under-20
Oro Emirati Arabi 2003
FIFA Confederations Cup.svg  Confederations Cup
Oro Sudafrica 2009
Oro Brasile 2013
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 29 marzo 2014

Daniel Alves da Silva, noto anche come Dani Alves (Juazeiro, 6 maggio 1983), è un calciatore brasiliano, difensore del Barcellona e della Nazionale brasiliana.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica sorgente]

Pur non avendo un fisico imponente possiede una notevole forza, e tra le sue caratteristiche spicca la resistenza e la velocità. Dotato di un buon cross e tiro, partecipa spesso alle azioni di attacco ed è considerato fra i migliori attuali terzini al mondo.[2]

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Bahia[modifica | modifica sorgente]

Cresciuto calcisticamente nel Bahia, esordì in prima squadra nell'incontro del Campeonato Brasileiro Série A 2001 contro il Paraná Clube. In quella partita, vinta dal Bahia per 3-0, fornì due assist trasformati in gol e subì un fallo punito con un calcio di rigore. A seguito di ciò, l'allenatore Evaristo de Macedo gli diede un posto da titolare nella squadra. A metà del 2002 passò in prestito al Siviglia.[3]

Siviglia[modifica | modifica sorgente]

Dopo aver trascorso la stagione 2002-2003 in prestito al Siviglia, quest'ultimo acquistò in via definitiva il calciatore brasiliano. Nel corso delle 6 stagioni trascorse con il club andaluso dal 2002 al 2008, ha vinto due Coppe UEFA, una Supercoppa europea e una Coppa del Re; inoltre ha acquisito la cittadinanza spagnola.

Nel giugno 2006 c'era stato un accordo per la sua cessione al Liverpool, ma l'affare saltò.[4] Nel dicembre 2006 firmò un nuovo contratto che lo legava al Siviglia fino al 2012.[5]

Nell'agosto 2007 il calciatore affermò di voler lasciare il Siviglia dopo che il Chelsea gli aveva avanzato una proposta d'ingaggio, alla quale non avrebbe voluto rinunciare.[6][7] In seguito il Siviglia rifiutò l'offerta del Chelsea, del valore di 36 milioni di euro[8], in quanto giudicata troppo bassa.[9] Il 28 agosto 2007, pur essendo stato convocato per il ritorno della partita di qualificazione alla UEFA Champions League 2007-2008 contro l'AEK Atene, non si presentò all'aeroporto per prendere il volo per Atene, suscitando lo sdegno di José Maria Del Nido, presidente del Siviglia.[10] Alla fine, complice anche la morte del compagno di squadra Antonio Puerta, restò al club andaluso per un'altra stagione.

Barcellona[modifica | modifica sorgente]

Dani Alves con la maglia del Barcellona

Nel giugno del 2008 venne annunciato il trasferimento del difensore brasiliano al Barcellona per 32 milioni di euro, più vari bonus in base ai risultati conseguiti che porteranno il prezzo fino a 40 milioni.[11] Il 1º luglio 2008 dichiarò il suo addio al Siviglia attraverso una conferenza stampa, in cui scoppiò in lacrime, ringraziando la squadra per tutto quello che gli ha dato[12]; il giornò dopo passò al Barcellona.[13]

Il suo esordio in partite ufficiali con il club catalano è avvenuto il 13 agosto 2008, nel terzo turno di qualificazione di Champions League contro il Wisla Cracovia[14], mentre la sua prima partita nella Liga spagnola con la maglia blaugrana risale al 31 agosto 2008 contro il Numancia.[14]

Non ha potuto disputare la finale della UEFA Champions League 2008-2009 contro il Manchester United a causa di un'ammonizione rimediata nella semifinale di ritorno contro il Chelsea, nella quale figurava tra i diffidati.

Il 22 marzo 2011 rinnova il contratto che legherà il giocatore alla squadra Blaugrana fino al 2015.

Il 25 gennaio 2012 nella partita di Coppa del Re contro il Real Madrid sigla il goal del 2-0 del Barcellona ma soprattutto sigla il goal decisivo che permette al Barcellona di qualificarsi alle Semifinali di Coppa del Re ed è il suo primo goal con la maglia del Barcellona in Coppa del Re, partita che poi finirà sul 2-2 del Barcellona.[15] Annuncia che dalla stagione 2013/14 indosserà la maglia numero 22 in onore di Eric Abidal, precedentemente Alves ha indossato la maglia numero 2 e ancor prima la numero 20. I primi gol stagionali li mette a segno nella prima giornata di campionato nella vittoria per 7-0 contro il Levante e in occasione della 4ª giornata di campionato nella partita vinta per 3-2 in casa contro il Siviglia. Il 21 agosto 2013 regala un assist al compagno Neymar per il primo gol con la maglia dei blaugrana nell'andata della Supercoppa di Spagna a Madrid contro l'Atletico conclusasi sul punteggio di 1-1, poi vinta dal Barca.

Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Dani Alves (a destra) contrastato da Gonzalo Jara durante l'ottavo di finale del campionato mondiale di calcio 2010 tra Brasile e Cile

A livello giovanile ha preso parte al campionato mondiale di calcio Under-20 2003, vincendo il torneo con il Brasile e venendo nominato come terzo miglior calciatore di quella competizione.

La sua prima partita con la Nazionale di calcio del Brasile, seppur non ufficiale, è avvenuta il 7 ottobre 2006, entrando come sostituto nell'amichevole contro il club kuwaitiano Al Kuwait Kaifan, mentre 3 giorni dopo ha esordito ufficialmente nell'amichevole contro l'Ecuador.

Con la Nazionale maggiore brasiliana ha partecipato alla Copa América 2007, contribuendo alla vittoria con un gol nella finale contro l'Argentina, e alla FIFA Confederations Cup 2009, in cui ha segnato nella semifinale contro il Sudafrica.

Nel maggio 2010 è stato convocato per il campionato del mondo 2010 in Sudafrica.

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica sorgente]

Statistiche aggiornate al 1 aprile 2014.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2001 Brasile Bahia A 6 0 CB  ?  ? - - - - - - 6 0
2002 A 19 2 CB  ?  ? - - - - - - 19 2
Totale Bahia 25 2 - - - - - - - 25 2
2002-2003 Spagna Siviglia PD 10 0 CR 1 0 - - - - - - 11 0
2003-2004 PD 29 1 CR 6 1 - - - - - - 35 2
2004-2005 PD 34 2 CR 2 0 CU 9 0 - - - 45 2
2005-2006 PD 35 3 CR 2 0 CU 14 0 - - - 51 3
2006-2007 PD 34 3 CR 8 0 CU 15 2 SU 1 0 57 5
2007-2008 PD 33 2 CR 3 0 UCL 9 2 SU+SS 1+2 0 48 4
Totale Siviglia 175 11 22 1 47 4 4 0 248 16
2008-2009 Spagna Barcellona PD 34 5 CR 8 0 UCL 12 0 - - - 54 5
2009-2010 PD 29 3 CR 3 0 UCL 11 0 SU+SS+CMc 1+2+2 0 48 3
2010-2011 PD 35 2 CR 5 0 UCL 12 2 SS 2 0 54 4
2011-2012 PD 33 2 CR 5 1 UCL 10 0 SS+SU+CMc 2+1+1 0 52 3
2012-2013 PD 30 0 CR 6 0 UCL 10 1 SS 1 0 47 1
2013-2014 PD 21 2 CR 4 0 UCL 7 2 SS 2 0 34 4
Totale Barcellona 182 14 31 1 62 5 14 0 289 20
Totale carriera 382 27 53 2 109 9 18 0 562 38

Cronologia presenze e reti in Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Competizioni nazionali[modifica | modifica sorgente]

Bahia: 2001, 2002
Siviglia: 2006-2007
Barcellona: 2008-2009, 2011-2012
Siviglia: 2007
Barcellona: 2009, 2010, 2011, 2013
Barcellona: 2008-2009, 2009-2010, 2010-2011, 2012-2013

Competizioni internazionali[modifica | modifica sorgente]

Siviglia: 2005-2006, 2006-2007
Siviglia: 2006
Barcellona: 2009, 2011
Barcellona: 2008-2009, 2010-2011
Barcellona: 2009, 2011

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b Dani Alves in Worldfootball.net. URL consultato l'11 agosto 2012.
  2. ^ Daniel Alves da Silva, fcbarcelona.com. URL consultato il 20 febbraio 2014.
  3. ^ (PT) Daniel Alves: da Bahia para o sucesso, bahianoticias.com.br. URL consultato il 18 febbraio 2014.
  4. ^ (EN) Liverpool cleared to sign Alves, BBC Sport, 15 giugno 2006. URL consultato il 4 giugno 2010.
  5. ^ (EN) Sevilla keep hold of Alves, uefa.com, 22 dicembre 2006. URL consultato il 4 giugno 2010.
  6. ^ (ES) Alves: "No es que me quiera ir, pero las oportunidades hay que aprovecharlas", 20minutos.es, 2 agosto 2007. URL consultato il 4 giugno 2010.
  7. ^ (ES) Daniel Alves: "Tienen que negociar con el Chelsea por respeto a mí", 20minutos.es, 8 agosto 2007. URL consultato il 4 giugno 2010.
  8. ^ Con i soldi di Alves Siviglia su Cicinho, La Gazzetta dello Sport, 15 agosto 2007. URL consultato il 4 giugno 2010.
  9. ^ (EN) Sevilla snub Alves bid, BBC Sport, 16 agosto 2007. URL consultato il 4 giugno 2010.
  10. ^ Il Siviglia tra il dramma Puerta e la rabbia Alves, La Gazzetta dello Sport, 28 agosto 2007. URL consultato il 4 giugno 2010.
  11. ^ (ES) Daniel Alves è del Barça, La Gazzetta dello Sport, 1º luglio 2008. URL consultato il 4 giugno 2010.
  12. ^ (ES) Daniel, en su despedida: "Soy lo que soy gracias al Sevilla", Sevilla FC, 1º luglio 2008. URL consultato il 18 febbraio 2014.
  13. ^ (ES) Alves: "Vengo al mejor club", El País, 2 luglio 2008. URL consultato il 4 giugno 2010.
  14. ^ a b Statistiche su Soccernet. URL consultato il 18 febbraio 2014.
  15. ^ Dani Alves rinnova fino al 2015, 22 marzo 2'011. URL consultato il 18 febbraio 2014.
  16. ^ Un premio per Alves in UEFA.com, 25 agosto 2006. URL consultato il 18 gennaio 2012.
  17. ^ (EN) Super Cup honour for Alves in UEFA.com, 25 agosto 2006. URL consultato il 18 gennaio 2012.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]